Il trionfo delle menzogne, Blair e Bush sotto accusa…Berlusconi? Un’inutile comparsa nella ragnatela di bugie.

Cercate nelle vostre coscienze il motivo per cui un anziano drammaturgo inglese, morente, accusa Bush e Blair di MENZOGNA. Chiedetevi perché un insignito del Nobel per la letteratura è così infuriato con il presidente americano e il primo ministro inglese ritenuti responsabili e da sottoporre a giudizio, per aver intessuto davanti agli occhi del mondo “un grande arazzo di bugie".

Chiedetevi perché Harold Pinter è così indignato!

6 commenti su “

  1. sefossistato

    Pinter è indignato tanto quanto tutte persone colte/intelligenti/umane che non intendono piegarsi al potere scellerato. Nel suo dramma trova la forza di ribadire – consapevole del suo dovere di persona a cui è data occasione di lanciare un monito – l'infamia di chi arrogantemente gestisce il mondo.
    Solo le persone sensibili ai problemi e vessazioni del genere umano potranno condividere il suo messaggio. Gli altri – chi interessato direttamente, chi di mente servizievole e di viscida accondiscendenza – sapranno solo criticarlo e demonizzarlo (vedi quei gruppi di lecchini e di vermi asserviti che gironzolano anche nei blog con la presunzione di voler dettare le loro teorie di demolizione della verità). Mi piacerebbe sapere, a tal proposito, quale altra cavolata si sono inventati per coprire – ad esempio – la mucillagine cerebrale dei "soccorritori umanitari" italiani a Nassiria durante la "guerra dei ponti", dopo che abbiamo avuto conferma da un filmato che ora accuseranno di essere stato prodotto a Cinecittà e non in iraq…
    Ciao e buona vita.

  2. JoeLondon

    Il discorso di accettazione del premio Nobel da parte di Harold Pinter è di grandissima lucidità e le domande che ha posto attendono risposte. Finché realpolitik, cinismo e pavidità nei confronti dei potenti prevarranno sulla richiesta di etica e verità, rimarremo più lontani da possibili soluzioni ai problemi e alle tensioni del mondo odierno.

  3. Tisbe

    Quello che spaventa di più, è l'indifferenza del popolo occidentale che dorme …nelle sue tiepide case…e non me la sento di aggiungere altro..

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *