Post ispirato al commento di Mind – Avellino Banana Republic

Caro Mind, tu ti meravigli? e di cosa? Adesso ti spiego come funzionano i concorsi pubblici. Solitamente i concorsi non vengono fatti perché c’è bisogno di personale specializzato, ma perché si deve sistemare qualche parente o qualche "amico". Il sistema utilizzato è la costruzione ad hoc di un bando di concorso che tenga conto del curriculum della persona da sistemare. I posti sono sempre già assegnati, perciò è inutile farsi il "mazzo" sui libri e prepararsi: è tutta una farsa. Tuttavia è anche possibile, per circostanze fortuite riuscire ad entrare nella rosa dei candidati, ma questo accade se si hanno i requisiti dei "raccomandati". Posso anche dirti che in caso di prove scritte, vengono sostituite con il placet della commissione. Le prove orali sono per burla.

Quali sono le conseguenze di questo scellerato sistema di assunzione?

1) Buona parte dei dipendenti pubblici sono incapaci di svolgere i compiti loro assegnati. Sono nullafacenti perché oramai sanno di essere protetti dall’alto, e sanno che nessuno riuscirà a schiodarli dalla "poltroncina", ops, dallo stipendio! Questa gente non è mai andata alla ricerca di un lavoro, ha cercato sempre e soltanto "il mensile". Personalmente mi è capitato di conoscere il figlio di un  notabile Dc incapace di esprimersi correttamente, incapace di costruire una frase di senso compiuto. Ebbene questo signorino è stato assunto in un Ministero, appena sfornato dalle Superiori (l’Università non era cosa sua)…Stendiamo un velo pietoso …

2) Questa gente è arrogante, considera gli altri "cattivi lavoratori". Parlano dei "disoccupati" come se fossero gentaglia che non ha voglia di lavorare, mentre loro, poverini, sì, ne hanno tanta, soprattuto il 27. Considerano la gente che non ha mai vinto un concorso, di serie B, gente stupida che merita di vivere nella miseria. Sono i più grandi assertori del sistema liberale. Perché loro, con il sudore della fronte, si sono comprati la loro piccola, meschina "proprietà privata" … e pensa un pò, quei cattivoni dei comunisti gliela vorrebbero togliere per distribuirla ai nulla facenti che non hanno saputo cercarsi un lavoro. O mio Dio che bestemmia! 

Conclusioni

La gente che non conosce il sacrificio, che non ha mai avuto i calli o le ragadi sulle mani non potrà mai capire  nulla. Il sitema liberale fa schifo, perché permette alla gente arrogante, cattiva, furba, ed anche meno preparata di dominare sulle menti migliori. Questa è una società che premia i cretini! Sono stanca di sentire le solite menate, sul presunto livellamento in basso del comunismo, io lo vedo adesso il vero "basso". La gente più stupida che ha l’incarico di prendere decisioni per gli altri. E’ assurdo!

7 commenti su “

  1. Loreanne

    E chi li fa più i concorsi??
    Le leggi finanziarie scellerate dello stato che hanno tagliato ogni risorsa agli enti locali hanno imposto il blocco totale. E così viene negato il ricambio tra persone meritevoli e valide e chi in questi decenni ha ottenuto il lavoro grazie a un voto di scambio…
    Un altro motivo per dire "Grazie Silvio!!"

  2. antares666

    Carissima Tisbe, la società premia i cretini perché ha voluto andare contro istinti vecchi di miliardi di anni per imporre vili menzogne come l'etica e la democrazia…
    La colpa primigenia dell'umanità è stata la creazione di DIO. Quando le tavole saranno spezzate e tornerà BAAL, le cose andranno meglio come per incanto.
    Un abbraccio!

  3. desiderio947

    Ciao Tisbe, Ti invio questo commento al tuo post di ieri sollecitato da Lislie. Sono in ritardo rispetto alla data del post, spero comunque di poterti sollecitare qualche riflessione sull’attuale situazione.
    @ Lislie.Ciao a te e Tisbe che con i suoi post cerca di porci davanti al senso ultimo da dare alla nostra vita.
    Anch’io cercherò di portare il discorso su di un piano strettamente politico.
    Tu sostieni che l’attuale filosofia neo-con dell’esportazione della democrazia, rappresenta un’affrancamento da la vecchia pratica dell’appeasement (pratica che per’altro sopravvive nella vecchia Europa) e in definitiva per non continuare ad esporre l’America all’accusa di connivenza con le peggiori dittature sparse per il mondo,…e offrire delle risposte ai problemi d’ordine mondiale.
    Innanzi tutto credo sia utile superare la semplice contrapposizione tra la strategia dell’esportazione della demo-crazia e quella dell’appeasement, in quanto presuppongono la volontà di voler mantenere inalterati i rapporti di stabilità Internazionali, basati esclusivamente sui rapporti di forza economici e militari:col risultato che il 20% della popolazione mondiale consuma l’80% delle risorse disponibili, mentre l’80% dei nostri simili si deve accontentare di dividersi le briciole del 20% delle risorse del pianeta. Né si può sottacere, come all’interno delle nazioni sviluppate e progredite si acuisce, sempre di più in modo esponenziale, il divario tra ricchi e poveri. In Italia oltre il 10% della popolazione ha un reddito al di sotto dei livelli di sopravvivenza. E ciò in omaggio alle teorie di appeasement o esportazione della democrazia. In questo schema diventa drammatica, ma terribilmente reale e concreta la contrapposizione tra burka e mercificazione personale all’interno di un quadro di democrazia formale. Perché solo a queste condizioni è possibile un rapporto 80/20. Pertanto, contrariamente a quanto sostiene Mister Busch e tutta la compagnia ne-con:
    NON PUO’ ESSERE MESSO IN DISCUSSIONE IL LIVELLO DI VITA DEGLI AMERICANI.
    A CHE PREZZO?
    Per non andare tanto lontano, il sottosviluppo del Sud-Italia, è possibile:
    IMPARANDO A CONVIVERE CON LA MAFIA.
    E accettare lo svolgimento di concorsi fasulli.
    Estremizzo? Forse. Resta il dato che dall’Unità d’Italia in poi, è aumentato in modo esponenziale il divario Nord-Sud, così come negli ultimi 40 anni è aumentato il divario tra paesi sviluppati e paesi in via di sviluppo. Divario che in questo contesto, non è possibile superare per superiori ragioni di sopravvivenza dei sviluppati,
    in quanto non si può mettere in discussione il loro LIVELLO DI VITA. E tutto ciò spiega la vastità dei regimi dittatoriali sparsi per il mondo, così come spiega le innumerevoli guerre locali per l’accaparramento delle materie prime: Petrolio, Uranio, materie preziose, contrabbandate spesso come guerre etniche tra
    POPOLAZIONI NON MATURE PER LA DEMOCRAZIA
    Risulta pertanto evidente come sia attuale la necessità di superare nel breve tempo la falsa contrapposizione tra neo-con e difensori o peggio nostalgici del vecchio ordine mondiale; perché le contraddizioni sempre più acute
    che si manifestano all’interno dei paesi sviluppati (vedi per ultima la rivolta delle banlieus parigine col 50% di disoccupati) costituiscono il primo brodo di coltura dello sviluppo del terrorismo, che ha i propri campi di ad-destramento proprio nelle numerose guerre locali sparse nel mondo.
    Si sto forzando volutamente i termini della questione perché vorrei finalmente porre la domanda: a cosa serve
    La strategia terroristica di alqaeda. Sul serio qualcuno intravede all’orizzonte il rischio di una moderna inva-sione barbarica attraverso il terrorismo? O non piuttosto una veloce involuzione dei paesi oggi Democratici in un vasto e impenetrabile stato di polizia?
    IN NOME DEL MANTENIMENTO DEL NOSTRO LIVELLO DI VITA.
    Sono convinto che finchè non si comincerà a porre seriamente sul tappeto la questione di uno uso delle risorse disponibili, su di un piano di parità e reciprocità, in un quadro di sviluppo sostenibile, credo sia del tutto fuorviante invischiarsi in un dibattito filosofico se sia più sopportabile il burka, o accettare democraticamente la propria mercificazione.
    PRIMUM VIVERE, DEINDE FOLISOFARI.
    Ciao, beppe. Grazie per l’ospitalità

  4. utente anonimo

    tisbe non è il sistema liberale a fare andare avanti i cretini…il sistema liberale e liberista si basa su efficienza, competitività, meritocrazia e competenza…è il suo contrario che determina la permanenza di fessacchiotti al potere…poi aggiungerei un quesito.posso?
    secondo te è giusto che in un paese in cui migliaia di laureati con lode fanno i disoccupati, buona parte dei politici, a cominciare da quelli del centrosinistra siano privi di laurea? e guadgnino 15-20.000euro al mese?
    Bertinotti è perito industriale, Cossutta ha la maturità classica, Cofferati è perito industriale, D'Alema ha la maturità classica, Veltroni è diplomato in scuola di cinematografia, Rutelli ha la maturità classica…per te questo è etico?
    perchè non scrivi un Post in cui chiedi che queste persone si dimettano e facciano posto ai giovani laureati con lode?
    buon fine settimana ed una valanga di baci
    camelot

  5. utente anonimo

    obbiettivamente non ho nulla da aggiungere al post di camelot…
    il tuo unico errore è dare la colpa di tutto questo a un sistema o a un governo.
    questo parassitismo esiste da quando esistono gli stati…
    c'è da dire che il parassitismo più assoluto esisteva nella beneamata urss… semplicemente la burocrazia parassitaria zarista è diventata la burocrazia parassitaria sovietica e dato che tutti era impiegati statali nessuno lavorava… certi stermini si spiegano anche con il voler imprimere un po' di efficenza a un sistema putrefatto…
    un mau storico

  6. antares666

    E che dire delle pregiatissime giacche di cachemire di Bertinotti? Ogni volta che ne sento parlare mi vengono i conati di vomito! Scusa le mie espressioni veementi, carissima Tisbe, ma veramente non se ne può più di queste piaghe sociali!
    Un bacione e buon fine settimana!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *