Mario

Che bello svegliarsi la mattina e sentire una voce che urla a squarciagola: “Mario!!!!”. Oramai è da quando stanno costruendo questo terribile palazzo a fianco che ogni mattina mi devo sorbire le urla di operai grezzi e poco educati. Senza offese, ma mi hanno davvero ROTTO! Non vedo l’ora che se ne vadano a quel paese! “Mario!!!!”, l’avrò sentito migliaia di volte! Già la vita è dura, invece di svegliarmi con qualche nota classica devo subire il grezzume di operai frustrati. Eppoi c’è Stella! Lei si sveglia presto perché ha fame. Per non dire quando le capita di vomitare a notte inoltrata: mi alzo come una sonnambula per pulire il suo vomito e far sparire il cattivo odore altrimenti non riesco proprio a riprendere sonno. Ebbé volere in casa un animale splendido come il gatto presenta un rovescio della medaglia. La mattina presto comincia a leccarmi per svegliarmi e convincermi ad andare verso la sua ciotala…mi guida con pazienza, e mentre dormo in piedi mi fruscia tra le gambe rischiando di farmi inciampare. Cosa sa fare un gatto per guadagnarsi il suo cibo giornaliero. La particolarità è che per il resto della giornata ti ignora, oppura ti fissa da giudice terribile…con gli occhi di chi conosce grandi verità di cui tu ignori persino l’esistenza. Ti fissa e sembra che ti rimproveri: “Povera sciocca, ma che ti affanni a fare…guarda come è comoda la vita di un gatto?”. L’altra mattina stavo sognando (è da qualche giorno che faccio sogni assurdi e in certi casi preveggenti), ad un certo punto avverto una presenza, socchiudo gli occhi e vedo una statua: la mia gatta che mi osserva severamente. Appena mi vede aprire gli occhi, mi tocca con la zampina sul volto (senza unghie) a mò di rimprovero. Io le dico: “Stella lasciami stare ho sonno!”. Lei insiste, con la zampetta mi sfiora ancora il volto. Io mi metto sotto le coperte, Lei sospira. Poi mi convinco, è davvero tardi, così mi alzo…solita storia…lei tra le mie gambe che rischia di farmi inciampare. Croccantini per gatti, rigorosamente antivomito e un goccio di latte perché Lei ne va ghiotta. Durante la giornata la tormento. E’ il mio peluche preferito! Allora capita che la lancio anche per aria e poi la riprendo. Lei da me sopporta tutto. Ma proprio tutto, anche se le facessi male. Stella mi vuole bene…un bene profondo che percepisco molte volte nella sua grande ed estrema purezza. Stella è fiera, indipendente, ma a volte fa parte di me. E’ un mio prolungamento. Poi è di un’intelligenza unica. E’ quasi umana…ma non ha i difetti degli umani. Lei rende la mia vita più interessante. C’è magia nella casa, quando un piccolo corpo caldo, pieno di vita vi circola. Io la guardo e mi rendo conto la vita è un miracolo: quel corpicino caldo è un miracolo; è una pioggia tiepida che lenisce le ferite più profonde. Chi non conosce l’amore per un animale ha perso molto del sapore primordiale ed autentico della vita. Grazie Stella…e a qual paese “Mario!!!!”.

3 commenti su “Mario

  1. utente anonimo

    io mi sveglio con le betoniere che passano sotot casa da 10 anni
    gaetano da avellino
    e quella specie di assessore al traffico ora ha aggiunto pure le sirene delle ambulanze.

  2. Landofnowhere

    beh.. mi spiace per i tuoi tristi risvegli… dovremmo presentare Stella al mio cane (eheh non sarebbe credo il massimo) o a Calsa, gattina adottata da un gruppo di mie amiche… quelle volte che resto a dormire da loro, capita di ritrovarmela di sopra o a giocare con i miei piedi.
    Il mio cane invece ha l'abitudine di venirsi a prendere le coccole ogni volta che mia madre gli dice "vai a svegliare a guido"…. uno spettacolo..
    un abbraccio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *