L’Italia verso il Grande Centro?

L’ex presidente della Camera Pierferdinando Casini lancia un invito a tutte le forze politiche, di maggioranza e di opposizione, affinché si siedano attorno ad uno stesso tavolo per trovare ”soluzioni condivise” sui problemi più urgenti del Paese, lasciando così aperta la strada ad un possibile esecutivo di larghe intese.News

 «il governo attuale che è diventato di estrema sinistra» Casini

Cosa sta succedendo in Italia? Personalmente avverto un forte clima di RESTAURAZIONE e ne sono preoccupata. Chi attacca il Governo Prodi e auspica la sua "caduta" si troverà davanti uno scenario politico raccapricciante. Ci sarà la ricostituzione della defunta Democrazia Cristiana con tutti gli annessi e connessi. Il dopo Prodi si profila come un Grande Centro dal quale saranno esclusi partiti estremisti come la Lega e An a destra, ma saranno altrettanto esclusi, e con piacere maggiore dei piccoli e meschini borghesi italiani, il Prc e i comunisti italiani, nonché i radicali di sinistra e liberali. Lo scenario è devastante! La riesumazione della Dc porterà al blocco di tutte le riforme sul tavolo delle trattative e soprattutto a pagare saranno le fasce più deboli, quelle da sempre escluse dai favoritismi nepotistici tipici dei governi di Centro. Se cade Prodi l’Italia sarà consegnata in mano ai restauratori. Nel governo entrerà l’Udc di Casini e la sinistra cosiddetta massimalista non potrà che fare opposizione dalle retrovie politiche.

12 commenti su “L’Italia verso il Grande Centro?

  1. spartacusdue

    Purtroppo a sinistra ci sono molti tantopeggisti. Del resto è più facile dire sempre no, piuttosto che proporre in positivo. Lo stalinismo non è morto nel 1953 con Baffone e neanche alla Bolognina! Speriamo bene!

  2. utente anonimo

    "se questa finanziaria la avesse fatta berlusconi..saremo tutti in piazza"
    un delegato cgil di mirafiori.
    Insomma..il succo del ragionamento è: difendiamo prodi a prescindere da ciò che fa, anche se fa le stesse cose che tu dici farebbe questo "grande centro", che per altro senza An e Ds non andrebbe da nessuna parte.
    Tu continui a guardare i contenitori, e non i contenuti.

    Questo "centro" di cui parli probabilmente, farebbe cose orribili, ad esempio:
    1) non farebbe nulla in tema di laicità (come ora)
    2) lascerebbe le truppe in afghanistan (come ora)
    3) sosterrebbe confndustria e le grandi banche(come ora)
    4) sarebbe familista (come ora)
    5) non cambierebbe la bossi fini (come ora)
    6 non cambierebbe la fini giovanardi (come ora)
    7 taglierebbe le pensioni (come previsto dal memorandum sindacati governo e come chiesto ora da fassino)
    8) non toccherebbe la rendita finanziaria (come ora: l'aliquota al 20% prevista in finanziaria, è sparita è rimandata a chisà quando)
    9) aiuterebbe surrettiziamente gli amichetti a risolvere i problemi giudiziari e pecuniari (come ora con il condono Tripi e il minicomma salva giunta calabrese che, sicuamnte, è stato inserito quasi alla fine del tsto della finanziaria solo per errore..)
    10)aumenterebbe i fondi alla scuola privata dei preti (come ora)a danno di ricerca e scuola pubblica
    11) aumenterebbe le spese militari (come ora)

    Per carità…vade retro questo "centro"..

    moltitudini

  3. KorvoRosso

    concordo con pensareinprofondo con un appunto: è stato istituito un fondo per la stabilizzazione dei precari nella pubblica amministrazione e nel giro di pochi anni si stabilizzerano i precari dei call centers. non è poco. non è la finanziaria che avrei voluto ma in una coalizione che va dall'udeur al prc la linea è frutto di continua mediazione come sappiamo tutti. la vera partita comunque, per quanto riguarda la mia area di riferimento (prc), si giocherà su pensioni e legge biagi. in tal senso il programma dell'unione parla chiaro, e di rospi ne abbiamo ingoiati già tanti, al limite dell'indigestione…

  4. KorvoRosso

    spartacusdue: i reduci stalinisti stanno per fondare il partito democratico. dalle nostre parti l'ultimo era cossutta, e per fortuna se ne è andato da solo. citami un solo no che ha minacciato la tenuta del governo da parte dell'estrema sinistra.

  5. Tisbe

    @Moltitudini, Avrò perso la mia capacità di esprimermi, oppure tu trovi uno speciale gusto a beccarmi!

    Per l’ultima volta: a me non piace questo governo e non mi piace la finanziaria, ma questo governo altro non è che l’espressione dell’italianità uscita delle urne elettorali. E non mi piace questa italianità. Ma ne prendo atto. Io sto solo registrando un clima, una realtà, un fatto… Puoi negarlo? Puoi negare che gli italiani desiderano un governo di Centro paciapile? Puoi negare che io e te siamo una fottuta minoranza? E lo siamo ancora di più perché sono troppo pochi i parlamentare che stanno dalla nostra parte. Ma a te questo fa piacere… A me no!

  6. Tisbe

    @spartacusdue, E’ vero che siamo i primi ad autocondannarci. Pensa quando c’era il governo berluschini su Tocqueville si strovavano solo ed esclusivamente sviolinate… Adesso con il Governo Prodi Kilombo è stracolmo di critiche…

    Una bella differenza, no?

  7. moltitudini

    Non comprendo il ragionamento.

    dici”questo governo altro non è che l’espressione dell’italianità ” e quindi va difeso, o bisogna starsene.

    Beh, se trovase spazio un “grande centro”, sarebbe anch’esso espressione dell’italianità.

    Io dico solo che invece di continuare a parlare o di ciòche c’era, berlusconi, o di ciò che eventualmente ci sarà, il grande centro (per altro sostieni tesi errate) parlerei di ciò che c’è.

    Un grande centro farebbe o no le cose che ho elencato e che sta facendo podi ora??

    Ed allora, a te interessa che mutino le scelte fatte, o se anche son le stesse l’importante è che sia diverso il contenitore?

  8. Tisbe

    @Moltitudini, Il governo va difeso perché in questo clima di RESTAURAZIONE ci aspetta il peggio (anche se pessimisticamente credo che verrà) e non perché gli italiani siano profondamente dei pecoroni democristiani (hai sentito parlare della rifondazione democristiana) Io non voglio vivere come ho vissuto la mia infanzia e la mia adolescenza. Non rivoglio i democristiani al potere: a questo punto preferisco i FASCISTI.

    Cosa ti spinge a volere Prodi caduto? La possibilità di cantare in coro con gli altri sinistrati che adesso provano una debole e strenua difesa del suo governo?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *