Domani è un altro giorno

Il paese è spaccato in 2, credo che al momento questo sia il dato più allarmante. Ad ogni modo non ha vinto nessuno e il popolo italiano deve crescere. Forse gli manca un po’ di storia…

10 commenti su “Domani è un altro giorno

  1. utente anonimo

    peccato che domani sia un altro giorno con berlusconi…e ruini, e borghezio, e calderoli…la cdl è avanti alla camera…che bella figura, vero? altri 5 anni da paese medievale…

  2. ManualediMari

    A questo Paese cara Tina manca una classe dirigente credibile, questa è la verità, Prodi no nè una alternativa credibile gli italiani già lo conoscevano… Come vedi non avevo tutti i torti, però hai ragione, il paese è diviso. Quanto alla storia, scusa ma questo non si può proprio dire 😉

    Io sogno un paese in cui i giovani cominciano a pensare con la propria testa e non con quella dei vari Fassino, Berlusconi, D'Alema, Prodi ecc…

  3. utente anonimo

    Non mi pare si debba accusare la legge elettorale, tutt'altro: alla camera , con lo 0,1 di vantaggio (49,8 contro 49,7) l'unione si prende il 54% dei seggi, al senato, con la CDl che supera il 50%, lo scarto è solo di un seggio.
    A ben vedere, la legge premia l'unone, non l'Ulivo.

    Che il paese sia diviso in due..beh, è una banalità: tutti i paesi sono divisi in due.
    Insomma, non si mistifichi,e si ragioni sugli elementi reali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *