Gli effetti del sistema liberale

Tisbe? Mi permetti una cosa? Si? No? Boh… io la scrivo lo stesso… una tiratina d’orecchie a tutti coloro che frequentano il tuo blog, che lasciano messaggi a iosa, e che qui latitano. Come Pitbullpalermo autore del msg n.12 anch’io, dopo aver visto il post stamane, ci ho messo un tantino di tempo prima di scrivere qualcosa. Quindi capisco e comprendo i motivi del ritardo, la foto proposta è particolarmente toccante e scioccante. Ma credo che con questo post mi faccia portavoce di tutti coloro che hanno voluto lasciare una testimonianza, quindi… INVITO TUTTI A SCRIVERE qualcosa… non servirà a niente, ma immaginate per un attimo… abbiamo la possibilità di lanciare un urlo nel buio… e sperare che in ogni parte del mondo ce ne siano altrettanti… e sperare (a che cosa ci siamo ridotti…) in un miracolo. (cretaefaci)

Un post interessante che parla di BIOPIRATERIA e mette sottoaccusa l’Occidente lo trovate QUA (Grazie a loreanne)

19 commenti su “Gli effetti del sistema liberale

  1. utente anonimo

    Al di là della semplificazione del titolo, queste ingiustizie ci mettono con le spalle al muro di fronte alla nostra diffusa insensibilità.

    Crescenzo

  2. stefko

    Ho un'amica che va in Africa, una missione a Bonua, 2 volte all'anno… C'è anche di peggio 🙁
    Se siete interessati a perlomeno provare a far qualcosa, potete venire Venerdì 17 Marzo alle ore 17 al centro Don Orione di Napoli (se siete interessati posso darvi maggiori info in privato). C'è una proiezione di "Hotel Ruanda", e poi uno "speech" di questa mia amica.

  3. Tisbe

    @Amaretto, dovremmo guardarle tutte le mattine queste immagini…
    @Crescenzo, sai meglio di me che il titolo deve necessariamente semplificare. Però noi siamo responsabili di tutto questo…

  4. carlo2222

    hai fatto bene a pubblicare questo post…

    la gente non VUOLE vedere e invece DEVE vedere…

    Io penso comunque che il nostro “benessere” non dipenda dalla loro povertà, o meglio che potremmo stare tutti bene se esistesse una coscienza politica egualitaria, se vi fossero regole al libero mercato, e se i soldi investiti nelle guerre fossero utilizzati in altra maniera.

    Noi per sopravvivere sembra che dobbiamo creare la fusione di grossi gruppi bancari! ma ci rendiamo conto di dove siamo arrivati?

  5. marysamba

    che tristezza….ci lamentiamo SEMPRE di tante stupidate,senza renderci conto di come siamo fortunati a vivere una vita “decente”..io non so come sia possibile cio’,voglio dire ma realmente nessuno di potente e arcimiliardario puo’ dare un aiuto a tutta quella gente!?o forse a quelle persone che potrebbero fare e dare qualche cosa di concreto ,sta’ bene cosi’…non so’ per quale motivo pero’….

  6. Tisbe

    @carlo2222, è il sistema che cra la povertà. Con un altro sistema tutti potrebbero vivere decentemente … il problema sono le multinazionali e gli stati neocolonialisti che si prendono gioco del valore della vita. Non dobbiamo essere consapevoli, per questo ho pubblicato queste foto. Non avere sensi di colpa, ma essere consapevoli e fare pressione democratica sui governi e sugli organi decisionali

    @marysamba, effettivamente ci lamentiamo di tante cose e non ci rendiamo conto di quanto siamo fortunati ad avere un tetto, un piatto caldo e dei bei vestiti … i gioielli li lascio agli sciocchi, perché io credo nella vita

  7. stefko

    Qui leggo delle stupende parole che tutti noi dovremmo condividere, ma purtroppo questo non basta affatto.

    Ad esempio vi ricordo che ci sono zone dell’Africa come la costa d’avorio dove gli stati non hanno alcuna sanità pubblica e quindi una scatola di Aulin costa 100 dollari!!!

    Fa bene parlare di queste cose, ma cerchiamo di fare tutti noi qualcosa DI CONCRETO per non far morire questa gente per ragioni assurde.

  8. cretaefaci

    Viviamo tutti con i nostri compromessi, creati dal vivere in una società che sta perdendo man mano di vista la solidarietà sociale. Fare qualcosa in concreto? Allo stato attuale, ognuno DEVE contribuire in proporzione alle sue possibilità. Io so’ di fare molto poco con un bimbo adottato a distanza in Burundi e un altro in Brasile. Molto di più si potrebbe fare in concreto con le organizzazioni no-profit e con l’aiuto di qualche ente governativo. La tristezza è che di fronte a tanta buona volontà troverai sempre la frapposizione di ostacoli politici, culturali e il becero cazzinostrismo che è insito nella bestia umana.

  9. stefko

    Parole sante cretaefaci, io infatti ritengo che rispetto al fancazzismo dilagante sia già tantissimo quello che facciamo io e te con i bimbi africani. Due volte all’anno accumulo tutto ciò che posso (dai soldi ai giochini passando per i medicinali) per far arrivare qualcosa del mio benessere anche a chi non sa nemmeno cosa sia un pc…

    Io penso che la situazione in Africa possa cambiare solo così: dal basso.

    Penso che movimento pacifico e democratico difficilmente possa far cambiare idea (ad esempio) alle multinazionali dei medicinali o ai governi locali che pensano a farsi guerra tra di loro.

    Il mondo sarebbe già un posto migliore se riuscissimo a capire questo.

  10. desiderio947

    Opportuno il tuo post di seguito al confronto alquanto soporoso tra Prodi e Berlusconi, spero che alla prossima occasione gli pongano la questione ad entrambi.

  11. utente anonimo

    Ci ho messo un giorno a trovare il coraggio di commentare.
    Ci sarebberro i soldi per sfamare e guarire il mondo 3 volte di seguito se si volesse.
    Ma il capitalismo crea dipendenza.
    e uccide la solidarieta'.

  12. utente anonimo

    Il Bianco e il nero! L’Essere e il nulla! L’oppressore e l’oppresso …, sì, crescono …!!! E noi? Se non siamo né oppressori né oppressi chi c…. siamo!!! Spettatori di una finta rappresentazione teatrale? O siamo anche noi sulla scena, defilati come color che non sanno più neppur vedere, notare, accorgersi di un barbone che muore per strada?

    gauche

  13. Tisbe

    L'ho fatto…lo sapevo già…ma ho finito le parole…anche adesso! Io sento di avere ragione…sento che l'umanità potrebbe vivere meglio…sento che merita di più. Grazie Filomeno, ma a me spuntano le lacrime, e vorrei non aver vissuto invano!

  14. cretaefaci

    Tisbe? Mi permetti una cosa? Si? No? Boh… io la scrivo lo stesso… una tiratina d'orecchie a tutti coloro che frequentano il tuo blog, che lasciano messaggi a iosa, e che qui latitano. Come Pitbullpalermo autore del msg n.12 anch'io, dopo aver visto il post stamane, ci ho messo un tantino di tempo prima di scrivere qualcosa. Quindi capisco e comprendo i motivi del ritardo, la foto proposta è particolarmente toccante e scioccante. Ma credo che con questo post mi faccia portavoce di tutti coloro che hanno voluto lasciare una testimonianza, quindi… INVITO TUTTI A SCRIVERE qualcosa… non servirà a niente, ma immaginate per un attimo… abbiamo la possibilità di lanciare un urlo nel buio… e sperare che in ogni parte del mondo ce ne siano altrettanti… e sperare (a che cosa ci siamo ridotti…) in un miracolo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *