Sfida Berlusconi/Prodi

I figli degli operai sono inferiori ai figli dei professionisti! Parola di premier (una volta tanto abbia il coraggio di vergognarsi, classista!)

Si inizia: Pena di morte. Berlusconi scorretto attacca subito Rutelli. Ha la voce affannata, come se avesse fatto ginnastica. Prodi tranquillo si aggiudica il match.

Scuse. Berlusconi fa l’ennesima figuraccia: la sinistra insulta, la destra INVECE fa ironia! (ma va?) Bravo Prodi, tranquillo e docile si aggiudica il secondo match

TASSE: Prodi sempre sorridente. Berlusconi fa autogol. Dice una cosa veramente stupida:  «…loro  (ndb: i comunisti) vogliono che il figlio del professionista sia uguale al figlio dell’operaio…».

Doppio errore di Berlusconi. Interrompe Prodi e poi non risponde alle domande su aborto e divorzio. Prodi, molto correttamente, lo fa. GRANDE Prodi.

Sistema scolastico. Il buco nero dell’Italia. Ma Berlusconi dove vive? Continua con le menzogne. I computer, ma dove sono se manca persino la carta igienica? Ma che sta dicendo?

L’ha fatto ancora: ha interrotto Prodi!!!!!

Prodi: "Alle primarie 4 milioni di persone hanno pagato per votarmi. E questa, tra me e lei, è una bella differenza".

Sorgi introduce il tema delle donne, che rappresentano due indecisi su tre. Berlusconi però, come al solito non risponde, e torna alla sua ossessione comunista. Prevede anche il futuro: gli avversari non andranno mai al governo perché gli italiani non hanno mai portato i comunisti al potere. (aridaglie)

Berlusconi: "Luxuria che distribuisce spinelli, Caruso con il passamontagna, Pannella con lo striscione ‘Vaticano talebano’ e Diliberto con la bandiera di Cuba". (presidente, ma si vergogni!)

Alla fine il premier tira fuori la sorpresa dal cilindro magico: l’abolizione dell’Ici (tecnica insegnata ai corsi per venditori ambulanti, intanto Vanna Marchi va in galera…il resto è superfluo)

19 commenti su “Sfida Berlusconi/Prodi

  1. Knup

    alla fine non han parlato di pena di morte, dai… un po’ per la domanda traballante un po’ per il tema scottante… sta conducendo veramente in maniera divina il discorso sugli insulti, il problema è che c’è ancora gente che da troppa credibilità al nano pelato :

  2. Strayker

    Per grande fortuna l’attesa è finita, e molto presto ci libereremo di tale B. e dell’ossessiva cantilena che ha invaso le coscienze e le pagine web della stragrande parte del bloggerato di sinistra: la “cronaca quotidiana e senza soluzione di continuità delle vicissitudini di Berlusconi” !.. Sui riflessivi e ponderati blog delle sinistre ormai non vi era argomento altro, null’altra urgenza premeva se non quella di …. parlare incessantemente di una figura evidentemente affascinante e obliquamente attraente, quale quella del signor presidente del consiglio. Finalmente è finita ! ancora qualche giorno e saremo liberi dai blog monotematici della sinistra anti(filo)berlusconiana… Aaah !…

  3. viga

    Non ho visto il match,tanto so già chi votare.

    «…loro (ndb: i comunisti) vogliono che il figlio del professionista sia uguale al figlio dell’operaio

    Perchè no?Io figlio di operai non sono fatto di materiale diverso rispetto a un fighetto viziato delle buone famiglie.Tutti devono aver a disposizione la livbertà di potersi costruire un futuro migliore no?

  4. Eloisa

    Ho appena votato al tuo sondaggio allineandomi con la maggioranza dei voti…Prodi non è stato brillante, ma il Berlusca come al solito è stato insolente, per non parlare dell’indice rivolto alla fine verso il telespettatore: il Wanna Marchi della politica, l’imbonitore che alla fine tira fuori la genialata dell’ICI. Ma in questo momento l’imbonitrice Wanna rischia il cercere più di Silvio. Purtroppo.

  5. SuaSquisitezza

    Credo che ogni parola alla bufala di Silviolo sia inutile.

    É un venditore, (non un politico), e da tale s’è comportato! Avessimo solo dei politici di sinistra, che fanno veramente i politici di sinistra, (invece di guardare il portafogli a destra), allora sarebbe tutto più facile.

    Se rivincera’, vuol dire che è questo che ci meritiamo!


  6. Tisbe

    Scusatemi tanto, ma io che sono figlia di contadini/operai emigranti cosa dovrei fare? Votare il Berlusca? In questo momento farei ben altro … altro che passamontagna! Si vergogni presidente, si vergogni!

  7. undine

    A sentire Berlusconi anch’io, figlia come te di operai, contadini ed emigranti, dovrei restare al posto che mi compete…

    Cozza un po’ con l’Italia dinamica, l’Italia del fare tanto cara al nostro premier.

  8. carlo2222

    mi è piaciuto moltissimo quando alle insinuazioni su Pannella Diliberto etc Prodi gli ha detto che non valeva la pena di rispondere…

    basta dire il nome di Calderoli per percepire il tenore morale e culturale del governo di Mister B!!

    Ma lo stesso Mister B. di figuracce ne ha fatte molte, compreso ieri sera quando si è incazzato dopo che Prodi gli ha detto: “Il presidente si affida ai numeri come gli ubriachi si attaccano ai lampioni: non per farsi illuminare, ma per farsi sostenere”, non cogliendo la finezza della citazione. Così, dopo aver perso la calma, e migliaia di voti, riprendeva il suo moderatore ronzante preferito, ordinandogli di tacciare l’avversario, e proseguendo arrogantemente: “Non mi dia dell’ubriaco, ubriaco sarà lei. Rispetti il presidente del Consiglio” e in seguito dandogli dell’ “inutile idiota e del curatore bonario (?) dei comunisti”…

    Ma poi Mister B. ha concluso in bellezza, perchè giunto a questo punto doveva riscattarsi: dopo aver evitato per tutta la serata di rispondere su come avrebbe trovato i 30 miliardi per il suo programma, concludeva sentenziando che, se fosse stato rieletto, avrebbe tolto L’ICI, per la felicità degli oltre 8000 comuni Italiani che hanno le casse vuote e non sanno più come fare a campare…

    BRAVO, UNA MOSSA INTELLIGENTE!!

    chissà poi dove trova il vice premier donna: ditemi che non è la Santachè vi prego, giuro quasi preferisco Fini, o forse qualcuno nella lega si è deciso a cambiare sesso?

  9. desiderio947

    Quella sui figli degli operai, mi ricorda le sbalordite polemiche dei Signori agli inizi degli anni 60, quando fu istituita la scuola media unificata: E i nostri figli, cosa faranno?

    La riforma Moratti, riporta indietro le lancette dell’emancipazione operaia.

    Ricordate? la classe operaia va in paradiso.

    Con la battuta sull’ICI, ha superato sè stesso: Vanna Marchi? non gli fa manco una se…a.

    X chi si auspica un dibattito di più alto profilo politico, val la pena ricordare che finchè non ci togliamo dai co…ni questa mercanzia, non cè alternativa. Purtroppo

    Ciao, buona giornata, Beppe

  10. utente anonimo

    mio Nonno (quello che e’ ancora vivo) era uno dei pochissimi tecnici radio all’inizio della rivoluzione radiotecnica per grandi masse.

    guadagnava onestamente una valanga di money. Poi ci fu la guerra e siccome NON era figlio di fighetti (imboscati e viscidi) dovette mettere la divisa e abbandonare il laboratorio. quanto torno’ ormai il grosso mercato aveva i suoi “leader”.Aurevoir sogni di grandezza per mio nonno,se non fosse partito per il fronte sarebbe rimasto uno dei pilastri umani su cui la radio-trasmissione poggiava.

    Passiamo a mio Papi, dopo una carriera vincente in brasile torna in italia (metalmeccanica pesante, lavorazione di precisione) li’ aveva una fabbrica interamente organnizzata da lui. torno’ in italia sia per nostalgia che per promesse di successo.

    Pero’ non era figlio di banchiere che si autoelargisce prestiti a go-go sulla fiducia (e quando la Termoplastica volgeva al tramonto in italia) lui non ebbe i fondi per mettersi in proprio e chiusero’ il reparto che lui aveva organnizzato pezzo per pezzo.

    Passiamo a me , ho una abilitazione a lavorare in condizioni estreme di altezza e meteo che hanno solo 9 persone in sicilia(certificata), so organnizzare le squadre anche di 4 operai(sono pochi lo so , ma il mio e’ un lavoro di equipe,l’errore di uno manda a mignotte anche settimane di lavoro). Sono polivalente in campo e il mio nome nell’ambiente lo conoscono dalla calabria in giu’.

    Ma siccome non sono raccomandato dai mafiosetti ricchi o faccio il lecchino col capo (che e’ una testa di C####) appena passata la legge 30 la mia scalata verso i piani alti e ‘ finita prima ancora di incominciare, e cadendo io tutta la mia equipe si e’ ritrovata senza il “collante umano” quello che mette d’accordo tutti e esce dal cilindro la soluzione per fare lavorare tutti subito e bene, e col sorriso.

    Ha proprio ragione il berlusca.

    L’operaio onesto non puo’ fare strada, e non e’ uguale MAI al figlio bastardo del riccone.

    Ma se gli girano le palle…… occhio al cranio berlusca.

    Ci sono 3 generazioni di ingiustizie sulle mie spalle, guadagnate sulle nostre spalle, ci sfottete e adesso pretendete di comandarci per altri 5 anni? ma vade bien ciap pirla!

    berlusca fucilato.

    Salutos Er Mahico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *