Terminator 2 colpisce ancora

Sono…non so come esprimermi. Arrabbiata non è corretto, scandalizzata nemmeno…di più. Arnold Schwarzenegger ha rifiutato  di concedere la grazia a Clarence Ray Allen (Orso Che Corre) 76enne cieco, sordo e costretto su una sedia a rotelle. Vergogna! Malato di cuore e diabetico è stato giustiziato con un’iniezione letale poco dopo la mezzanotte, all’indomani del compimento del suo compleanno. Allen era il detenuto più anziano in attesa della pena capitale nel braccio della morte a San Quentin in California. Che spettacolo

Commento anonimo «Clarence Ray Allen, era sta condannato una prima volta all’ergastolo per aver ucciso (prima tentato di avvelenare e poi finita strangolandola visto che non agonizzava troppo a lungo) la fidanzata del figlio che voleva testimoniare contro di lui per una rapina a mano armata.
Incarcerato in attesa di processo, commissionò (offrendo 25.000 dollari) agli amici rimasti fuori l’assassinio dei testimoni che potevano incastrarlo.
Uno dei suoi amici provvide a uccidere a fucilate uno di questi, incidentalmente facendo fuori due commesse del negozio dove si trovavano (una di 18 e una di 17 anni), ma venne arrestato prima di procedere contro gli altri nomi della lista compilata da Allen.
Allen venne condannato per omicidio plurimo, varie rapine a mano armata, numerosi ferimenti e tentato omicidio. Chiese la grazia a Terminator motivandola con la sua età. Grazia rifiutata anche alla luce di alcune sue poesie (scritte in carcere), in cui glorificava le sue azioni sostenendo che i forti hanno il diritto di uccidere i deboli…».

Beh, Terminator e lo Stato della California non hanno fatto altro che riconfermare il diritto dei forti ad uccidere i più deboli, in fondo Orso che corre aveva interpretato bene il principio societario americano.Soltando la grazia avrebbe potuto smentire tale principio. 

13 commenti su “

  1. viga

    Pure l'uccisione di Stanley,il quale a detta di tutti si era completamente pentito della sua vita da delinquente e addirittura era in lizza per il nobel della pace,la trovai oscena.
    Arnold è un patetico stronzo.

  2. DomizianoGalia

    Pur essendo contrario alla pena di morte vorrei rilevare che non è corretto elencare solo quello che Allen è (era) oggi senza elencare quello che ha fatto quando non era né cieco, né sordo né tutto il resto. Che a dirla così pare quasi abbiano giustiziato un povero vecchio innocente e malato. Mentre era un bastardo. Che ha chiesto la grazia non per pentimento, ma perché era vecchio.

  3. sett03mag04

    qualcuno una volta mi ha detto che gli eschimesi, quando un anziano della tribù è troppo vecchio x soddisfare i bisogni del gruppo, viene messo in una lastra di ghiaccio vivo e lo si lascia in balia delle correnti del mare x farlo morire…nonostante tutto credo che sia un modo piu' dignitoso di morire piuttoste che morire per mano di TERMINATOR…che vergogna…come se in italia avessimo la ferilli ministra per le pari opportunità!

  4. utente anonimo

    Clarence Ray Allen, era sta condannato una prima volta all'ergastolo per aver ucciso (prima tentato di avvelenare e poi finita strangolandola visto che non agonizzava troppo a lungo) la fidanzata del figlio che voleva testimoniare contro di lui per una rapina a mano armata.

    Incarcerato in attesa di processo, commissionò (offrendo 25.000 dollari) agli amici rimasti fuori l'assassinio dei testimoni che potevano incastrarlo.

    Uno dei suoi amici provvide a uccidere a fucilate uno di questi, incidentalmente facendo fuori due commesse del negozio dove si trovavano (una di 18 e una di 17 anni), ma venne arrestato prima di procedere contro gli altri nomi della lista compilata da Allen.

    Allen venne condannato per omicidio plurimo, varie rapine a mano armata, numerosi ferimenti e tentato omicidio.

    Chiese la grazia a Terminator motivandola con la sua età.

    Grazia rifiutata anche alla luce di alcune sue poesie (scritte in carcere), in cui glorificava le sue azioni sostenendo che i forti hanno il diritto di uccidere i deboli…

    Poi possiamo discutere o meno sulla pena di morte… ma precisiamo di chi stiamo parlando

  5. elektraNatchios

    d'accordo con l'anonimo. dal momento che la pena era stata assegnata, e pare per motivi più che validi, nn vedo come l'età potesse essere la causa della grazia. vorrei sapere cosa avrebbero detto le persone uccise, alcune di loro molto giovani, sull'età del loro carnefice!!

  6. Loreanne

    Il palestrato è convinto che governare sia l'equivalente che recitare in uno dei suoi patetici film…!!!
    Sull'argomento cìè un post con allegata una foto davvero simbolica ed eloquente. Se non l'hai vista, scorri le ultime pubblicazioni di todomodo (http://todoblog.splinder.com). Buon pomeriggio..!

  7. elektraNatchios

    cioè, dal tuo ultimo aggiornamento mi par di capire che COMUNQUE è colpa del governo americano: orso che corre ha agito così solo perchè il vero spirito americano prevede la prevaricazione del più forte sul più debole, quindi nn era responsabile in prima persona dei suoi atti! inoltre, nn andava condannato perchè così si poteva dimostrare la tesi che il più debole (diventato debole però DOPO aver commesso i fatti) alla fine vince, benchè colpevole!!
    ah bè, complimenti per il rigiramento di frittate, nn c'è che dire!!

  8. Tisbe

    @elektraNatchios, a me pare che sia tu a rigirare la frittata. Io sostengo semplicemente che un paese, uno stato che ricorre alla pena di morte non fa altro che svalutare il valore della vita agli occhi del cittadino e lo incita a fare altrettanto. Sono assolutamente convinta che la pena di morte non è un deterrente, ma soltanto la prova che la vita può, e in certi casi deve essere tolta. La colpevolezza? Tutti siamo colpevoli. (io sono cristiana) non fu il Cristo a dire "Chi è senza peccato scagli la prima pietra". Chi siamo noi per giudicare, e chi siamo noi per togliere la vita. Allora lo stralcio di Nietzsche non lo hai proprio letto!

  9. elektraNatchios

    che diavolo centra nietzsche adesso? stiamo parlando di una legge, nn di filosofia. la legge sulla pena di morte in alcuni stati degli usa c'è, di conseguenza un governatore la applica. e in questo caso mi sembra che nn la abbia applicata poi in modo così ingiusto. il rigiramento di frittata tuo deriva dal fatto che hai affermato che "terminator" ha applicato il principio del più forte che uccide il più debole, mentre l'assassino plurimo, pur avendo applicato lo stesso principio, nn ne sarebbe però colpevole perchè avrebbe semplicemente assorbito per una specie di osmosi un insegnamento secondo te insito nella società americana in toto!
    cioè, Swarzi ha applicato una legge però ha torto, orso che fa nn so bene che ha infranto una legge però è giustificato. di più, doveva avere la grazia solo perchè vecchio e malato, mentre lui nn ha avuto nessuno scrupolo a strappare vite giovani ed innocenti, e nemmeno se n'è pentito!!
    mi sembra che questo, se nn è rigirare la frittata, è perlomeno travisare il senso della legge.

    che tu poi affermi che la pena di morte è ingiusta di per sè, è tutt'un altro discorso e qui nn centra. qua si palava di dar la grazia a uno solo per le sue condizioni fisiche, nn certo per il suo pentimento!

  10. Tisbe

    @elektraNatchios, o ci fai o ci sei! Ho condannato Terminator a morte? Le leggi ingiuste possono essere non applicate se la coscienza lo ritiene opportuno, oppure devo ricorrere a Kelsen…

  11. elektraNatchios

    eeeeehhhh? dov'è che avrei detto che hai condannato Terminator a morte???
    ma sei te che ci fai!!
    io ho solo detto che secondo la legge americana l'omicidio plurimo giustifica ampiamente la pena di morte (che cmq nn è stata decisa da terminator per sto tizio). che poi lui nn abbia voluto applicare la grazia, visto il caso è secondo me anche questo giustificato, in quanto orso che corre nn si è minimamente pentito di ciò che ha fatto!! che in altri casi l'applicazione della pena di morte sia parsa più che altro un volersi accanire, son d'accordo anch'io, ma in questo caso specifico direi che terminator nn ha fatto niente di così strano: la grazia in teoria si da a chi si è reso conto di ciò che ha commesso!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *