Guerra e terrore, la stessa radice!

Voi dite che sono filobrigatista? Voi dite che sono filoterrorista? Io dico che la guerra è terrore. Io dico che tra guerra e terrore non c’è differenza: l’effetto è lo stesso. Non esiste terrore giusto nemmeno se gli cambiate nome e lo chiamate guerra: è pur sempre terrore. Io sono contro ogni forma di terrore, anche contro la guerra!

10 commenti su “

  1. marysamba

    O_O' Gentile Signora…abbiamo ricevuto il suo curriculum vitae,e' la informo che e' stata senezionata tra MOLTE per ASPETTO e PRESENZA……Quindi la invitiamo a passare da noi il 6 GENNAIO per il ritiro della SCOPA!!!!!!!!!!!!!!E' ASSUNTAAAAAAAAAAAAAA

  2. utente anonimo

    ma guarda che sono d'accordo!
    anche il cancro è una brutta cosa!
    quindi aboliamo la medicina!
    ma così ci si ammala lo stesso di cancro?
    si?
    ma allora cosa stai dicendo, te?
    un mau loico

  3. OmegaRav

    Mamma mia che confusione… Sul fatto che la guerra sia una brutta cosa siamo (credo) tutti d'accordo (soprattutto per quanto riguarda questa guerra che a differenza delle altre, le quali non si sa come iniziano ma si sa come vanno a finire, si sa come è iniziata ma non si sa come andrà a finire).

    Non sto qua a farvi il riassunto della storia dei rapporti commerciali tra americani e talebani, ma se c'è una guerra tra regime islamico e neo-imprenditorialismo filo-statunitense dovremmo essere tutti coscienti, a questo punto (dovremmo), che si è trattato di una montatura dell'amministrazione Bush (a partire dai rapporti dei servizi segreti che avvertivano di un probabilissimo attacco terroristico l'11 settembre, ignorato dal presidente G.W., all'invasione farlocca dell'afghanistan, militari in numero pari alla metà dei poliziotti di chicago ed installazione di oleodotto in compropietà delle famiglie Bush-Laden, fino all'invasione dell'Iraq per "forse hanno armi chimiche non so mo guardiamo, sì le ho viste radiamo tutto al suolo, ops non c'erano continuiamo a sparare").

    Le vittime della strategia del terrore siamo noi che ce ne stiamo chiusi in casa, perchè se vediamo un islamico per strada ci chiediamo dove nasconda il tritolo… o non andiamo allo stadio per paura che liberino qualche virus all'aria, "per non dimenticare", per distrarci dal fatto che mentre noi stiamo qua a preoccuparci dei senegalesi che ci avvelenano la birra ci sono ragazzini americani che vengono mandati a morte per niente, o notizie di intere città rase al suolo dal fosforo bianco (aka. Falluja) e prontamente insabbiate. Prima di preoccuparci dei morti che sono lontani dovremmo renderci conto di quanto è effettivamente cambiato a casa nostra.

    Se il cancro è una brutta cosa non aboliamo la medicina, magari aboliamo il medico… e ne troviamo uno che sia in grado di trovare una cura. Perchè magari al medico di ora fa comodo pensare che tutti i cancri siano mortali.

  4. utente anonimo

    Vedi, la vera radice da cui hanno origine guerra e terrore è la violenza in tutte le sue molteplici forme. Spesso il terrore scaturisce dal subire violenza generando reazioni di istintiva difesa che generano quel sentimento tristemente noto come vendetta. Una volta innescata la spirale è difficile trovarne la via di uscita se non con la ragione, quella che purtroppo oggigiorno è diventata ormai merce sempre più rara…

    Mikereporter

  5. Tisbe

    @Mikereporter, la violenza è una spirale che bisogna spezzare ad ogni costo. Si tira in ballo l'etica solo quando si accusano alcune famiglie di faide, ma la guerra al terrorismo non è altro che una faida in grande stile, senza confini. C'è l'alibi per tutto anche per uccidere bambini rei solo di essere nati su una terra sbagliata…
    @OmegaRav, bella la tua risposta sul cancro 😉

  6. ventodipolente

    qui bisogna smetterla di andare a far guerra ovunque abbiamo una nazione dove ogni anno si fanno seicento vittime da lievi al morto per esplosivo ovvero petardi che somigliano sempre di più alle bombe e noi andiamo a cercare per il mondo i terroristi, ce li abbiamo in casa, senza parlare di stragi senza colpevoli da piazza fontana in poi con molto di più del sospetto di matrice parastatale, finalizzata al colpo di stato, ma vabbe lasciamo perdere i fantafatti, fantafatti per taluna parte di italiano o fesso o invischiato, e torniamo al nostro territorio, è sicuro? no e allora lo vogliamo proteggere? il terrorismo si sventa dove può nascere mentre stiamo fermando terroristi al polo nord potrebbero essere già qui e non essere per niente arabi come ci vogliono far credere…e noi come pesci lessi crediamo…su questo benedetto undici settembre ovvero il giorno zero che ha definitivamente legittimato ogni intervento militare ovunque vi consiglio un <a rel="nofollow" href="http://www.popoblog.splinder.com/tag/11_settembre_2001&quot; target=_blank rel="nofollow">blog ed un <a rel="nofollow" href="http://www.comedonchisciotte.org/site/index.php&quot; target=_blank rel="nofollow">sito e due articoli <a rel="nofollow" href="http://www.serendipity.li/wtci3.html&quot; target=_blank rel="nofollow">uno sulle due torri e <a rel="nofollow" href="http://www.pentagonstrike.co.uk/pentagon.htm&quot; target=_blank rel="nofollow">uno sul pentagono so che normalmente chi vede nelle due torri la legittimazione a radere al suolo intiere nazioni, non riesce a leggere altre parole se non arabi assassini terroristi ucciderli, ma talvolta non fermarsi oltre la decima riga potrebbe essere un ottimo metodo per capire in che mani di merda siamo…un saluto tisbe buon anno e da quello che scrivi si capisce bene chi ti provoca fa lo gnorri per non guardarsi la tigna che porta addosso un bacione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *