Basta politica! e poi ci si lamenta della disaffezione dei giovani alla suddetta. Possibile che un post politico è destinato a triplicare il numero degli accessi ad un blog? mah! La cosa triste è l’assoluta mancanza di maturità: buona parte degli intervenutiè rimasta attaccata ai codici comunicativi degli anni di piombo. Nessuna evoluzione. L’antitesi fascista- comunista, o meglio nazista- comunista. Terminologia obsoleta che la storia stessa ha tolto di mezzo e loro si ostinano a riesumarla per compire battaglie inutili dal sapore vagamente nostalgico. Per non parlare della sudditanza agli states, al loro stile di vita, che non è affatto come il nostro (forse ci è ancora più estraneo di quello arabo – soprattutto in cucina e nella lingua). Buona parte ignorano il sistema di controllo delle masse con i messaggi subliminali. Soltanto la conoscenza di questi condizionamenti occulti riesce ad allontanare la coscienza dalla finzione e dalla menzogna mondiale. Sinceramente ciò che provo è dispiacere. Non capirò mai come un essere umano possa essere favorevole alla guerra oppure alla pena di morte. Io non lo capirò mai (forse perché ho letto Dostoevskji)! Spero che in futuro non mi lascerò coinvolgere in begucce politiche da quattro soldi, ma vedere il termine comunista associato a spacciatore di droga mi ha fatto rabbrividire…è la prima strada per la discriminazione feroce.

7 commenti su “

  1. Tisbe

    Carissimo GMariniello tutti i comuni (di dx e di sx) fanno propaganda al proprio operato. Accuse di questo genere non fanno onore alla tua intelligenza. In più sei un ragazzino così carino e solare cerca di crescere…Buona notte

  2. Flydreamer

    In Italia, Tisbe cara, ci sono ancora da fare gli italiani. Di recente in un forum partecipavo ad un topic ludico ma carino, ossia di puro sfogo. Una ragazza -credo molto giovane – ha postato, serissima, semplicemnte una lista in cui citava cosa detesta, tra cui "comunisti e accattoni". Alla garbata domanda del perchè e del cosa si intende, lei non ha avuto il coraggio di approfondire il suo pensiero su questi "accattoni" e ha detto che la…dittatura di Marx (sic!Proprio così. Con buona pace della filosofia.) ha fatto più danni rispetto a quella di Hitler perchè ha portato povertà. Bene, oltre ad aver scoperto che questa ragazzina non è ebrea e ha qualche carenza in storia e filosofia, credo che gli italiani dovrebbero studiare la storia e poi fare due cose fondamentali:
    1-capire che, appunto, è storia. Sennò posso pure dire che sono cesariana e odio i pompeiani, e magari mi credono
    2- usare la testa. Troppa gente ingoia il sentito dire ne fa legge. E non si chiede "perchè?" oppure "Che significa?"
    E questo è un dramma, perchè la Tv e una riforma della scuoal sempre più volta alla rapidità e alla superficialità creano legioni di teste fatte apposta per assentire. E lo dico con convinzione perchè quì a Roma non ho la TV, quando torno dai miei (maestri, per altro) e do un'occhiata mi metto le mani nei capelli al pensiero che molti vivono per essa, si riempiono la vita di essa.
    Pensare per noi, e ragionare in maniera schematica, è quello che si vuole in certi ambienti.
    Non è giusto lasciarglelo fare.
    A volte evito certe situazioni per il fastidio che mi danno, specie quando non mi sento in forma. Ma se posso, se ho il fegato abbastanza pronto, non mi sottraggo al cercare di mostrare che la realtà, che ogni cosa del mondo, non ha mai un solo, unico e intoccabile punto di vista imposto da chi, più di noi, ha solo la possibilità di prlarte ad alto volume….
    Considerazioni molto generali, Tisbe….abbi pazienza. Ma imprescindibili. A volte non posso credere che ci sia così poca intelligenza al mondo, preferisco credere alla furberia. Questa politica fatta come il derby Roma-lazio ha un potente effetto lassativo…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *