Oggi sono triste

Oggi sono triste perché qui piove e non la smette più. Sono triste perchè in una zona del nostro mondo, evoluto, occidentale, democratico, giusto, è stata soppressa la SPERANZA. L’unico sollievo rimasto ad un’umanità inerme, sempre appesa al filo sottile della possibilità. Tenue filo, pronto a spezzarsi…ed oggi si è spezzato…e forse non siamo più in grado di ricucirlo. Sono triste perché qualcuno gioca con l’apologia del fascismo senza nemmeno esserne consapevole, mostrando, qualora fosse necessario, un’ignoranza progressiva della nostra Carta Costituzionale. Sono triste perché il nostro Governo nicchia e permette che ciò accada. Continua a piovere sul bagnato, ed io penso che questo periodo storico è orribile, e sicuramente sarà ricordato sui libri di storia come periodo di oscurantismo, di recessione e di retrocessione, di perdita di conquiste acquisite e di restaurazioni forzate. Mi sento triste perché oggi penso che i conservatori abbiano vinto e mi viene in mente una citazione: «Un conservatore è un individuo secondo il quale le cose non devono MAI essere fatte per la prima volta». (Luise Freire)

6 commenti su “

  1. Tisbe

    Gaetano Saglimbeni non è una fonte attendibile, è di parte…basta leggere le altre cose che ha scritto…e cmq tanto di guadagnato, finalmente quei razzisti che lamentavano la presenza di lavoratori "solo" con la pelle scura potranno consolarsi. Fra poco arriveranno anche gli svedesi e avremo il meticciato tendente al biondo e agli occhi azzurri. Cmq da ora in poi i messaggi degli anonimi verranno cancellati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *