Ricevo e pubblico

L’altra faccia delle Olimpiadi torinesi

«Ovviamente qualcuno che mi conosce dira’ che sono il solito "bastian cuntrari", che ho sempre da protestare per tutto. Pero’, se leggete il documento che vi allego capirete il perche’ a me girano le balle per tutta questa storia delle olimpiadi.

Da una parte ostentiamo capacita’ organizzative, dall’altra ci sono ingiustizie perpetrate ai danni dei cittadini che non vengono esposte ai paesi esteri come lo sono i siti olimpici.

Vabbe’ che la finanziaria 2006 ha tagliato fondi alle regioni e che le regioni devono racimolare denaro da qualunque parte, pero’ mi sembra assurdo che si colpisca sempre i poveracci, e con maggior rabbia e disgusto si apprende che addirittura vengano colpiti i disabili. Con tutte le auto blu che usano al comune di torino, con le quali vanno anche a far spesa o ad assistere alle gare olimpiche, i cellulari gratis che ottengono per loro e per i familiari, esperti superpagati per monitorare la portata del fiume po, han pensato bene di tagliare qualcosa a chi passa la sua vita in carrozzella. Grazie chiamparino.

P.S. questo documento e’ indirizzato a mia mamma».

Per scaricare il documento Qui

9 commenti su “Ricevo e pubblico

  1. smemorato

    l'altro giorno ho ricevuto questo via mail:
    La cittadinanza di Torino olimpica, preso atto con stupore e
    soddisfazione che da alcuni giorni:
    – i mezzi pubblici passano a distanza di cinque minuti l'uno dall'altro
    come a Zurigo, senza obbligare i passeggeri a surgelarsi in attese senza
    tempo;
    – le strade vengono pulite a ogni ora del giorno e della notte, che se
    stai per buttare una cicca in strada, arriva lo spazzino col posacenere;
    – gli spacciatori che pascolavano in piazza Vittorio abbordando i
    passanti con il mantra "fumo fumo" sono improvvisamente evaporati in
    altre dimensioni;
    – la zona intorno alla stazione di Porta Nuova è stata ripulita dai
    loschi figuri che abitualmente la frequentano e via Nizza sembra un
    giardino zen;
    – accanto ai binari della stazione medesima ci sono signori in divisa che
    rispondono con cortesia alle domande dei viaggiatori circa ritardi e
    coincidenze ferroviarie;
    – i negozi di abbigliamento praticano l'orario continuato, consentendo di
    fare acquisti persino a chi lavora;
    – i bar e le drogherie servono pasti caldi fino alle due, anzi alle tre,
    anzi alle quattro del pomeriggio;
    dichiara fin d'ora la sua indisponibilità ad accettare un ritorno alle
    antiche abitudini. E dal momento che a produrre il miracolo sarebbero
    state le Olimpiadi, chiede al Cio di organizzare a Torino i Giochi
    Invernali Permanenti, 365 giorni l'anno, anche d'estate, vorrà dire che
    sotto gli sci ci metteranno le rotelle.

  2. utente anonimo

    Il problema sai non sono le Olimpiadi, ma l'indifferenza generale verso i problemi degli altri, l'egoismo imperante che riguarda tutti, cittadini ed amministrazioni comprese. Si tratta di un malcostume diffuso nel nostro paese dove non c'è attenzione alle barriere architettoniche, dove la superficialità delle amministrazioni comunali è spesso giustificata dai soliti tagli dei fondi. Ma poi però i soldi per le auto blu e le spese di rappresentanza ci sono sempre, mentre manca invece una cultura di fondo che sia capace di affrontare concretamente i problemi e le reali necessità dei desabili, oltre alla volontà di occuparsene seriamente. Ci definiamo civili, ma se riflettiamo su queste cose ci accorgiamo che c'è ancora un po' di strada da fare per raggiungere la civiltà, quella vera…
    Mikereporter

  3. Tisbe

    @Mikereporter, ho sempre pensato che siamo lontani, molto lontani dalla civiltà. E non so se mai ci arriveremo. Ciao Mike è sempre bello averti qui.

  4. utente anonimo

    olimpiadi rosso compagno…….
    e in piemonte votano ancora i sinistrati.
    speriamo che prodi se vince le elezioni metta al bando
    1) tutte le manifestazioni internazionali
    2) boicotti tutti i prodotti americani comprese le case farmaceutiche e che gli italiani si curino con le erbette
    ciao ciao benito

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *