Ecco il vincitore

"La mia legge elettorale è una porcata", R.Calderoli (matrix)

Elezioni 2006,il balletto delle cifre
Ultima proiezione: al Senato 50,2% Unione, 48,8% Cdl
Ma si ribaltano i seggi: 158 alla Cdl, 151 all’Unione
Camera: Cdl 50%, Unione 49,5%. Seggi: 340 a 277

Osservare i dati del Senato: percentuale maggiore per l’Unione ma seggi in più alla Cdl. Calderoli…adesso avrei un sacco di belle parole da dirgli…e mi fermo qui…

Camera, il premio di maggioranza a livello nazionale premierebbe la Cdl che si vedrebbe assegnati 340 seggi contro i 277 dell’Unione.

L’unica cosa che provo è un forte senso di nausea … e intanto …

20 commenti su “Ecco il vincitore

  1. Tisbe

    Buona parte delle "porcate" che volevano fare le hanno già fatte. Mi sa che me ne vado a nanna. Basta politica…basta preoccuparmi per un popolo ingrato!

  2. giamo

    Io rimarrò un altro po' a soffrire. Almeno i dati definiti del senato voglio conoscerli oggi. Voglio sapere se posso ancora aggrapparmi a una pur minima speranza…
    Ciao

  3. franceschito

    Forse non è tutto perduto. Al Senato è decisivo il voto della Campania, dove l'Unione ha un paio di punti percentuali di vantaggio. Onore al merito, Tisbe (un pò anche per me, dati i natali…).

  4. moltitudini

    Non mi pare si debba accusare la legge elettorale, tutt'altro: alla camera , con lo 0,1 di vantaggio (49,8 contro 49,7) l'unione si prende il 54% dei seggi, al senato, con la CDl che supera il 50%, lo scarto è solo di un seggio.
    A ben vedere, la legge premia l'unone, non l'Ulivo.

    Che il paese sia diviso in due..beh, è una banalità: tutti i paesi sono divisi in due.
    Insomma, non si mistifichi,e si ragioni sugli elementi reali.

  5. Tisbe

    Dopo una notte convulsa nella quale i risultati si sono ribaltati più e più volte, lo spoglio si è concluso con l'assegnazione della maggioranza alla Camera dei Deputati all'Unione e al Senato alla Casa delle Libertà. Al Senato la Cdl ha ottenuto infatti il 50,21% dei voti, ma solo 155 seggi contro i 154 dell'Unione. Alla Camera l'Unione ha solo 25 mila voti in più della Cdl con un risultato inferiore al 50% dei voti (49,8%), ma ha ottenuto 340 seggi (per via del premio di maggioranza). Appare a questo punto decisivo l'esito dei voti degli italiani all'estero, in base al quale verranno assegnati 6 seggi al Senato e 12 alla Camera. Lo spoglio procede molto a rilento: si prevede che si concluderà nel primo pomeriggio

  6. Tisbe

    @moltitudini, espressione dell'intellghenzia leghista! Ma come sarebbe andata se ci fosse ancora la vecchia legge elettorale? Chiediamoci questo…Il senato sarebbe più fermamente in mano della Cdl? Bah, io spero negli italiani all'estero…

  7. utente anonimo

    Tisbe, al momento, il voto all'estero dà 3 seggi all'Unione ed 1 alla Cdl; ne mancano soltanto due! Incrociamo le dita e … VINCIAMO per riprenderci un'Italia spaccata in due dal Kav. e, poi … i Senatori a vita!

  8. Tisbe

    Ah Molti, un'ultima cosa, siccome io sono molto faziosa, chiarisco che queste cose le ho scritte in un momento in cui la legge sembrava favorisse la Cdl. Ad ogni modo è una "porcata"…anche con l'Unione al governo…non è con questi numeri che si può governare il paese

  9. Tisbe

    @gauche, la cosa più scandalosa è che questi qua, dopo aver fatto una "porcata" di legge partorita dalla mente vervida di "un leghista", adesso hanno la faccia tosta di lamentarsi…ben gli stà: Dio vede e prevede!

  10. moltitudini

    premettendo che non è corretto granchè fare ipotesi di questo tipo perchè con una diversa legge elettorale non è detto che l'elettorato si sarebe comportato nello stesso modo.
    Detto ciò, con gli stessi voti e la vecchia legge, al senato, la cdl avrebbe una ampia maggioranza.
    Alla camera, invece, probabilmente avrebbe avuto una maggioranza più nutrita l'unione.
    Ma sarebbe poi democratico dare 100 seggi di maggioranza con lo 0,1% di vantaggio???
    quello che voglio dire, è che se si accusa di questo risultato strano la legge elettorale e Calderoli, si riparte con i soliti errori e la usuale miopia.

  11. Tisbe

    @moltitudini, hanno fatto una legge elettorale pensando di poterla sfruttare, ma gli si è rivoltata contro come un boomerang. Dal mio punto di vista: ben gli sta. Sono contenta per questo, ma contentissima! Mi sembra l'applicazione della legge del Contrappasso…e adesso cominciamo a bollire i bambini per fare concime, mandiamo Luxuria a distribuire spinelli, facciamo sventolare la bandiera di Cuba … e soprattutto "pensiamo positivo".

  12. umader

    E' da valutare positivamente l'affermazione di Rifondazione Comunista, Verdi e Pdci, affermazione che rafforza la componente di sinistra dell'Unione portando nel contempo voti a tutta la coalizione, mentre la Margherita e l'inguardabile Mastella perdono consensi a danno loro (e qui potrei dire napoletanamente: vafammocc!!!) ma purtroppo li perdono anche a scapito dell'Unione, non riuscendo nell'operazione, a loro in qualche modo affidata, di intercettare i voti moderati in uscita dalla CdL, che di certo non potevano andare alla sinistra radicale.
    Queste considerazioni, e soprattutto la grande vittoria del movimento di protesta francese contro il precariato (evento mediaticamente oscurato dalle elezioni, ma di portata enorme e la cui lezione dovrà esser tenuta in gran conto dalla sinistra italiana), rappresentano i raggi di sole in un panorama altrimenti incerto ed oscuro.
    Come appare da più parti, i tentativi di grande coalizione, governo tecnico e inciucio sono dietro l'angolo.
    Adesso la vera battaglia, quella che darà il definitivo calcio in culo ai berluscones e al berlusconismo-leghismo-fascismo, è il referendum sulla Costituzione: facciamo vincere il NO e difendiamo la democrazia ereditata dalla lotta antifascista.

    Oggi come ieri, NO pasaràn!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *