La guerra è altrove ma ferisce il cuore

Ti alzi, è una bella giornata nonostante gli operai che ti ballano intorno. Ti manca la privacy da tempo immemore, ormai, ma ci hai fatto l’abitudine, a certe notizie, invece, non ci farai mai l’abitudine. Sei pronta per la solita colazione con il quark, un momento magico da gustare fino in fondo…è invece no! Arriva il suono del cellulare, pensi, sarà una notizia come un’altra, un’altra cazzata sparata da qualche politico dell’ultim’ora, e invece…l’sms recita così:«Iraq, attentato contro convoglio a Nassiriya: quattro morti, almeno tre sono militari italiani». E tutto cambia, il cielo blu diventa plumbeo, i fiori del terrazzo si seccano, il gatto piange, la casa diventa una prigione, la realtà diventa una guerra. Nessuno riuscirà mai a spiegarti il perché della guerra, nessuno riuscirà mai a farti capire che è necessario sacrificare qualche vita, nessuno! Qualcuno ti dirà: torna a giocare con le bambole T. E risponderai: io ho sempre giocato alla guerra, ma era solo un gioco, uno stupido gioco.

Anche l’Irpinia paga con il prezzo del dolore: Nicola Ciardelli era nato a Pisa l’11 settembre del 1972, capitano del 185esimo battaglione dei paracadutisti di Livorno. La notizia della morte è arrivata quasi contemporaneamente ad Avellino, dove si trova in vacanza la moglie, Giovanna Netta che è di origini irpine, e il figlio nato a febbraio e a Pisa dove, nelle stesse ore, un ufficiale ha bussato alla porta di casa dei genitori del capitano per comunicare la notizia della morte del militare. (Repubblica)

Nicola Ciardelli: Avellino racconta il dolore da blogfriends

17 commenti su “La guerra è altrove ma ferisce il cuore

  1. SuaSquisitezza

    Me lo sentivo Tisbe..

    purtroppo me lo sentivo..

    da troppi giorni il conflitto irakeno sta diventando sempre più crudele.

    da troppi giorni ci sono minacce e prove di attentati ai danni degli occidentali.

    da troppi giorni c’è troppo silenzio, perche’ presi da altre cose

    la cosa che mi fa più male

    è toccare il fatto che mentre noi discutiamo delle “banalità” la si continua a morire

    mentre altri progettano altri giochi di guerra nell’indifferenza dell’uomo

  2. Tisbe

    @SuaSquisitezza, il problema è la caduta dell'etica. Nessun valore alle vite umane, ma valore solo agli interessi economici…
    @tuttominuscolo, pare che "pace" non sia un termine adatto al genere umano
    @riflexioni, chi è Luca, tuo figlio?

  3. utente anonimo

    Saluti da Er Mahico.

    devo dire che 3 morti ammazzati in guerra di pace a cavallo del 25 aprile e' proprio una singolare coincidenza, io dico che gli irakeni si aspettavano il ritiro immediato, ma siccome Berlusca rompe le palle e nn si dimette immediatamente per dare spazio al VERO governo fa girare le palle a tutti, irakeni compresi.

  4. Landofnowhere

    bella la tua riflessione sotto….

    rispetto ai morti di nassiriya, non c'è molto da dire: le responsabilità sono ben note e rimarranno impunite.
    Via al più presto dall'Iraq…….

  5. Tisbe

    @raffaelegreco, sì, è vero, ma si spera sempre che non si compia…

    @tuttominuscolo, ricordo un mio professore ci ripeteva sempre che la guerra è un fatto umano, e non un fenomeno storico, e per questo ci sarà sempre

    @capitanread, abbiamo perso tempo prezioso

    @Acquerapide, la canzone è Aicha dei Magma trovi il testo più sotto

    @Er Mahico, la politica ha i suoi tempi ma questa volta siamo scaduti nel ridicolo

    @Carmen, mi viene da dire che nessuno ci ha chiamati, nessuno ha richiesto la nostra presenza…ma questo è il momento del silenzio, basta con le polemiche. Spero che si proceda con il ritiro immediato delle forze italiane

    @Landofnowhere, ci sono interessi…troppi interessi … cosa vuoi che sia la vita umana di fronte agli interessi politici ed economici… (ironia velenosa)

  6. kiino

    …non trovo giusto che pochi loschi individui che decidono le guerre x i loro scopi personali,mandino alla morte molti altri che di guerre ne farebbero a meno!!!
    Via subito i Nostri ragazzi da ogni campo di guerra prima che succeda
    di nuovo la disgrazia.
    ciao.

  7. desiderio947

    Purtroppo la guerra presenta ogni giorno un tragico conto di vite umane inutilmente immolate.
    Cordoglio con le famiglie dei caduti e impegno x chiudere la partecipazione Italiana nei teatri di guerra.

  8. filomenoviscido

    Di che reggimento siete
    fratelli?

    Parola tremante
    nella notte

    Foglia appena nata

    Nell'aria spasimante
    involontaria rivolta
    dell'uomo presente alla sua
    fragilità

    Fratelli

    Fratelli – G.U.

  9. marysamba

    Non si puo' morire in questo modo…ho tanta rabbia e dolore….non riusciro' MAI a capire perche' non si possa vivere in pace….penso al cucciolo d'uomo che dovra' crescere senza una figura paterna,ad una moglie troppo giovane per essere lasciata sola…e a cosa pensera' un domani questo cucciolo,sulla morte del padre..un bacio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *