Sei gay? Meriti di essere stuprata!

Generalizziamo o no? Perché ormai questo è il quesito che ci dobbiamo porre di fronte alle notizie di cronaca, che stanno investendo la penisola da nord a sud. Passato l’entusiamo per i Campioni del Mondo, l’Italia si è svegliata nel suo solito letto estivo, e spesso, a farne le spese sono gli stranieri, meglio se extracomunitari. Generalizziamo quando ci fa comodo. Se è un musulmano ad uccidere ci sentiamo autorizzati a credere che tutti i musulmani fanno parte di una cultura inferiore, incivile che va sradicata dal terreno mondiale. E’ l’alibi che che nostre coscienze cercano quando devono giustificare un attacco di guerra dalla chiara matrice economica. Ma adesso, come ci regoliamo. Cosa potremo dire alla nostra coscienza quando si apprende la notizia che 2 giovani, bianchi, italiani e presumibilmente cattolici hanno punito una ragazza perché colpevole di essere gay, stuprandola?

Generalizziamo. I cattolici sono vendicativi, sono incivili e meritano di essere eliminati dal terreno mondiale. I cattolici sono razzisti. I bianchi sono arroganti: usano la violenza per ristabilire uno pseudo ordine sociale che assomiglia ogni giorno di più al fascismo e al nazismo

VIAREGGIO – "Violentata perché gay". Paola ha 30 anni ed è stata stuprata tre giorni dopo Ferragosto. Due uomini giovani, alti, probabilmente viareggini, l’ hanno aspettata nella pineta della Marina di Torre del Lago, poco lontano da Viareggio, alle spalle di un noto locale gay e l’ hanno violentata.

31 commenti su “Sei gay? Meriti di essere stuprata!

  1. ascellomane

    Oilà bella figliola, ma sai che c'hai proprio ragione? Nonostante io me stia a vantà di essere il re della volgarità e il padrone del blog più grossolano della storia della merdosa umanità, detesto il fatto che 'sti stronzi che ci insegnano a scuola c'hanno sempre detto che i musulmani sono cattivi, sporchi (sicuramente mai quanto me!) e violenti e che hanno portato la guerra santa in nome di Allàh che è il loro dio; peccato che 'sti figli di puttana di insegnanti siano così ignoranti (e con le loro lauree mi ci pulirei il culo) che manco sanno che Allàh, Cristo e Yawhè sono la stessa persona e/o lo stesso dio, solo chiamato in tre cazzo di modi differenti e sono i tre cazzo di modi differenti che provocazo cazzi di guerre di merda! Io ho degli amici musulmani e ti assicuro che sono gente normalissima, simpatica e pure pulita: tutto tranne che dei merdosi terroristi ovviamente… e ovviamente appena alzo le ascelle si spaventano… e ci credo, sono igenici loro! Prima di pregare si lavano pure, su questo lato allora meno male che non sono musulmano, odio lavarmi! Si dai, un pò di raziocinio ce l'ho! BATTI L'ASCELLA A TEMPO! Oiea! Con voi c'è Ascellomane

  2. Slasch16

    vicino a casa mia, hanno ammazzato un orefice ed un tabaccaio. l'avrai sentito nei tg. al tempo. ero ai giardini, con il cagnino, ed era pieno di emigranti o ex, dal meridione, dal veneto ecc.ecc. tutti a commentare: con questi slavi non si puo' piu' vivere, con gli extracominitari ecc.ecc. dato che, i cazzi miei, non li so fare ho detto loro: calma con gli extracomunirari, con gli stranieri, che poi, scopriamo che sono dei "nostri". Quando e' venuto fuori che, i colpevoli, erano tutti della zona, abitavano li da decenni, avrei voluto andarli a cercare uno per uno. Allora coglioni! erano extracomunitari? ma non ho preso i nomi, la prossima volta.

  3. Pulcifix

    Di sicuro la generalizzazione non aiuta, ma neppure il buonismo. Ci sono i buoni e i cattivi dappertutto. Che molte delle società islamiche vivano in un clima paragonabile al nostro medioevo ( religione che è legge, donne marginalizzate, brigantaggio, 'feudatari' che tengono sotto il tallone gli altri etc) è un fatto da vedere, che siano tutti cattivi no. La gente normale ha tutta lo stesso desiderio: vivere serena, senza minacce, senza o con poca criminalità. Allora, qui da noi, si possono incarcerare italiani e non e tenerli in prigione fino a che non finisce la loro pena, che sia seria però e i clandestini li si accompagna in frontiera o a casa loro. Non approvo nè gli italianissimi che hanno messo a ferro e fuoco Milano qualche mese fa, nè gli immigrati che commettono delitti… lo sapete che fino al '95 chi svaligiava una casa doveva rendere il bottino e pagare i danni? Oggi ti attacchi. Perchè?

  4. Jinzo

    "Se è un musulmano ad uccidere ci sentiamo autorizzati a credere che tutti i musulmani fanno parte di una cultura inferiore, incivile che va sradicata dal terreno mondiale".

    Cara Tisbe, ha ragione a specificare: non bisogna generalizzare. Infatti bisognerebbe soffermarsi sull'identità dei musulmani che uccidiono. I musulmani che uccidiono sono terroristi. Ergo credo si tratti di persone che abbiano un valore umano discutibile.
    Poi ci sono quelli che hanno bruciato le bandiere danesi per la questione vignette. Quelli non erano terroristi, però, considerarli nostri pari dal punto di vista della civiltà e della civilizzazione, mi sembra alquanto ardito. Poi ci sono gi islamici che vanno necessariamente considerati nostrti pari. Quelli si riconoscono immediatamente, soprattutto per il fatto che girano con la scorta.

  5. sguenci

    la violenza non ha confini, ne razza, è sempre e solo un atto sporco e vigliacco, specialmente quando compiuto su donne e bambini. E' difficile vivere in un mondo dove ogni giorno ti senti impotente di fronte a queste mostruosità…ciao,ivan

  6. Tisbe

    @ascellomane, Mmmh, a parte il linguaggio decisamente scurrile le tue opinioni sono condivisibili (se hai detto la verità)
    @Slasch16, Peccato che tu non abbia preso i nomi … 😉
    @Pulcifix, Non sono d'accordo su questa dicodomia radicale e netta tra buoni e cattivi. Io credo che dentro ognuno di noi ci sia il lato oscuro e malvagio che si accende con determinati stimoli. Alcuni sanno dominarsi altri no… Abbiamo vite diverse, esperienze diverse, vissuti diversi e credo che non possiamo ergerci a giudici. Possiamo solo condannare senza tener conto della religione, della razza, dell'estrazione sociale di un individuo facendo riferimento esclusivamente ai fatti.
    @Jinzo, Mi dai del "cara" e poi continui a darmi del lei? Quanto è grande per te la nostra distanza ideologica? Sul terrorismo c'è molto da dire, l'argomento è troppo ampio da non potersi ridurre a poche righe in un blog. Personalmente non sono legata alle bandiere, ai simboli, quindi il fatto che le brucino non mi dà fastidio più di tanto. Soffro molto di più se fanno del male ad un animale, o comunque ad un essere vivente. Ho rispetto anche per le piante… Ad ogni modo ribadisco il mio pensiero con il quale, pare tu sia d'accordo: mai generalizzare!
    @ sguenci, Sì, è molto facile prendersela con i deboli
    Un benvenuto a tutti i miei nuovi lettori e bentornato a Jinzo

  7. lameduck

    La violenza contro i gay è una piaga che la società non vuole affrontare perchè in fondo fa comodo agli ipocriti dei media additare questi episodi come monito contro l'omosessualità stessa. "Hai visto cosa accade ad essere gay", è il messaggio subliminale?
    E' una vergogna dei nostri tempi.
    In questo caso c'è una doppia violenza, quella contro la donna e contro la donna che si permette di non andare con gli uomini.

  8. Eliantotisaluta

    Quando ho sentito la notizia ho pensato a boy's don't cry, a quanto fosse inorridita la gente in sala durante la scena della violenza e agli stupidi commenti degli idioti adesso che dicono, beh, tanto era gay… Ipocrisia…
    Il nostro problema? Ci serve un nemico, un capro espiatorio, qualcuno che catalizzi la nostra cattiveria, che faccia da cattivo… tanto meglio se è una minoranza e non importa chi è il buono, sarà alternativamente un cattolico, un pacifista, uno stronzo, un benpensante, un cinico… siamo abituati a fare così…

  9. utente anonimo

    …Non riesco più a staccarmi da questo blog…sarà che mi affascina quando le persone hanno molto da dire e quando sono immerse nel mondo da poterne sentire ogni sua piccola pulsazione…ma, ora si parla di discriminazioni, preconcetti e chiusura nel proprio mondo (xenofobia, paura del diverso).
    Sono un po' pessimista, forse perchè da piccolo ero eccessivamente ottimista, mi ricordo di una colomba di carta che avevo fatto volare in una pasqua di più di 25 anni fa..speravo che arrivasse ad un bambino russo (non so perchè) sopra avevo scritto qualche riga di amicizia. Per me, allora, questa era la fraternità tra le persone.. potersi dire che ci si vuol bene malgrado le distanze di ogni tipo.
    Ora mi rendo conto che l'uomo non riesce a comprendere solo ciò che gli è vicino, e intendo uomo.. sia musulmano che cristiano, gay o etero..nessuno di noi vuole minimamente rispettare la diversità.
    Si cerca di convincere che la propria posizione è quella giusta fino ad un certo punto, poi si creano muri o si cerca di distruggere il mondo dell'altro.
    Ovvio, ci sono persone diverse da queste, fortunatamente..ma non sono le persone singole che condizionano la storia, ma le tendenze generali che è piu' facile che vengano mosse da idee estreme e slogan urlati.
    …lo ammetto, sono preoccupato.

  10. AlePec

    Che poi se ci fai caso quando è colpa dei musulmani i telegiornali ma in particolare studioaperto fanno i servizi di 3 ore altrimenti basta un minuto senza nemmeno specificare che si tratta di 1 italiano

  11. utente anonimo

    Brecht diceva: «Posso conoscere Dolores, Julie, Francois, ma non avrò conosciuto una spagnola, un inglese o una francese». Ognuno è unico, e è impossibile stilare categorie di uomini.

    ilCogito

  12. Tisbe

    @lameduck, In questo caso c'è una doppia violenza, quella contro la donna e contro la donna che si permette di non andare con gli uomini. Quaestio centrata!
    @Eliantotisaluta,Dovremmo indagare per comprendere la nostra necessità di costruirci un nemico
    @ bhikkhu, Poche parole ma senza tentennamenti
    @ Luca, Si era capito 😉 Grazie per l'interesse che mostri per questo blog che cresce in maniera disorganica e spontanea (Giuro, non passo mai ad estirpar le erbacce perché non voglio il giardino ma un pezzo di mondo) … Non devi preoccuparti: il mondo è stato sempre così, è solo la nostra percezione di esso che cambia 🙂
    @AlePec, Verissimo! Hai STRARAGIONE
    @ilCogito, Ottima citazione, cade a fagiolo 😉

  13. Eliantotisaluta

    Tutto viaggia in questa direzione… guarda come è costruito un TG… i primi minuti, tolte le dichiarazioni e le minchiate dei nostri politici, sono su: guerre estere che sembrano avere terribili ripercussioni su di noi, caso della settimana in cui un extra-comunitario ha fatto qualcosa di terribile, nave che arriva a Lampedusa, influenza aviaria, attacchi terroristici e loro eco, potentissimi armi in mano del nemico orientale…
    Se la nostra attenzione è catalizzata su questi stronzi di stranieri, come ci insegna il tg, velatamente (ma anche no), allora non ci preoccupiamo che il nostro stato vada allo scatafascio, perchè siamo a pensare che prima o poi i suddetti stronzi ci faranno qualcosa di terribile e intanto ne siamo impauriti… alcuni pedagogisti dicono che sia per colpa della caduta del muro di Berlino… io, sinceramente, penso che sia un'impostazione del nostro beneamato stato… i media di pochi altri paesi lavorano in questa direzione…

  14. utente anonimo

    Dunque: sono bianchi, italiani e cattolici. Ma potrebbero essere anche bianchi, italiani e comunisti. O per qualche dogma sconosciuto i comunisti non stuprano mai nessuno? E allora generalizziamo: siccome i comunisti quasi sempre non hanno niente da fare (per questo sono comunisti), allora sono proprio loro gli stupratori della Versilia.
    Tisbe, quel "presumibilmente cattolici", più che da opinione politica, è da buoncostume.
    Crescenzo

  15. utente anonimo

    io vivo con una iraniana (gnocca) e una turca (gnocca). alla faccia vostra di generalizzatori. tie`.

    eppols sloggato

  16. FedericoGarcia

    La mia opinione è che generalizzare ed etichettare sia una modo comodo e sbagliato di tutti noi per non affrontare i problemi con razionalità, ma semplicemente giudicare per partito preso, bendarci gli occhi e il cervello e andare egoisticamente avanti per la nostra strada.
    Buona domenica Tisbe.

  17. moltitudini

    uhhmmnon so…..potremmo decidere che tale azione è frutto del loro essere cattolici..o forse del loro essere toscani….o vicini a forza nuova…o italiani..o maschi..boh, fate vobis.
    🙂

  18. Tisbe

    @Jinzo, Grazzzie! 🙂 Adesso mi tocca convincere un'altra persona che proprio non riesce a darmi del tu… eppure io sono semplice, umile e spontanea Qb (almeno credo)
    @Eliantotisaluta, Non saprei dire se la cosa sia studiata con metodo scientifico … Voglio vivere con il beneficio del dubbio
    @Crescenzo, Comunisti? Certo che potrebbero essere comunisti, ma io dovevo contrapporre una religione ad un'altra religione, mica un'ideologia politica? Il mio modo di procedere è molto logico, oppure, caro Crescenzo, dovrei innalzare il comunismo a rango di fede? Ed equipararlo al cattolicesimo e all'Islam? Purtroppo sei uscito su un piano diverso e non c'è logiac in quello che dici. Ho detto "presumibilmente cattolici" in riferimento a "musulmani"! Solo, e solo per questo motivo… Niente altro.
    @loftus, Grazie 🙂
    @eppols sloggato, Devo invidiarti? 😉
    @bhikkhu, 😉
    @lameduck, Grazie, sono passata a leggerti… Bravo!
    @ FedericoGarcia, Buona Domenica anche a te…
    @moltitudini, Beh, sono in tanti ad essere intolleranti verso i gay … ma io ho fatto una contrapposizione religiosa e non ideologica… 😉

  19. utente anonimo

    il 99% dei musulmani sono d'importazione. la cultura musulmana è basata sul disprezzo della donna.
    se un musulmano violenta un'italiana la colpa è dell'italiana perchè
    a) non appartiene a un uomo.
    b) è una puttana perchè non è velata.
    c) non c'è nessun problema morale (per un musulmano) a violentare una donna.
    traetene voi le conclusioni…
    per quanto riguarda quei due, il sottoscritto sarebbe per la castrazione meccanica, non chirugica mediante tenaglie da acciaieria….
    piccola postilla…
    se qualche imbecille non avesse permesso al violentatore (isalmico) di restare qua ci sarebbe stato un violentatore in meno in giro…
    più facile di così…
    el matador

  20. GayGuy

    Salve Amica Tisbe,
    passo veloce per ringraziarti e dirti che provvederò entro oggi a commentare il tuo post.
    Ho letto l'articolo che mi hai indicato dell'Amico blogger, molto bello. Ci risentiamo fra qualche ora, direi pomeriggio 🙂
    Anche il Mio Compagno Maritino Danny avrà alcune cose da dire in merito.

    Ti Auguro Buon Proseguimento di Nottata e Giornata prossima
    Abbraccio Fraterno ^_^

    Con Amicizia e Rispetto
    Gentleman (Morris)
    – – – – – – – – – – –
    @ el matador:
    sono nettamente in disaccordo su tutto quello che hai esposto.

  21. Tisbe

    @el matador, Beh, i motivi che hai citato erano gli stessi (e spesso lo sono ancora) per cui gli italiani si sentivano in diritto di violentare. La questione è che la donna appartiene esclusivamente a se stessa, e uqlsiasi suo comportamento non può giustificare la violenza carnale. Tieni conto che fino a pochi anni fa lo stupro era considerato un reato contro il costume e non contro la "persona" Ed anche quando la legge è passata la vittima degli stupratori italiani spesso finiva sul banco degli imputati e veniva scandagliata tutta la sua vita privata pur di dimostrare che aveva MERITATO la violenza. E non dimenticare che solo qualche mese fa la CASSAZIONE ha ridotto la pena ad un adulto ( nello specifico convivente della madre) che aveva abusato della minore solo perché costei non era più vergine! Anno 2006 civilissima Italia
    Fate vobis
    @GayGuy, Grazie a voi per il passaggio 😉 I vostri post sulla deportazione degli omosessuali nel periodo nazista è davvero illuminante. Peccato che non se ne parli mai. Anche da morti bisogna appartenere alla serie A
    @alessandro62, perfettamente d'accordo

  22. utente anonimo

    @Crescenzo: "presumibilmente cattolici" credo sia semplice statistica. In Italia quasi tutti si professano cattolici…

    @El Matador: Mi sa che non conosci molto della cultura islamica. i "musulmani" che citi tu si possono considerare allo stesso modo dei "cattolici" che hanno violentato quella ragazza. Gente cioè che si identifica in una religione solo per abitudine ma che ignora i principi di quella religione… Hai presente i papaboys che applaudivano a Giovanni Paolo II alle GMG quando parlava di castità e poi la sera scopavano amabilmente come ricci fregandone di quanto avevano applaudito la mattina – testimoni le centinaia di preservativi usati trovati dai netturbini il giorno seguente le manifestazioni. Lasciamo perdere i luoghi comuni sul mondo islamico tipo "non c'è nessun problema morale (per un musulmano) a violentare una donna": nemmeno la sharia più integralista del più teocratico dei paesi islamici afferma simili scempiaggini. Riguardo alle altre cose che dici ti ricordo che si tratta sempre di sharia e cioè di interpretazione del Corano da parte dei vari "taliban" (che significa semplicemente studiosi di Dio). Un po' come
    il prete quando dice che non puoi mangiare carne il venerdì santo: interpretazione della Bibbia – nuovo testamento nella fattispecie -, parole che non troverai mai su quel testo sacro.

    Fermo restando che ritengo ogni religione un male per l'umanità, la semplice affermazione di un potere mascherato da etica, la fede snaturalizzata ed incanalata in un vuoto ritualismo…

    Marco il Lunatico

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *