Ultimo giorno da redattrice

Questo è un post di saluto. Oggi sarà il mio ultimo giorno nel ruolo di redattrice di Kilombo. Ringrazio tutti i miei colleghi, anche quelli che hanno lasciato l’incarico da mesi, per avermi sopportata. Mi mancherà tutto, dalle decine e decine di e-mail al giorno (a volte anche un centinaio) alle discussioni animate, ai momenti di esaltazione e di costruzione. Con queste poche righe voglio ringraziare tutti per la fantastica opportunità che mi è stata offerta. Io, insieme a Kamau e Supra siamo gli unici redattori in carica da un anno. Hanno compiuto un tratto di strada insieme a noi JacoMunchhausen. Povero Bucharin, tra gli altri storici padri di Kilombo, è l’unico a rimanere in carica (dopo un intercalare di inattività), in compagnia di Claudia e Francesco. Ancora poche ore e sapremo i nomi dei prossimi 3 redattori. E’ stato davvero difficile scegliere tra i candidati di questa tornata elettorale: sono tutti validissimi e vogliosi di collaborare. Faccio i miei migliori auguri alla nuova redazione e spero ardentemente che ci sia un rappresentante della stessa per il ritiro della "Mezzaluna d’Oro", premio che ha trascinato i kilombisti in non poche polemiche a seguito delle quali ci sono stati 5 abbandoni. Mi rammarico per tutto questo, ma la biologia insegna che la selezione naturale in "natura" è possibile, e soprattutto è necessaria.

Approfitto di questo post per compiere la mia ultima azione redazionale. Chiedo a tutti i kilombisti di segnalare in questo post la loro presenza a Napoli nel giorno 21 marzo 2007 «Giornata delle Nazioni Unite contro il razzismo e la discriminazione» per partecipare alla cerimonia di premiazione di Kilombo. Un abbraccio rosso rosso a tutti Tis

16 commenti su “Ultimo giorno da redattrice

  1. lavalanga

    Ovviamente ti continuerò a seguire sul blog ma mi mancherà il sapere di poter contare su una visione al femminile – un comune sentire – che a volte ci vedeva minoranza "qualificata" all'interno della redazione; visione che, comunque, per me ha fatto la differenza e della quale la parte maschile della redazione se n'è resa conto e in qualche occasione ne ha preso atto. Spero che dei nuovi tre entri almeno una ragazza a proseguire questo necessario confronto di genere e che sia tua degna epigone.
    Baci e grazie di tutto
    Claudia

  2. spartacusdue

    beh, per fortuna resti tra noi, e poi c'è l'associazione da fare… insomma non è un addio, comunque Kilombo molto deve a te e agli altri compagni che hanno gestito col loro tempo, la loro passione e senza compensi questa impresa. Buona premiazione!
    Ciao o come preferisci ciauz!
    🙂 🙂

  3. utente anonimo

    Mercoledì devo essere per forza a Palermo e mi dispiace enormemente.
    Mi piace pensare che tu abbia lasciate l'impronta della tua mano sull'argilla morbida del kilombo.
    Belle mani, capaci di dare schiaffi ma anche e soprattutto di aiutare le persone a rialzarsi.
    Saluti
    Nikolaj Ivanovic Bucharin

  4. theobserver

    Lasci la redazione di Kilombo dopo un'esperienza che, sicuramente, ti ha formata ed aiutato a crescere. Nel rimpiangere quello che lasci, ricorda quanto hai dato e quanto ricevuto da questo periodo. Non suggerisco una conta consuntiva…quella serve in un'azienda, non su Kilombo…un aggregatore di anime, valori e ideali. Questo mi piace…la possibilità di socializzare le proprie idee, avviando un confronto in profondità…che poi ci siano i dissensi, è nell'ordine dei gruppi ed una prerogativa della rete le fiammate improvvise…avete fatto un buon lavoro, cercando di contenere i danni e di arginare il conflitto. L'ultima "missione" prima di passare il testimone…contiamo ancora su di te e sull'aiuto di tutti i kilombisti 🙂

  5. WebLogin

    Sai che facendo un giro su Technorati ho visto che sei più famosa tu che Kilombo? Al tuo blog linkano 274 blog contro i 238 di Kilombo: ma chi è l'aggregatore? 😉

    Un abbraccio e grazie di tutto.

    Giuseppe T.

  6. KorvoRosso

    auguroni e grazie sorella!
    un augurio sincero anche al questurino più simpatico che conosco, ciao Kamau, e a quel bolscevico democratico di Supra;-)

  7. utente anonimo

    Amica mia forse ci vediamo martedì
    Sei stata insuperabile.
    Comunque a me poco mi cale.
    Tanto io non ho conosciuto la redattrice, ma la compagna.
    E vengo a trovarti quando mi pare.

    Italo

  8. Tisbe

    Vi ringrazio tutti per le belel parole. Confesso che mi sono commossa. Ogii è un nuovo giorno e non so ancora chi siano i nuovi redattori 😉
    Buon inizio settimana
    Spartacus, fino ad ieri cliccando sul link dei commenti si apre una finestra vuota dalla quale non si può commentare né leggere i commenti già presenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *