Occhio non vede cuore non duole

All’anonimo che sta insistendo con i suoi commenti filoleghisti
Beh, anonimo, già questo tuo "status" mi irrita e non poco. Le mie questioni personali credo non siano affar tuo o di chi visita il mio blog. Ho semplicemente cercato di mostrare come non c’è "solo" il male, ma anche un aspetto positivo, per quanto io stessa creda che sia meglio aiutarli in patria. Forse dopo l’invasione di queste "orde scandalose" (così come amate vederle) qualcosa si muoverà in tal senso. Certo se gli Usa continuano a sperperare il 63% del petrolio prodotto nel mondo producendone solo il 3% non si arriverà mai a garantire una vita dignitosa a queste masse diseredate…dal nostro benessere. E’ troppo comodo allontanare la "nuova schiavitù" dai nostri occhi e relegarla in quelle zone dove non può infastidirci. "Occhio non vede cuore non duole": Prendiamoci le nostre responsabilità di occidentali opulenti che fanno la bella vita perché il resto del mondo è pieno di schiavi. Teniamoli lontani, saccheggiamo le loro terre ricche di materie prime, scarichiamo i nostri rifiuti tossici…e costringiamoli a rimanere là perché noi "razza superiore" ci dobbiamo godere la nostra vita e non dobbiamo essere disturbati dalla vista della miseria. Io al posto tuo mi nasconderei dalla vergogna! Chiunque tu sia "anonimo".

3 commenti su “Occhio non vede cuore non duole

  1. utente anonimo

    vedo che la discussione è aperta solo a chi è daccordo con i giudizi scontati e frettolosi, figli di un mistificato pensiero filosocialista, del resto malamente interpretato. Non sono un leghista (ma non mi vergognerei se lo fossi) e il mio schieramento politico non ha valore in questa sede. La questione non è politica ma sociale. Dico solo di non chiudere gli occhi di fronte a dinamiche sociali serie, allineandosi con il filone dei sedicenti intellettuali senza valutare a fondo le cose e le parole dette da chi la pensa diversamente. Sembra che anche in questo blog non ci sia libertà di espressione, ma una dittatura e discriminazione verso chi ha una visione delle cose diversa (che tra l'altro credo sia del tutto legittima). Ho avuto troppo spazio è vero; è sempre troppo lo spazio per chi vuole far mettere in moto delle menti recalcitranti e troppo impigrite, annebbiate da pseudo-ideologie figlie della moda e del trend comune del pensiero imposto(mi riferisco a ga976-che poi fra l'anonimato e "ga976" qual è la differenza???). Tuttavia non sono mai entrato nel merito della conduzione della vita privata di alcuno, innanzitutto perchè non è mio costume giudicarla, in secondo luogo perchè non conoscendone gli aspetti non avrei potuto farlo.
    Se non si è capito sono il solito anonimo (potrei mettere il mio nome, ma resterebe solo un nome. Che differenza farebbe?)

  2. Tisbe

    Caro anonimo, va bene rimanere anonimi…e puoi avere lo spazio che vuoi (potrei cancellare i tuoi commenti come mi è permesso fare visto che il blog è mio – siamo in un paese capitalista eheheh – e non l'ho fatto)Però io conosco l'identità di ga976. Posso anche andare sul suo blog e lasciare il mio parere. Con te non potrei farlo. Non c'è interattività, ma subisco il tuo pensiero quando fa piacere solo a te! è una bella differenza, no? Potrei anche scegliere di bloccare la possibilità di commento a chiunque non fornisca le sue generalità, Splinder me lo consente, ma nemmeno questo voglio fare. Rimango del parere che hai una visione molto limitata della realtà. Una visione molto provinciale. Consiglio d'amico: fai qualche viaggio qualche volta. Parla con gli stranieri. Assaggia la loro cucina e leggi i loro libri: ti sembreranno meno stranieri. 😉

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *