Matrimonio a Ischia

IMMAGINE 1596

Immagine 1607

Immagine 1590

Ieri una mia carissima amica ha sposato un ischitano. Il rito civile si è svolto nella Villa Arbusto in Lacco Ameno e la festa con amici e parenti su una nave da ricevimento. Fortunatamente io non soffro il mare, ma di ritorno a casa , una volta nel letto, ho avvertito un mal di terra: avevo la sensazione come se stessi ancora dondolando. E’ stata una giornata meravigliosa a parte l’attesa snervante degli sposi che non finivano mai di fare le foto. Musica standard jazz, tradizione napoletana, dj e momenti di humor dovuti al carattere brillante della sposa hanno reso il soggiorno sulla nave davvero piacevole. Prima del rito civile io ed altre 2 amiche intime della sposa abbiamo recitato delle poesie. Ho scelto un brano del poeta turco Nazim Hikmet

Il più bello dei mari
è quello che non navigammo.
Il più bello dei nostri figli
non è ancora cresciuto.

I più belli dei nostri giorni
non li abbiamo ancora vissuti.
E quello che vorrei dirti di più bello
non te l’ho ancora detto.

Angela ha scelto un brano tratto da Il Profeta di Gibran (poeta libanese)

Amatevi l’un l’altro, ma non fatene una prigione d’amore:
Piuttosto vi sia un moto di mare tra le sponde delle vostre anime.
Riempitevi l’un l’altro le coppe, ma non bevete da un’unica coppa.
Datevi sostentamento reciproco, ma non mangiate dello stesso pane.
Cantate e danzate insieme e state allegri, ma ognuno di voi sia solo,
Come sole sono le corde del liuto, benché vibrino di musica uguale.
Donatevi il cuore, ma l’uno non sia di rifugio all’altro,
Poiché solo la mano della vita può contenere i vostri cuori.
E siate uniti, ma non troppo vicini;
Le colonne del tempio si ergono distanti,
E la quercia e il cipresso non crescono l’una all’ombra dell’altro.

E Ornella ha scritto qualcosa di proprio pugno, ovviamente non ricordo tutto, ma mi è rimasta impressa la chiusa: «capirsi è più importante di amarsi».

Chiudo questo post matrimoniale con un consiglio: Bisogna scegliere per moglie solo una donna che se fosse un uomo, si sceglierebbe per amico (Joseph Joubert). Ovviamente, il consiglio è reversibile.

10 commenti su “Matrimonio a Ischia

  1. Frexo

    Che spettacolo di nozze. Pure la barca. Una delle mie tre nozze ideali. E il brano di Gibran è stupendo. Ciao cara Tisba! Frex

  2. utente anonimo

    A quanto pare ti ha accolto anche una splendida giornata di Sole…
    situazione ideale per godersi l' isoletta e il matrimonio

    p.s la foto due è dal pontile piccolo di ischia ponte, giusto? Il punto di vista scelto è decisamente insolito, quindi potrei sbagliarmi.

    Munchhausen

  3. Tisbe

    @hirpus, insomma, l’italiano proprio no!

    @Frexo, sì è stato un bel matrimonio…

    @Munch, esatto, carissimo Barone, non ti sei sbagliato. Da Lacco ci siamo spostati ad Ischia Ponte, sotto il Castello Aragonese: spettacolo…

    Ischia è bellissima!

  4. utente anonimo

    ciao!
    sono capitata sul tuo blog cercando su google.
    Dev'essere stato spettacolare un matrimonio a Villa Arbusto, io sono di Lacco Ameno e posso confermare che l'isola è una location perfetta per un matrimonio da favola..vabbè, anche se forse sono troppo di parte!:P
    Un bacio!!
    Rita

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *