Dimmi che dolls sei e ti dirò chi sei…

 Imperversa un nuovo giochino fra le blogstar(s). Ho scoperto questa nuova moda bloggaiola nel blog di Undine ed ho seguito l’esempio.

Questa a fianco dovrei essere io, oppure ciò che vorrei essere e apparire, ma confesso che ho avuto non poche difficoltà a fare la scelta definitiva. Per dirla tutta ho diverse anime e per questo avrei voluto presentarne alcune e non una sola. Ciò che non cambierei sono i lineamenti del viso che mi rappresentano abbastanza bene nel mio ideale. I capelli li avrei preferiti più chiari, ma poichè il taglio tradisce il mio senso di libertà ho preferito lasciare questi. L’abbigliamento, invece, rappresenta il modo in cui mi vestirei se non mi trovassi a vivere in una città provinciale che condanna ogni forma di "personalismo". Oramai indosso solo jeans, un po’ per comodità, un po’ per evitare problemi…

Chi volesse scoprirsi attraverso questo innocente giochino può farlo Qui

14 commenti su “Dimmi che dolls sei e ti dirò chi sei…

  1. utente anonimo

    Sai, per un attimo, ho pensato che Ti fossi donata un autoritratto! Beh, in fondo, non mi son sbaglaito poi così tanto, ma volevo farTi capire che forse Tu riesci a vederTi come noi Ti vediamo! Ti consiglierei, poi, di togliere i jeans (ma indossando altro capo, s'intende!), proprio perché dobbiamo educare e quindi "trasformare" il modo di pensare!
    L'altro giorno, camminavo per strada e son rimasto fulminata da una bellissima ragazza che passeggiava con il suo amore. Lui mi ha fermato e m'ha detto: "ma che ci talii"!!! Io: "hai con Te una compagna stupenda"! Lei sorrideva! Lui ha guardato Lei e m'ha detto: "hai ragione, son davvero fortunato"! V'era un bar nei pressi, ci siamo seduti tutti a tre, chi a sorseggiare un caffé, mentre lei … gustava un gelato su cialda … da impazzire (Lei, non tanto la cialda)! Beh, abbiamo parlato di gelosia e di possesso e di tant'altro! Sì, la vita è rischio, scommessa!
    E, allora, apparire, oppure essere o adirittura nasconder ciò che deve – ripeto: deve! – esser ammirato?
    A me, per esempio, le donne … ammirano la barba! Beh, meglio di niente!!!
    Un abbraccio, Tisbe,
    gauche

  2. utente anonimo

    WOW, chissà in carne ed ossa…
    Proverò a domandare ai frequentatori della Costiera Amalfitana…

    D.E.

  3. utente anonimo

    PS: Un consiglio per Pasquale & C.: non vi esaltare troppo, le conoscenze in rete possono essere tentatrici, pericolose e nascondere impensabili tranelli. Per quello che ne sappiamo noi la nostra cara Tisbe potrebbe anche essere una commercialista pentita al soldo di De Mita, che ha deciso magari di costruirsi una nuova identità abbandonandosi ai pensieri filosofici mittel-europei dopo aver per anni vagato tra l’Irpinia e la Bassa Sassonia e dopo aver inutilmente tentato di rifarsi una vita a Milano, tifando Inter. Tisbe potrebbe avere spacciato come sue le foto di una sua compagna di banco al Liceo (che tanto detestava, ma che tanto invidiava per la sua avvenenza e le sue capacità di analisi), senza contare che le sue idee “sinistrorse” possono anche essere frutto di machiavellici piani per destabilizzare le permeabili menti dei poveri impiegati d’ufficio. Pasquale, oggi Tisbe forse potrebbe anche passare buona parte della sua esistenza in quel di Avellino, fare colazione con quark, sfogliatelle e caffè annacquato…. ma in realtà chiamarsi AUGUSTO!

    Dibbi Emmer

  4. Tisbe

    @AzzikKlaudia, eheh è un giochino troppo divertente. Pensa io non amavo giocare con le bambole da piccola, preferivo le avventure alla Indiana Jones

  5. Slasch16

    Slasch e' contento, ti piacciono gli animali, politicamente giusta,ecc.ecc. Troppo positiva nella testolina, ma esisti veramente?
    P.s. vestiti come ti senti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *