La monogamia conduce all’estinzione

E’ allarme estinzione per i bellissimi cavallucci marini, l’unica specie in cui è il maschio a partorire. Tra le cause della bassa natalità, gli esperti pensano ci sia il loro essere rigidamente monogami.

Osservazione n° 1: quando si affida il parto ai maschi c’è poco da stare allegri

Osservazione n°2: la specie umana non corre alcun rischio

5 commenti su “La monogamia conduce all’estinzione

  1. filomenoviscido

    la Natura è fonte inesauribile di “innaturalità” ehehe

    vi sono scimmie omosessuali, femmine violente, pesci che cambiano sesso… alla faccia dei cultori della naturalità contro le tendenze “deviate” di alcuni uomini

    il problema del cavalluccio marino , se non ricordo male, era la sua sensibilità all’habitat (costiero) e la pesca da souvenir che lo decima (oggi mi sembra proibita ma il frodo è sempre in agguato).

    ti lascio un link con le foto di un migliaio di specie in pericolo…. così ti rilassi e non pensi a quanto sono meschini i rapporti tra i sessi (o quanto siamo “cattivi” noi maschi 😉 ) :

    http://www.fotosearch.it/foto-immagini/specie-via-estinzione.html

    ciao

  2. Tisbe

    @filomenoviscido, la bassa natalità causata dalla monogamia non è frutto della mia fervida immaginazione. C'è un accurato servizio su venerdì di repubblica del 28 luglio 2006 😉
    Grazie per le info

  3. Tisbe

    @brugue, mmm il maschio umano non si estinguerà anche se nei miei sogni c'è un mondo popolato dalle Amazzoni 😉 (prima che scrivano demenzialità, si sappia che stavo scherzando)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *