Lettera di un siciliano a Tisbe

Ho deciso di pubblicare questa bellissima lettera arrivata in forma di Pvt. Manterrò l’anonimato dell’autore, perché, al momento non so se sia favorevole ad uscire allo scoperto, ma se lo volesse non ho problemi a linkarlo.

«Tisbe sto passando quasi l’intera nottata sul tuo blog, colpa mia che mi tocca leggere gli arretrati causa incostanza. Io su kilombo sono ancora e sempre confuso, a volte non riesco a starvi dietro con i commenti, forse proprio perchè incostante..o perchè vivo altre realtà. Ma poi di realtà mi pare ce ne sia una sola e ci stiamo tutti dentro qualsiasi contesto viviamo.E’ la realtà unica dell’andare avanti facendo perno sulle diversità di ciascuno di noi.Io volevo solo dirti una cosa, qualsiasi cosa sia o non sia questo kilombo tu fa quello che senti di fare. Mi dispiace solo pensare che, in generale, ci debbano essere sempre persone che forse solo in un secondo tempo si rendono conto che persone come te è meglio trovarle che perderle, e forse questi di kilombo fanno proprio al caso. Io mi ero rotto le balle con questi blog, e non avevo neanche iniziato con il mio, ma quando leggo quello che scrivi, come stanotte che a momenti faccio l’alba (ma per mia abitudine.. non è una sofferenza la notte ) e come scrivi, quanta convinzione e forza d’animo metti in quello che scrivi, beh allora mi rendo conto che io non avevo neanche davvero cominciato, non avevo messo neanche appena appena i piedi fuori dalla porta di casa per affacciarmi a tutto questo. Tisbe buona fortuna..fa quello che senti di fare come hai sempre scritto. Tempo fa lessi qualcosa che avevi scritto, sulle famiglie. Allora volevo davvero scrivere qualcosa ma non scrissi niente, mi sembrava superfluo ed era tutto già bene così com’era. Ora te lo voglio scrivere, c’era una foto bellissima con una bambina..e poi il tuo post. Beh Tisbe, la tua è una famiglia VERA..assai assai di più di tante famiglie vere che ci sono in giro. Un saluto dalla Sicilia, da un siciliano più africano che italiano, a volte mi viene voglia di prendere un gommone e puntare diritto su quelle coste, l’Africa mi sta proprio davanti, e di non tornare mai più in questo paese, ma poi penso a tutti quei disgraziati che quasi tutti i giorni sbarcano dalle nostre parti. Cercherò di seguire sempre le vostre discussioni sul blog, ce ne sono davvero tanti di commenti e persone che vale sempre la pena di leggere. Io a volte mi sento stanco,di tutto, ma a leggere non ci rinuncio mai. Ciao Tis,ingamba sempre, sei una bella persona».

9 commenti su “Lettera di un siciliano a Tisbe

  1. Aradia3000

    Questo blogger ti ha scritto delle cose bellissime. Il tuo scrivere lascia un segno e fa riflettere… Quindi, dentro o fuori kilombo non ha importanza. L'importante è che tu continui a scrivere!
    🙂

    p.s.
    grazie per la visita nel mio blog

  2. oscillante

    Io ti leggo, impegni permettendo, e sai che ti apprezzo e ti stimo… mi dispacerebbe non trovarti più su kilombo che, secondo me, è un buon aggregatore.
    Un abbraccio

  3. utente anonimo

    Bella la lettera, lodevole la tua discrezione, meritati i complimenti.
    Di Kilombo a me non importa nulla, sono certo che hanno perso più che un semplice contributo.
    Ma capisco che per te era importante invece, sicchè mi auguro, se la rottura non è insanabile ed i motivi veri non sono troppo complessi e insormontabili, che tu possa rientrare, magari dopo una pausa rigeneratrice, spero anche ad opera dei tributi di stima e affetto che vedo ricevi sinceramente.
    Non conoscendo la realtà dietro questa tua decisione, parlo solo per un discorso affettivo, ma non so quale sia la decisione giusta (e probabilmente non lo saprei nemmeno conoscendone i motivi).
    Ciao e buonaserata.
    Alieno

  4. WebLogin

    Bellissima lettera! …per poco pensavo di essere io (ma non sono siciliano)! 🙂

    "Qualsiasi cosa sia o non sia questo kilombo tu fa quello che senti di fare." …l'importante è che continui a scrivere, perchè sei molto brava 😉

    PS: Battisti?! …bella scelta 😉

    OT: Oggi c'è la trasmissione di Santoro sul video della Bbc.

    Ciao mitica, un caro abbraccio

    Giuseppe

  5. falecius

    Tisbe, dico solo che ci mancherai. A me in particolare, perché è grazie a te che ho conosciuto Kilombo, e probabilmente sei stata soprattutto tu a farmi capire che è importante.

  6. Tisbe

    @falecius, era un atto dovuto, per mettere freno all'arroganza di pochi che credono di mettere le mani impunemente sui sogni degli altri

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *