We want our rights, now!

Sabato 10 marzo in Piazza Farnese a Roma, manifestazione nazionale per dare la sveglia alla classe politica italiana

Alle DONNE e agli UOMINI di questo paese così bello e così poco libero.
A chi crede che tutti gli esseri umani nascono uguali in DIGNITÀ.
A chi ha a cuore la COSTITUZIONE italiana che riconosce DIRITTI e non li vieta a nessuno.
A tutte e tutti diamo appuntamento per una grande e festosa manifestazione per la LAICITA’ e le LIBERTÀ.
A Roma il 10 Marzo 2007 alle ore 15,00 Piazza Farnese
Per una legge sulle UNIONI CIVILI che riconosca il valore sociale dell’AMORE, eterosessuale ed omosessuale.
Per una stagione di riforme fondate sulla libertà e la RESPONSABILITÀ di donne e uomini.
Un futuro di PACE passa per la valorizzazione dei diritti delle persone e il riconoscimento che la PLURALITÀ è una formidabile ricchezza.
Diamo la SVEGLIA alla classe politica. Il tempo dei diritti è ORA.

Per le adesioni ed informazioni inviare una email a dirittiora@libero.it

CON IL PATROCINIO DEL COMUNE DI ROMA – Assessorato alle Pari Opportunità 

La manifestazione ha il sostegno ed adesione delle testate giornalistiche di: Liberazione, Il Manifesto, Il Riformista, La Rinascita della Sinistra

Satira: andate a leggervi questo post "10 buoni motivi per dire no al matrimonio tra gay"

18 commenti su “We want our rights, now!

  1. Tisbe

    @AdorabileCla, purtroppo nemmeno io potrò esserci: ho avuto una settimana molto dura, soprattutto ho dovuto spostarmi spesso… e fisicamente non tollero i viaggi… ho bisogno di tempo per smaltirli

  2. oscillante

    Abbiamo poostato la stessa cosa! Ora, però non mi citare per plagio! :-)) Scherzo, questa mattina soffro di una strana forma di euforia… che sarà? L'attesa della manifestazione?
    Ci sarai, a Roma, domani?
    Se sì, ti lascio il mio numero di cellulare, così, magari, ci si conosce!
    Ciao Tisbe, un abbraccio.

  3. utente anonimo

    Dopo le immagini che ho visto ieri nella trasmissione di Santoro e per le quali scriverò una lettera alla Rai, sono sempre più convinto della mia posizione, NOn DICO altro.
    🙁
    pasqui

  4. Tisbe

    @pasqui, non farmi arrabbiare. I diritti sono per tutti: non esistono persone di serie A come te e persone di serie B. Se tu sei sposato ed hai una famiglia con tutti crismi non puoi pretendere che chi è diversio da te non abbia i tuoi stessi diritti: ma come fate? Ma come fate a pensare che debbano esserci dei PRIVILEGI? Come fate… dio mio…

  5. utente anonimo

    Cosa rispondi a un bambino che vede quelle immagini e ti chiede spiegazioniche quella è un altro tipo di famiglia?
    e non è il fatto di essere sposato o meno.
    discutiamone nell'ordinamento civile e facciamo si che alcuni diritti negati come quello assistenziale siano regolamentati.
    😉

  6. Tisbe

    @hirpus, un bambino?
    Ti fa schifo che due persone dello stesso sesso si scambino effusioni? Ma è un problema tuo, mica del bambino!
    Il peccato è negli occhi di chi lo vede!

  7. Tisbe

    @etienne, sei un avvocato, dovresti sapere che la normativa è una Nottola di Minerva: arriva a cosa già fatte. Si legifera sempre su una condizione già preesistente, mica sulla fantasia?
    E quando mai la legge ha avuto il potere di creare qualcisa dal nulla? Bello se fosse così 😉

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *