Sulla PASSIONE

Navigando in internet, anzi, mossa da una chiave di ricerca usata per arrivare a me, ho scoperto una pagina meravigliosa. Si tratta di un’intervista sulla passione. Io propongo la parte finale perché è quella che preferisco, ma se volete leggerla integralmente vi lascio il link

Sembra di capire che essa viva e si nutra di un continuo desiderio di ricerca, che sia perenne movimento.

"Certo, ed è questo il grande segreto che tiene unita una coppia a dispetto del tempo che passa: non sentirsi mai appagati, continuare a essere reciprocamente curiosi, cercarsi sempre e non trovarsi mai del tutto. 
Ricordiamoci che i "coniugi" sono coloro che si coniugano, che si fondono. Quando tra i coniugi esiste la passione, la fusione si nutre dell’esistenza dell’altro e diventa elemento di vita, ma mai appagamento totale, altrimenti la passione muore".

Paradossalmente, dunque, perché l’amore viva occorre sempre una dose di insoddisfazione che ci muove a cercare. Meglio, insomma, fermarsi poco prima della vetta, continuando la metafora della scalata?

"Non è un problema: finché dura la passione non ci si sentirà mai sazi. Pensi che splendido dilemma: la sazietà è voluta e temuta nello stesso momento, ed è ciò che mi rinnova continuamente l’oggetto della passione, ciò che mi indurrà a riscoprirlo ogni giorno, a volerne sapere sempre di più, a non cadere mai nella staticità del rapporto. D’altra parte, raggiunta la vetta non resta altro che scendere… ".

Come vive chi, per caso o per rinuncia, non incontra mai sentimenti del genere, anche nell’ambito non amoroso?
"Vive male ma non lo sa. Vive solo in parte ma nemmeno immagina che certi moti dell’animo possano esistere. Ma a chiunque può capitare, nel momento più impensato, di incontrare la passione e allora la sua vita cambia. Noi studiosi della psiche sappiamo quanto sia difficile "cambiare", è una delle cose più dure per un uomo che voglia o debba riuscire a farlo, eppure la passione è un cambiamento epocale che di colpo ti porta a vedere tutto con occhi diversi. E soprattutto ti porta a scoprire il tuo inconscio, mettendo a nudo i tuoi bisogni: conosci un altro te stesso che non sospettavi.

E’curioso constatare come anche le cose di tutti i giorni prendano un altro colore: il mare lo vedi diverso, un cielo stellato lo vedi diverso, un libro letto più volte ora lo vedi diverso! E non è un modo di dire, succede davvero! E’ un patrimonio che dovremmo passare ai nostri figli: invece di volerli "bravi" in riferimento alla società (cioè che "diventino qualcuno e guadagnino bene"), avviamoli ad essere se stessi. Solo così se incontreranno la passione non ne avranno paura e, anche a 60 anni, partiranno per una missione in Africa o scriveranno un libro. Invece i più rinunciano
Ma in una coppia quanto può durare uno stato del genere?

"Quando una relazione che si credeva solida finisce, si dice "non era amore, era solo passione". Errore: non era passione! Quanti matrimoni naufragano perché erano nati da un’attrazione solo fisica? La passione no. E’ desiderio di integrazione. E dura anche per sempre, purché la fusione sia voluta da entrambi: allora è una scalata di tutta una vita, durante la quale però è necessario creare dei "rifugi" di rifornimento. Certo, con gli anni cambia: non è più la conquista dell’altro ma del benessere in quel "rifugio". In alcuni momenti si arriva a "essere l’altro". E se anche il coniuge sa farlo, è l’estasi".
Ma quante se ne trovano di passioni così?

"E un sentimento raro: incontrarsi in questo modo è come trovare l’unica chiave al mondo per quella toppa. Ce n’è una sola: se la lasci andare non la ritrovi più?".   AiutoFamiglia

8 commenti su “Sulla PASSIONE

  1. Sphinx1974

    Sì, è veramente meravigliosa.

    La passione è ciò che porta ad acuire i sensi, a livelli che magari nemmeno immaginiamo.
    Non mi riferisco solo a quella fra uomo e donna, ma alle passioni che pi in generale possono accompagnarci nella vita.
    La scrittura, la pittura, l'arte in genere, oppure uno sport e qualunque altra cosa ci possa far desiderare di vivere.

    Ritornando alla passione amorosa, spero di trovarla un giorno.

    Ciao

  2. Kares

    Mio padre mi raccomandava…
    "Alzati da tavola soddisfatta, ma mai sazia"

    Credo che nella vita questa metafora possa essere utile… peccato è che la passione deve essere ben dosata da due individui, data la coppia.
    Lieve rammarico il mio, non badarci.

    Un sorriso a te che ho trovata per caso.
    K.

    Ps ottime riflessioni cmq.

  3. GayGuy

    Carissima Amica Tisbe,
    quello che hai postato è molto bello e in parte lo condivido… però però!?
    Sono molto nervoso in quest'istante perchè ho ricevuto una e-mail da un visitatore del mio portale amatoriale <a rel="nofollow" href =http://www.gayguy.it/ target=_blank rel="nofollow">GayGuy.it, dove esterna il suo "DOLORE E RAMMARICO", nel sapere che esistono ancora dei siti web dove il razzismo, l'ipocrisia sono di casa, il tutto condito da una giustificazione di "buone parole d'ingresso", oppure come presntazione dell'autrice del sito "da denuciare!". Avevo in mente di andare a lettuccio presto ma quando ho letto l'articolo (uno dei tanti. In prartica sono tutti fatti con lo stesso carattere diffamatorio), ho deciso di stare ben sveglio e realizzare un post entro questa notte.
    Il sito web si chiama <a rel="nofollow" href =http://www.barby25.com/modules.php?name=News&file=article&sid=1741 target=_blank rel="nofollow">Barby.25.com. Quando lo leggerai non credo rimarrai molto contenta, soprattutto perchè chi scrive difende i valori cristiani, andando contro tutti: partiti politici e non.
    In pratica tutti coloro che non si "sposano" con la "chiesa cattolica apostolica romana". Ho trovato molto, troppo disgusto e devo dire che fino a quando esisteranno persone di questo genere, non siamo per niente al sicuro, anzi! Istigano all'odio e alla violenza (PUNTO!). diversamente, se proseguo ti faccio un secondo post anche qui.

    Ti Abbraccio Fraternamente

    Con Amicizia e Rispetto
    Gentleman (Morris)

  4. Tisbe

    @Sphinx1974, Più che trovarla, ciò che conta è saperla riconoscere e avere il coraggio di non perderla… In bocca al lupo
    @Kares, Anche a me è stato insegnato ad alzarmi da tavola mai completamente sazia… E' vero, quando sono coinvolti due "soggetti" è sempre difficile che tutto funzioni oppure che i tempi siano sincronizzati (parlo di tempo della coscienza ovviamente)
    @chiaralice, Sei riuscita a commentare! Beh ogni tanto si deve avere il coraggio di riflettere e di guardarsi dentro, ma siamo ancora in pochi ad essere capaci di farlo
    @ GayGuy, Ho dato un'occhiata al sito. Capisco la tua rabbia ma non mi meraviglio. Negli ultimi tempi sto assistendo ad una perdita dei veri valori cristiani. E mi fa tanta rabbia che si riempiano la parola con il nome di Cristo per seminare tutt'intorno il seme dell'odio. Non ti dico cosa mi è capitato d'incontrare in un forum… A me sembrano tutti impazziti e adesso hanno trovato un altro idolo: Martinelli ( idolatrato anche nel sito che mi hai indicato) Che schifo!
    Sono intollerante?
    Sì, lo sono!
    Sono intollerante alla violenza gratuita e sono intollerante alle strumentalizzazioni di Cristo!

  5. freemorpheus

    Non mi convince molto questo che riporti, mi sembra, tra l'altro, pieno di ovvietà. Penso che la capacità di provare forti sentimenti come la passione sia un fatto interiore dell'individuo e non derivi da chissà quale incontro fatale. Chi è in contatto con il proprio corpo, con il proprio Sé allora è predisposto a "sentire di più" quindi alla passione. Di chiunque si innamorerà, lo farà con passione. I rapporti d'amore finiscono non perché ci si è dati tutto, perché non c'è un tutto, bisogna sembre cercare di darsi il massimo sennò arriva l'insoddisfazione. Finiscono perché subentrano altre cose che possono cambiare il rapporto che la persona ha con se stessa e, conseguentemente, con il/la partner.

  6. Tisbe

    @Spectrix, Ti aspetto…
    @ freemorpheus, Quello che riporto non è mio, appartiene a uno psichiatra, comunque lo condivido. In altri momenti della mia vita non sarebbe stato così. Avrei avuto delle perplessità.
    Di sicuro esistono rapporti sentimentali e di coppia dove la passione non è mai comparsa e mai comparirà. Di sicuro alcuni rapporti vengono meno perché ognuno dei membri cambia in modo non sincronizzato rispetto all'altro.
    Ma di sicuro la passione, così come l'ha intesa e spiegata lo psichiatra, è una molla costante che permette alla coppia di crescere e resistere nel fiume del divenire…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *