Le ragioni del mio voto

Io non voterò contro Berlusconi. Io non voterò il meno peggio. Io voterò, semplicemente, per chi ho sempre votato fin da quando ero adolescente. Qualsiasi accusa in questo senso è infondata. Anche questo, non è un blog politico. Quando l’ho creato non ho mai minimamente pensato di scrivere di politica. Tutto è venuto da sé, cioè, una parte di me è uscita allo scoperto, si è misurata e confrontata. In questo senso, viste le polemiche di questi giorni, io mi sento a posto con la coscienza. Voterò Rifondazione Comunista con la stessa fermezza e volontà con la quale per anni ho votato Pci. Nel mio animo mi sento profondamente ed ideologicamente rossa. Condivido i principi di equità sociale, soprattutto condivido l’articolo "3" della Costituzione Italiana che campeggia alla destra di questo blog come monito per tutti coloro che volessero sostituire il rispetto per l’uomo con il rispetto per il denaro. A scanso di equivoci, mi confesso, ed ammetto dentro di me una forte componente religiosa. Io sono una spiritualista, vivo con l’intento di arricchire il mio spirito e per contribuire ad arricchire lo spirito universale dell’umanità. Ma non sono clericale, e per dirla tutta non va di rinchiudermi nei recinti angusti del cattolicesimo. La mia fede è puramente interiore e non ho bisogno di manifestarla e più volte nella vita ho sentito su di me la mano vigile ed affettuosa di Dio: senza la sua presenza non ce l’avrei fatta a superare le dure prove della mia vita. Chiusa la parentesi religiosa che mi ha fatto guadagnare il famigerato appellativo di cattocomunista, io affermo il mio essere unico, originale ed irripetibile che non può e non deve essere rinchiuso in una definizione. Io andrò a votare in maniera solenne, perché votare per me è un rito. Mi raccoglierò in silenzio e dedicherò il mio voto a mia nonna che ha potuto votare solo nel 1948 quando aveva 37 anni, dedicherò il mio voto a tutti coloro che non potranno votare perché non gli è consentito di esprimere la propria opinione. Mi sporcherò le mani con la matita e penserò a quelli che per permettere il mio gesto si sono sporcati le mani di sangue, oppure hanno versato il loro sangue. Ecco perché io non voterò contro Berlusconi e non voterò per il meno peggio. Io non voterò nemmeno per il programma. I programmi sono sempre suscettibili di modifiche in quanto devono essere elaborati necessariamente su una situazione contingente, particolare. Una minima modifica del contesto sociale rende inapplicabile il programma, e si rende necessario elaborarne un altro. Ciò che resta vivo è lo spirito che può ispirare un programma, le linee etiche intorno al quale si può sviluppare un progetto. Si deve sempre partire da regole generalissime ed universali per agire nel caso particolare con efficacia. Il momento più delicato per il passaggio dall’universale al particolare è l’applicatio. Questo è il momento magico che può rendere efficace un progetto o abortirlo senza possibilità di ritorno. Ecco perché non mi soffermo mai sui programmi dei partiti: sono suscettibili di mutamenti. Ecco perché io penso allo spirito che anima una componente politica, perché da quell’idea può nascere qualsiasi cosa senza che possa prendere una piega a me ostile. Ecco perché io voterò Rifondazione Comunista…

31 commenti su “Le ragioni del mio voto

  1. utente anonimo

    Ammiro il tuo coraggio, molto superiore al mio, e la chiarezza e la lucidità delle tue idee. Io non voterò RC ma siamo certamente dalla stessa parte. Anche soltanto per una questione di decenza…

  2. undine

    Ottimo post, Tisbe.
    Inserisco qui la risposta al tuo commento sul mio blog:

    "sai che un commento da te scritto sul tuo blog mi ha commossa? Mi sono sentita tanto vicina a te, per lo stato d'animo con cui stai seguendo queste elezioni e per la tua rabbia dopo l'insulto a noi rivolto."

    Voterò Comunisti Italiani per buona parte delle ragioni che hai espresso qui.

    A rileggerci.

  3. Babaijaga

    Condivido, Tisbe. Anche io voterò l'Idea, così come ho sempre votato. Da anni ormai si assiste alla demonizzazione delle ideologie, come fossero solo una sorta di lenti sporche attraverso le quali avere una visione distorta del mondo.
    Invece le ideologie, quelle che abbracciano l'umanità intera, che lo si voglia o no, permangono e sono la rappresentazione del nostro sentire più profondo, la rappresentazione del nostro senso etico, morale e spirituale (anche per chi, come me, è ateo convinto).

  4. mianonnaincarriola

    anche io voterò come ho sempre da quando nel lontano 1964 ho votato per la prima volta …
    allora era quasi sempre il primo simbolo in alto a sinistra …
    e si …allora si faceva a gara anche per il posto sulla scheda …e , chissà perchè, era sempre lo stesso partito a presentare la lista per primo ..;-)
    Entrai nella cabina e … misi la croce
    su quel cerchio dove c'era tanto rosso e ho continuato a metterla anche quando è arrivata la quercia , quando ha cambiato nome , quanto è scomparso l'aggettivo comunista e il sostantivo partito …
    e domenica in una scheda non ci sarà ..ma va bene lo stesso
    son passati 42 anni e sono rimasto lo stesso …il mondo è cambiato , sono vecchio, oltre a 40 anni in più ho 40 kg in più …pesavo 50 kg ne peso 90 …ma la testa è sempre la stessa …
    Dio che palle come l'ho fatta lunga e triste ma lunedi credo che sarò felice e farò il corteo con i miei figli che , chissà perchè , senza che li abbia mai forzato hanno le mie stesse idee !

  5. capitanread

    Dopo i complimenti, un commento…
    Anche per me l'unico voto possibile è Rifondazione Comunista e ti spiego perché.
    Perchè è stato il primo partito italiano a portare una lesbica in parlamento (dichiarata).
    Perchè è chiaro, chiarissimo sui Pacs.
    Perchè c'è Luxuria nelle sue fila, e sentirla parlare è un immenso piacere.
    Perchè fa una politica orientata da sempre sul sociale, esattamente al contrario dell'attuale governo.
    Perchè tratta gli extracomunitati che cercano rifugio nel nostro paese non come "malviventi" ma come rifugiati.
    Perchè non permetterebbe mai che si offenda la nostra Costituzione con l'apologia del fascismo.
    Perchè ha nel programma di risolvere il conflitto di interesse (e io me lo aspetto).
    Perchè vuole una magistratura indipendente, cosa che ora non è, altrimenti tutti 'sti soldi il Buon portatore nano di democrazia non li avrebbe fatti, nè avrebbe imbavagliato la stampa.
    Perchè non ci saranno due scuole, una per chi può e l'altra per chi non può (quella attuale è discriminante, vergognosa, assurda, la Moratti una imbecille).
    Perchè da donna di sinistra quale sono un incremento di R.C. sarebbe un forte segnale anche alla sinistra poco sinistra.
    Perchè è contraria alla guerra.
    E poi perchè … l'ho sempre votata, e mi aspetto che se succede come la volta scorsa, siano tanto coerenti ed onesti da far ricadere il governo. Non mi asterrò, non sporcherò la scheda, ho questo privilegio di esprimere con un voto quello che penso e provo, e lo farò, come ho sempre fatto.

  6. utente anonimo

    Molti di questi commenti, e soprattutto il tuo post Tisbe, mi rendono orgoglioso di avere quella tessera di Rifondazione sempre con me.
    La mia adesione, militanza, e ovviamente il mio voto, per il partito, è diverso dal tuo. Probabilmente, perchè io potrò votare solo in una delle due schede, o magari perchè non ho conosciuto il PArtito comunista. Il mio amore per il partito s'avvicina davvero tanti ai vari "perchè" di capitanread, e tante altre cose che mi rendono, come poche persone nella mia generazione, orgoglioso di essere comunista e di votare, domenica come sempre, il partito della rifondazione comunista.
    Saluti

  7. utente anonimo

    hai scitto un post molto bello e pieno di passione. comunque io penso che il programma politico della coalizione sia fondamentale, come dice anche Bertinotti, perchè e su quello che si fonda l'unità della coalizione stessa.
    un caro saluto
    fabio

  8. Tisbe

    GRAZIE A TUTTI I VOSTRI COMMENTI MI HANNO PROFONDAMENTE COMMOSSA!
    @utente anonimo (IP: 83.211.68.128), NON SAPREI COSA DIRE…se non grazie…
    @undine, in realtà siamo molto più vicine di quanto sembrerebbe, non nascondo che Diliberto mi ha stregata 😉
    @Babaijaga, checchè se ne dica sono le idee a cambiare il mondo
    @ saltino, era ora! Prima o poi lo dovevo fare un outing 😉
    @mianonnaincarriola, noi comunisti dovremmo toglierci di dosso questo alone di tristezza e miseria che ci portiamo addosso 🙂
    @capitanread, anche tu sei fantastica e sicuramente molto più preparata di em sul programma…faccio ammenda
    @sonolaico, a te devo molto. Sono nel progetto kilombo grazie a te. Incrociamo le dite e un forte grazie!
    @fabio, certo che il programma è importante, però quello che c'è a monte, ciò che ha ispirato il programma è di gran lunga più importante
    @meister, non so…forse perché scrivo con l'anima e non con la testa 😉
    @Crescenzo, sì, ed è per questo che so di non sbagliare…

  9. SuaSquisitezza

    Pur non essendo un elettore di rifondazione o dei comunisti italiani, questo è un gran bel post! Complimenti davvero Tisbe!
    SEI GRANDE!
    Chissa'.. forse hai smosso anche il mio voto.. ancora troppo indeciso, perche' non mi riconosco in questa sinistra, che di sinistra non ha nulla purtroppo
    GRAZIE!

  10. franceschito

    Cara Tisbe, non è facile spiegare perché si è comunisti, perché si è di sinistra. Io non ci sono mai riuscito molto bene, forse anche per un certo "pudore" ideologico. Tu sei stata molto brava ad esternare quello che c'è dentro di te e dentro molti di noi. Anche per questo dobbiamo ringraziarti. Analoghi ringraziamenti sento di dover rivolgere a coloro che, prima di me, hanno commentato questo tuo post, commuovendo anche me. Non avrei mai immaginato, però, che un giorno i motivi del mio voto sarebbero stati spiegati in maniera così semplice, immediata ed efficace dalla persona che non mi va più di nominare e di sentir nominare. Quelle parole sono ora riportate in un testo che scorre molto, molto, molto lentamente sotto il titolo del tuo blog, facendoci assaporare piano il loro gusto dolcissimo e il loro odore fragrante. Un gusto e un odore che è proprio di fragola. Un abbraccio, compagna.

  11. FeliceMente

    Un bellissimo post che farebbe bene leggere a tutti quegli ottusi che ci accusano di ripetere a macchinetta sempre le stesse frasi, di avere la testa piena di principi che i cattivi comunisti ci hanno messo in testa, che siamo tutti omologati, che ci unisce solo l'odio nei confronti di Berlusconi, etc…
    Io non voterò RC, ma DS. Apprezzo e condivido comunque quanto espresso col tuo post.

    Andrò a votare per i principi in cui credo fermamente, per la fiducia che ripongo in alcune persone, per il disprezzo verso altre, e perché… voglio l'Italia, nuovamente, un po' più libera.

    Visto che ci sono, inoltre, una piccola segnalazione:
    <a rel="nofollow" href="http://www.repubblica.it/popup/servizi/2006/berlusconi/economist.jpg&quot; target="_blank" rel="nofollow"&gt <a href="http://;http://www.repubblica.it/popup/servizi/2006/berlusconi/economist.jpg” target=”_blank”>;http://www.repubblica.it/popup/servizi/2006/berlusconi/economist.jpg

  12. Neo75

    Cara amica, cara compagna,
    come sai sono orgogliosamente marxista.
    Non nascondo la mia titubanza per la scelta definitiva considerando le ultime "stranezze" bertinottiane e il mio totale disaccordo con le decisioni della segreteria sulle scelte riguardanti le candidature (Caruso e soprattutto Ferrando) e le proposte strambe di cambi di simbolo e denominazione.
    Detto ciò, affermo con fervore, in un fraterno abbraccio, che, fino a che ci saranno ingiustizie a incancrenire questa terra, ci saranno i comunisti a lottare per stabilire, finalmente, una giustizia sociale in luogo di quella formale.

  13. Tisbe

    @SuaSquisitezza, sono contenta se davvero riesco a scendere in profondità, se riesco a comunicare con la parte più intima degli altri. Grazie, di cuore
    @franceschito, sono sempre stata piuttosto brava a scrivere … ho una sorta di dono 🙂 ma anche chi riesce a cogliere quello che scrivo non è da meno…
    @FeliceMente, io credo che la cosa più importante è essere onesti verso gli altri e verso se stessi, poi l'appartenenza politica è secondaria. Il vero problema è la svendita dei sentimenti, la mercificazione degli ideali!
    @KingPattume, personalmente prevedo una forte tenuta di Rifondazione e un miglioramento dei comunisti che con Diliberto hanno fatto un figurone.
    @agomast, sono convinta che la sicilia rinascerà con Rita…in bocca al lupo
    @Neo75, la critica va benissimo, ma quando si scende sul campo bisogna essere compatti ed uniti. Le guerre si perdono quando c'è la serpe in seno …

  14. sefossistato

    provate a fare una ricerca in google con queste parole chiavi:
    1) "fallimento"
    2) "miserabile"
    3) "failure"

    Anche l'intelligenza virtuale ha un cuore umano (e coglione come noi)

  15. antares666

    Ricordo ancora quando ti conobbi, carissima Tisbe. Di politica non c’era nemmeno l’ombra nel tuo blog…

    Ma tutto cambia nella vita. Ho pubblicato solo due post politici da che bloggo. Uno sull’estinzione delle snervate comunità padane, l’altro – recente – per proporre in modo provocatorio un mio candidato: Armin Meiwes da Rotenburg.

    Un bacio

  16. utente anonimo

    Anche se se siamo su fronti politici opposti ammiro sempre la tua coerenza e la tua spontaneità. Ormai sei la mia sinistrata preferita, il che davvero non è poco… 😉
    Mikereporter

  17. Tisbe

    @Neo75, nessun equivoco, ho compreso bene 🙂 Intendevo l'Unione del Csx
    @g.r., a ciascuno la sua convinzione! Quello che conta è essere coerenti nel pieno rispetto di se stessi e degli altri.
    @sefossistato, i pc e l'intelligenza artificiale sono stupidi, ma per questa volta posso fare un'eccezione 😉
    @gauche, magia…magia…eterogenesi dei fini…e assisteremo a quello che davvero vogliono gli italiani
    @antares666, dopo questa sbornia preelettorale ridurrò i post politici, ma non potrò mai rinunciare ai post a carattere sociale. Tornerò al mio antico amore: la cultura
    @ Mikereporter, grazie. L'attestazione di stima proveniente dall'altro schieramento ha un valore maggiore. Anche tu sei tra di destrorsi preferiti… (Camelot è scomparso, non so cosa gli abbia fatto, ma sostiene che io sono faziosa…mah) Ergo sei il preferito!

  18. desiderio947

    In questo post sei riuscita ad esprimere l'anima dell'essere Comunista. Bravissima, darò la mia preferenza ai Comunisti Italiani, ma spero che quanto presto si possa riunificare, ampliandola, la casa dei Comunisti. Ne va della stessa vitalità del governo dell'Unione; credo importanti i rapporti di forza x arginare la deriva centrista.
    Ciao, incrociamo le dita e buon wikend, Beppe

  19. utente anonimo

    io invece non seguo l'ideologie..seguo semplicemente ciò che è meglio x il paese..ecco xchè voterò Berlusconi..voterò x i programmi che sono suscettibili di cambiamenti si ma in linea di principio i programmi di questo governo poi vengono mantenuti(vedi contratto con gli italiani)..mentre non ricordo una legge buona fatta x l'equità del popolo nel governo dal 96 al 01…

    buon voto a tutti

  20. Tisbe

    utente anonimo (IP: 82.52.41.2), beh anonimo, chi non ha il coraggio di firmarsi ha poca credibilità. Soprattutto mostra il senso di vergogna che accompagna il suo "votare".

  21. ArturBlord

    Io non voterò Rifondazione per un semplice motivo.

    Non esiste alcun problema sociale di questa povera italia che sia stato affrontato con originalità e coerenza da questo partito di nostalgici del vuoto e delle prolisse contrapposizioni di teoremi mai risolutivi e mai davvero universali.
    Ammetto che ogni decisione deve uscire fuori da una discussione in cui si mettano sul tappeto le esigenze di tutti e si prendano le decisoni volte a soddisfare quanto meno gli interessi di una maggioranza, difendendo, nei limiti del possibile e del buon senso anche i pareri e la esigenze delle minoranze.
    Ma questo non può prescindere, sotto la finta ragione di difendere ideologie obsolete e posizioni ritenute innovative, il compito che in Democrazia ci si assume nei confronti dell'intera popolazione.
    Invece Rifondfazione è e rimarrà sempre un partitp di esegeti di una serie di pseudo conquiste sociali che rasentano l'impopolarità ed è sempre stata disposta a calpestare in nome di queste sue ragioni particolari anche il comune senso democratico che dovrebbe prevalere quando si è investiti della mansione governativa.
    Io potrei tacciarmi di essere un cattocomunista dall'animo socialista ma potrei anche prendere in casi particolari decisoni in aperto contrasto con il mio essere di sinistra se alla luce di tutti gli indicatori, sociali, economici, morali, l'esigenza di un comportamento conservatore mi garantisse che farei del bene alla maggioranza della popolazione.
    Inoltre, i sindacalisti che prendono decisioni anti economiche per il gusto di crogiolarsi nella convinzione di salvare un posto di lavoro e sprecano risorse per allungare la naturale morte di aziende decotte sono simili a quelli di rifondazione che per salvare una idea particolare affossano tante necessità contingenti e ben più importanti.

  22. Barcollando

    Il mio blog è stato censurato e la mia non l'ho potuta dire. Per una volta, però, (costretto spesso a rappresentare quelli di Rifondazione) sono io a sentirmi rappresentato. Grazie Tisbe !

  23. Tisbe

    @Barcollando, sì, ho provato ad entrare nel sito…ma niente. Ho scritto solo quello che sentivo dentro l'animo 😉
    @ArturBlord, meglio impopolari che ingiusti. Ad ogni modo io accetto chi la pensa diversamente da me, perché la varietà dal mio punto di vista è ricchezza!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *