Oggi mi sono fatta un regalo per l’anima! La stavo trascurando e mi perdevo a tentare di risolvere i problemi pratici senza comprendere che si deve agire a monte: dentro se stessi. Potarsi e liberarsi dei rami secchi che tolgono energie e affaticano senza creare vita. Ho aperto a caso, chiedendo delle risposte relative al mio momento, e così il libro mi ha risposto:

«Il malfattore che condanna il saggio assomiglia a colui che sputa contro il cielo. Lo sputo non arriverà mai al cielo, ma ricadrà su di lui.

Il malfattore inoltre assomiglia all’uomo che solleva la polvere contro vento. La polvere non si solleva mai senza provocargli danno.

Quindi, il saggio non sarà mai ferito, ma la maledizione di certo distruggerà i malfattori stessi».

3 commenti su “

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *