Persino le dodicenni sanno che l’uomo nero è cattivo!

«Se vedessi quella ragazza le farei solo una domanda: perche’ hai detto che sono stato io? Sono molto arrabbiato ma se mi chiedesse scusa la perdonerei». Già perché indicare un ragazzo marocchino come colpevole di una simulazione di stupro? Ansa.it

Una dodicenne ha paura dei genitori, e s’inventa di essere stata stuprata. Sceglie di accusare un marocchino. E’ un caso o questa scelta è dettata da credenze e opinioni piuttosto diffuse tra i cittadini italiani?

9 commenti su “Persino le dodicenni sanno che l’uomo nero è cattivo!

  1. freemorpheus

    Indubbiamente c'è da riflettere anche su questo episodio. Infatti un bambino o un adolescente che vive in un ambiente dove vigono certi stereotipi (tipo appunto che i Marocchini sono delinquenti, o cose simili) finisce per farli propri. Così nascono i pregiudizi con tutto quello che ne consegue…

  2. utente anonimo

    e che c'è pure da commentare? Questa è la subcultura che impongono anche i telegiornali…
    laura

  3. oscillante

    Concordo con Laura e aggiungo che la ragazzina oltre che essere razzista è anche psicotica e andrebbe curata, lei e i suoi genitori.
    Una domanda: ma la scuola, non insegna proprio niente a questi ragazzi?
    Ciao Tisbe, un abbraccio

  4. desiderio947

    Molto banalmente, sicuramente la ragazzina in questione ha avuto la sua prima esperienza sessuale e trovandosi dinanzi al dilemma di come giuatificare la perdita della verginità, non ha trovato niente di meglio dello stupro da parte di un marocchino. Il tutto è frutto di una subcultura che fa della verginità un mito da preservare fino al matrimonio che coinvolge i genitori, i ragazzi la scuola e la società nel suo complesso. Purtroppo è molto radicato il pregiudizio, anche in ambienti “progressisti”, che una ragazzina dopo la prima esperienza sessuale è una puttana, mentre il ragazzo diventa un ganzo. C’è ancora molta strada da fare sulla strada dell’emancipazione maschile.

    Ciao, buona notte. beppe

  5. utente anonimo

    la ragazzina sapeva molto bene che il suo raccontino sarebbe stato accolto in un determinato modo. La regola è sempre la stessa: nascondere la propria mostruosità dietro coloro che la società indica come mostri …tanto per non guardarsi allo specchio! Ciao 🙂
    draculia

  6. Tisbe

    @freemorpheus, Se le cose stanno davvero così, è terribile!
    @laura, Hai ragione. Mi sono resa conto che passano molto tempo a raccontare delle colpe commese dagli starniere, mentre omettono di parlare dei delitti made in italy… Che schifo! Non riesco più a guardarli i Tg
    @oscillante, Per quello che ne so a scuola cercano di fare un buon lavoro, ma la famiglia influenza in misura maggiore e poi la Tv monopolizza le coscienze degli adolescenti…
    @desiderio947, Ancora? No! Pensavo fosse superato, anche se dodici anni per cominciare … Vabbè che ognuno ha i propri tempi e la propria maturità
    @draculia, Davvero interessante il tuo commento. Grazie 🙂

  7. utente anonimo

    ma ke kazzate..dio santo!
    la maggior parte delle volte purtroppo è vero ke sono i marocchini o comuqneue questi extracomunitari a violentare..o cmq fare violenza alle donne…e tu ke sei una ke difende tanto la categoria..comecavolo fai a scrivere stecose???
    eh?
    ke nelle città del nord uscire la sera per una ragazza è improponibile..con tutti sti immigrati ke ci sono! ma dio santo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *