Non so a chi dire: ti voglio bene

In questo tardo pomeriggio di una domenica afosa vorrei scrivere qualcosa, ma non saprei cosa. Vorrei gridare a qualcuno "Ti voglio bene" ma non saprei a chi, così lo dico a tutti, e chiunque abbia voglia potrà raccogliere questo bene. Vorrei partecipare al corso per volontari in Africa, ma non ne ho il coraggio, comunque la teoria non potrebbe bastarmi e vorrei partire, ma so che non posso: ho dei vincoli che non mi consentirebbero tale scelta. A volte possiamo scegliere e direi che esiste il libero arbitrio, altre volte no! c’è il destino in agguato, anche per chi come me si rifiuta di essere fatalista e carica sulle proprie spalle il peso delle responsabilità.

4 commenti su “Non so a chi dire: ti voglio bene

  1. antares666

    Carissima Tisbe, non farti traviare… perché mai dovresti andare in Africa?
    Sappi questo: un tempo quella era una terra benedetta dagli Dèi, un paese di immensa abbondanza… poi le genti cominciarono ad insultare la Grande Madre, i maschi recisero il fiore delle donne con rituali abominevoli. Così l'Africa fu maledetta dagli Dèi: la sua atroce miseria è una punizione per le aberranti condizioni in cui sono ivi tenute le donne. Solo le forze dell'Estinzione potranno porre rimedio a simili iniquità… ai giustizieri la scienza ha ora dato nomi stravaganti: AIDS, EBOLA…
    Un abbraccio!

  2. utente anonimo

    ma perchè ci viene sempre la voglia di andare in africa quando sentiamo che la vita dalle nostre parti è insopportabile?

    Gaetano

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *