Governo battuto al Senato. E’ crisi

ROMA – Il Senato ha respinto la mozione dell’Unione sulle comunicazioni del ministro D’Alema sulla politica estera. In particolare i voti a favore sono stati 158, mentre era richiesta una maggioranza di 160 voti. I no sono stati 136, 24 gli astenuti. ono scattati tutti in piedi i parlamentari della Cdl quando è stato proclamato il risultato del voto gridando ancora all’indirizzo dei colleghi di maggioranza: «Dimissioni, dimissioni». LaStampa

Se D’Alema manterrà la parola data, questo governo si scioglierà e a gioire non saranno solamente i blogger di Tocqueville.

Chi ha vinto? La sinistra radicale? La Cdl? Il popolo italiano? E cosa ci aspetta? Altri cinque anni di Governo Berlusconi? Quello che in parlamento vince con la tecnica del terrorismo circondato da un esercito di legali e buttafuori personali, capaci di soffocare qualsiasi segno di dissenso interno? No grazie! Meglio andare a lavare i piatti all’estero…

Questo per me è un triste giorno, i complimenti a chi ha gufato fin dal primo momento. Spero che adesso senta il sapore della soddisfazione salirgli in petto.

Questo paese non mi piace, questo popolo non mi piace… non siamo mai stati maturi per la democrazia e mai lo saremo. Il popolo italiano non merita altro che autoritarismo spicciolo e di bassa lega. Quello che gli può dare Berlusconi.

Grazie a Filomeno potete accedere all’elenco di tutte le volte in cui il Governo Berlusconi è stato battuto in AulaQUI

95 commenti su “Governo battuto al Senato. E’ crisi

  1. soloquandosono

    è sempre stato un teatrino, solo che lo si è sempre guardato al passato, come se nel presente si fosse tutti angioletti, poi, quando un giorno questo presente sarà passato, anche questo, verrà dichiarato un teatrino.

  2. Skeight

    Siamo all’assurdo… alle elezioni l’Unione ha ottenuto 158 senatori, oggi la mozione ha ottenuto 158 voti, e ha perso…

    Spero sinceramente che il governo non cada, o almeno non subito; a questo punto parlare di cinque anni di durata è un’utopia, ma almeno sino al 2008 per completare le poche cose positive che stanno facendo…

  3. smemorato

    credo sia scattato il trappolone della perfida legge elettorale di merda che ci ritroviamo, era solo questione di tempo: grazie silvio per quest'ennesima palata di merda che ci tocca ingoiare

  4. utente anonimo

    abbiamo il coraggio di tirare delle conclusioni. non si vota più quei partiti i cui membri votano per far cadere il governo: italia dei valori, pdci, rifondazione.

  5. utente anonimo

    Credo che si debba precisare che il Governo non è caduto per i due astensionisti. Se loro avessero votato a favore, la maggioranza era di 161 voti, quindi con 160 voti al senato si sarebbe perso comunque.

    Questa volta i senatori a vita non hanno sostenuto il Governo, Andreotti e Pinifarina si sono astenuti (quindi contro secondo regolamento), l’ex presidente era assente. In questo momento si leggono solo insulti verso rifondazione sui vari blog senza rendersi conto che prima o poi sarebbe successo.

    Ti chiedi cosa succederà; era scritto da qualche tempo, fuori dai giochi rifondazione, dentro i centristi di follini, la tanto decantata grande coalizione per dare tempo a Berlusca di organizzare il rientro.

    Era già tutto previsto, qualcuno ha già investito il nuovo presidente del consiglio: Dini.

    Hai ragione è un bruttissimo giorno.

    BlackSail.

  6. utente anonimo

    Sono scettico sul fatto che questo governo cada, perchè ha la moquette sullo stomaco, lo ha dimostrato tantissime volte.
    Di Pietro dovrebbe aver lasciato la poltrona decine di volte, Cossiga doveva essere dimesso, lo stesso Mastella non è da meno, Diliberto insiste a tenere i piedi in due scarpe facendo opposizione (su Vicenza per dire) e però garantendo la fiducia al Governo. Stupisce che D'Alema si umili così, ma so che può contare su un governo compatto su un unico tema (diviso su tutto il resto): conservare il potere.
    Napolitano sarà in difficoltà ma è uomo di sinistra inutile mentire sulle sue possibili capacità d'essere oggettivo.
    Il Governo non cadrà, al massimo un rimpasto. Ma forse neppure (perchè in fondo tutti hanno votato a favore, perchè farli fuori?).
    Quindi Napolitano farà la farsa per verificare se c'è maggioranza e poi dirà che è tutto a posto, difficile, ma legittimo.
    E si creerà una situazione ingiusta e triste per il nostro Paese.
    Questo Governo non rappresenta l'opposizione, e qui è la norma. Ma non rappresenta nemmeno l'elettorato che ha votato questo Governo, perchè i partiti sono divisi su tutto! Abbiamo un Governo che non rappresenta il Paese. E' gravissimo.
    Prodi promise in campagna elettorale un Paese più unito.
    Come tante altre balle, si rileva che il Paese non è più neppure spaccato in due, ma in 3 o 4.
    Oggi quindi è l'inizio di un giorno triste di un Governo eticamente e moralmente illegittimo. Perchè fatto di un'Unione non esistente in realtà e basato sull'unico collante dell'attaccamento al potere.
    In un Paese civile si dovrebbe andare democraticamente a rivedere l'attuale volontà del popolo, perchè è il popolo che deve decidere chi lo rappresenta quando c'è l'inconsistenza politica al potere ed un vuoto da riempire al Governo.
    W il popolo.
    Luca

  7. moltitudini

    Il governo non cadrà.
    Poi Giordano lo ha detto…testualmente: la fiducia al governo è "incondizionata". Che vuol dire?

    Insomma…fiducia senza condizioni, a prescindere da ciò che si fa.

    L'annichilimento della politica..il fidesimo puro: ti do fiducia, senza condizioni, non importa ciò che fai.

    Dopodichè..lasciamelo dire: parli davvero del governo solo quando ti conviene. la politica sembrava sparita dal tuo blog..e la tiri fuori ora per, ovviamente, tirar fuori lo spauracchio berlusconi.
    e si chiede ai membri di alcuni partiti di votare a favore di cose che non condividono..se no.."non li si vota più".
    Non capisco perchè allo stesso modo non si dice di non votare più quei partiti che portano l'Unione ad avere una politica in sostanziale continuità con la CDL. Mah.
    Contonuo a chiedere: perchè attaccarsi ad un governo se questo per stare in vita deve fare necessariamente le cose che farebeb un governo neoDC o della CDL? Su questo non mi risponde mai nessuno.

    @Black sail
    la maggioranza era di 160 senatori, non 161.

  8. Tisbe

    @moltitudini, è davvero difficile per te capire che non hai alternativa? Questo è ATTUALMENTE il migliore Governo POSSIBILE con un POPOLO Italiano.
    L'alternativa è: Berlusconi, oppure la deriva centrista (uscita di italia dei valori prc e comunisti e rientro dell'Udc) A me tutto questo mi fa immensamente schifo Molto più schifo di questo governo, dove almeno ho dei parlòamentari dalla parte delle minoranze non rappresentate. Meglio avere un piccolo peso che non averne affatto
    è così difficile riuscire a capire una verità così evidente?

  9. utente anonimo

    @moltitudini: il quorum era di 160 a quelle condizioni. Se aggiungi l'altro senatore di rifondazione assente i votanti diventano 320, quorum metà +1= 161, 136 contro, 24 astenuti=160 contro , 158 +2= 160 a favore, per regolamento del Senato in caso di parità si perde, quindi a casa comunque.

    Il voto che avrebbe fatto perdere comunque è quello di De Gregorio (IDV) che non vota a favore del governo. Oltre al voto dei senatori a vita.

    BlackSail.

  10. moltitudini

    che è poi lo stesso atteggiamento che hai quando eviti di parlare di governo , se ti conviene, qui o anche nei commenti al mio blog.

    Questo è il governo che di più ha speso in armi in tutta la storia repubblicana e meno in scuola.
    Questo è il governo che ha regalato più soldi a confindustria con la presa per il "cuneo" (annunciato in un modo e fatto in un altro).
    ma non vado avanti….l'elenco di cose concrete te lo ho fatto così tante volte….

  11. Tisbe

    @moltitudini, non ci sono CONTENUTI perché gli italiani non hanno contenuti. Tu continui a credere che gli altri siano come te. Secondo te chi va a votare lo fa per i contenuti?
    Quali contenuti? Quali?
    Credi che con un grande centro qualcuno ti permetterà di parlare di diritti per chi non è cattolico? Credi che con un grande centro potrai osare proporre di lasciare l'afghanistan?
    Almeno adesso c'è dibattito… non ci sarà più nulla.

  12. Tisbe

    @moltitudini, non parlare di cose che non sai per cortesia! Le condizioni delle nostre forze armate erano pietose: l'esercito o ce l'hai bene, oppure scegli di non averlo e fai come la Svizzera, oppure ti tieni i marines in casa…

  13. utente anonimo

    finalmente! ora la destra avra molto lavoro da fare per sistemare i casini di prodi e dei pagliacci che sono con lui

  14. utente anonimo

    Non e' che la Svizzera non abbia l'esercito. Anzi, di solito i loro soldati si addestrano in volo nelle nostre basi.

    Il problema non e' l'eventuale caduta di Prodi (ben venga), ma che le parole di D'Alema e tutto quello che sta succedendo ricordano molto gli inciuci di un po' di anni fa

    Emmebi

  15. utente anonimo

    il ladro di stato è il balanzone bolognese (Cirio, IRI ecc.), e lo scagnozzo il dott. padoa schioppa, lobbista di bankitalia e di bazoli: bella gente a rappresentare la sinistra!

  16. Tisbe

    @anonimo, poveretto, tu non hai capito proprio niente! Berlusconi i camerati se li mangia a colazione… vi usa e vi getta come gli ultimi esseri di questa terra

  17. Comicomix

    Oh che bel castello marcondino diro ndello…
    Notizia d'agenzia. Veltroni proclama l'emergenza per allagamento di palazzo grazioli causa lacrime di Silvio & C appresa ferale notizia governo battuto.
    Grazie a tutti coloro che lavorano per il ritorno in sella del Cavaliere

    Mister X di comicomix

    Lenin diceva: meglio meno m meglio… 😉
    Ciao Tisbe. Un sorriso dall'Umbria

  18. utente anonimo

    finalmente questa governo (se così si può chiamare) si toglie da fare altri danni……deve tornare il cavaliere

  19. spartacusdue

    Capisci perché m'incazzavo quando tanti disfattisti non criticavano ma tranciavano giudizi (come molti dei tuoi ospiti oggi…) da opposizione. A questo punto venga un nuovo governo di transizione, senza più né rifondazione, né diliberti né verdi. Perché questi incoscienti hanno proprio rotto! Meno male che nel Paese ci sono persone come te!

  20. moltitudini

    Guarda Tisbe…se la.."cifra" culturale e la sensiblità politica in nome delle quali deve stare in piedi un governo..è quella espressa dal post di supramonte, titolato nel peggior stile fasci/leghista…fate vobis.
    Di la verità: se un blogger di destra, un leghista, titolasse un post dando della "troia" a franca rame…che diresti?
    Quanto ti indigneresti???
    mamma mia..che esempio di..riformismo moderato.
    WOW.
    Mamma mia che livello….

  21. utente anonimo

    Beh Berlusconi stava riportando su l'Italia…Prodi è arrivato e ha saputo solo mettere tasse..quindi VIVA BERLUSCAAAA E LA DESTRAAAA!!

  22. utente anonimo

    offro un posto di lavapiatti nella civilissima Russia, Cina, Cuba, Corea del Nord, etc, od, in alternativa, un ristorante a Londra. Oltre alla fuga di cervelli avremo anche l'esodo dei lavapiatti: se non ti piace il popolo italiano, perchè stai ancora qui ? Il mondo è grande ed il nostro passaporto è ben accetto ovunque, buona fortune!

  23. Tisbe

    @moltitudini, non ho letto il post di Supra, che ha scritto e soprattutto di chi ha scritto che gli tiro le orecchie

    è un giovanetto discolo 😉

  24. Galdo

    Ottimo Tisbe il link al sito che riporta tutte le volte in cui è stato battuto il governo del neoduce mafioso 😉 ci stavo proprio pensando ma vedo che l’hai aggiunto tu 🙂 e questo nonostante i soldi che versava ai partiti della casa delle illibertà perchè votassero quello che voleva lui… che povero Paese… erano li in attesa.. impazienti.. con la bava alla bocca, sai tipo quando i tifosi sono li sugli spalti tutti tirati un nanosecondo prima del gol pronti a esultare.. ecco uguale, peggio di una casalinga esaurita (con tutto il rispetto per le casalinghe esaurite).. appena uscita la votazione c’è stata l’esplosione dei frustrati.. ahahahah!!! vengono i brividi a vedere certi spettacoli.. ma ancora di più vengono i brividi a vedere come ci sia una fetta di italiani, anche laureati magari, che li votano a questi fascisti repellenti.

    Ti lascio una foto che ho scattato personalmente oggi a Palazzo Madama.

    Saluti Rivoluzionari a tutti

  25. utente anonimo

    via i comunisti dal governo. mai più un voto al centrosinistra con i comunisti nella coalizione.
    crescenzo

  26. Tisbe

    @crescenzo, Lo sai meglio di me che il vero cancro di questo paese è il CENTRO. Il fatto che l'Irpinia sia la provincia più povera e depressa dell'Italia e che sia stata il Feudo Bianco dovrebbe rivelare molte verità che si vogliono tenere nascoste
    RIFLETTI serenamente
    Sempre con la sinistra radicale!

  27. utente anonimo

    Il Governo resta attaccato alle poltrone sicuro. Il trombato stavolta è D'Alema da Prodi.
    Vedo che non solo questo Governo non ha una vera politica sua, ma nemmeno molti elettori: l'unica politica è stare al Governo. E gli elettori sono disposti a sacrificare valori in cui dicono (a questo punto dicono e basta) di credere, pur di non tornare all'opposizione (e alla coerenza con quei valori).
    Un prezzo alto da pagare, perdere la dignità…
    W il popolo (fatelo rivotare!).
    Anche il popolo che ha votato questo Governo non è rappresentato da questo Governo.

    Luca

  28. moltitudini

    Beh..un po' forse si…ho preso una cantonata dovuta alla fretta….richiedo scusa.

    ma torniamo al merito..che qui aldilà di chi stappa il vino, e di chi piagnucola..di politica qui non si parla.
    Innanzi tutto..sta tranquilla:
    il tuo Prodi, durerà ancora un po'.-
    Ci sarà un prodi bis, che vivacchierà ancora un annetto..facendo o nulla…o una politica neocentrista, che è poi quella che eventualmente farebbe (possibile ma lo ritengo meno probabile) un governo "tecnico".

    Ipotesi possibile certo, ma secondo me poco praticabile, e ipotesi che nvedrebbe al centro una legge elettorale a misura di pd e FI/AN e magari anche la riforma delle pensioni.
    Che è poi ciò che tenterà cmq di fare prodi se vivacchierà.
    Dopodichè..che c'entra ora, prendersela.."col popolo"?
    Se questa maggioranza non esprime una sintesi politica mica è colpa…del "popolo".
    Non piango più di tanto perchè questi hanno già governato – con forumel in alcuni casi uguali a questa, in altri simili – praticamente dal 95 al 2001.
    Che ricordo? tagli alle pensioni, bombe sulla jugoslavia, pacchetto treu, cpt…e l'ingresso in europa a spese di chi ha di meno, grazie alle politiche dei redditi ed ai tagli.
    Di questi 10 mesi…beh, l'elenco della spesa te lo ho già fatto, non ho bisogno di rielencare cose sulle quali svicoli.

  29. viga

    si è dimesso prodi,quanto pare.La colpa è di chi sosteneva politiche riformiste e centriste allontanando il popolo di sinistra e chi contava su l'alternativa,oppure di una minoranza rumorosa,giustamente rumorosa?Avete perso con le logiche di alleanze con il centrismo schifoso italiota dei margheritini e udeur,con politiche sbgaliate su tutti i campi.Il governo stesso ha consegnato l'italia nelle mani,forse, di berlusconi.Dicono di essere responsabili e poi scaricano le colpe su altri.Prima poi sarebbe capitato,al d là del fatto tecnico del senato,ormai era perso qualsiasi collante con il paese.Da questo deve nascere la risposta di una sinistra combattiva,libera dai riformist democristiani.Il centro ha rovinato ogni cosa,prendiamone atto

  30. Tisbe

    @viga, ti sbagli, il Centro sarà l'unica parte politica che farà il pieno
    perché gli italiani sono dei dementi e lo sottoscrivo!

  31. ventodipolente

    questo che leggo che vedo ogni santo giorno è quello che avviene allo stadio…io sto bene e vaffanculo tutti…the zar ha scritto un post…in fondo ha ragione ma che me ne frega anzi me ne frego, devo soltanto imparare a guardare il grande fratello sforzarmi di leccare il culo al mio datore di lavoro ed aspettare tanto noi stronzi galleggiamo comunque le prossime elezioni credo voterò mastella oppure questo rossi che mi piace e che magari contro il brasile assesta un'altra tripletta, che tanto entriamo tutti con i tornelli e non succede più nulla fermiamo il campionato e ritorniamo da dove siamo partiti ed ora per aggiustare tutto sapete cosa dovrà fare la destra aumentare le tasse aumentare gli interventi militari aumentare il ponte di messina aumentare le imposte ai coglioni reintrodurre i condoni e ricominciare a svendere lo svendibile, riportare insomma tutto allo stadio iniziale dove i palafittari possano tornare a palafittare i negri i froci i drogati…tranne che i cocainomani…quelli non sono drogati…quelli vengono imboscati…ecco il nostro futuro…poi magari se sbaglio se cade questo come cazzo lo volete chiamare voi…ebbene non credo possa essere diverso lo scenario, la sinistra ci ha lasciato in mano una nazione sull'orlo del fallimento cari concittadini azzurri amici miei dovete pagare per salvare l'italia

  32. utente anonimo

    Qualcosa non torna! Gli italiani sono dementi se il governo cade, sono dementi se il governo viene eletto.
    Fosse un po' demente chi dice che gli italiani sono dementi e sottoscrive? E se chi lo scrive è italiana, è autocritica?
    W il popolo.

    Luca

  33. utente anonimo

    E' rimpasto. Se era governicchio prima, chissà adesso cosa vien fuori!
    E chissà quale politica adotterà.
    Testa o croce di volta in volta?

    Ma un bel voto al popolo ORA E SUBITO no?

    W il popolo italiano.

    Luca

  34. moltitudini

    continuo a non capire che c'entri lo stop al senato col fatto che "il popolo" si meriti bla bla bla. Boh.
    cmq..

    vabbè Tisbe, ti faccio una richiesta , magari a questa mi rispondi.
    E' una richiesta di servizio..(a te ed agli altri) ieri su kilombo ho trovato un blog interessante..di cui però non ricordo il nome (non è di splinder) ha alla sinistra della pagina un banner dei "radicali di sinistra", sai darmi l'url?
    grazie.

  35. ermahico

    Non è possibile.
    Tutto quel casino ad aprile per niente?
    4 euro di primarie buttati nel cesso?
    No, a costo di 100 rimpasti ma il nano mafioso non deve tornare.

  36. alexperry

    certo. adesso sono contenti, torna berlusconi. non è il mio usuale gergo, ma certo che ragionano proprio delle gran teste di cazzo

    triste, deluso, arrabbiato.

  37. Tisbe

    @moltitudini, per favoreeeeeeeeeee. Ma possibile come devo spiegarmi…come? Chi è che vota? Chi è che sceglie i parlamentari? Chi? E allora se un governo è debole chi è responsabile? Babbo Natale?
    Scusami Molti, ma non posso ricordarmi tutti i 400 blog iscritti. Non riesco ad aiutarti, nel caso ti farò sapere
    @ Batsceba, pensa che se ci fosse stato in nano, non avrebbe mai rimesso il suo mandato. Loro sì che sono persone serie ssssssssssssss
    @ ermahico, non disperare, non è ancora finita!
    @Alex, siamo tutti arrabbiati ma dovevamo aspettarcelo. La colpa è della legge elettorale, ed è della gente che ha votato con poca forza. Ci servivano più voti alla sinistra radicale per equilibrare il tutto.

  38. utente anonimo

    @ moltitudine:
    I "dissidenti" si sono astenuti dal voto e quindi il quorum risulta 160, qualora avessero votato, il quorum sarebbe stato "161" e la maggioranza avrebbe subito ugualmente una sconfitta con i 160 voti acquisiti. Chi ha fatto la differenza sono Andreotti e Pininfarina.
    Poi mi piacerebbe sapere: il berlusca come potrebbe vincere e governare con questa "porcata di legge elettorale" fatta da Calderoli?
    Vorrei ricordare, inoltre, che anche il governo precedente ha avuto un "bis-governo".
    Quante volte follini, casini, ecc. si sono turati il naso ed hanno sostenuto il loro padrone?
    Forse da questa parte non siamo capaci di turarci il naso ed è meglio essere in crisi che incoerenti.
    Credo comunque che da oggi l'unione uscirà rafforzata e il mal di pancia sarà più acuto per quella componente che s'illude di ritornare a distruggere quel che resta di questo povero Paese.
    Ai "signori" che si stanno smanicando sotto Palazzo Chigi: ahò! ripiegate le bandiere e tornate a casa a prendere una bella camomilla!

  39. lacqua

    Come al solito non si può dividere bene e male, in modo che l'uno stia tutto da una parte e l'altro dall'altra. Come ho spiegato nel mio blog, il Governo ha sbagliato a non ascoltare una parte del proprio elettorato, su principi che la Sinistra considera da sempre vitali. Ma hanno sbagliato pure i compagni che non hanno sostenuto abbastanza il Governo.
    LO RIPETO ANCHE QUI, IN MEZZO A TUTTO QUESTO SCANDALOSO "DAGLI AL COMUNISTA" CHE SI LEGGE NEI BLOGS, DOVREMMO METTERCI IN TESTA CHE, ANCHE SE ROSSI E TURIGLIATTO SI FOSSERO UNIFORMATI, IL GOVERNO SAREBBE STATO BATTUTO LO STESSO! E LO SAREBBE STATO GRAZIE AD ANDREOTTI, PININ FARINA E DE GREGORIO. Il Grande centro che avanza, guarda caso… Tisbe, come al solito hai la vista molto lunga e arguta. Fai bene a temere il ritorno della Balena Bianca. Altro che comunisti, qui facciamo come i capponi di Renzo e non sappiamo nemmeno distinguere chi ci fa lo sgambetto! Andate a vedere dalle parti della Confindustria, per esempio, o dalle parti del Vaticano. Pinin Farina e Andreotti! Altro che prendersela con due compagni che avranno anche sbagliato, ma almeno hanno scelto secondo coscienza!!!

  40. utente anonimo

    N.B.
    "…ROMA – Duro attacco di Gianfranco Fini contro il governo che utilizza i senatori a vita per garantirsi la maggioranza parlamentare. Come è accaduto venerdì a Palazzo Madama, dove il voto di cinque senatori su sette, è stato determinante per mandare in porto il maxiemendamento alla Finanziaria. "Non contestiamo il diritto dei senatori a vita di votare, ma il fatto che senza quel voto il governo non avrebbe la maggioranza e quel voto non è espressione del mandato popolare. Siamo quindi al di fuori della logica democratica se si sta al governo senza rappresentare la maggioranza di coloro che sono stati eletti"…
    (17dicembre2006)

    "I voti che hanno affondato il governo
    Andreotti, Cossiga e Pininfarina non votano la mozione dell'esecutivo. E contribuiscono alla sua sconfitta …"
    21febbraio2006

    alla faccia della coerenza!
    Sefossistato

  41. utente anonimo

    Non sono d'accordo: il Governo è caduto perchè ha cercato di ascoltare tutti gli elettori, ovviamente impossibile quando il tema è diverso da quello di non far tornare al governo il centrodestra.
    Anzi, oso di più: il Governo è caduto perchè ha ascoltato troppo una parte dell'elettorato e perchè quella parte dell'elettorato, perdendo coerenza, ha deciso di essere sia al Governo sia all'opposizione! Non so come possa sembrare tutto normale, ma un elettorato che è rappresentato al Governo e al tempo stesso opposizione è sicuramente in una situazione patologica. Era già una maggioranza risicata, seriamente problematica al senato (basta che qualcuno passi a miglior vita.. che succede?), ma no, si è permesso di fare da una parte politiche liberali ed economiche che nemmeno il centrodestra oserebbe, tanto sono di centrodestra e dall'altra di scendere in piazza.
    Scendendo in piazza a Vicenza e nella lotta sui Dico, è l'elettorato che ha costretto all'angolo la classe politica in situazioni assurde. Probabilmente (pensateci) senza Vicenza e senza Pacs il governo Prodi sarebbe durato di più. Provate a cancellare un attimo le manifestazioni dell'elettorato di sinistra, le loro richieste e vedrete che il Governo Prodi sarebbe ancora in piedi.
    Ed in effetti non si capisce il senso visto che chi è sceso a Vicenza e si è battuto sui Pacs sentendosi raggirato dai Dico non è soddisfatto e nello stesso tempo non è soddisfatto oggi.
    Il risultato? Che ora la sinistra più radicale obbedirà ancora più prontamente. Ma non solo la classe politica, anche lo stesso elettorato metterà bandiere e striscioni nel cassetto di buon grado (perchè non è serio nè l'elettorato nè il Governo in una situazione paradossale come questa). La sinistra radicale non ha giocato male le sue carte, anzi, forse è stata fin troppo diplomatica nell'ingoiare rospi. Semplicemente non rappresenta la maggiore espressione del popolo nè della classe politica e ha giocato come se invece rappresentasse la maggioranza del Paese e della rappresentazione partitica. Sbandierando un orgoglio che però, se era discutibile prima (o sei all'opposizione o sei con il Governo, non è che si possa prenderci per i fondelli con la dialettica di un Diliberto) ora sarà completamente, consenzientemente ridotto ai minimi termini.
    Posso dire la mia? Non è colpa dell'elettorato. Tutto, nè del centro, nè della sinistra radicale.
    L'errore è a monte, l'elettorato è stato ingannato fin dall'inizio in ogni punto (tranne quello di sbattere fuori il centrodestra).
    Perchè non esisteva alcun programma.
    Il programma dell'Unione è finto!
    Rendetevi conto finalmente, ora sono passati mesi e mesi e avete potuto verificare di persona!
    Il programma dell'Unione NON ERA FATTO PER GOVERNARE!
    Era finto questo.
    Era fatto PER PRENDERE I VOTI DI TUTTI!
    Solo per questo. Per prendere voti dal centro e dalla sinistra, non per governare davvero.
    L'elettorato è innocente o ingenuo in gran parte. Una piccola colpevole e ipocrita perchè del governo non importa un tubo nè del Paese o dei temi sociali o altro ma solo di non far governare il centrodestra.
    Ma se qualcuno non recepisce il messaggio lo ripeto meglio:
    NON FAR GOVERNARE IL CENTRODESTRA può essere un desiderio, una soddisfazione quello che si vuole, ma non è un programma politico o di Governo.
    Chi ha contato solo su questo perchè il centrosinistra, oltre a vincere, governasse, oggi non può dirsi davvero stupito senza sentirsi anche un po' stupido.
    Comunque, forse il governo Prodi sarà più forte adesso (non c'è un'altra possibilità dopo la fiducia che i partiti riconfermeranno domani a Prodi) perchè una parte dell'elettorato si contenterà di tutto (tranne Berlusca) e i partiti tutto tranne di perdere potere e poltrone.
    In effetti i partiti dell'Unione sono stati uniti oggi, ma non è bastato.
    Ma Andreotti per esempio, senza la storia dei Dico-Pacs, secondo voi, si sarebbe comportato così? Non vi sembra il sicario del Vaticano che ha compiuto la sua vendetta ed il suo ultimatum?
    Luca

  42. omselvarec

    Sono tutti dei falsi bugiardi perchè tutti sapevano che non ci sarebbe stato un dopo Vicenza. Un dopo Vicenza nel senso di un cambio di rotta…. Lo sapevavo benissimo anche tutti i sinistri capi corrente dei vari partiti comunisti italiani che hanno partecipato alla manifestazione, che è stata innutile, che è costata tanto e che ….il resto lo sapete. Splendida fanciulla, a Vicenza c'erano 4 magna gati il resto genti d'italia portati a forza dai centri sociali e dai vari partiti comunisti,tra l'altro gli unici ancora esistenti al mondo, di questa italietta……

  43. ermahico

    @Moltitudini

    ne ho dati 4 d euro, come augurio per una lunga legislatura. Uno mi sembrava troppo poco.

    lo già scritto su TerrorPilot, ma vale la pena ripeterlo.

    quello che non distruggerà questo governo lo renderà più forte

  44. utente anonimo

    Per Luca prrrrrrrrrrr
    prrrrrrrrrrrrr prrrrrrr
    ti è piaciuta la pernacchia
    un amico di Prodi
    rosica rosica vai a leccare il deretano ai tuoi padroni della cdl ahahahahaahahaahahahah
    prrrrrrrrrrrrrr prrrrrrrrrrrrrrrr
    rosica rosica

  45. omselvarec

    Comunisti d'italia calmatevi e non fate gesti inconsulti….in questo paesetto non succederà nulla….il sig. prodi avrà la sua fiducia del parlamento ci sarà un rimpastino magari con l'appoggio esterno, per le famose convergenze parallele dei vecchi D.C. follini e casini e si potrobbe anche formare un governo del sig. prodi con l'appoggio esterno di casini e follini, appoggio esterno perchè altrimenti i comunisti si potrebbero adirare…..
    Questo governo se ci sarà sara ricordato dalla storia come: "governo dei folli-casini……"

  46. moltitudini

    @anonimo
    ah beh, ok…in questo senso si.Io parlavo del quorum stando ai votanti di ieri.
    Ciò che dici è vero, infatti la volgare azione di linciaggio verso Turigliatto e Rossi è immotivata, sia numericamente (avessero votato a favore avrebbero alzato il quorum e il governo avrebbe perso lo stesso) che politicamente.
    Perchè qui c'è poco da sbraitare: il governo non ha i numeri, aldilà dell'arcobaleno cacofonico che lo contraddistingue.
    Questo poi non era un voto di fiducia: era una relazione che si chiedeva di approvare.

    Siccome conteneva cose che turigliatto e rossi non condividevano, in coscienza, han votato no.
    Da persone coerenti.

    Se un membro della maggioranza deve votare "si" a prescindere, per…fede o ragion di stato,beh..tanto vale che si annulli il voto, no? Che si vota a fare? Anzi..si abolisca il parlamento, se contenuti e merito non valgono nulla in confronto a…non ho ben capito che cosa.
    Tra i più ferventi sostenitori dell'ipotesi unione + pezzi di UDC, guarda un po', c'è esattamente rifondazione.
    Se non è astratto e mero attaccamento al potere questo, prescindendo dal "cosa" si governa a fare…non so.

  47. moltitudini

    Non è che si possa non ammettere che il destro Luca dica cose inesatte…eh…
    E che non si incolpi la legge elettorale. Anzi..paradossalmente, la legge elettorale al senato (che storicamente per come è definito il senato in costituzione ha sempre dato luogo a maggioranza risicate) ha favorito il centrosinistra , che ha avuto una.."maggioranza", benchè esigua, di senatori, sebben abbia preso meno voti della CDl..che al senato ha la maggioranza neanche relativa, bensì assoluta.
    Il nodo è tutto politico, e nemmeno contingente alle magagne dell'unione: è un vulnus da sempre presente nella partitocrazia italiana.

    Anche con una legge uninominale secca e maggioritaria, i candidati uninominali sarebbero espressione delle varie anime delle coalizioni (con la legge vecchia uno in un collegio si ritrovava con il simbolo "ulivo" diliberto…o turigliatto..e in un altro colegio de mita o mastella), unite sotto il simbolo dello schieramento maggioritario per poi suddividersi nei vari gruppuscoli in parlamento.
    Il deficit è strutturale, sia complessivamente rispeto al funzionamento della macchina partitica in italia, sia alla contingenza dell'Unione, che aldilà di tutto..non ha matematicamente, anche se fosse coesissimo, la maggioranza al senato.
    Rendiamoci conto che oggi, nel 2007..è determinante un andreotti.
    Che sia prodi che berlusconi sono in scena da lustri, ed hanno vinto e perso elezioni continuando a rimanere in sella…roba che in qualsiasi altro sistema parlamentare d'europa non esiste.

  48. Tisbe

    @moltitudini, qual'è la tua alternativa "concreta"? Perché mi sfugge. La critica la posso capire, e pure condividere, ma questo paese ha bisogno di essere amministrato. Come si fa? Qual'è il tuo suggerimento?

  49. utente anonimo

    Per "rosica rosica".
    Di cosa? Io sono ancora incredulo: per me il governo sarebbe durato 5 anni, era stabilissimo nel suo modo di fare tutto e niente. Di prendere per i fondelli un po' gli elettori più di centro e un po' quelli più radicali, contentando e scontentando rigorosamente tutti.
    Ed infatti non è caduto perchè un Diliberto o un Rutelli hanno fatto mancare il loro solidale appoggio o un Mastella o un Di Pietro non abbiamo svolto il solito lavoro di "spirito di servizio" per tenere in piedi il Governo.
    E' caduto perchè al senato la maggioranza è precaria, non perchè qualche partito si è tirato indietro. Io questo in effetti non l'avevo previsto, per me tutti i partiti dell'Unione avrebbero continuato a prendere in giro i loro elettori restando tranquillamente sulla poltrona. Quindi non rosico perchè:
    1) Dubito che le cose cambieranno di molto, forse peggioreranno (e sono ancora incredulo).
    2) Ho una buona percentuale di sfiducia nella classe politica TUTTA, centrodestra incluso (che qualcuno può chiamare qualunquismo se crede) che non mi permette di esultare passionalmente di fronte all'evento.
    Non rosico perchè comunque è una dimostrazione che in Italia, da qualunque parte si voglia stare non c'è verso di avere un governo serio o di fare seria la politica del Paese, semmai sono preoccupato.

    Oltretutto, sapendo che ognuno è incollato alle poltrone e non prevedendo l'episodio di ieri legato a singoli, non mi aspettavo affatto che cadesse sul tema della politica estera. Sapevo benissimo che i leader che hanno appoggiato la manifestazione di Vicenza sono degli ipocriti e sapevano bene che non avrebbero tolto comunque il potere al Governo.
    Ero tranquillo pensando ai partiti e ai capo partiti (e pure sindacati, insomma tutti) ma non ho tenuto conto che ci sono dei senatori a vita che non hanno un elettorato o un Governo di cui render conto: loro restano senatori a vita comunque, finchè non crepano, qualsiasi Governo o elettorato ci sia.
    E' una variabile che non avevo considerato per niente.

    Moltitudini: non ho capito… dico inesattezze o non dico inesattezze? Mi è rimasto il dubbio leggendo il cappello.

    Luca (d'ora in poi cambierò il nome Luca in Alieno sia perchè non sapevo che Moltitudini si chiamasse Luca e non voglio generare confusioni sia perchè il "destro Luca" proposto da Moltitudini non mi piace troppo e non mi rappresenta troppo.)

    Luca => Alieno

  50. moltitudini

    Tisbe..sull'alternativa ho risposto così tante volte che..basta:mi autosospendo. Sei tu che non rispondi mai a ciò che ti chiedo io.
    Intanto..parton le purghe staliniane nel prc.

    @Luca dicevo che il tuo intervento è tutt'altro che fuori luogo.
    Farà male..ma è così.

  51. Tisbe

    @moltitudini, e di che ti preoccupi? Tu non ne fai parte…
    Nelle tue risposte manca l'elemento concreto, per quanto io nonne sia una fan, lo reputo necessario nei fatti di politica e di amministrazione di un paese

  52. moltitudini

    Ti hi, rpeto, risposto spesso in merito.
    Non ho ancora invece ben capito, con un governo che spende in armi come non mai, che taglia la scuola , sanità, servizi sociali come non mai, che regala soldi ai padroni come non mai (tenero giordano ieri..che dava a quelli confindustria degli "ingrati"), eccetera…dove fosse l'alternativa a berlusconi, aldilà dei contenitori.

    poi..non faccio parte di che?

  53. moltitudini

    Ah, fammi capire…posso criticare una scelta del prc solo se ne faccio parte, quando per altro quel partito ritiene di rappresentare quelli come me?

    curioso atteggiamento.

    Aperto.

  54. ermahico

    @Molti
    io sarei favorevolissimo all'abolizione del voto segreto.
    tutti i cittadini devono mostrare la faccia quando chiedono di votare.
    responsabilizzare è il primo passo per ottenere politici responsabili.
    così, come nel caso di De Gregorio, che sfugge a tutte le discussioni in atto nei blog, si può almeno chiedere a chi lo ha votato: "hai visto che crisi ha dato all'Italia? lo voterai ancora ?"
    in parlalmento esiste già l'opzione che toglie il voto ai parlamentari, si chiama 'voto di fiducia'.

  55. utente anonimo

    Sì, i tagli alla scuola lasciano perplessi molti del centrodestra che penseranno: "ma guarda se questi ci devono umiliare così facendo cose più di destra di noi e con meno scrupoli". Così come lasciano perplessità nel centrodestra l'identità dei manifestanti che andavano in Piazza ogni giorno per difendere la scuola… ma allora facevano finta!
    Sulle armi e militari non ci sono dubbi: questi sono più militaristi anche se la parola pace la usano più spesso. Quanti soldati ci sono in Libano? E poi sempre a ripetere che se ci devono andare, ci devono andare armati bene… (prima invece pare che il centrodestra non fosse militarista convinto, li mandavano con armamento "sottotono" quasi per scusarsi che fossero soldati e non volontari..).
    Gli investimenti bellici poi sono di primordine.
    Sulle liberalizzazioni poi, a parte l'acqua, l'hanno detto: si deve liberare tutto e tutto deve fruire nella libera concorrenza, tutto tranne l'acqua (io per esempio non sono favorevole alla liberalizzazione di beni indispensabili e alla concorrenza liberissima senza sorveglianza, perchè soffoca generalmente i "piccoli" e i "grandi" hanno comunque minori costi, possibilità di finanziamento e perfino di andare in perdita per anni pur di acquisire una fetta di mercato!).
    L'acqua no, però libera concorrenza nella sua distribuzione (ovvero società che possono arricchirsi su beni sociali senza controllo).
    Non so se gli elettori alle primarie che han deciso per Prodi fossero davvero di sinistra a questo punto.
    Secondo me molti sono stati raggirati e gli è stato estorto il voto con un programma finto fatto solo per raccogliere voti alla base nel modo più ampio possibile e non per governare davvero. E alcuni oggi non dovrebbero stupirsi. Ma vedo che non lo sono in effetti (non quanto lo sono io per esempio) piuttosto arrabbiati e disposti ad accettare tutto.
    Alla faccia dell'identità sbandierata, alla fine l'unica intesa forte resta il restare al governo anche per parte dell'elettorato.
    Non so se quest'unico condiviso programma politico renderà mai questo Paese politicamente governabile e più maturo politicamente.
    Ho dubbi.
    Così come ho dubbi che la classe politica, qualsiasi, si assumerà davvero la responsabilità di cambiare il sistema elettorale vada come vada solo per il bene del Paese (per renderlo più serio e stabile, l'Italia non è che possa vantare grandi esempi di stabilità anche in passato).
    Non sono così vecchio, ma da quello che posso immaginare avendo letto, sembra d'essere tornati alla prima repubblica.
    E' chiaro che servono delle modifiche, dei cambiamenti forti nel sistema. Almeno per far uscire definitivamente dal tunnel l'Italia, fuori dall'etichetta che ha da sempre anche agli occhi degli altri Paesi (inaffidabile?).
    D'altra parte di sinceri e forti statisti in giro non mi pare di vederne e sui governi tecnici ho messo una pietra (tombale) sopra da quando ho visto che ormai la politica è uno strumento dell'economia e del mondo finanziario(e non il contrario) e che perciò ogni tecnico non è mai veramente un tecnico e fa riferimento a interessi (finanziari) di parte.
    Sicuramente ho più dubbi che certezze, credo si capisca da quello che scrivo sempre.
    Ma non posso solo dare la colpa a me stesso, secondo me rifletto anche un vuoto della politica e il fallimento delle grandi ideologie (tutte).

    Luca => Alieno

  56. moltitudini

    ermahico…non riesco bene a cogliere ciò che dici.

    In una teorica democrazia..abolire il voto segreto…sarebe curioso.

    Insomma….roba da coontrollo mafioso del voto..o da ventennio fascista.
    Ma che vai dicendo?
    mama mia, siam tutti matti.
    Su de gregorio..chiedere a dipietro, che lo ha candidato sapendo bene che aveva già cambiato casacca 10 volte.
    E intanto "fucilano" turigliatto, che se avesse votato SI, non avrebbe salvato il governo.
    Mah. QUanto strabismo.

  57. Tisbe

    @moltitudini, me sei de coccio? Sto semplicemente dicendo che tu personalmente non dovresti preoccuparti della purga stalinista in quanto non fai parte del Prc…

  58. utente anonimo

    la cosa più ridicola è che dici "questo popolo italiano fa schifo"…
    vuoi proporne lo sterminio?
    vuoi andartene dall'Italia?
    vattene.
    nessuno ti trattiene.
    ma quelli come te , non se ne vanno mai fuori dalle scatole.

  59. utente anonimo

    Ultime Ansa – Quirinale: 'Particolare complessita''. Giordano: 'Allargamento si' ma no a larghe intese'. Parisi: 'Prima serve coesione'. Lombardo: 'Ne' nel governo ne' nella maggioranza'. Mastella: i Dico vanno tolti dall'agenda….

    Nel guazzabuglio, in attesa che partorisca una montagna o un topolino, noto che, il Governicchio dei paradossi e delle contraddizioni ha anche un elettorato adesivo altrettanto paradossale e contraddittorio, perchè paradossalmente se la prende proprio con gli unici coerenti…..
    Ma allora è proprio vero che su Vicenza erano tutti consapevoli che fosse una farsa? Solo voglia di scendere in Piazza per giocare a fare gli adulti? Altrimenti quest'accanimento per i "traditori" che avrebbero causato la caduta, che almeno nell'inevitabile caduta hanno avuto la soddisfazione d'essere coerenti. Gli altri invece si sono pure umiliati inutilmente….

    Il problema è che il Governicchio era fragile davvero (non pensavo nemmeno io) e così basta uno a casa con la febbre (Scalfaro), uno che non va mai a votare che invece ci va (Pininfarina), un cattolico indispettito (come Andreotti che ha dato fiducia praticamente su tutto al governicchio, sia sulla politica che guarda al mondo arabo, equidistante ecc, sia sulla finanziaria ma sul tema della famiglia deve aver meditato vendetta..) e patacrac. E già si erano "comprato" l'Argentino di senatore… Ma può governare un Governicchio così?
    Mi rendo conto per la prima volta dell'effettiva fragilità al Senato perchè, cavolo, stavolta tutti i partiti erano solidali con il Governo senza dubbi, nonostante le farse colorate in piazza.
    Sono convinto che sono loro i primi ad essere sorpresi, erano tranquillissimi anzi sicuri!

    Moltitudini: anche a me è venuto subito in mente il ventennio fascista!
    Certa gente non si rende conto, nel desiderio di far estremismo ad ogni costo quanto il pericolo di assomigliare o costruire precedenti nazifascisti sia vicino vicino. Ora ci manca, dopo la proposta dell'abolizione del segreto del voto ai cittadini per "responsabilizzarli" grazie all'idea che pochi sanno cosa è meglio per tutti ..tanto gli italiani sono tutti dementi qualcuno dice già .. perchè allora non togliere direttamente il concetto demos cratos e lasciare il potere a un dittatore o a un'oligarchia di superintelligenti che amministrano un popolo di dementi? E perchè non cominciare a responsabilizzare gli elettori senza segreto e con qualche manganello qua e là per responsabilizzare di più? E perchè non esautorare direttamente il parlamento così i governi, fatti-fatti! Non cadono!

    Io, a chi dice queste @!*##^!§X, che rivelano l'ignoranza o la superficialità politica con cui si dà fiato alla bocca solo perchè c'è senza nemmeno provare ad accenderlo il cervello e dimenticando completamente percorsi storici e memoria, propongo un'alternativa più costruttiva al togliere il segreto del voto: un test attitudinale per dimostrare che si merita di votare!

    Magari si dimezza l'elettorato, ma almeno, cavolo, non si devono sentire questi presupposti, queste premesse fasciste ripittate di rosso fresco.
    Allucinante.

    W il popolo!

    LucAlieno

  60. ermahico

    Abolire il voto segreto è l'unica soluzione, i mafiosi già controllano le cabine elettorali del mezzogiorno, la chiesa idem.
    abolire il voto segreto porterebbe automaticamente i taglieggiati ad astenersi, e casomai ricevessero ancora minacce, mi pare che il voto sia una libertà e le forze dell'ordine non possono negare di farla esercitare e arresterebbero il mafiosetto di turno, quindi il voto di scambio diventerebbe un boomerang a classi politiche corrotte, perchè sarebbe una prova evidente, vedendo i favori che le due parti (eletto ed elettore) si sono scambiati in virtù del voto concesso.
    altro motivo per cui il voto non-segreto risolverebbe molti mali, specie al sud, è la realtà che si delinerebbe in una efficace e precisa analisi del voto stesso; cioè ,cosa hanno votato i pluripregiudicati? a CHI hanno votato? se si volesse scoprire un legame mafia-politico basterebbe vedere chi votano lor-signori….
    Inoltre, (terzo motivo) si sa bene che l'elettore medio di destra è un surrogato di ignavia e pigrizia, non andrebbe a votare sapendo di rendere pubblica una sua decisione, si asterebbe, quindi, solo un'elettorato motivato come il nostro andrebbe a presentarsi con orgoglio per esercitare il diritto di voto.

  61. utente anonimo

    Beh, allora sarebbe molto più corretto non far votare i pluripregiudicati (ma non è già così?).

    Mi pare di poter riassumere il concetto superbo in un punto:
    far votare solo chi è di sinistra (tanto gli altri sono ignavi o mafiosi, mi pare che non ci siano incertezze su questo punto..).

    E questo immagino sia il primo passo.
    Un domani immagino si renda necessaria un'ulteriore scrematura, per esempio fare votare solo una "certa" sinistra.
    far votare solo chi vota qualcosa e qualcuno prestabilito.
    Magari uno come te, per dire…

    Bello.
    Chissà perchè nessuno ci ha pensato prima… anzi, ora che ci penso, qualcuno via via ci ha pensato già….
    della bella gente mi pare di ricordare…

    Sempre più allucinante.

    LucAlieno

  62. utente anonimo

    (ANSA)ROMA, 22 FEB – 'Al momento l'ipotesi che si prospetta e' quella di far tornare alle Camere questo Governo per ottenere la fiducia'. Lo ha detto Lombardo (Mpa).

    Pare si partorisca un topolino quindi..
    Scommesse?
    Io se si ritorna al voto e questo governicchio non ritorna perdo una cena e ne devo pagare una. Cacchio, ero sicuro di vincere fino a ieri! Ancora non ci credo! Il governo che cade sulla politica estera… erano tutti d'accordo (sulla discontinuità che è anche continuità o l'inverso, a seconda dell'elettorato a cui il governo si rivolgeva). Pazzesco. Un Governo che, dopo i barocchi concetti politichesi del passato come convergenze parallele si inventa la continuità discontinua o la discontinuità continua con il precedente governo, l'antiamericanismo che non ce l'ha con gli americani, l'opposizione che è anche Governo al tempo stesso, gli irriducibili comunisti che accusano i compagni di inopportuna coerenza ideologica e verso l'elettorato ed altre squisitezze sono ancora allibito: se non fosse stato così fragile al senato avrebbe potuto essere un governo eterno, avendo già sfidato ogni regola e legge conosciuta del possibile.
    E devo capire se è Prodi o D'Alema a portare sfiga (pensando al curriculum di Prodi – vedi Iri – penso sia lui…).
    Ma probabilmente il maggior responsabile è Berlusconi: è un po' che non parla, ovvero che non spara cazzate, che di solito portano giovamento e fortuna alla sinistra tirandogli su il morale per giorni e giorni…

    LucAlieno

  63. utente anonimo

    Pare che ora si torni al voto…
    pare che quei rospi ingoiati fino a ieri per "spirito di servizio" e solidarietà al governo ora siano improvvisamente indigesti a tutti.

    Sono contento se il voto viene rimesso nelle mani del popolo perchè possa esprimersi nuovamente, magari con le idee più chiare. Spero senza programmi inutili e impossibili ma che si voti sui valori con i quali si è più solidali.

    Però resta un altro giorno in cui l'Italia non fa una bella figura comunque, dal punto di vista della serietà questo Governo, che tutt'ora tribola senza accordi ha fatto dei danni pazzeschi.

    LucAlieno

  64. utente anonimo

    Contrordine… (ennesimo).
    ANSA) – ROMA, 22 FEB – Le condizioni che Romano Prodi porra' agli alleati per restare al governo 'non sono oggetto di trattativa'. Lo afferma Giulio Santagata. 'Il presidente Prodi – dice il ministro per l'attuazione del programma – ha predisposto un documento in cui ha messo le condizioni di un rilancio dell'attivita' del governo e intende sottoporle ai segretari dell'Unione perche' siano un patto programmatico. Non sono condizioni ricattatorie, ma sono le sue posizioni per il rilancio del governo'.

    Non so, se si esclude il ricatto come dice di fare, cosa avrà mai voluto dire quest'uomo?
    Mah
    LucAlieno

  65. ermahico

    I detenuti aventi diritto al voto sono ammessi ad esercitare tale diritto nel luogo di reclusione o custodia preventiva. L'interessato, non oltre il terzo giorno antecedente la data della votazione (06 aprile 2006) per il tramite del direttore dell'Istituto di prevenzione e pena, deve far pervenire al sindaco del comune nelle cui liste elettorali è iscritto una dichiarazione della propria volontà di esprimere il voto nel luogo in cui si trova, recante in calce l' attestazione del direttore dell'Istituto comprovante la detenzione dell' elettore.

  66. utente anonimo

    L'interdizione dal voto è per:

    a) coloro che sono dichiarati falliti finché dura lo stato di fallimento, ma non oltre cinque anni dalla data della sentenza dichiarativa del fallimento;
    b) coloro che sono sottoposti, in forza di provvedimenti definitivi, alle misure di prevenzione di cui all’articolo 3 della legge 27 dicembre 1956, n. 1423, come da ultimo modificato dall’articolo 4 della legge 3 agosto 1988, n. 327, finché durano gli effetti dei provvedimenti stessi;
    c) coloro che sono sottoposti, in forza di provvedimenti definitivi, a misure di sicurezza detentive o alla libertà vigilata o al divieto di soggiorno in uno o più comuni o in una o più province, a norma dell’articolo 215 del codice penale, finché durano gli effetti dei provvedimenti stessi;
    d) i condannati a pena che importa la interdizione perpetua dai pubblici uffici;
    e) coloro che sono sottoposti all’interdizione temporanea dai pubblici uffici, per tutto il tempo della sua durata.

    LucAlieno

  67. utente anonimo

    Invece:

    Tutti coloro cioè che, avendo una condanna inferiore a tre anni o essendo in attesa di giudizio (circa il 40 per cento della popolazione carceraria), mantengono il diritto al voto. Visto che la procedura che consente di votare nel proprio istituto di detenzione, stabilita dagli articoli 8 e 9 della legge 23 aprile 1973, non si attiva automaticamente, ma su richiesta del diretto interessato, con una domanda controfirmata dal Direttore del carcere, al Sindaco del proprio Comune di residenza, è indispensabile che le direzioni degli Istituti facciano avere in tempo tutte le informazioni necessarie.

    Siccome si contesta che non c'è la garanzia che gli Istituti provvedano e siano organizzati per farlo in tempo e sul fatto stesso che deve essere il recluso sopra a fare richiesta di voto, ci sono alcuni esponenti radicali e di sinistra che cercano di facilitarne il voto portando avanti una vera e propria battaglia (una delle tante di Coscioni per esempio).

    Non mi risultano invece battaglie in questo senso da parte della destra, per cui sarebbe lecito supporre che sia contraria in linea di principio.
    E che tu, più o meno coscientemente, sei nuovamente vicino a posizioni di destra.

    LucAngelo

  68. ermahico

    Infatti la totalità dei mafiosetti di quartiere da me una volta votava ForzaItalia, ma siccome ha fatto uno stato di superpolizia contro i disgraziati e una mega impunità contro i potenti, adesso votano tutti per Mastella. o ancora meglio UDC che garantisce processi lunghi lunghi, dove è garantita sia la prescrizione sia il punto 3 che hai citato, indi, votano.
    hai ragione ha dire che ho molto in comune con alcune posizioni di destra, ma io preferisco vedere loro vicini a me (punto di vista sogettivo) alle posizioni integgerime di una sinistra Vera e Nazionalista.

    Rimane il problema che l'italiano medio sa perfettamente la misura di seno di Veronica Lario e poco o nulla di Ilaria Alpi o Nicola Calipari.
    Solo una forte presenza mediatica e soluzioni forti e incisive che cancellino le minacce antidemocratiche possono portare a uno stato duraturo.
    Dopo le trasmissioni che ridicolizzavano su studio aperto (It1) la marcia su Vicenza ho capito che i cattivi non erano i novelli partigiani arrestati a iosa, ma quelli che si professavano vittime.
    quando il lupo si veste d'agnello và ucciso due volte.

    Rimane il fatto che per me , il voto segreto, è una cagata galattica.
    in Italia non funziona.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *