Sinistra forcaiola e bacchettona

E’ finito il mondo

Non c’è più religione

… e potrei continuare all’infinito con frasi fatte del genere. Il mio disappunto si riferisce alle reazioni della nuova sinistra su alcune tematiche sociali visibili e non. La prima delusione l’ho dovuta ingoiare quando ho appreso la reazione dei sedicenti sinistrorsi riguardo l’indulto governativo. Ma ha un senso definirsi ancora di sinistra? Ha ancora un senso credere di essere comunisti? Essere di sinistra per me ha sempre significato essere contro ogni tipo di atteggiamento forcaiolo e punitivo, eppure pochissimi comunisti si sono schierati a favore dell’indulto. Anzi, alto si è levato un coro di protesta. Ho sempre pensato che la sinistra progressista avesse l’occhio lungo e perforante per comprendere le dinamiche sociali ed antropologiche che conducono il singolo individuo a delinquere. Ho sempre creduto che il crimine, come tale, è un fallimento della collettività e si esprime come degenerazione del tessuto connetivo sociale. Ho sempre pensato che il carico dell’errore del singolo dovesse essere sopportato dall’intera comunità al cui interno l’errore si è compiuto. Non si tratta di deresponsabilizzazione della volontà a delinquere ma di una visione progressista del meccanismo criminale. E invece ho assisto ad un ritorno al passato, e cioè all’abitudine malsana di caricare sui capro espiatori di turno le degenerazioni del sociale. Ho sbagliato io ad interpretare lo spirito del comunismo oppure il comunismo nell’ottica di una sinsitra progressista non esiste più? Tra i pochi blogger favorevoli all’indulto, segnalo Moltitudini e Spartacusdue

Mi ha sconvolto, e non poco, una sorta di anatema scritta da un sedicente comunista riguardo l’abitudine dei giovani di indossare i jeans a vita bassa. Manueleromano non sopporta i culetti degli adolescenti che si intravedono quando indossano i jeans all’ultima moda. Possibile? Possibile che una persona che si definisce COMUNISTA possa pensare una cosa del genere? Possibile che possa essere bacchettone come il peggiore bigotto cattolico? Se c’è una cosa che ho sempre odiato è l’incapacità della gente di adeguarsi allo scorrere del tempo. Odio quel fenomeno nostalgico che tende a cristallare la propria vita intorno ad un’unica età: quella della proprio giovinezza. Non sopporto quelle persone che si ostinano ad indossare gli abiti che indossavano da ragazzi, senza adeguarsi al progresso. Loro sì che sono ridicoli, mica i giovani adolescenti, così veri e così autentici. E lasciateli vivere in pace. Ancora a ripetere gli errori, che, chi ci ha preceduto ha commesso con noi? Possibile che le generazioni non sono capaci di comprendersi? Possibile che gli adulti non siano capaci di comprendere lo slancio vitale che è nella giovinezza e deve ostinatamente ripetere fra i denti: ai miei tempi!!!!! E siccome mi sono premurata di ricordare a Manuele Romano che anch’io, nonostante la mia veneranda età non disdegno di indossare i famigerati jeans a vita bassa, lui mi ha risposto che in costume da bagno, per ora sono ancora decente! Capitooooo! La solita tiritera: un maschio vecchio, è sempre un maschio; una donna vecchia, è solo una vecchia…ma vaff. (mi prendo questa licenza poetica e me ne assumo le responsabilità). Caro Manuele mi riesce difficile fotografare il mio cervello (questo potrai intuirlo no?) e se non fossi così rispettosa di me stessa te la posterei la foto di una vecchia comunista con autentici jeans a vita bassa… e ricorda: il peccato è sempre negli occhi di chi lo vede. Le forme sono sempre innocenti nella loro essenza, è il pensiero che sporca e contamina…

41 commenti su “Sinistra forcaiola e bacchettona

  1. utente anonimo

    Provo a dare un minimo di spiegazione non tanto alla questione dei jeans e della moda .. in ogni tempo la moda dei giovani e' stata criticata da destra e da sinistra .. ma questo e'un vizio comune dell'italiano guardare dentro gli altri e non dentro se stesso. Per l'indulto devo dire che anche io sono stato contrario, ma non uno spirito forcaiolo come dici tu, ma soprattutto per come si e' arrivati ad approvare il provvedimento. Pur condividendo i principi che tu enunci due sono i fatti che non mi sono andati giu': l'approvazione dell'indulto insieme ai voti di Forza Italia e il fatto che tale provvedimento non fosse minimamente accompagnato da qualche provvedimento di riforma del sistema carcerario. Approvare l'indulto insieme a chi per cinque anni ha tentato di soffocare la giustizia non tanto perche' non funzionasse a dovere ma solo perche' i propri accoliti erano caduti nelle sue maglie proprio non mi e' piaciuto. Credi che Forza Italia e Berlusconi abbiano viotato l'indulto perche' colpiti da un profondo senso di umanita' ? o piuttosto non lo abbiano fatto per salvare dalla giustizia gli "sventurati" amici che non ce l'hanno fatta a sottrarsi al giudizio ? Se poi si apporva l'indulto senza fare niente per giustizia e carceri fra pochi anni saremo punto e a capo. Sarebbe stato meglio prima fare una vera riforma e poi approvare indulto e/o amnistia, speriamo che ora il centro sinistra si dia da fare per questo.

  2. moltitudini

    su ciò avrei da dire molto ma ora non ho tempo e voglia.

    Detto ciò, però…quelli di sinistra contrari all'indulto non li condivido ma capisco le loro perplessità, sia di principio che di merito, uno che invece tra le tante cose di cui potrebbe parlare sceglie di prender di mira i jeans a vita bassa con toni che sembran quelli della destra del PLI o della DC negli anni '60, per quanto mi riguarda, è uno che rivela un orizzonte culturale moralista e reazionario.
    Attenione….(perchè so che la risposta del tizio potrebbe esser di questo tenore) non è che portare i jeans a vita bassa sia rivoluzonario, ci mancherebbe. E' solo che uno porta i jeans che gli pare senza per questo sentirsi dare dello "stronzo" come ho letto.

  3. moltitudini

    ….insomma, diciamoci la verità: probabilmente i jeans tanto vituperati alimentano in quel soggetto pulsioni libidinose che egli sa mal gestire trasformandole in aggressività e condanna moralista.

    Lui dice " il jeans a vita bassa arrapa".
    Embè? Che è, una colpa?Va punita? E'..la mano del diavolo? Sei stronzo perchè arrapi, perchè mi induci in tentazione?

    Guarda che il meccanimso è quello: mi arrapi, quindi..non te lo perdono e ti condanno perchè il tuo culo mi turba.
    Avete visto immagino il film "chocolat", no?

    Mica nego che talvolta il jeans succinto mi…smuova qualcosa, ceh diamine.

    Non per questo ne fo una colpa a chi lo indossa.

    Ma renditi conto te di cosa stiam parlando,vah.

  4. utente anonimo

    Io gli unici moralisti che ho conosciuto stanno tutti a sinistra. Perchè prima scassano le palle contro le iposrisie borghesi (a 20 anni) e poi a 40 te li ritrovi tronfi e volgari a godere di privilegi e a fare la bella vita. Erano tutti comunisti quelli che mi dicevano che i dc rubavano, salvo poi vederli sostenere giunte municipali che si sono mangiati i miliardi come fossero biscotti a colazione. E quelli che facevano i sorrisini alle processioni, guardando noialtri che portavamo i santi a spalla come fossimo mentecatti: io ora li vedo ad ogni occasione di festa religiosa (sempre che il popolo accorra numeroso, ovviamente) stare in prima fila e casomai prendersi pure la comunione. E che dire di quelli che sostenevano che erano i bigotti cattolici a fare discriminazioni sociali, a non volere che i propri figli frquentassero questo o quello? beh, oggi noto hce, una volta diventati padri, indirizzano le proprie figlie femmine verso il classico buon partito, magari in un'ottica elettorale propizia. I pantaloni a vita bassa fanno cagare, a vederli; tutto qui: libero poi chi vuole di metterserli. Tanto, tra una decina d'anni, quelli che oggi li portano li potrai trovare in fila davanti alla porta di qualche potente, ad elemosinare qualche favore.
    Crescenzo

  5. utente anonimo

    cara Tisbe,
    non credo che i comunisti al governo siano stati contrari all'indulto tout court, ma solo nella parte in cui esso ricomprendeva i reati economico/finanziari, quelli di mani pulite per intenderci, quanto alla visione che tu hai del comunismo, devo aprirti gli occhi, vedi non è mai esistita una ideologia tanto forcaiola e giustizialista quanto quella dei moderni comunismi, e mi riferisco a quelli dalla rivoluzione di ottobre in poi. pensa solo al fatto che essi hanno sempre previsto la pena di morte, purtroppo ancora in vigore nelle poche enclave attuali. quanto alla visione del delinquere come promanazione della aberrazione del tessuto sociale, posso anche essere d'accordo, ma la responsabilità della pena, e solo di questa, ricade sul singolo, deve necessariamente essere così, tu pagheresti con anni di carcere un resto che ha commesso il tuo vicino di casa? tuttavia volendo rintracciare un fondo di verità in quanto da te detto le conseguenze ricadono e come sulla collettività, i costi del sistema carcerario vengono o no pagati dai cittadini attraverso le tasse? la tua è una viosione idealista e scusami se te lo dico alquanto cartacea del concetto di comunismo, la realtà è stata ben altro.
    quanto ai jeans a vita bassa credo che ognuno abbia la sua idea, personalmente mi piacciono e ti parrà strano visto che sono cattolico ed estremamente conservatore. tuttavia il discorso, come lo prospetti tu contiene un trabocchetto, se non ti piacciono e si storce il naso sei un bigotto, se ti piacciono e lo affermi sei un porco maschilista, quale preferisci? prendila come una battuta. un caro saluto. giusva L'Osservatore "di" Romano

  6. Tisbe

    @unversonews, il tuo commento è condivisibile, come dice Moltitudini, capisco le tue perplessità, ma continuo a credere che il passo andava compiuto. Ciao e grazie per la partecipazione al dibattito 🙂
    @moltitudini, dio quante risate mi sono fatta! Ho riletto il post di manuele, e tutti i commenti … ho cominciato a ridere e non la finivo più. "Chocolat" un film che ho visto più di una volta: sublime!
    @Crescenzo, c'è del vero in quello che affermi, io non lo nego affatto. indirizzano le proprie figlie femmine verso il classico buon partito, magari in un'ottica elettorale propizia lo sai, ho capito a chi ti riferisci e non posso che condividere il tuo pensiero. Riguardo ai cattolici, so bene che molti sono progressisti e aperti, a volte, lo ammetto, generalizzo per pura comodità. E sai anche, caro Crescenzo, quanto ti stimi, e quanto ammiri la tua coerenza, al di là delle nostre divergenze di opinioni 😉
    @giusva, benvenuto in questo blog 🙂 Hai ragione, io non fatico ad ammettere di essere una inguaribile idealista. Io sono convinta che la migliore idea politica risieda nel comunismo (ovviamente la mia formazione è cartacea – libresca) Il fatto che ci siano stati dei fallimenti nella sua applicazione non mi esenta dal perseguire la sua realizzazione. E' come chi desiderasse costruirsi una casa, e trova dinanzi a sé un molteplicità di ostacoli di varia natura, e forse morirà senza averla realizzata, ma mica per questo rinuncia all'idea di costruirla?
    Ps: questo blog è aperto a tutti, come io sono aperta a tutte le molteplicità dell'universo sensibile. Non ho pregiudizi… l'importante è essere educati e rispettosi di chi offre ospitalità.

  7. Gioconlaccento

    Prima di ogni altra cosa…grazie per gli auguri,mi sento un pò a disagio nell'averli ricevuti io non ti conosco ,tu non mi conosci e non sò se sono meritati i tuoi auguri.
    Quello che posso dirti con sicurezza è che anche io sono molto sensibile ai "disturbi del mondo"…dico sempre che i buoni e gli onesti sono la minoranza e ogni lotta è sempre una vera lotta….ancora grazie…oggi 49 (decrepita),ma col cuore e con l'anima giovane….ciao

  8. VIQUE

    è impossibile essere felici e favorevoli al risultato di questo indulto che ha premiato Previti Tanzi Ricucci e ci ha riportato alle ingiustizie del berlusconismo;io penso che la consolazione possibile è quella di chiudere gli occhi pensare che sia un incubo, che sia aprile e che ci sia ancora Berlusconi!

    Grazie Tisbe di avermi definita pungente come al solito;sto apprendendo dai maestri e "padroni" del Giramundo Lorenzo e Anne?
    Li sto sostituendo per alcune settimane;è tutto in famiglia perchè Lorenzo è mio fratello.
    un saluto dalla "blogsitter"
    Veronica

  9. moltitudini

    Sull'indulto non ci torno più…ho straparlato sin troppo sia qui che sul mio che in altri blog…e son stanco.
    Molta gente parla come se fossero estinti i processi, ma vabbè.
    Fan tanto i "sinistri" poi non si rendon conto di come fose l'unico modo per metter temporaneamente fine ad una situazione inaccettabile che vede pagare migliaia di sottoproletari, sfigati, e spazzatura umana di ogni tipo.
    Previti farà due anni ai domiciliari invece che 5. Me ne frego, se contestualmente si pone rimedio ad una situazione che , porco cazzo, una persona che si dice di sinistra non può non trovare di classe ed inacettabile.
    Ovviamente, si deve procedere anche alla riforma del codice penale.

    Sul tizio anti jeans a vita bassa…quello o è di destra e non lo sa, od ha -ed allora lo compatisco- dei problemi legati alla sfera sessuale/affettiva che lo portano ad avere crisi ormonali che lo fanno delirare. Verso gente come quella non ho alcuna comprensione, si collochino dove gli pare, ma per me stan dall'altra parte.

  10. Tisbe

    @Gioconlaccento, gli auguri non bisogna meritarli. la meritocrazia lasciamola al mondo del lavoro. I miei auguri vedili nell'ottica di un dono incondizionato
    @arpia, non ho capito bene. Condividi Manuele?
    @ VIQUE, benvenuta ne Il vaso di Pandora. Riguardo l'indulto, vanno bene le parole di Moltitudini
    @Moltitudini, siccome in passato Manuele mi è sembrato piuttosto irritato per alcune mie considerazioni sui comportamenti maschili, comincio a credere che ci si sia ritrovato. La verità a volte fa molto male… anche se io mi prendo la libertà di generalizzare. Tant'è l'uomo meridionale lo conosco bene e non mi piace quello che ha nella mente riguardo la sessualità delle donne…

  11. utente anonimo

    grazie Tisbe della ospitalità, è importante che due "opposti" come noi riescano ad avere, se non un dialogo, almeno uno scambio di idee.
    forse potremmo riuscire dove altri hanno fallito, vedi solo pochi decenni orsono probabilmente sarebbe finita a pistolettate, oggi credo che per quanto ci ritengano superficiali e distaccati dalla cultura, la nostra generazione, attuali ultra trentenni, abbia fatto un passo enorme in avanti e stia dimostrando una maturità che nessuno si aspettava. ti aspetto velenosa e affilata per qualche commento in casa mia. Giusva.

  12. utente anonimo

    fosse per me i detenuti li manderei in Siberia.
    l'indulto lo facciano i religiosi, che gli conviene.
    uno stato non perdona.

    salutos Er Mahico
    (mai stato pacifista)

  13. Tisbe

    effettivamente è una gran cosa…lasciar liberi gli assassini e tenere dentro i corruttori…

    se la differenza tra i corruttori di destra e i corruttori di sinistra è solo che i corruttori di sinistra non sono indagati non si può parlare di un uso politico della giustizia?

    ma credete alle cose che dicete?

  14. moltitudini

    allora , un corruttore si basa su una rete di persone, di relazioni, che vengono automaticamente distrutte quando viene scoperto e ingabbiato.
    quindi rilasciare un corruttore non lo rimette in carreggiata, semplicemente perchè questa rete di relazioni è stata distrutta.
    un assassino , invece non da mai garanzia di non uccidere di nuovo.
    esempio eclatante , il mostro del circeo….
    alchè, se voi volete far uscire gli assassini, dovreste personalmente garantire per loro, che so magari con un rene…cioè se il personaggio sotto garanzia fa quel crimine violento per cui era già stato condannato, i garanti ci rimettono un rene…
    non è un'idea così stupida, no?
    se siete così convinti delle vostre opinioni, potreste rischiarci qualche pezzo importante del vostro corpo…

  15. Tisbe

    Cara Tisbe, ti ringrazio per la citazione, è superfluo dire che sono in sintonia con quanto dici, e non solo sull'indulto. Per Manuele Romano, anch'io avevo visto (Kilombo) il post e credevo fosse satirico, invece era fatto da un vecchio “satiro” che si è perfettamente qualificato rispondendo a te e a Moltitudini. Io ho più del doppio dei tuoi anni (magari fossi ancora trentenne! Pensa lo sarebbe anche mia moglie e starei per diventar padre e invece son quasi nonno!). Mi raccontavano coloro che avevano frequentato le case chiuse (io nel 58 ero quattordicenne) che le “vecchie battone” ormai definite “badesse” che facevano le tenutarie disprezzassero le giovani (direi le povere giovani) che erano quello che loro furono… credo che sia un gap generazionale, ma non solo perché per fortuna ci sono anche persone che la pensano come noi. Se riusciremo a convincere anche un solo uomo o una sola donna, avremo salvato il mondo, direi parafrasando il motto ebraico.

  16. ManueleRomano

    @anonimo, intanto tu non rischi nemmeno il nome, e questo è sufficiente per toglierti la parola!

    @moltitudini, il problema è che tutti pensano di essere degli angioletti e credono che a tenerli lontano dai tribunali e dal carcere è un loro merito personale… ma non è così. l’uomo è il prodotto di 3 fattori: ereditario, personale e ambientale. 1/3 della responsabilità delle azioni individuali è sempre riferibile all’influenza ambientale, quindi sociale Di conseguenza chi vive in condizioni agiate non ha alcun merito se non va a finire in galera. Ma proprio alcun merito!

    @spartacusdue, Manuele ha seri problemi con la sua sfera sessuale, mi dispiace dirlo, ma me ne ero resa conto per alcuni commenti che aveva lasciato a miei post piuttosto tranquilli. Io non mi stancherò mai di ripetere che non è peccaminosa la nudità, ma è peccaminoso l’occhio che in questa nudità naturale vuole a tutti i costi vederci lo zampino del diavolo. Quest’ultimo c’è solo se noi vogliamo vederlo. Se avessimo Dio negli occhi, noi non potremmo vederlo.

  17. Tisbe

    @Dai Tisbe non muovere Dio se hai un conto in sospeso con me. Come qualcuno dei lettori piu acuti avra capito E che io ad arte ho provocato. In fin dei conti dietro la vuota retorica di pseudo sinistra sei pure sempre una donna. E quella si è incazzta, altro che progressista. Però scusa, sui problemi sessuali: è da ieri che stai al computer a parlare di culi. Io almeno una bottarella ho trovato il tempo di darla. Dai non essere proiettiva…

  18. moltitudini

    @manuele, già, da ieri sono in internet… oggi, domani dopodomani… non ci sarò! Vedi, io le bottarelle le lascio ai cultori del fast food; amo ben altro: sono tipo da slow food

  19. Tisbe

    Dai Tisbe, sei pur sempre una donna..che cazzo vuoi???

    ahahahha!!!E guarda che lui ha trombato nel frattempo, eh, cosa credi???

    ahahahah! Il camerata mi ha bannato ed ha cancellato alcuni miei commenti. Peccato.

  20. ManueleRomano

    @moltitudini, ora capisco perché ti accapigli sempre con gente di sinistra. Sei un comunista puro e ti illudi che lo siano pure gli altri… benvenuto nel club (con la differenza che io vado a votare e tu no!)

  21. Tisbe

    @Piccola, mi fai morire.

    Dai serio. E’ da un po che ci becchiamo. Lo so. Si, confesso sono stato un po malignetto e ho fatto leva sul tuo orgoglio femminile. E la reazione è stata delle più classiche da donna. Certo, frocio non me lo potevi dire e allora ti sei attaccata a tutto il resto. Tipica malignità da femmina. Il progressismo, il comunismo, bla, bla, l’hai messo dopo per attaccarmi. Non che te ne fregasse molto. Ti sei incazzata perchè ho snobbato il tuo aspetto fisico. Pure sbagliando. Se leggi tra le righe ti ho fatto un complimento, certo gogliardico visto che è da un po che mi rompi le palle. “E un maschio vecchio, è sempre un maschio; una donna vecchia, è solo una vecchia.” è una tua deduzione e un tuo timore. Per me sei solo una che talvolta scrive qualcosa che condivido e altre volte cose, spesso devo dire, che trovo assolutamente demagogiche.

    Un bacetto

    P.S. Comunque, visto che ci tieni tanto, la foto del tuo sedere postamela. Giuro, non ci giocherò con le freccette…no, non lo metterò sul mio blog con la dicitura vedete gallina vecchia fa buon brodo.. no, ne farò una gigantografia e lo appendo sopra il letto cosi ogni volta che apro gli occhi avrò davanti sto miracolo della natura … ma semmai di fronte a codesta pura forma di beltà e innocenza facessi qualche peccaminoso pensiero… pronto sarò nel colpirmi tra le gambe con la mazza ferrata al grido di “taci reazionario”.

    Fai buone ferie (..e pensami)

  22. ManueleRomano

    @ManueleRomano, sei su un binario morto. Non è il mio essere donna che hai ferito, ma è il mio essere persona perché tutto il tuo princupio è sbagliato. Le perosne non sono oggetti per cui tu puoi giudicarle e usarle a seconda delle corde che toccano della tua sensibilità. L'adolescente con i pantaloni a vita bassa è una persona portatrice di diritti, comunque, al di là del suo abbigliamento, e tu nn sei nessuno per dargli dello stronzo. E tu non sei nessuno per considerarlo un semplice oggetto che stuzzica la tua libido e le tue fantasie erotiche. Lui ha valore in sé e tu non hai rispettato questo VALORE ONTOLOGICO della sua persona.
    Per quanto concerne quella scellerata madre ospite del tuo blog allevatrice di futuri bigotti, ha sbagliato a non mostrare a suo figlio di 6 anni la verità. Gli avrebbe dovuto dire che tutto ciò che esiste ha un suo senso e una sua necessità, altrimenti gli crea nella mente delle credenze pronte a sfornare pregiudizi e discriminazioni. Cosa pericolosissima. E questo grande modello di madre italica come spiega a suo figlio i massacri di bambini? Spegnendo la televisione? O forse è più morale accettare la morte degli adolescenti piuttosto che la loro moda? Cosa insegna a suo figlio? Che non è morale indossare i pantaloni a vita bassa ma è morale uccidere? Come giustifica che entrambe le cose esistono e in quanto tali hanno una loro necessità intrinseca? Mi dispiace non condivido!

  23. moltitudini

    Ma falla finita. Hai solo pubblicamente "rosicato" e l'unica libido che ne ha risentio è la tua: "lui mi ha risposto che in costume da bagno, per ora sono ancora decente!". Il resto è solo la tua usuale confusione demagogica. Che si scaglia contro tutto a 360 gradi. Che noia che sei. "te la posterei la foto di una vecchia comunista con autentici jeans a vita bassa".
    Dai fallo, se ci tieni tanto, cosi risolviamo il tuo problema.
    Però sbrigati che oggi ho da fare.

  24. Tisbe

    Beh, ma l’indice censore puntato verso lo sfrontato jeans a vita bassa , non chè il meglio della chincaglieria battutesca/golgiardica sulle “checche” sono la quint’essenza della demagogia, roba da “uomo qualunque ” del 2000, suvvia.

    Tra l’altro…di rado sono d’accordo con Tisbe e il momentaneo idillio quasi mi disturba.

    Ma ci sono discussioni ed argomenti dove il limite culturale prima che politico, anche solo per il linguaggio che si usa, tra “destra” e “sinistra” è così chiaro…

  25. spartacusdue

    Günter Grass, a 15 anni, si arruolò nelle SS. Io disegnavo svastiche sui banchi di scuola… chissà che cazzo c'è nella testa degli adolescenti… 🙂

    P.S. Non voglio Previti in carcere. Mi basta che sia stato condannato… Certo quell'indulto "allargato" sembra la continuazione di una certa politica, quella degli ultimi 5 anni…

  26. Tisbe

    Avevo avuto alcuni problemi con il mio template, l'ho cambiato con uno preso da “pannasmontata” , e avevo trascurato si di postare che di cercar di commentare: Rileggendo stamane quello che un “fasccazzista” come ManueleRomano – l'avevo linkato e l'ho tolto! – riesce a dire fa cadere le braccia. Per le donne di solito si usa l'alibi dell'isterismo ma al maschile? Propongo “pensiero testicolare” che mi sembra si attagli benissimo al personaggio. A proposito ai miei tempi (quand'ero universitario un secolo fa) si diceva: “Cos'è un goliardo?” e la risposta ovvia: “Mille Goglioni!” Tisbe hai ragione non te la prendere e continua con lo slow food e lascia questi pseudo machi nel loro medesimo brodo di (in)cultura.
    Spartacus

  27. HI979

    @spartacusdue, grazie! Le goliardie maschili non hanno alcun effetto su di me. Mai come in questa occasione ho lasciato che tutto mi scivolasse addosso. Non pensavo che esistessero persone in grado di pregiudicare gli altri in base all'abbigliamento. A me pare una cosa scandalosa! IMPENSABILE

  28. andrij83

    Abituarsi allo scorrere del tempo non penso significhi accettare tutto quello che ci si trova davanti. E trovo molto poco "comunista" non lasciare che le persone di ogni età (compresi i non più giovani) si vestano e pensino ciò che vogliono!

  29. Tisbe

    Io dà buon comunista ero contro l'indulto. Ma non perchè ho una sete giustizialista, nella maniera più assoluta. Bensì perchè in questo provvedimento era inserito anche sconti di pensa sui reati finanziari e di corruzione. A mio parere un conto è rimettere in libertà chi ha commesso un crimine per un disagio sociale, altra premiare chi, i colletti bianchi, hanno approfittato di una loro posizione di privilegio per arricchirsi alle spalle dello Stato e quindi di tutto il Popolo. Su questo ho avuto anche uno scambio con un deputato di Rifondazione che è sul mio blog, se ti va di fare un salto. Il fatto è che si sarebbe comunque dovuto inserire in questo provvedimento quanto meno un'amnistia per i reati sociali, per chi occupa case, per chi ha manifestato durante il G8 di Genova e giù di lì. Per loro, invece, nulla. Questo il motivo per cui ero contro l'indulto e per cui se fossi stato parlamentare avrei senza dubbio votato no. Ciò anche per altri due punti. 1. nel mio comune, Pomezia, nel 2001 arrestarono 27 consiglieri comunali su 30, sindaco incluso, per una storia di tangenti. Molti furono prosciolti, qualcuno assolto, altri invece sono ancora sotto processo. Tre mesi fa siamo andati alle elezioni comunali e con nostra grande fatica siamo riusciti a tenerli fuori dalla coalizione, così sono stati eletti in 2 con Forza Italia e 1 con AN. Grazie all'indulto, se verranno condannati, non si faranno neanche un giorno di carcere. 2. nella mia vita ho conosciuto più di un ex carcerato, una volta mi è capitato di offrire una birra ad uno che era appena uscito. Parlando mi ha detto di essere un ex tossico e di essere finito dentro, era la terza volta, sempre per lo stesso motivo, spaccio. Mi dice che uscendo gli avevano dato 10 € e tanti saluti. Non avendo una famiglia alle spalle mi aveva confidato che probabilmente sarebbe potuto tornare in carcere. Come si fa a scarcerare gente senza pensare ad un minimo di reinserimento sociale? Questi i motivi per cui ero contro. Scusa se mi sono dilungato, però su questo tema ho provato veramente un disagio enorme a stare nel partito (io sto nel PRC). Spero che tu abbia la pazienza di leggermi e di rispondermi. Mi interessa molto un confronto su questi temi. A presto, Andrea.

  30. animasalva

    @andrij83, io capisco quello che dici. Per carità hai tutte le ragioni. Però io batto su un punto fondamentale, e cioè sul fatto che in tutti i periodi della storia periodicamente si ricorreva a svuotare le carceri. A volte succedeva a causa di un lieto evento o per un qualsiasi altro motivo, ma è nella nostra cultura e nella nostra tradizione. Non possiamo fare riferimento a questi volori solo quando ci torna utile. Per me andava fatto. Che poi tra tante persone beneficiate ce ne siano alcune che ritorneranno in carcere, è una cosa inevitabile… A volte, con tutta la buona volonta il reinserimento è impossibile, ma io credo nei miracoli e credo che una seconda possibilità possa essere offerta a tutti! Comunque ripeto capisco… ma non sono d'accordo

  31. Anonimo

    perfettamente d'accordo con te. credo che il problema della sinistra sia questa inscalfibile voglia di autocritica, che ha indotto moltissimi a schierarsi contro l'indulto attuato, secondo loro, "in maniera sbagliata". La Repubblica ha una grossa responsabilità nella disinformazione sul provvedimento, avendo parteggiato evidentemente per per il giustizialismo: non manca occasione di pubblicare una notizia scandalosa e quotidiana sull'argomento (tipo due scafisti graziati dall'indulto"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *