L’altra verità

«Si può discutere della reale responsabilità penale di Tibo, Riwu e Silva, ma che 700 cristiani abbiano attaccato i musulmani con armi fatte in casa e machete (molte persone furono decapitate o fu tagliata loro la gola; 40 persone furono uccise all’interno di una moschea) sono dettagli su cui si sorvola un po’ troppo disinvoltamente quando da noi si parla dei martiri cristiani che patiscono nel silenzio del mondo». Canisciolti

Riflessioni: Anche sulla pena di morte si fa distinzione. Esistono condannati di serie A per per cui si fanno fiaccolate e ci si mobilita, ed esistono condannati di serie B per cui è meglio lasciarli morire nel silenzio… Non aggiungo altro. Anzi no. Aggiungo che se si continua ad uccidere e massacrare in nome di Dio, ciò vuol dire che ogni idea di Dio finora concepita è malsana!

 

36 commenti su “L’altra verità

  1. giamo

    Fa rabbia, e tanta, vedere la mobilitazione assolutamente strumentale di Casini insieme a molti esponenti del centro sinistra.
    Non ci si arrabbia, indigna, inca**a contro la pena di morte in quanto tale (vorrei vederli Casini & C. che manifestano quando la democratica Usa uccide i suoi condannati a morte) ma contro la morte dei "nostri". Che gli "altri" vengano ammazzati allo stesso modo non ha importanza…
    Un saluto

  2. Tisbe

    @giamo, la tua indignazione è la mia. Casini con questo comportamento ha toccato il punto più basso al quale poteva aspirare di scendere.

  3. utente anonimo

    come si fa a fare andare d'accordo due masse che credono in qualcosa di inesistente o quantomeno interpretabile a piacimento?
    semplice: una bella partita di calcio.
    in una ditta dove lavoravo si è fatta, Tunisi vs Etiopa-Italy united
    6 tunisini contro 1 etiope e 5 italiani.
    (3-4) nessun ammonito, nessun rigore. 🙂

    Saluti Er Mahico

  4. AzzikKlaudia

    condivido! si tratta di ignoranza (soprattutto storica). Non posso ritenermi cattolica a tutti gli effetti ma sentire che la gente viene uccisa in nome di Dio (un qualunque Dio) mi infastidisce molto: trovate una scusa migliore perchè se un Dio esiste non ci ha creati per ammazzarci a vicenda!!!

  5. utente anonimo

    Sarò disincantato, caduto nel cinismo, inebetito dal mondo, o chissà che altro, ma l'idea dell'utilizzare Dio, o anche una squadra di calcio, o qualsiasi altro arogomento.. per indignarsi, litigare, lottare e fare la guerra, cosi' come utilizzare gli stessi argomenti per unirsi, formare corporazioni e combattere tutti assieme all'insegna del "stiamo tutti uniti per..:" mi sembrano passaggi molto, ma molto profondamente umani. Ma umani nella vera accezione del termine: ipocriti, opportunisti, ottusi, ..e vabbè.. andrei all'infinito.
    Fortunatamente non sono pochissimi, gli esseri umani.. che non sono, poi, così "umani"!

    Saluti Luca

  6. sermau

    la religione….ci portiamo dietro ancora questo peso del passato… anche se alquanto trasformato….ma gli idoli di oggi sono migliori?

  7. Tisbe

    @usbeck, Già, che stupidità
    @Er Mahico, Mi pare una buona idea
    @AzzikKlaudia, Pare che la scusa di Dio sia quella che riesce meglio 😉
    @ stefanomassa, Purtroppo nessuno osa guardare negli integralismi di casa propria
    @ Luca, Uccidere è umano? Forse, allora io animale!
    @sermau, Gli idoli bisogna distruggerli tutti, come ebbe a dire Bacone…

  8. utente anonimo

    Viene utilizzata la parola "umanità" per comprendere tutta quella serie di qualità positive che sono nell'uomo. Quasi sempre, io, lautilizzo in senso negativo, dato quel pizzico di sfiducia che ho per la nostra specie.
    In questo senso ..anche uccidere è umano!

  9. FrankL

    Sono dell'opinione che la religione debba essere confinata ad un fatto PRIVATO: la secolarizzazione giunta all'ultimo stadio.

    La Chiesa non lo vuole, ovviamente: già Giovanni Paolo II si è scagliato a più riprese contro la "new age" e la "religione fai da te". Ovvio, la Chiesa perderebbe fedeli e potere.
    Gli islamici, che sono ancora meno laicizzati rispetto a noi, credono che la religione debba avere un ruolo ancora più centrale nella vita pubblica.

  10. etienne64

    Sinceramente il metamessaggio mica l'ho capito e a leggere le risposte ai commenti ancora meno…
    Certo che una posizione un po' più chiara di condanna di una esecuzione capitale anche se deplorata da Casini non ci starebbe male.

  11. Tisbe

    @attardarsi, Di solito faccio riferimento alla "umanità" così come la concepisce Kant
    @FrankL, Gli islamici devono fare i corsi accelerati, ma non a suon di bombe o machete… altriemnti li rafforziamo. Io ricordo un detto sui sangue dei cristiani (nn ricordo l'autore) Secondo i cristiani il sangue dei martiri sarebbe diventato seme per altri cristiani… Uccidere è controproducente, non porta a maturare il senso di laicismo
    @etienne64, Qui siamo contro la PENA DI MORTE senza se e senza ma, ma siamo contro la strumentalizzazione politica e regligiosa. Chi ha protestato in questa occasione lo ha fatto solo per motivi ideologici e non perché sia realmente contro la pena di morte, altrimenti avrebbe portato le fiaccole sotto l'ambasciata Usa in molte occasioni!

  12. etienne64

    Beata contraddizione: sei contro la pena di morte senza se e se ma, MA distingui tra quelli che protestano contro la pena di morte con cuor sincero e quelli che lo fanno senza crederlo nel loro intimo. I soliti buoni e cattivi, dove il cattivo rimane cattivo anche se fa qualcosa di buono. E guardare gli uomini e le loro azioni anziché farne sempre una questione di schieramento? Eh, Berlusconi ha insegnato a TUTTI come si affrontano i problemi: quel che conta è lo schieramento, sopra di ogni altra cosa.

  13. Tisbe

    @etienne64, Per favore! Questa è una notizia di cui nessuno parla. A me piace fare controinformazione. Ionon li avrei condannati a morte ma vorrei che nei Tg si dicesse che anche i cristiani sono assassini… E' molto semplice… Se poi devo sentirmi colpevole perché non so difendere con la spada i valori cristiani… allora si fa prima a dirlo apertamente. Io sono cristiana ma esattamente come voleva Cristo. Lui era un rivoluzionario, i cristiani di oggi sono ombre smarrite alla ricerca di consensi mooolto materiali ed io non li condivido!

  14. etienne64

    Tisbe, sono quasi folgorato dal fatto che tu sia cristiana come voleva Cristo. Se non ti secca troppo, però, per il processo di canonizzazione aspettiamo un po', ok? 😉 Comunque, la difesa dei valori cristiani mi interessa molto meno della difesa dei valori della non contraddizione. E sopratutto del capire cosa viene prima e del cosa viene dopo. Con il tuo post stai quasi legittimando una fucilazione per far dispetto a Casini.
    Il che mi pare semplicemente grottesco. Esistono delle cose che vanno al di là del giochetto politico quotidiano e se, su queste cose, si riesce a essere d'accordo anche con chi appariva il peggior nemico vuol dire che esiste la possibilità di un dialogo e arrivare all'obbiettivo che veramente conta, l'abolizione totale della pena di morte dal pianeta terra.

  15. utente anonimo

    Belin… ma qui proprio non ci siamo, che tutti, ma proprio tutti vogliano essere ipocriti fino a sto punto, mi sembra strano! …è ovvio che il post parla di una strumentalizzazione da parte di Casini di un fatto che tutti deploriamo e non mi pare asolutamente che nel post stesso, ci sia una giustificazione od un ritenere lecita l'uccisione di quei cristiani. Perchè si deve tirare per le orecchie una cosa come questa?

    …Vedi, Tisbe, cosa intendo io per "Umanità"?

    Luca

  16. utente anonimo

    Poi..anche la petizione per salvare l'iraniana che ha ammazzto la suocera….chi la ascolterebbe, Ahmadinejad?.. invece fate qualche petizione per le centinaia di persone che sono nel braccio della morte in America!

    Ri-Luca

  17. etienne64

    @Luca
    E' più importante la "strumentalizzazione" o reagire contro una fucilazione? Ti dò per buono che Casini abbia strumentalizzato la vicenda. Ma chi se ne frega. Il merito delle questioni sta diventando un mero orpello rispetto allo schieramento. Riportare, p.es. la Baraldini in Italia è stato, prima di tutto, il sottrarre una poveraccia a un carcere infame. Il fatto che la Baraldini sia di sx è una questione secondaria: era una donna denuta in condizioni disumane. L'unico rammarico è che non si sono potuti aiutare anche gli altri detenuti di quel carcere.
    Mi fa rabbrividire, invece, che la foga di dare addosso a quelli dell'altra sponda faccia dimenticare il nocciolo dei problemi. E mi fa ridere (per modo di dire) che, alla fine, stiamo acquisiendo proprio il modo di fare dello smemorato di Collegno.

  18. utente anonimo

    @etienne64
    ..si hai ragione, se gli atti possono servire a migliorare la vita a qualcuno.. ben vengano, a dispetto della motivazione di chi li compie. Ma in questo caso, non credo che i tre fucilati possano tornare in vita con le parole di Casini.. o anche di Fassino, solidale anche lui in quella giornata di commozione collettiva.
    Quindi, questo non è servito a nulla tranne che a delimitare le proprie posizioni.. Casini ha detto: "io sono un cristiano, votatemi per questo" ..Fassino ha detto: "Bè.. in fondo lo sono anche io, quindi se votate con dettami religiosi…perchè non votare me?"
    E' questo il punto… il mondo più cresco/invecchio e più lo vedo ipocritello.
    ..Per questo hai ragione a dire che bisognerebbe uscire da questa logica di parte, ma dubito che l'homo sapiens ne sia capace, forse un futuro homo plus quam sapiens…chissà!

    Luca

  19. etienne64

    @Luca: ma hai idea delle petizioni che vengono fatte per i condannati a morte americani?
    Se negli ultimi tempi c'é stato un certo rallentamento è perché si è visto che sono controproducenti.
    Kobra: con Amina si è riusciti i regimi islamici in questo momento sono più sensibili all'opinione internazionale di quanto non lo siano gli USA beatamente chiusi nel loro senso di superiorità morale.
    Infine: ma in base a cosa scegli le campagne di sensibilizzazione?

  20. utente anonimo

    Si è riusciti, ma indubbiamente il "reato" di Amina era diverso.. se si riesce a rispettare il diritto alla vita anche dell'iraniana, è sicurmente un atto di giustizia in più: uno stato, qualunque sia, non si puo' arrogare il diritto di uccidere.
    Ed è anche possibile che in un momento in cui l'Iran vuol dimostrare al mondo di essere una nazione civile (relativamente al fatto di poter utilizzare l'uranio..e vai con i doppi fini!!).. dicevo, è possibile che una sensibilizzazione di questo tipo possa toccare gli alti vertici del paese.
    Certo, non mi levo il dubbio che l'attenzione occidentale sugli atti di in-giustizia nei paesi musulmani, sia un fatto strumentale, ma..dammi il link della petizione! 🙂

  21. utente anonimo

    Sinceramente a me sembra proprio il contrario. Se c'è una strage di musulmani giustamente ci si mobilita per chiedere il rispetto di quel popolo, mentre le stragi di cristiani in Africa Ad opera di musulmani) passano sotto silenzio. Allo stesso modo, quando il Papa avanza qulache dubbio sull'interpretazione del corano da parte di qualche integralista, gli danno addosso come se avvese detto chissà cosa, ma se poi qualche capo musulmano dice che il Papa rappresenta l'Anticristo o il demonio in persona, tutti zitti oppure si invoca addirittura la libertà di pensiero e di espressione. Sicura che su questo argomento sei serena fino in fondo?
    Crescenzo

  22. bhikkhu

    Uhm… tenendo comunque conto dell'ipocrisia di Casini, assecondarlo non sarebbe affatto una brutta idea: primo, terresti fede alla tua idea che la pena di morte è sbagliata punto e basta; secondo, potresti poi coinvolgerlo in una futura protesta contro la condanna, che so, di un afroamericano musulmano che ha uccisa una dozzina di persone dalla pelle bianca, razza caucasica: se Casini dice "ma, no, non so" saresti quindi autorizzato a pisciargli in faccia…

  23. etienne64

    Potrei fare a Casini quello che tu dici senz aspettare che un afroamericano ammazzi un tot di gente. Così mi tolgo uno sfizio e nessuno ci rimette la girba.

  24. Tisbe

    @etienne64, Sei distratto, non hai chiuso il codice e adesso è tutto in corsivo! Ma ti perdono. Io credo di essere stata molto chiara. Non sono nemmeno contro la fiaccola in sé, ma contro l'ipocrisia di eprsonaggi ambigui come Casini. Non credo che ci si possa fidare di un uomo simile ed il fatto che si spacci per difensore di vite cristiane mi fa venire la pelle d'oca. E' notorio che io sia contro la pena di morte, senza mezze misure. Nemmeno per crimini gravi e nemmeno per stragismo. Detto questo, avrei salvato i cristiani, ma rimane una verità di fondo, e cioè che anche i cristiani sanno massacrare ancora nel nome della Croce, esattamente come quando quel pazzo di Carlo Magno, bruciò i sassoni nel nome di Dio. Voglio dire, la storia ci ha insegnato qualcosa oppure no?
    Se fossero stati condannati a morte dei terroristi musulmani, qualcuno di noi avrebbe manifestato? E questi signori che hanno massacrato 200 studenti innocenti come li vuoi definire? Non sono anch'essi terroristi,. Oppure è lecito giocare con le parole e dare del terrorista a qualcuno solo se prega verso la mecca. Questa è discriminazione pura. Ed è una cosa che come AUTENTICA CRISTIANA AMANTE DEL VANGELO non mi sento di accettare.
    @Crescenzo, La risposta di sopra vale anche per te. Ribadisco, con estrema forza e convinzione, che, poiché io non vivo nell'ipocrisia come buona parte dei SEDICENTI cristiani, vivo tutto questo con estrema serenità. Soprattutto sono serena con la mia coscienza… Casini non credo proprio
    @bhikkhu, Sei un grande come sempre. Non te lo dico più perché rischio di ripetermi…

  25. utente anonimo

    si, tisbe, è vero, dobbiamo distruggere tutti gl'idoli, però dobbiamo pur sostituirli con qualcos'altro, altrimenti rischiamo l'entropia di questo sistema tirannico fondato sul consumo.

    Sermau

  26. Tisbe

    Dobbiamo contare su noi stessi, mai su qualcosa di esterno! E' questo che intendeva Bacone con la sua celebre classificazione degli idoli e successiva necessaria distruzione. Poi arrivò Nietzsche e disse: tu chiamali se vuoi… VALORI. Quindi adesso ci tocca distruggere i valori ed essere capaci di vivere LIBERI LIBERI LIBERI
    Nietzsche chiama questo esercizio autopoiesi. E' un po' come entrare in una foresta e non seguire il sentiero tracciato, ma avventurarsi e costruire uno proprio. Cosa c'è di più bello.
    La parola d'ordine è differenziarsi distruggendo ogni residuo di idolatria e ogni riferimento a valori preconfezionati.
    Bisogna avere il coraggio di vivere nella libertà e di assumersene ogni responsabilità.

  27. utente anonimo

    tisbe: sarebbe facile per me chiederti di tradurmi, in concreto, ciò che dici.
    Siamo usciti dal mondo umanistico, dove esistevano Bacone e Nietsche che proponevano delle idee.
    Non potresti farmi una lista di un Bacone e di un Nietsche odierno, perchè non ci stanno.
    Siamo nella civiltà dei consumi, nulla è importante come il consumo, motore dell'accumulazione capitalista.
    L'Umanesimo, per quanto retorico e pomposo potesse essere, è stato sostituito con la tecnologia, funzionalizzata al consumo, ripeto….
    Dovresti definire i concetti di libertà, differenziazione, valori….
    altrimenti parliamo per affermazioni assolute ed incontestabili.
    Sermau

  28. Tisbe

    @Sermau, Non è difficile fare a meno del consumismo. Non è affatto difficile basta un po' di allenamento e poi viene automatico. Noi abbiamo bisogno di poco, solo che ci fanno credere che abbiamo bisogno dell'inutile. Soprattutto non abbiamo bisogno né di idoli, né di valori
    @alexis62, Dio deve cercarsi un'altra umanità 😉

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *