Allarme aviaria

Primo caso in Grecia: positivo un volatile nell’isola di Chio. E al momento non esiste alcun vaccino, è inutile farsi illusioni…e la Grecia è drammaticamente vicina. Questa volta non si potrà ridurre la questione in termini di lazzaretto come nel caso Aids: nessuna categoria da mettere al muro. La natura si sta ribellando agli eccessi umani, anche la caccia sarà, finalmente, proibita (questo è l’unico elemento positivo) in compenso ci saranno abbattimenti cautelativi. Tempi bui per l’ambiente, e per noi che in questo ambiente (e ce ne siamo dimenticati) dobbiamo vivere. Per approfondimenti

7 commenti su “

  1. Tisbe

    The Zar, ma come faccio a commentare i tuoi post. Un sacco di volte mi capita di averne voglia ma nn posso farlo perché hai disabilitato il servizio! dai ripensaci!

  2. marysamba

    non sono solo i polli a ribbellarsi all'uomo…..e' tutta la natura!!!!!TERREMOTI,ALLUVIONI,MAREMOTI…..l'uomo crede sempre di poter fare cio' che vuole….e' questa la fine del mondo distruzione epidemie……che tristezza…specie per i cuccioli umani di domani…ciao dolce tisbe..Una mamma preoccupata

  3. bluelines78

    mah, secondo me quelli che se la ridono davvero sono i dirigentii della roche e company…e poi, ho un dubbio. Se non esiste il vaccino – e non esiste – perchè dovrei cmq fare quello contro l'influenza?
    come se per giocare a pallavolo ti dessero un mano un pallone da rugby….sempre meglio che niente?!!

  4. utente anonimo

    Solo per comunicarti che ti ho letto ogni giorno, ma che non potevo commentare (mi si bloccava il PC) con il portatile questo non mi accade…
    Farò formattare la "bestia.
    Bella giornata quella di ieri (fatta eccezione dell'infiltrato mastella)
    Ciao
    Sefossistato

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *