Astensione 09 giugno 2005

Tratto dal forum di tele2

» Francesco 09 giugno 2005 03:11:15
La definizione di embrione come essere umano e soprattutto il riconoscimento dei suoi diritti, pari a quelli di chi è già nato, non è scientifica ma attiene solo alla personale opinione e filosofia di vita. Non si capisce il motivo per cui chi non ritiene opportuno ricorrere alla fecondazione eterologa, all’uso degli embrioni in eccedenza come strada di cura di gravi patologie ecc., debba impedire a chi vuole usufruire di tali mezzi scientifici di farlo. Chi vota per il SI vuole sancire il diritto individuale di agire secondo la propria coscienza e non pretende che la propria filosofia di vita, diventi quella di tutti, per legge. Chi si astiene o vota per il NO, si arroga il diritto d’imporre la propria idea su quella degli altri, in perfetto stile neo-nazista. Io dico che la libertà di pensiero, non può essere messa ai voti, soprattutto quando ci si addentra in tematiche che hanno ben poco di oggettivo, ma che rispondono solo alla propria interpretazione filosofico-etico-religioso di un argomento sul quale il mondo è diviso. Le "Vipperie" mi sembra appartengano agli astensionisti di destra i quali, chissà perchè, vogliono la tutela degli embrioni, ma non ci pensano due volte a dare appoggio a Bush per scatenare una guerra per il petrolio che miete decine di vittime al giorno. Gli stessi cattolici amorevoli e comprensivi che trattano gli omosessuali come feccia umana, disconoscendo i loro diritti. Occupatevi di chi è già nato e reclama sacrosanti diritti, compreso quello alla salute, piuttosto che preoccuparvi di un agglomerato di cellule, voi pseudo-cattolici ipocriti, che nella vita di tutti i giorni siete tutto tranne che timorati di Dio e osservanti in toto dei suoi precetti e della "Santa" Chiesa.

» Archon2002 X Astensione 09 giugno 2005 22:02:24
Si, ma l’astensione non è quella "infame" che tenta di inculcarci chi la pensa come te. Se è per quello che dici tu, anche la Chiesa cerca di dissuadere (senza diritto alcuno) gli elettori dall’esercitare un diritto sacrosanto, che è quello del voto. E tu, obiettivamente, chi credi abbia più peso nel nostro Paese? "La vipperia dei radical-chic" oppure gli appassionati (e a mio avviso, completamente "ciechi") seguaci di Benedetto XVI!? Non credo ti serva del tempo per pensarci su! Volete un confronto corretto? Presentatevi alle urne e consegnate scheda bianca! Trionferà il buon senso popolare. Ma non recarsi alle urne (impedendo il raggiungimento del quorum) oltre ad essere segno di inqualificabile vigliaccheria, significa anche arrogarsi il diritto di scegliere per chi non condivide il vostro punto di vista. Confrontiamoci su questo punto e poi vedremo.

Un commento su “Astensione 09 giugno 2005

  1. utente anonimo

    caro malato di diabete, talassemia…vota sì al referendum, aiutaci a trovare cure per curarti, ma anche a fare in modo (con la diagnosi pre impianto) che di altri come te non ne nascano più

    le contraddizioni non stanno da una parte sola: meditiamo

    Gaetano

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *