Prima la gente poi i brevetti

La compagnia farmaceutica Novartis ha fatto causa al Governo Indiano perché permette la produzione di farmaci generici dai costi contenuti. Se vincerà, milioni di persone in tutto il mondo potrebbero perdere l’unica fonte di medicinali a prezzi accessibili. Chiediamo a Novartis di fermarsi e di rinunciare all’azione giudiziaria contro il Governo Indiano! FIRMA ANCHE TU LA PETIZIONE

Grazie tuttominuscolo

35 commenti su “Prima la gente poi i brevetti

  1. Tisbe

    @tuttominuscolo, Grazie a te per la segnalazione 🙂
    @Gianin, 🙂 un caro saluto anche a te
    @kkarl, solerte come al solito la Tribù di Pennarossa 😉
    @Italo, Visto e grazie
    @Giuseppe T., Grazie, passato anche da te
    @Galdo, il tam tam funziona nella rete 😉 Ciao

  2. utente anonimo

    Tisbe, perché, oltre che invitare a firmare per questa "iniziativa", non provi a fare un post che spieghi perché NOvartis agisce, di fronte a quale autorità agisce, e quali sono i suoi argomenti?
    Oppure pensi che la ragione del governo indiano e di MSF sia evidente a priori?
    KK

  3. utente anonimo

    Bravo Galdo, tu sai già tutto, no?
    Sai, per es., se Novartis sta agendo davanti al collegio arbitrale del WTO o altrove, sulla base di quali norme, se l'India fa o meno parte del WTO, se è o meno legittimo che l'India voglia i vantaggi dell'appartenenza al WTO (tipo poter esportare i suoi prodotti senza che paghino dazi e che i SUOI brevetti vengano rispettati all'estero) senza sobbarcarsi anche gli svantaggi.
    Tu sai già tutto questo, no?
    E allora spiegacelo.
    Se no i maligni potrebbero pensare che tu NON ne sappia nulla, ma che, come tanti altri, sei pronto a firmare la prima petizione che passa solo perché ti sei convinto (chissà perché) che qualunque cosa facciano le multinazionali sia sbagliata a priori.
    KK

  4. Tisbe

    @arlKraus, Con tutti il rispetto quali sarebbero le ragioni della Novartis? Il profitto? No grazie! So che si può vivere bene e FELICI senza essere necessariamente ricchi e possedere COSE & PERSONE

  5. Tisbe

    Verso un anno da record. Novartis registra una crescita dinamica di fatturato e utili nei primi nove mesi Questo mi basta e mi avnza…

  6. utente anonimo

    Scusa se mi permetto, ma tu e gli altri avete una VAGA idea di cosa si tratta tra Novartis e Governo indiano? Di quali sono, per es., i rationals economici dietro un brevetto farmaceutico, di come e perché anni fa il WTO ha raggiunto un certo deal con le case farmaceutiche, ecc. ecc.?

    E se NON ce l’avete, come fate a (i) firmare una petizione che sostiene le ragioni di una delle parti in causa e (ii) a dire che il primo che passa e fa una onesta domanda ha “un bel coraggio” (vedi il Galdo di prima)?

    Sono curioso. Io faccio l’avvocato, nella vita, e con le multinazionali ho abbastanza a che fare. So che fanno, come tanti altri peraltro, cose buone e cose cattive (alcune anche molto cattive). Ma prima di parlare in genere cerco di informarmi.

    Mi sorprende invece vedere che c’è gente pronta a dire che X ha ragione e Y torto senza sapere né cosa dicono X e Y né cosa dice la legge applicabile (e quale sarebbe), ecc. ecc.

    Ma forse chiedo troppo e qua, come altrove, vi limitate a fare sfoggio di commozione a bon marché?

    KK

  7. Tisbe

    @KK, Perché non ti italianizzi e lo chiami OMC? E cosa dovrebbe salvaguardare in questo caso? Le proprietà intellettuali della Novartis?
    tuttominuscolo che ha segnalato questa iniziativa è degna di stima e ci lavora in questo ambito. Abbiamo creato una rete di comunicazione e se non ci fidiamo dei componenti che noi stessi abbiamo scelto di chi dobbiamo fidarci? Dell'O.M.C.?

  8. Tisbe

    Parliamoci chiaro, in India non si potranno più fabbricare medicinali perché l'OMC avrebbe stabilito che i brevetti sono di proprietà dei ricercatori e quindi di chi sovvenziona con i fondi la ricerca?
    E cosa importa se milioni di esseri umani non avranno più accesso alle medicine… cosa ce ne importa a noi?
    E chi lo ha detto che la LEGGE è giusta?
    Io non sono avvocato ma ho studiato ETICA e FILOSOFIA MORALE quindi i PRINCIPI che dovrebbero guidare la giurisprudenza e l'applicatio… e non lo dico per vantarmi, ma per farti comprendere che uso un altro metro di misura, diverso dal tuo. Senza rancore 🙂

  9. utente anonimo

    Guarda che io NON sto difendendo né Novartis, né la legge vigente (che poi non è la stessa, visto che la causa intentata da Novartis ha appunto per oggetto alcune norme della legge sui brevetti indiana), né il WTO (chiamalo pure OMC o come altro ti pare, resta sempre lo stesso). Sono solo un po' sorpreso che tanta gente si "mobiliti" per una causa qualsiasi senza, sostanzialmente, saperne nulla.
    Niente vieta, ovviamente, che dopo aver attentamente esaminato il caso si decida che Novartis ha torto. Magari deciderà così anche il tribunale arbitrale del WTO chi lo sa.
    Ah, per finire: tutto minuscolo mi ha gentilmente scritto e ha postato sul suo sito il comunicato (in inglese, ahimé) in cui Novartis spiega la sua posizione. Non è, ovviamente, oro colato, ma dà qualche piccola informazione in più. Se tu e i tuoi lettori, oltre a firmare petizioni, lo leggeste, apprendereste che (i) Novartis distribuisce un certo farmaco antitumorale (quello per cui è causa) al 99% dei pazienti indiani (hai letto bene: solo l'1% dei pazienti indiani paga il farmaco), (ii) che il farmaco generico prodotto in india per sostituire il faramco di Novartis viene invece venduto a un prezzo, in media, superiore a quello applicato da Novartis, e (iii) che esiste un'alternativa al tradizionale brevetto, la c.d. compulsory licence, che è ammessa dal WTO e che l'India potrebbe lecitamente seguire, eliminando così ogni problema.
    KK

  10. utente anonimo

    @KK

    "Più della metà dei medicinali utilizzati per curare l’Aids nei Paesi più poveri sono prodotti in India. Anche MSF usa i farmaci indiani per trattare l’80% dei suoi 80mila pazienti sieropositivi."

    La mia opinione sulle case farmaceutiche già basterebbe a farmi aderire (ricordate gli scandali in Italia??? solo per fare un esempio), poi si aggiunge il rispetto per Medici Senza Frontiere. Quello che c'è in gioco lo descrive molto bene tuttominuscolo, hai letto il suo post?

    Giuseppe T.

  11. Galdo

    La seconda che hai detto KK: sono pronto a firmare la prima petizione che passa solo perché sono convinto (chissà perché…) che qualunque cosa facciano le multinazionali sia sbagliata a priori.

    Per chi non sapesse cos'è la Novartis: è un'azienda nata dalla fusione di Ciba e Sandoz. La Ciba ha prodotto in Giappone un farmaco che nel primo mese ha fatto 30 morti e tremila un anno dopo. La Sandoz invece ha il premio per i pesticidi: tonnellate di rifiuti tossici nel Reno.. senza tralasciare il lato più importante: gli utili a ogni costo, sulla pelle di persone innocenti.

    Si… in effetti, (chissà perché…) sono convinto che qualunque cosa facciano le multinazionali sia sbagliata a priori…

    Ne ho visti e conosciuti troppi di questi pescicani dai colletti bianchi..
    chi crede ancora al capitalista buono è un povero idiota totalmente cieco…

  12. utente anonimo

    Mentre invece, caro Galdo, le industrie farmaceutiche indiane (che producono e vendone le COPIE del farmaco antitumorale della Novartis) non inquinano i fiumi e non guadagnano soldi dalla vendita dei loro prodotti.
    Cioè, in soldoni: il capitalista è sempre cattivo, purché sia occidentale. Se invece è indiano, cinese o messicano, allora va benissimo.
    Sei uno che ha le idee chiarissime, complimenti.
    KK

  13. utente anonimo

    @KK

    Per non parlare degli scandali sulle prescrizioni fatte dai medici…

    Vedi nel mio caso ammetto che ho aderito perchè credo nell'azione di Medici Senza Frontiere che ha esposto le loro motivazioni con i loro dati: perché dovrei valutare più attendibile la Novartis?
    Ora se mi dimostri che i dati di Medici Senza Frontiere sono una bufala, allora hai ragione. Non puoi pretendere da noi di verificare dati che altri non contestano.

    Non mi sembra che nel difendere la tua posizione stai apportando qualcosa di diverso dal pregiudizio…

    Giuseppe T.

  14. Tisbe

    @Giuseppe, per essere buoni potremmo dire che si tratta di 2 pregiudizi a confronto, ma quello di KK non migliore né peggiore del nostro.
    Noi stiamo con Msf, lui con Novartis

  15. utente anonimo

    Giuseppe, se domani MSF ti invita a votare per Berlusconi, che fai, segui disciplinatamente la dritta o cerchi di farti una tua opinione?
    Guarda che io non sto né difendendo Novartis, né criticando MSF: mi chiedo solo perché il "nostro" (come vedi, mi ci metto anch'io) spirito critico stia andando a remengo, seppellito da questo incredible spirito di schieramento. Lo vedi dappertutto: MSF è "buona"? Allora ha ragione a dire la frase X! Novartis o Pfizer sono "cattive"? Allora hanno torto a dire non-X! E così via. (Berlusconi è un ladro e un nano? Allora il merito della riduzione del fabbisogno non può essere suo! Ecc. ecc.). Non importa il merito: conta schierarsi o di qua o di là.
    Perché, mi chiedo?
    Mi interessano queste cose qua, molto più di Novartis e del suo farmaco antitumorale.
    KK

  16. Tisbe

    @KK, forse vogliamo fare la parte dei BUONISTI a tutti i costi. Non so, ancora adesso con tutti i dubbi di questo mondo rifirmerei senza problemi… 🙂

  17. Tisbe

    il governo berlusconi ha fatto una cosa santa per cui lo rinfgrazio tutti i giorni: ha vietato il fumo nei locali chiusi 😉 GIURO che lo ringrazio!

  18. utente anonimo

    Ripeto, Tisbe: di Novartis e MSF non mi importa granché. Io sono invece irresistibilmente attratto da posizioni come la tua. Vale a dire: NON sappiamo (anzi, ammettiamo esplicitamente che non ci interessa sapere) cosa c'è in ballo nella questione Novartis/India, che senso hanno i brevetti e il WTO, ma in compenso diciamo a voce alta che "E' chiaro che il capitalismo deve essere smembrato globalmente perché si possano avere degli effetti positivi sull'umanità. L'aggressività dell'oriente altro non è che scimmiottamneto dell'Occidente. In questo siamo bravi maestri, e quel che è peggio siamo in fase DECADENTE".
    In soldoni: NON sappiamo manco la differenza tra copyright e patent, non sappiamo distinguere tra il WTO e una mozzarella di bufala, però *sappiamo* che (i) il capitalismo deve essere smembrato globalmente e (ii) che l' Occidente è in decadenza.
    Ah, sul (ii) sono d'accordo, tra l'altro: una parte dell'Occidente (noi, cioè) è in decadenza proprio perché tanti cittadini ragionano così.
    KK

  19. utente anonimo

    @Tisbe
    Ma bisogna essere molto buoni per non pensare male delle case farmaceutiche 😉

    Giuseppe T.

    @KK

    Io non voto sulla base di dati nè della sinistra e nè dello psiconano, sono cose diverse. Però quello che ti voglio fare notare è che la petizione la conoscerà pure Novartis, e allora mi chiedo perchè non contesta quei dati?
    Una posizione diversa dalla fiducia, scusami il cinismo, è fare personalmente la conta dei malati e dei morti. Io baso la mia adesione sulla conoscenza dell'operato di MSF, è la stessa fiducia che porta tante persone a fare delle donazioni: cosa devono fare portarle personalmente? Esistono organi preposti al controllo nella beneficenza come anche in questo caso. Non puoi credere in questi casi di esprime un parere senza pregiudizio e fiducia…è molto difficile andare oltre.

    Giuseppe T.

  20. Tisbe

    @KK,
    Ti elenco 5 buoni motivi per firmare la petizione
    1) – Mi stanno antipatiche TUTTE le multinazionali a prescindere (come si sia formata in me questa antipatia rimane un mistero, sono stata cresciuta secondo i crismi di qualsiasi occidentale capitalista ma da piccola volevo andare nei paesi del terzo mondo a fare volontariato, quindi la colpa è dei libri di Scuola in mano ai COMUNISTI)
    2) – Stimo Medici senza frontiere
    3) – Mi fido di tuttominuscolo
    4) – Mi piace firmare petizioni, mi fa sentire importante 😉
    5) – Mi sento in colpa verso i popoli del terzo e quarto mondo ( e anche questo è colpa dei libri scritti dai COMUNISTI)
    🙂

  21. utente anonimo

    Siccome punto focale delle mie ricerche è la compulsory lincence, in italiano "licenza obbligatoria" (artt. 30 e 31dei Trips ovvero quella serie di accordi sui diritti di proprietà intellettuale che ogni nazione deve sottoscrivere per entrare nel "club" dell'organizzazione mondiale del commercio) mi permetto di fare un paio di osservazioni non strettamente pertinenti alla Novartis o all'India. La tematica è VERAMENTE complessa, ora tralasciando la questione novartis/india, vorrei soltanto evidenziare alcune cose:
    a) non sarà il caso del medicinale della Novartis, ma nel mondo vi sono delle emergenze di sanità pubblica che andrebbero seriamente affrontate da governi e case farmaceutiche (non sto divagando, è un presupposto)
    b) la licenza obbligatoria non è la panacea dei mali della brevettazione dei medicinali a favore dei Paesi in via di Sviluppo, nel senso che è possibile concedere una licenza obbligatoria, ma poi quel Paese deve farselo il medicinale sulla base del brevetto ottenuto in licenza, (e per il quale comunque deve pagare una parte delle royalties) e non tutti i Paesi sono l'India (che è un Paese contraddittorio, si soffre la fame in alcuni distretti, ci sta di fatto la divisione in caste sociali che lo blocca, ma ha un tasso di sviluppo incredibile e le industrie indiane di software e tecnologia avanzata sono all'avanguardia), il Brasile o il Sudafrica (che appunto hanno una possibilità di uscita con il loro sviluppo), ma il Malawi, lo Zimbabwe, Tanzania etc, che se anche concedi loro la licenza obbligatoria per produrre un medicinale non sono in grado poi di fabbricarselo.
    Ecco, volevo dire questo. poi sulla questione india/novartis non entro nel merito non perchè non mi interessi o perchè non abbia una opinione, ma perchè a mio parere si tratta di un modo un po' trachant di certe industrie per mettere sotto pressione i governi…
    Ecco, per dirvi di non farne una questione ideologica, perchè l'ideologia c'entra poco, c'entra esclusivamente la volontà di risolvere i citati problemi di salute pubblica. E prima o poi nonostante le cause per brevetti, bisognerà fare i conti con l'equo accesso ai medicinali.
    un abbraccio a tutti i discussants! 😀

  22. utente anonimo

    Ho apprezzato gli interventi di KK.
    Perchè noto che è in grado di pensare senza seguire i tracciati già scavati dal megafono, di pensare diverso e di avere una visione ampia senza paura d'essere anticonformista davvero e non a parole come credono molti.
    Purtroppo la strumentalizzazione e la costante disinformazione miete vittime ed il matrix di propaganda rossa, una volta meglio conosciuto come Comitato Centrale (che ha molte cose stupidamente sbagliate e ridicole e però mai nessuno osa protestare e lo fà assomigliare terribilmente al MinCulPop..), quel martellamento precocemente che con oligarchia di potere possiede scuola, mass media e (uno dei casi tristi da MinCulPop) perfino mode che trattiene a sè bozzoli incapaci di diventare liberi pensieri e farfalle esiste e si diffonde (al costo della menzogna).
    Spesso la propaganda (permanente) intrisa di finto riformismo e innovazione ma invece molto conservatrice, autarchica, rigidamente legata alla retorica (simboli, partigianesimo e culti pur avendo rivelato le loro mostruosità) impedisce di vedere anche le cose palesi, tanto è sottile la manipolazione.
    Faccio un esempio: stampa, tv e web hanno messo in evidenza il caso delle minacce di indipendentisti sardi contro due politici di sinistra (Sdi e Ds). Hanno messo due bombe però con un difetto per lasciare il messaggio: "potremmo farlo". L'hanno lasciato sulla porta. Una minaccia chiara al governo.
    Di sinistra. Ed ecco che ogni agenzia batte la notizia. Morti? No.
    Feriti? No. Gesto grave? Certo, ma lo era anche quando gli indipendentisti minacciavano il centrodestra al governo. Ma allora non si batteva la notizia eh! Strano no?
    Pochi giorno fà. Nella "sinistra" Livorno. Forse la più "rossa" città d'Italia. Rossa estrema. Tanto Rossa che perfino quand'era presidente della repubblica il Livornese Ciampi e andava allo stadio era tutto un alzarsi di pugni e inneggiare con striscioni a autonomia operaia ecc. La cosa grave non è che con il calcio e lo sport nulla dovrebbe entrarci la politica (che pure è vero). La cosa grave è che quel Presidente di tutti gli Italiani taceva. Chiudeva gli occhi. O sorrideva. Vabbè, uno dei peggiori Presidenti mai avuti in effetti… cosa aspettarsi da un comunista miliardario che di per sè è già una contraddizione in termini se non altre contraddizioni?
    Ecco, in questi giorni a Livorno un mezzo dei Vigili del Fuoco è rimasto bloccato perchè c'erano auto parcheggiate su entrambi i lati. Sto parlando di Livorno, la rossa Livorno.
    Hanno dovuto chiamare i Carabinieri. Arrivata la volante un numeroso e coraggiosissimo gruppo di comunisti ha pestato 3 Carabinieri. Finiti all'Ospedale.
    Avete sentito notizia? Agenzie? Tv? Web? Blog? Nemmeno io….
    Mi ricorda la manifestazione del 2 Dicembre a Roma.
    La cosa meravigliosa era avere 2 milioni di persone da tutt'Italia di tutte le età di ogni classe sociale (c'era dall'insegnante all'artigiano, dall'operaio al dipendente) in un punto senza nemmeno un disordine, una rissa, un furto, una vetrina spaccata, uno sputo su un piccione, macchè! 2 Milioni di persone normali, civili seppur incazzate e maltrattate (dal governo e dalla stampa).
    Ho visto il cinturone delle forze dell'ordine: credo che tranquilli così nemmeno ad una partita di ping pong tra bambini di 6 anni.
    A ragione.
    Un unico episodio sgradevole, incivile.
    Un gruppo si è perso (venivano da ogni parte d'Italia). E' finito in un quartiere diverso da quello dove erano gli autobus.
    E' stato aggredito verbalmente e poi un ragazzo è stato picchiato da questi comunisti.
    Avete letto qualcosa dell'episodio? Visto giornali, tv, web e blog?
    No. Niente.
    Pensate se fosse stato il contrario.
    Anzi, se solo il contrario ci avesse provato senza riuscirci.
    Purtroppo il regime è già in atto. Colpa anche del centrodestra che ha abbandonato settori chiave da anni.
    Ma è già in atto.
    E gli schiavi inconsapevoli del potere, sudditi molli del megafono, sono sempre tanti.
    Si perdono le speranze.
    Poi capita un giudizio come quello di KK e ti accorgi che qualcuno si sforza di fare ragionamenti, che utilizza percorsi autonomi di riflessioni e che non recita a memoria mode e non legge il gobbo retorico che ci martella ogni giorno.
    E si riacquista speranza.
    Grazie KK.

    Gabriele

  23. Tisbe

    Meno male che esisti tu Gabriele. Sei l'unico uomo veramente libero del pianeta: complimenti!
    Scusaci tanto ma noi siamo troppo stupidi per assomigliare a una specie di DIO come te…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *