Funerali reali con soli maschi

Dal Tg1

«La famiglia reale, rigorosamente rappresentata dai soli uomini (maschi)». (in occasione dei funerali al re morto)

Come mai nessuno si preoccupa di puntare l’indice contro l’Arabia Saudita quando si parla di diritti negati alle donne? Dove sta Oriana Fallaci? Dove stanno tutti i predicatori della democratizzazione dell’Islam? Dopo la guerra in Iraq, io come cittadina del mondo, pretendo queste risposte!

5 commenti su “Funerali reali con soli maschi

  1. ga976

    hai visto come inizia il film di michael moore sull’11/9 ?

    ieri sera a controcorrente, carlo panella, uno dei giornalisti che trovo più disgustosi, ha detto che l’arabia è un paese dove non si conosce alcun diritto o libertà civile, criticando il governo americano per le sue connivenze. e se lo dice uno come lui…

  2. Tisbe

    Certo, ma gli americani, considerando l’elezione presidenziale, sembra non l’abbiano preso in considerazione. Grazie della tua testimonianza, mi sento meno sola…Giacché ci sono, xché gli americani non cominciano a democratizzare i loro alleati invece di usare la democrazia come scusa per i loro porci comodi a sfondo economico.

  3. Flydreamer

    Quando feci l'esame di filosofia del diritto, era il 1999, studiai un seminario molto interessante a riguardo. Dovrei avere ancora quadernone e libro. Domani torno dai miei per qualche giorno, lo cercherò…non posso garantirti di trovarlo, perchè quando nel 2002 abbiamo traslocato, mio padre ha avuto un ictus appena finito il trasloco e il giorno dopo si è allagata la cantina…è stata una strage di preziosi ricordi e testi. Altrimenti te l'avrei mandato di sicuro. Si parlava proprio dell'Arabia Saudita, della facciata irenica dei rapporti solo per comodo, del mancato rispetto della reciprocità del diritto (l'Arabia è uno die paesi più repressivi verso qualsiasi manifestazione di religiosità differente)e, tuttavia, dle far finta di niente da parti di fin troppi Stati, perchè l'arabia "fa comodo"…. Prometto che, dovessi ritrovare la raccolta di seminari, farò in modo di farti pervenire quello cui ti accennavo. Per altro farebbe molto piacere anche a me rileggerlo, pensando a quante ne sono successe dal 1999 ad oggi….

  4. Leslie

    A me Carlo Panella invece piace. 😛
    In ogni caso, scrivo solo per dire che la situazione in Arabia interessa anche me. E' vero, posso sembrare particolarmente insofferente alle critiche agli Usa, è che ne ho sentite troppo e molte davvero prevenute… La situazione in Arabia, in particolare, devo ancora approfondirla – infatti mi ero soffermata sull'Iran per via dell'opposizione che in quel paese c'è e potrebbe essere aiutata – ma se qualcuno inizia a fare informazione sull'Arabia preannuncio già da ora che lo leggerò con molta attenzione, soprattutto perchè spero sempre che dagli errori passati – e presenti – si possa imparare qualcosa…

  5. sefossistato

    Commento, ancora, raccontando:
    Una mia amica, avvocato eccellente, volle che le facessi da “portaborse” in un processo molto-molto importante(in verità voleva compagnia per il viaggio) e con circa duecento imputati per fatti gravi.
    Fu un viaggio piacevole per due ragioni: Primo perché essere in sua compagnia impari che il “Diritto” è un gioco di parole; infine perché standole accanto riesce a farti scordare la sua “bellezza fisica”.
    Poichè il processo si celebrava in una città diversa da quella in cui ella solitamente opera, l’ingresso in Aula non fu proprio “normale” : sguardi tra il sorpreso e il libidinoso, sia dall’emiciclo che dai suoi colleghi. Mi rassicurò con uno sguardo perché aveva captato la mia intenzione (indebita oltretutto) di un “ma che c…zo avete da guardare così?”
    Nella fase preliminare il giudice ufficializzò la difesa ad ogni imputato: imputato Tizio difeso dall’avvocato Caio; l’imputato Sempronio difeso dall’avvocato Vattalapesca…e fu la volta dell’imputato Bò difeso dall’avvocatessa Miamica. Ella si alzò, come avevano fatto i suoi colleghi, per confermare, ma accadde il fattaccio:
    Presidente: “Avvocatessa, lei difende l’imputato Bò?…”
    Miamica: “sì, Signor Presidente”
    Presidente: “avvocatessa, signora o signorina?”
    Miamica: “Signor Presidente, l’imputato Bò è da me assistito”
    Presidente: “avvocatessa, le ho chiesto se lei è signora o signorina?”
    Miamica: “avvocato, Signor Presidente, AVVOCATO!”
    Silenzio di tomba, tutti con la testa china a guardarsi la punta delle scarpe ed io per poco non scoppiavo sghignazzando.
    La mia amica avvocato dette così un piccolo contributo affinchè questo mondo possa cambiare.
    Tisbe dà il suo contributo attraverso il post,
    Voi date un contributo con i vostri commenti,
    io, anche se vi rompo le palle, cerco di dare il mio.
    Abbracci.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *