Nichi Vendola protagonista di un film

Nichi Vendola protagonista di un film

La Pablo Distribuzione annuncia un passo coraggioso da parte del cinema indipendente e alternativo. Da venerdì 6 maggio sarà infatti distribuito nelle grandi città e nei capoluoghi di provincia della Puglia, Nichi, un film-documentario sull’attuale governatore regionale, Nichi Vendola.
Diretto da Gianluca Arcopinto, produttore che per la prima volta impugna la macchina da presa, il film si prefigge uno scopo ben preciso.
Nichi Vendola, non solo ha avuto successo alle ultime elezioni regionali, ma ha successo anche nei suoi rapporti con la gente comune. Dice Arcopinto che la pellicola "non vuole raccontare la campagna elettorale di Vendola, né la sua vittoria, ma una persona. Nichi per me è una fiammella di speranza, in questo paese che rischia di andare alla deriva". Il film mette in luce le qualità di Vendola come oratore e come politico fuori dagli schemi, ma soprattutto come uomo comune che conosce i problemi della gente comune.
Molte le figure di riferimento che vengono ricordate nel film, da Berlinguer a Pasolini.
Il titolo originale Nichi Vendola, un comunista, è stato poi ridotto a Nichi, come spiega Alessandro Contessa, co-ideatore del progetto:
"Il film si intitolerà semplicemente ‘Nichi’, perché quando abbiamo vissuto questa esperienza, per certi versi straordinaria, avendo il privilegio di seguire Nichi, da una parte all’altra della Puglia, ci siamo accorti che lui non era l’onorevole, non Nichi Vendola, ma semplicemente Nichi". Cosa ne pensa il protagonista di tutto questo? Vendola si dichiara soddisfatto e consiglia la visione del film. "Un po’ mi vergogno, a consigliarlo", dice, "ma produttori e regista meritano che venga visto".

Fonte: Carmen

13 commenti su “Nichi Vendola protagonista di un film

  1. p3t3rpan

    speriamo che lì ci spieghi come mai nella "sua" Puglia, che con tanto entusiasmo l'ha eletto da poche settimane, al referendum ha votato il 10% degli elettori. son curioso. 🙂

  2. solaria

    vespa fa propaganda politica tutte le sere se è per quello. No, io credo sia una giusta testimoniana per vedere il clima che la destra ha creato intorno a vendola durante la campagna elettorale, accusandolo di pedofilia e di essere uno sporco culattone. Bene che ci abbiano fatto un film. Il referendum poi non c'entra niente, è una tematica del tutto a sè, non si è raggiunto il quorom nemmeno in toscana e emilia, e allora? quella di peter pan è un'osservazione fuori luogo

  3. utente anonimo

    solaria: affermazione fuori luogo? forse: non ho la spocchia di credermi depositario della verità. ma dove hai letto che emilia, toscana, umbria, liguria fossero fuori della mia analisi? sta di fatto che in puglia si é arrivati a stento al 10%. non parlo di SI o NO. parlo di quorum. se poi a te il referendum sembra un "discorso a parte", problemi tuoi. io credo che, per una sinistra moderna, non dovrebbe esserlo. buona fortuna alla "tua" sinistra, che si accontenta di posti di potere e filmetti. per quanto mi riguarda, la cultura é altra cosa. 🙂

  4. kazumaiino

    dicesi propaganda elettorale anche l'atto compiuto nell'aprile 2001 da Silvio, un mese prima delle elezioni, quando spedì a casa di migliaia di italiani che nn ne avevano fatto richiesta la sua autobigrafica "storia italiana"…cosa è + triste, questo o il film su vendola???

  5. Tisbe

    E' indubbio che tutti facciano propaganda! A me Vendola piace, mi è sempre piaciuto (politicamente s'intende) E' carismatico, sarebbe la guida ideali che manca alla sx ma ciò non può essere perché è troppo estremista e urge una figura di centro, o più moderata. Cmq non tutti gli italiani sono pronti ad avere una guida come Vendola…non siamo nella cattolicissima Spagna ;-)Meraviglioso Zapatero!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *