Le Gaffe di George W. Bush Jr – Presidente USA

(tratto dal sito www.magnaromagna.it)

– Durante un meeting Bush ha effettuato il gesto americano con il pugno chiuso e il pollice eretto verso l’alto che significa "OK", ma il contesto era Manila, ed in estremo Oriente quel gesto corrisponde al medio che esce eretto dal pugno chiuso…
– Durante la campagna elettorale, prima di una conferenza stampa, ignaro che il microfono fosse acceso, si rivolse al suo vice Dick Cheney dicendo: "Ecco Adam Clyner, il più stronzo dei giornalisti del New York Times"
– In un’altra occasione, durante un’intervista con la rivista Glamour, a una domanda sui "talebani" fece scena muta, facendo capire di non sapere chi fossero. Aiutato dalla giornalista, esclamò: "Oh, credevo che tu parlassi di un complesso rock! I Talebani dell’Afghanistan, certo! Repressivi!".
– Sempre durante la campagna presidenziale, poi, Bush definì ‘kosovariani’ gli abitanti del Kosovo, scambiò Slovacchia per Slovenia, diede ai greci dei "greciani" (forse ispirato dalla marca di una tintura per capelli per uomo molto conosciuta negli Stati Uniti, la Grecian Formula) e a una rete tv di Boston non seppe dire il nome del presidente della Cecenia e del generale che aveva poco prima preso il potere in Pakistan.
– In campagna elettorale Bush era stato messo in difficoltà da altro reporter dimostrando di ignorare chi fosse il presidente pachistano Pervez Musharraf (che avrebbe dovuto incontrare in un incontro ufficiale entro qualche settimana)
– "Leonardo di Caprio, chi?" Bush a proposito della star di ‘Titanic’
– Bush non conosce il telefilm di successo della Hbo ‘Sex and The City’ (una serie che va in onda anche in Italia su La7) e inventa clamorosamente definendolo «un’inchiesta sull’identità erotica e geografica»
– all’Earth Summit del 2002 ha affermato che "la soluzione per evitare i danni degli incendi è abbattere gli alberi"
– prima di firmare lo storico Trattato di Mosca viene ripreso in mondovisione mentre si sputa una gomma da masticare su una mano
– durante un incontro con il presidente del Brasile Fernando Cardoso (peraltro sociologo e scrittore), gli ha chiesto con naturalezza : "perchè? avete i negri anche voi ?" (fonte "Der Spiegel")
– ha dichiarato: "Ero seduto fuori dall’aula, aspettavo il momento di entrare, quando ho visto un aereo che urtava la torre, naturalmente la televisione era accesa. E poichè sono stato pilota mi sono detto: deve essere un pessimo pilota. Ho detto: deve essere stato un tremendo incidente. Ma mi fecero entrare e non ci ho più pensato…" (Orlando, 4 dicembre 2001)
– ha ringraziato pubblicamente Putin per "avergli falciato il prato"

2 commenti su “

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *