Atlantide

Blogunitario dal nome suggestivo

Poichè siamo in piena campagna per scegliere il nome da dare al blog unitario ho deciso di dare voce alle mie ragioni e di convincere gli indecisi a votare per il nome che ho suggerito io. Atlantide rappresenta una civiltà scomparsa, ne parla Platone nel Crizia e nel Timeo, ma io non voglio soffermarmi sull’idea politica della leggenda. A governare erano gli dei. Ovviamente io non condivido alcuna trascendenza nel governare, sarebbe come tornare nel medioevo. Atlantide semmai rappresenta la nostalgia per una condizione preesistente al governo, e tuttavia senza pretese giusnaturalistiche. Il nome Atlantide ha senso se non privato del sottotitolo: «l’equità emergente». Nell’aggettivo emergente è rintracciabile il collante semantico con Atlantide. Io punterei i riflettori sulla questione dell’equità, perché se tutti possiamo essere d’accordo sulla necessità di uno stato di libertà individuale, non tutti hanno in mente la necessità di un presupposto necessario perchè tale libertà sia realizzata per tutti. Non può esserci reale libertà se non sono soddisfatte le condizioni di vita dignitosa per ogni essere umano che popola il pianeta. L’antagonismo, se è proprio necessario vederlo, con Tocqueville, è proprio in questo: nello stabilire che nessuno può arrogarsi il diritto di essere libero se tale libertà nega di fatto condizioni di equità sociale. Ecco perché mi piacerebbe che il blogunitario si chiamasse: «Atlantide, l’equità emergente».

15 commenti su “

  1. meister

    Giorgio Colli definì la filosofia presocratica come l'apice del pensiero occidentale,ribaltando quello che comunemente viene percepito come progresso del pensiero.Per lui,il momento più alto si ebbe alla origine,dalla quale poi discese un numero sempre maggiore di corruzioni del pensiero stesso.Trovo quindi particolarmente pertinente il tuo accostamento di Atlantide con qualcosa che deve nascere,crescere ed affermarsi.Inviterei a riflettere, infatti, sul volgersi all'origine nella nascita del nuovo….all'associare il termine emergente ad un passato remotissimo.Suggestive ed affascinanti implicazioni…. che trovano eco anche in quell'"equità emergente"di cui tu parli.Purtroppo non è alle viste,non ne vedo molta di equità,in special modo di questi tempi;scusami ma per me che vengo da un periodo in cui si voleva portare" la fantasia al potere",questi sono davvero momenti bui.Si sente una grande nostalgia e un grande rammarico per quella che il tuo prediletto Thomas Mann definì così:"La giustizia come passione dello spirito,come malinconia e verità,la conosce soltanto colui per il quale essa è la questione più alta della coscienza,anzi,la coscienza stessa."(Considerazioni di un impolitico)
    Un grande Ciao

  2. camelotdestraideale

    nessuna libertà nega la equità sociale…nessuna…anzi…la libertà ha lo scopo, senza passare per rivoluzioni comuniste o socialiste, di determinare un miglioramento della vita a partire dai più poveri…tutta la dottrina liberale e liberista ha sempre sostenuto questo…comunque farò in risposta a questa tua considerazione, un post in cui riporterò uno stralcio del pensiero di Ludwig von Mises, tratto da "Liberalismo", apparentemente molto provocatorio, ma altamente serio, in cui si parla della "funzione sociale" del lusso…
    P.S.: imbacuccarsi è italiano?
    o come credo è napoletano? 🙂
    P.S.2:non hai risposta però alla prima domanda che ti ho lasciato nel commento dove parli di Karr…ma fa niente…ciao

  3. Tisbe

    @cretaefaci, non tengo particolarmente a vincere però il nome mi piace 😉
    @meister, grazie per lo stupefacente commento 🙂
    @camelotdestraideale, dal vocabolario Treccani: imbacuccare, verbo trans. derivato di bacucco. Coprire al testa o anche la persona di indumenti vari, infagottare…
    riguardo la tua domanda, sì potrebbe essere, ma tu lo conosci il Diva?
    @ Filemazio, bentornato…come stai? Grazie di essere passato

  4. cybergiuda

    sono stato impegnato e non ho partecipato molto alla discussione. per me un nome vale l'altro e mi sembra che si stia perdendo anche troppo tempo per sceglierlo. non si potrebbe fare un'estrazione. detto questo se voterò per la tua proposta cosa otterrò in cambio? ;)))

  5. camelotdestraideale

    a proposito, mi sono sempre dimenticato di dirti, che al tuo elenco di film preferiti, che condivido parecchio (il brano di "Lezioni di Piano" lo suono ogni giorno), manca LadyHawk, un film vecchiotto ma che credo possa piacerti…e poi aggiungerei Toys, un film del '92 con Williams, lo stesso attore dell'attimo fuggente, che è un bel film…

  6. Tisbe

    @camelotdestraideale, Ci hai azzeccato, LadyHawk l'ho visto centinaia di volte, mi piace da impazzire…Toys no, l'ho perso ma vedo di recuperarlo…

  7. moltitudini

    lady hawk….che roba..alcune scene sono state girate in un borgo medievale in provincia di Piacenza dove lavorava mio nonno.
    Ero piccolo, ma ricordo bene!

  8. vistodalsud

    Atlantide racchiude in sè un concetto di libertà ed equità ammazzato dall'idea di libertà americana (nell'800 con l'idea della libertà di conquistare la Frontiera i pionieri hanno eliminato la libertà degli indiani)…mi piace Atlantide.

  9. Tisbe

    @moltitudini, de gustibus! io adoro gli animali, soprattutto i Lupi…
    @ga976, per questo riemerge 😉
    @ vistodalsud, grazie dell'appoggio morale. Ma farai parte del blog unitario? Ciao

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *