Lui non era

Lui era il filo d’erba nato sull’asfalto della mia anima avida di vita

Lui era il camino che bruciava d’estate e non scalfiva le lastre di ghiaccio che ricoprivano il mio cuore

Lui era il pallido sole filtrato dalla nebbia

Era l’aquilone legato al filo di altre vite, di altri mondi

Lui non era l’arcobaleno che aspettavo d’incontrare ma la fatua illusione di un’anima stanca di sentirsi invisibile

Lui non era

(TiGì)

Un commento su “Lui non era

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *