Addio alle Armi: Tisbe lascia la redazione di Kilombo

E’ giunta l’ora X. Ebbene sì, Tisbe è pronta a lasciare il suo incarico di redattrice di Kilombo dopo un anno di onorato servizio. Tutto cominciò Qui e a rivederlo c’è da commuoversi. Ho partecipato ai dibattiti per la formazione di un metablog delle sinistre fin dall’inizio e ci ho messo sempre troppa, tanta passione. Sono fiera di essere tra le Madri Fondatrici di questo progetto politico, in considerazione del fatto che, tra le donne, sono stata l’unica a crederci fino in fondo. In Kilombo ho conosciuto delle persone meravigliose e all’interno della redazione, soprattutto quella storica, c’è stato sempre una sorta di collante magico, oserei dire affettivo. Lo spirito di gruppo e di appartenenza è stato sempre il carattere distintivo tra gli appartenenti allo "zoccolo duro" di Kilombo. E per quanto, molto spesso, ci siamo ritrovati in disaccordo su molte questioni, ha sempre prevalso il buon senso e il bene comune. La mia uscita dalla redazione non esclude che io prenda parte ai progetti futuri sui quali stiamo già lavorando a pieno ritmo, come ad esempio la costituzione di un’Associazione e di Kilombo Slow. In cantiere c’è anche un incontro aperto a tutti i kilombisti. Stiamo lavorando per scegliere la data e il luogo. Non nascondo che io credo in Kilombo a tal punto da volerlo difendere da ogni attacco distruttivo ed autodistruttivo, e sono certa che questa organizzazione spontanea formata da nuove geniali menti possa diventare la classe politica del futuro. Io non sarei contraria a un Kilombo inteso come progetto politico, aperto a tutta la sinistra e fuori dalla tradizionale visione partitica così cara alla vecchia guardia. Parlo di un soggetto politico capace di comunicare con la base attraverso i mezzi messi a disposizione dalle nuove tecnologie. Parlo di un Kilombo che sia una via di fuga per una sinistra rinnovata, più umana, più vicina ai bisogni della gente, soprattutto più vicina ai giovani e che parli il linguaggio di questi ultimi.

Tisbe esce dalla redazione di Kilombo (ed era ora) continuando ad amarlo incondizionatamente. Tisbe crede in Kilombo e vorrebbe che questa sua passione contagiasse non solo i kilombisti, ma anche tutte quelle persone che credono nella rinascita di una politica sana e che credono nei valori tradizionali della sx, ben espressi nella Carta di Kilombo: un gioiello di esempio democratico.

Approfitto per porgere un grande in bocca al lupo ai candidati redattori della prossima tornata elettorale: benvenuti nelle prove tecniche di autentica democrazia nel web.

Un abbraccio rosso rosso a tutti

21 commenti su “Addio alle Armi: Tisbe lascia la redazione di Kilombo

  1. utente anonimo

    Non mi intendo di politica ne di affari "Kilombisti" ma credo di saper vedere il lato umano delle persone e secondo me con te Kilombo perde un po' del suo lato umano.
    Ciao e in bocca la lupo per qualsiasi cosa
    Elisa

  2. Tisbe

    @Elisa, Grazie, ma la mia uscita dalla redazione è stabilita nella Carta, eppoi sono un po' stanca 🙂
    @alexperry, Kilombo è democrazia, se io rimanessi si formerebbe una sorta di oligarchia e non è giusto. Condivido la mia uscita
    @ stefanomassa, non è detto che non ritorni in futuro

  3. utente anonimo

    bellissimo post tisbe. 🙂

    anch'io sono molto affezionato ai padri fondatori, allo stregone, e a tutti i guerrieri di questo villaggio di selvaggi. e al villaggio stesso.

    beh, direi che i tempi sono maturi per il primo raduno di Kilombosti, no? 😉
    supra

  4. utente anonimo

    La redazione di Kilombo perde tanto, se mi sono iscritto è perchè mi ha colpito la tua passione verso questo progetto, quindi spero davvero che i componenti della redazione siano capaci di colmare questo vuoto.

    PS: Scusa se su OKNO non voto questa notizia, ma non saprei davvero che voto dare 🙁

    Ciao, un abbraccio.

    Giuseppe T.

  5. utente anonimo

    che dire?
    prima o poi bisognava lasciar che kilombo corresse con le proprie gambe… e poi spero, che con il ritrovato tempo libero tu possa, dare qualche altra forma di contributo al progetto.
    Hai fatto un buon lavoro ( e credo di poter parlare con cognizione di causa ).

    Ciao
    Munchhausen

  6. Tisbe

    @kelebek, averti qui è un onore… grazie! 🙂
    @supra, direi di sì. Dobbiamo incontrarci nel reale 😉
    @Giuseppe T., esco dalla redazione ma non da kilombo. Dice bene Munch, potrò dare altri contributi. Ma Ok Notizie è un gioco 😉
    @Munchhausen, mi confondi davvero Barone. Ne faremo ancora tanta di strada assieme, stanne certo 🙂

  7. Loreanne

    Beh, Tis..tecnicamente non possiamo espirmere pareri competentissimi, perchè pur conoscendo di fama Kilombo e gli obiettivi che persegue, non siamo mai stati addentro alla vita del progetto…
    Dal canto nostro, possiamo aggiungere che qualsiasi esperienza finalizzata a promuovere "un soggetto politico capace di comunicare con la base attraverso i mezzi messi a disposizione dalle nuove tecnologie. Parlo di un Kilombo che sia una via di fuga per una sinistra rinnovata, più umana, più vicina ai bisogni della gente, soprattutto più vicina ai giovani e che parli il linguaggio di questi ultimi…", è lodevole!!!

  8. Unpercento

    Grazie Tisbe, di tutto quanto. Io non ho mai partecipato come avrei dovuto, per motivi miei personali, non certo politici.
    Sono contento che nel post che linki ci sia anche il mio blog. Qualcosa di mio, anche se pochissimo, ci avevo messo. E ne avrei ancora, ma qua non voglio fare polemiche, voglio ancora ringraziarti e complimentarmi per la passione che metti in tutto quel che fai.
    Ciao.
    Ed

  9. Tisbe

    @Loreanne, almeno l'intenzione c'è. Da parte mia di sicuro…
    @ Gianin, Grazie cara, anche a te
    Perché non partecipi al Concorso di Emozioni con le tue belle poesie?
    @ Unpercento, però vorrei tanto sapere cosa hai da dire. Mi sono persa qcs?
    @lacqua, 🙂
    @filomenoviscido, grazie a tutti voi 🙂

  10. utente anonimo

    Grazie mille per l'ottimo lavoro che tu, insieme agli altri redattori, hai svolto.

    Speriamo che i prossimi redattori siano altrettanto bravi e, sopratutto, IMPARZIALI 😉

  11. utente anonimo

    Un fannullone come me si tiene ben cari i tipi che lavorano…

    Grazie
    e spero che non dobbiamo rimpiangere la tua assenza dalla stanza dei bottoni….

    Pensatoio

  12. Tisbe

    @Unpercento, ah, meno male 😉 (diplomatico 😉
    @ Pensatoio, fannullone? Tu leggi tantissimo e ti invidio per questo
    @pasquale, se lo dici tu… 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *