Qualche risposta per i lettori

Qualche risposta per i lettori

Scrivo questo post perché stimolata su due fronti dai commenti al mio post sui cattolici. Per chiarezza, stimo chi riesce ad essere coerente con se stesso, ma mi stanno immensamente sulle scatole quei cattolici che vogliono imporre la loro morale alla conduzione della vita altrui, eppoi nella loro vita privata non si comportano secondo i dettami della Chiesa. Nessuno vuole dare la colpa di tutto alla chiesa, ma l’ipocrisia non è un esempio cristiano. Buona parte dei cattolici non ha mai letto il Vangelo; l’Antico Testamento men che meno, e non ha la più pallida idea di che cosa voglia dire "essere cattolici". Mi piacerebbe conoscere un solo cattolico che abbia rapporti sessuali esclusivamente per riprodursi. Se così fosse, tanto di cappello. Altrimenti non tollero le loro invadenze di giudizio e pre-giudizio nella vita altrui.

Per quanto riguarda il presunto femminismo del post, non mi pare, ma anche se fosse? Vi pare che le donne abbiano raggiunto la parità? a me, proprio no. Il primo indizio è dato dal linguaggio. Sappiamo bene che è possibile studiare l’andamento della società attraverso l’analisi linguistica. Il nostro linguaggio è fortemente maschilista. Potrei fare mille esempi ma preferisco astenermi. In questo il cattolicesimo ha avuto la sua parte attiva. Se i musulmani hanno messo in atto vere e proprie mutilazioni attraverso la pratica dell’infibulazione, i cattolici hanno preferito mutilare "la mente", cosa assai più grave. Se siete convinti che le donne hanno acquisito pari diritti nella nostra società occidentale post-moderna (non sulla carta ma nella vita di tutti i giorni) io vi pongo una domanda provocatoria: "quante donne conoscete che stanno a capo di governo?".

6 commenti su “Qualche risposta per i lettori

  1. antares666

    Sono stato a Stoccarda nell'anno dell'eclisse totale. Mi sono esaltato nel contemplare la Morte della Luce. Il gelo mi è entrato nelle ossa, e una tenebra pura è calata su ogni cosa…
    Ho desiderato che il sole non sorgesse mai più!

  2. utente anonimo

    Sarebbe fin troppo semplice chiedere: presentami un comunista che rinuncia davvero alla proprietà privata (anche quella dei mezzi di produzione), che non ha mai approfittato di posizione di potere, ecc. Siamo uomini, e quanto più sbagliamo, tanto più abbiamo bisogno di punti di riferimento che prescindano dal quotidiano. Per chi ha fede (o tenta di averla, tanto poi i conti li faremo tutti con un Giudice che saprà se bariamo o no), la Chiesa è una fonte di insegnamenti e di condotta di vita. Che poi riusciamo in tutto, beh, è anche un po' difficile. E infatti la Chiesa chiama alla santità, e non tutti possiamo dirci santi. Ma tutti (anche tu, credo) possiamo dirci cattolici.

  3. Tisbe

    Sì sono cattolica, ma non bigotta e nemmeno integralista. Sono sempre critica verso la Chiesa che favorisce di fatto un comportamento ipocrita non adatto al mio modo di essere. Io sono spontanea e non ho peli sulla lingua. Per quanto concerne la rinuncia alla proprietà privata dei comunisti, la faccenda non è semplice. In questo sistema rinunciarci è impossibile, a meno che non si voglia perdere la propria dignità di persona e vivere ai margini scegliendo di fare il barbone. L'effetto? non si esce dal sistema, ma si dipende dagli avanzi del sistema. Essere un cattolico coerente è più semplice, in quanto non bisogna fare scelte radicali che deformano il senso stesso dell'esistere. D'altra parte io sono consapevole che se fossi nata in un paese del medio-oriente sarei sicuramente musulmana. Il che vuol dire che non scegliamo proprio un bel niente, siamo storicamente e socialmente condizionati. Io ne sono consapevole, ma quanti cattolici sono arrivati a queste conclusioni? Io ho una mente addestrata ad essere critica e vado fiera di me stessa…e non mi bevo nulla senza averlo analizzato minuziosamente…

  4. utente anonimo

    Nel tuo post ci sono tanti e tali esempi di come invece sia difficilissimo essere cattolico…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *