Aggressione a Bertolaso?!? un altro punto di vista!

Ricevo e pubblico: scritto da redazione CittaDiAriano    sabato 16 giugno 2007

abbiamo aspettato 2 giorni per commentare la notizia di Bertolaso ad Ariano Irpino, e come si fa nello sport, abbiamo preferito non esprimere giudizi a caldo, ma lasciare che si raffreddassero le nostre sensazioni per essere più obiettivi possibili. Ci siamo sentiti dire di tutto questi giorni "selvaggi" "incivili" "barbari" "che abbiamo lanciato delle pietre" e anche "teppisti" e "assassini"

vi segnalo 2 video, uno (amatoriale) ripreso dal balcone del municipio del comune ed uno di Sky Life, osservateli, guardateli, ditemi voi cosa vedete: cosa si poteva aspettare da una popolazione che per oltre 10 anni ha subito il deplorevole compito di pattumiera della regione, "questo nessun TG lo ha riportato".

Personalmente mi sono sentito impotente di fronte ai MassMedia Nazionali (Tv e Giornali) che abilmente hanno saputo disegnarci come dei bambini capricciosi e anche violenti.

link ad Articolo completo "Aggressione a Bertolaso?!?"

51 commenti su “Aggressione a Bertolaso?!? un altro punto di vista!

  1. utente anonimo

    però tina mi devi spiegare una cosa:

    1. perchè in tutta italia ci sono discariche ed inceneritori ed in campania ogni volta che se ne vuole aprire uno ci sono delle rivolte popolari?

    2. il fatto di nn avere nè discariche nè inceneritori, dico, non è che alimenta lo smaltimento illegale dei rifiuti e quindi le discariche abusive, ben più pericolose per la salute che quelle legali?

    insomma, non è che i campani potranno sempre mandare i rifiuti in lombardia, in germania o in romania…

    quale soluzione a questi dilemmi?

    supramonte

  2. Skeight

    Supramonte: il guaio è che, come ha ben descritto Roberto Saviano in "Gomorra", dalle altre regioni d'Italia arrivano illegalmente, per colpa della camorra, migliaia di tonnellate di rifiuti spesso tossici in Campania…

  3. utente anonimo

    Quoto il post Supramonte, con qualche aggiunta:
    una mi ricorda il titolo di un film: "Qualcosa è cambiato".
    Non c'è più la Dc, a controllare, c'è il comunismo lì.
    E fa affari con la mafia (ecomafia). Coop incluse.
    Ma la vera aggiunta che voglio fare è: perchè, prima di arrivare a prendere a calci ecc gli amministratori li hanno votati? E soprattutto: perchè li hanno votati di nuovo?
    Non è che poi han scartato il regalo e hanno fatto sorpresa a tutti.
    Gli inceneritori nelle altre regioni ci sono. Al nord ci sono. Lì invece non si vogliono fare (pensavano naturalmente di fare i privilegiati e di rifilarla agli altri, credo, altrimenti non si spiega l'assurdità o l'incapacità di analisi previsionale). E non voglio parlare delle sovvenzioni e appalti a imprese per lo stoccaggio e riciclaggio di rifiuti in prodotti combustibili e concimanti: anni buttati via e milioni di Euro fottuti al Paese tutto. Oggi al massimo quelle imprese riescono (a malapena) a stoccare i rifiuti, ma sono inutilizzabili, altro che milioni di euro buttati via: sono inquinanti, inutilizzabili e anzi, si devono pagar fior di quattrini perchè qualcuno si accolli rifiuti speciali così inquinanti.
    Vani anche i tentativi di rifilarli a Paesei bisognosi come i nuovi dell'est affacciati sull'Europa: a ragione, glieli abbiamo dati troppi e, anche pagando, non è che possano trasformarsi in discariche per accontentare le dissennate politiche dei sinistri-verdi (e non solo..).
    Perchè hanno votato questa gente?
    Perchè poi li hanno votati di nuovo?
    Loro hanno ragione di prendere a calci Bertolaso. Sono comprensibili anche se spediscono pallottole al reuccio Bassolino (non parliamo dell'altra disgraziata che è meglio).
    Ma se loro han diritto a prenderli a calci, l'Italia avrebbe diritto di prendere a calci chi li ha votati e rivotati nuovamente: per i danni che hanno provocato a tutti. E non solo d'immagine del Paese. Dei soldi e contributi buttati via.
    Però, che non manchino viaggi carissimi, affitti e portaborse all'estero per promuovere la Campania eh? Milioni di Euro per andare a New York a promuovere il prodotto "Campania" arricchendo assessori e amici degli amici e poi si deve vedere quello schifo?
    Troppi pochi i calci a Bertolaso.
    E ancor di più troppo pochi a chi ha votato e rivotato quella gente.
    Bischeri.
    Alieno

  4. spartacusdue

    Sono d'accordo con Supra… io ho la discarica di Roma a due,tre km in linea d'aria. Non possiamo continuare con la storia del NIMBY. I cittadini sanno chi sono i camorristi a loro si devono ribellare non alla politica…
    Bentornata nella tribù!

  5. utente anonimo

    x Skeight: conosco il problema del traffico dei rifiuti, e c'è una sola via in quel caso: combatterlo.

    ma il problema che ho posto è perchè la campania non riesce a smaltire i suoi rifiuti. insomma, perchè si è giunti ad un punto in cui le discariche sono piene e gli inceneritori non ci sono. è chiaro che in assenza di alternative, lo smaltimento illegale e la camorra fanno affari d'oro.

    supramonte

  6. Alvismarck

    Credo che il fatto principale sia quello già tirato fuori: nonostante l'inefficenza, l'incapacità totale, la mediocrità, alla fine si rivotino sempre e comunque gli stessi politici. Non è che si possa dire "eh ma tutti son così" perché alla fine ad andare al potere sono personaggi dalla stessa schiera di due-tre partiti. C'è qualcosa quindi che non funziona dalla base. E sono sempre stato il primo a dire che si paga per i propri errori, soprattutto quelli politici. Piuttosto che prendere a calci Bertolaso era da prendere a calci quelli che continuano a votare sempre la stessa cricca, sempre che non avessero dovuto prendersi a calci da soli, cosa molto probabile.

  7. utente anonimo

    Solo due riflessioni:1)dov'è il video dell'auto di Bertolaso quando è stata assalita? se ne fate vedere altri, è ovvio che si può dire qualunque cosa. se quello è stato un episodio di tepposmo, prendetene chiaramente le distanze.2)Il problema dei rifiuti in Campania è vecchissimo e legato anche a volontà politiche legate all'ingresso della malavita nel grosso businnes della raccolta rifiuti(così come il problema delle carenze idriche). fintanto che non sarà risolto (cioè finchè non risolverete VOI campani)almeno in parte questo problema, è inutile prendersela con i politici di Roma. pertanto le soluzioni temporanee ci devono essere e non sono negoziabili se non tra di voi. E' giusto che, con l'aiuto di tutti, ognuno faccia ordine a casa sua. Se i vostri amministratori non vi soddisfano, tenetene conto alle vostre elezioni amministrative:Comunali, Provinciali e Regionali. Ma per favore, smettiamola con questo ritornello delle responsabilità del governo! Via i corrotti subito, e avrete il rispetto e l'aiuto dell'Italia onesta.
    Un saluto sincero. Giancarlo

  8. ermahico

    di fronte a questa emergenza, io le discariche le riaprirei tutte.
    e se i cittadini preferiscono stare in mezzo alla monnezza allora opterei per la riapertura dei manicomi pubblici.

  9. Tisbe

    I cittadini, innanzi tutto dovrebbero cominciare a passarsi una mano per la coscienza. Dovrebbero fare autocritica e produrre meno rifiuti. Non si risolve il problema rimandandolo a tempo indeterminato. Si sa bene perché non si fanno gli inceneritori. Si conoscono bene le forze in campo. La cultura mafiosa non si estirpa facilmente, e non tutti sono disposti a fare gli eroi delle cause perse come Falcone e Borsellino: sacrificati inutilmente.
    La loro morte non ha Cambiato nulla ha solo prodotto dolore

  10. WebLogin

    @Tisbe, ammetto che sono sorpreso dalla contestazione a Bertolaso, meritavano altri di essere contestati. Sono d'accordo con il tuo commento #13, però aggiungo che mi sorprende vedere che questo problema venga visto solo come un problema della Campania, come se lo Stato non avesse nessuna colpa: il problema esiste da anni e la mafia da sola non può esistere! Sicuramente Bassolino, la Iervolino e gli altri amministratori locali hanno le loro colpe, ma i governi di csx e cdx dov'è che guardavano in tutti questi anni? Purtroppo è vero, la morte di Falcone e Borsellino non ha Cambiato nulla.

    Giuseppe

  11. utente anonimo

    Mi fanno arrabbiare i commenti precedenti, perchè la maggioranza dimostrano di non conoscere la situazione che è complessa e non così semplice:
    1. la maggioranza dei rifiuti radioattivi e pericolosi sotterrati nelle province napoletane (leggete gomorra!!!) provengono dal nord che con accordi con società di fatto controllate dalla camorra manda i suoi rifiuti in Campania per farli scomparire illegalmente a danno dei residenti;
    2. Da uno studio dell’Organizzazione Mondiale della Sanità Istituto Superiore di Sanità, Cnr, Osservatorio Epidemiologico, nei comuni di Acerra, Bacoli, Caivano, Giuliano, Aversa, Castelvolturno, Marcianise, Villa Literno, c’è un tasso di mortalità superiore al 10 % rispetto alle altre province campane, e il rischio di malformazioni congenite è dell’80%. Questo è poi il risultato alla fine della partita. E se non se ne esce con il capo della protezione civile appoggiato dal presidente del consiglio e dal presidente della repubblica… (da Report di M.Gabanelli);
    3. Lo smaltimento dei rifiuti in Campania è commissariato da 12 anni.
    La relazione della Commissione parlamentare d’inchiesta, votata all’ unanimità accusa i commissari, di aver sprecato milioni di euro e di non aver impedito alla camorra di continuare a fare affari sul ciclo dei rifiuti. Accuse precise sono anche il commissariato di Bassolino. ( da Reportr);
    4. Bassolino è stato rinviato a giudizio con l’accusa di truffa ai danni dello stato e frode in pubbliche forniture…;
    5."…lo smaltimento dei rifiuti è a carico del Commissariato di governo che dovrebbe ricevere i soldi dai comuni che incassano le bollette dei cittadini.
    Alla fine paghiamo tutti noi (Campani). Bertolaso ha avuto dallo stato 20 milioni di euro ( miriade di auto blu, etc…) che sono serviti a pagare lo stipendio ai dipendenti dei consorzi che dovrebbero fare la raccolta differenziata che costano 5 milioni di euro al mese. In 14 anni La Campania ha avuto 1 miliardo e 300 milioni di euro e i vari commissari hanno lasciato oltre 500 milioni di debiti."
    6. L'inceneritore è altamente inquinante (documentatevi: per es. Grillo, ma non solo): si utilizza per farlo funzionare moltissima energia (quindi è inquinante); produce diossina; etc. (es. http://www.beppegrillo.it/2006/11/premio_fai_da_t….
    Questo che ho scritto è un concentrato di punti tutti presenrti nelle inchieste diReport, di cui linko la pagina http://www.report.rai.it/R2_popup_articolofoglia/
    laura

  12. Tisbe

    Alieno, non puoi scrivere quelle cose sul presidente, anzi su qualsiasi persona… Riscrivi il post senza offendere ma con tutte le critiche che vuoi

  13. utente anonimo

    Guarda che citavo i noti comici film di Fantozzi, pensavo fosse chiarissimo ed infatti non sono volgarità esplicite.
    Per quanto riguarda le critiche e le polemiche le confermo tutte.
    E rimango basito.
    Si può inneggiare al terrorismo, discutere sulla legittimità delle Br, accogliere tesi sovversive e poi ecco che spunta subito fuori il servilismo nei confronti del Pres. della Repubblica (che tutela principalmente la sua parte invitando l'opposizione a dare sostegno a questo Governo sotto la voce "opposizione responsabile" ed altre squisitezze.
    Intanto, io che come molti italiani non siamo affatto servili nè con questo presidente nè con i precedenti e di cui conosciamo, purtroppo la faziosità (Ciampi, Pertini, O.L.Scalfaro… tutti individui sinistri fino al midollo e non certo degni rappresentanti di chi nella sinistra non si riconosce affatto, alla faccia della tutela e della garanzia dell'opposizione.. Se il governo è di sinistra, sarebbe buona consuetudine avere un Pres. di destra, altrimenti chi tutela l'altra parte eh?).
    E visto che si parla tanto di moralità, il Pres. farebbe bene a sollecitare urgentemente una riduzione dei suoi costi che gravano sulle nostre teste e sulle nostre tasche. E' inammissibile che i costi della politica e in primis del Pres Repubblica siano scandalosamente così alti e sproporzionati rispetto ad altre realtà vicine e lontane (dalla Francia ai Reali Inglesi ecc.). E farebbe bene anche, visto che si proclama (adesso) convinto europeista, ad abbassare i costi dei nostri concittadini che ci rappresentano in Europa, che hanno redditi e privilegi superiori a tutti gli altri: perchè?
    Preferisco avere stima e rispetto delle forze dell'Ordine che ci mettono la pelle ogni giorno, lì, in divisa come bersagli mentre la sinistra, la parte del nostro Pres. che partecipa alle sfilate, fomenta l'odio per quegli uomini che assolvono ad un compito fondamentale dello Stato e per lo Stato e senza tutti quei privilegi nè troppi apprezzamenti concreti.
    E preferirei vedere richiami "all'ordine" nei post anche verso espressioni che sconfinano facilmente verso apologie di reato o tifi spassionati per ideologie criminose.
    Napolitano è bravo a chiedere di abbassare i toni quando l'opposizione si arrabbia e protesta o boicotta. Alias, la smetta e dia semmai sostegno. Non si azzarda però ad essere così equilibrato da non apporre una firma sulla destituzione vergognosa di Speciale. Interviene sul caso Welby (ma non rappresenta la sua posizione quella di tutti i cittadini mi pare e lui dovrebbe rappresentarli tutti o sbaglio?), occupandosi di problemi morali e dell'immoralità del caso Unipol, Visco, Tommaso Padoa Schioppa non se ne occupa, strano no?
    E stranamente non interviene nemmeno per tutelare la magistratura, oggi sotto attacco della sinsitra e fino a ieri invece appoggiata perchè strumentale contro il centrodestra.
    Non sono volgare ma rivendico il diritto di esprimermi criticamente, non servilmente. Ed io sono l'ultimo che appoggia teorie violente, istigazioni all'odio sociale e di classe ecc. ecc.
    Anzi, sono il primo a puntare il dito contro per evidenziarne la gravità.
    Cmq buona notte.
    Ti consiglio la ri-visione dei primi film di Fantozzi che oltretutto sono geniali.
    Alieno

  14. utente anonimo

    oh, beh…
    il sottoscritto si limita a ghignare da lontano…
    avete votato bassolino?
    godetevelo!

  15. ermahico

    Preferisco avere stima e rispetto delle forze dell'Ordine che ci mettono la pelle ogni giorno, lì, in divisa come bersagli mentre la sinistra, la parte del nostro Pres. che partecipa alle sfilate, fomenta l'odio per quegli uomini che assolvono ad un compito fondamentale dello Stato

    stai scrivendo stron##te amico mio.
    l'altra parte è garantita da un Presidente eletto a camere riunite e con una maggioranza assoluta. E poi è stato votato anche da una parte della destra.

  16. utente anonimo

    Ma un poì d'alternanza no? Sempre di sinistra il P.d.R.
    Lo considero un grave errore del cdx quello di lasciare spazio al csx con superficialità. Alternanza ci vuole. Lì, il Rai, nella scuola, ecc.
    Mi sono espresso male nella parte che sottolinei.
    Le sfilate a cui partecipa il P.d.R., intendevo dire, sono quelle militari.
    Sono quelle dei Cc anche. Parate e commemorazioni.
    E però proviene e non impedisce la parte che fomenta l'odio sociale e contro le forze dell'Ordine.
    Visto che è intervenuto per Welby, visto che nell'interesse del paese richiama a toni moderati l'opposizione e parla di disaffezione politica e di moralità, allora AVEVA L'OBBLIGO MORALE di parlare duramente contro la manifestazione a l'Aquila. Aveva l'obbligo di denunciarne l'immoralità nei suoi slogan vergognosi.
    Invece tace, nicchia e poi va alle sfilate dei Cc.
    Ma va a cagare…
    Alieno

  17. ermahico

    Sono italiani quelli che manifestano? E allora il Presidente col suo richiamo ha già fatto il suo dovere.
    Non fanno il loro dovere invece i rappresentati del popolo che invece rendono la politica una sfida tra Ultras.
    Bada bene: Berluscozzi ha creato precariato e povertà a ritmo industriale, il popolo che ne ha subito le conseguenze e che ha ricevuto mazzate quando ha protestato (vedi Ixfin e Finmek) ha pieno diritto di mostrare le corna alle forze dell'ordine e insultarli per la poco comprensione della situazione.
    E oltremdo quel buffone mafioso continua a proclamarsi salvatore della patria anche se dopo 5 anni di governo con larga maggioranza ha fatto solo da trampolino per la politica del fotti-stato, fotti-popolo.
    Vorrei ricordartio per l'ennessima volta Alieno che la non-violenza come la chiami tu, andava bene in India con Ghandi dove c'erano numeri di persone dal mezzo miliardo in sù e tutti nelle medesime condizioni di merd, altra cosa è l'italia dove i potenti diventano sempre più arroganti e fiji de puta, mentre il popolo rincoglionisce oppure nel migliore dei casi si arrangia , sbandando verso l'anarchia e l'illegalità.
    Se dobbiamo criticare le manifestazioni per quello che dicono allora si crea il precedente per abolirle tutte e deprecarle tutte; un imprenditore potrebbe chiedere alla politica di far zittire gli operai in sciopero per danno d'immagine ed economico, i parenti dei mafiosi potrebbero indire querele ai comitati per avvilimento e persecuzione accanita.
    Se non ti piace un presidente comunista ti lascio immaginare che bei risultati avremmo con un presidente filo-fascista o ancora meglio azzurrino, magari venderebbe la Sardegna per fare cassa, in fondo, si sa, i manager geniali di Forzamafia hanno sempre ragione, se si vende un pezzo d'Italia sarà sicuramente per il benessere dell'azienda.
    Peccato per chi verrà "esternalizzato" ma di questo frega poco a qualcuno.
    L'unico obbligo morale per il Presidente sarebbe prendere a ceffoni Leghisti forzisti e fascisti e cattopedofili.

  18. utente anonimo

    inoltre, nel tuo caso ovvio, non parlerei tanto male dei pedofili…
    i tuoi padroni potrebbero scoprirli come fonte di voti , e appoggiarli come fanno coi gay oggi…
    di conseguenza come fai a parlarne male oggi e a appoggiarli domani?
    a me il problema non si pone, perchè io sono un miserabile di destra 🙂 e non li accetterò mai.

  19. utente anonimo

    x laura: se ad acerra c'è una mortalità per tumori molto elevata non è certo colpa di un inceneritore non ancora in funzione, mi pare evidente. le discariche abusive non producono diossina? però non mi pare che si protesti mai per quelle, ma solo per quelle legali e per gli inceneritori. la camorra ringrazia.

    supramonte

  20. utente anonimo

    a proposito di bassolino. certo, è accusato di truffa ai danni dello stato e frode in pubbliche forniture, ma dei consigli comunali sciolti per infiltrazioni mafiose non si dice nulla? di quei sindaci e consiglieri comunali che si mettono in testa alle manifestazioni contro discariche ed inceneritori una parte è collusa con la camorra, così dicono le statistiche. facciamo finta di non vederlo…

    supramonte

  21. ermahico

    anonimo 28

    la tua fogna che è la coalizione di destra prende oggi,ora e da sempre i voti dei preti pedofili e presta le autoblu per gli appuntamenti piccanti ai vescovi.
    sarete cancellati nel giro di 10 anni, maniaci sessuali in camicia nera, e la vostra testa ornerà il mio salotto.

  22. utente anonimo

    @supramonte
    1. acerra e company sono piene di discariche abusive e non e la camorra ha sotterrato rifiuti pericolosi sotto tutto (o quasi) il territorio casertano e periferico di napoli con rifiuti provenienti (tossici) da tutta Italia e parte dell'Europa: ripeto leggete Gomorra!Poi svendono terreni e case costruite sopra per nascondere a persone per lo più ignare: risultato i dati sotto elencati (lo sai che le famose mozzarelle campane e tutti i prodotti di questa terra rischiano di essere contaminati?E mi fermo qui).La Camorra fa affari con chi gli procura affari e non sono certo la gente del luogo, che più o meno consapevolmente viene sfruttata, condannata a disagi, malattie, etc.
    2. l'inceneritore è un altro business che non serve a nulla, se non, nel caso, si fa una seria raccolta differenziata, che però la camorra ha tutto l'interesse a non far attivare, perchè se no come sfrutta il mercato dei rifiuti illegali, etc.
    3. il commisario di governo, unico "incaricato di risolvere il problema" da chi viene nominato? Da docidi anni!!!!!!!!!E' evidente che ci mangiano tutti a Roma e a Napoli e la Camorra. Pecoraro mesi fa aveva sollevato Bertolaso, ma poi non si capisce perchè e per come è stato "costretto" a reinserirlo.
    4.Nessuno fa finta di non vedere le collusioni in vari comuni con la camorra!Non mi insultare, perchè io ci vivo a Napoli e non sei tu che mi puoi spiegare com'è la situazione qua, ma non ne fare una questione di destra o sinistra perchè è stupido, qualunquista e superficiale.
    5. Le discariche ci sono e le manifestazioni sono contro tutta le discariche, perchè stanno continuando a farne, non provando a risolvere il problema: cioè continuano a buttare di tutto (proveniente non solo dal napoletano), senza norme di sicurezza, non c'è una seria politica del riciclaggio e le vogliono fare anche in zone protette e parchi naturali: risultato inquinano sia i prodotti per cui la campania è famosa, rovinano i paesaggi di cui la campania vive (turismo) e fanno proliferare malattie. La situazione è nera e la gente "ci mangia sopra", non i campani, ma anzi alla faccia dei campani.
    Laura

  23. Tisbe

    COMUNICATO STAMPA DEL 18 GIUGNO 2007

    DIFESA GRANDE, AL VIA LE PROCEDURE PER LA BONIFICA

    Il Presidente della Regione Campania Antonio Bassolino ha dato disposizione al subcommissario alle Bonifiche Arcangelo Cesarano di convocare giovedì 21, presso la Presidenza della Regione Campania, un incontro per avviare le procedure di bonifica e di messa in sicurezza dell’area di Difesa Grande in Ariano Irpino.

    Alla runione prenderanno parte il Sindaco di Ariano Irpino, il Commissariato Rifiuti e l’Arpac.

    Il giorno successivo, venerdì 22, Bassolino, nel corso della seduta di Giunta, proporrà una delibera per stanziare le prime risorse, pari a 5 milioni di euro, a favore della bonifica dell’area di Difesa Grande ad Ariano Irpino.

  24. utente anonimo

    tisbe, ma non ti fanno arrabbiare tutti quei commenti pieni di pregiudizi e luoghi comuni inculcati dai media?
    laura

  25. Tisbe

    Cara Laura, in questo momento ho tanto di personale per la testa che non ho più la forza neppure per arrabbiarmi
    Però devo dire che quoto quanto da te scritto 🙂

  26. Tisbe

    @laura, non preoccuparti, non è un momento difficile, è solo un momento faticoso. E' vero sono una portatrice di depressione cronica che si manifesta con violenza ad ogni evento scatenante, ma per fortuna sono meno sola e riesco a far fronte alle brutture dell'esistenza 😉
    Grazie 🙂

  27. utente anonimo

    cara laura,
    non ne faccio una questione politica: sono di sinistra e credo che la sinistra campana (bassolino, pecorarro scanio e tutta una miriade di amministrazioni locali) abbiano un'enorme responsabilità politica nella vicenda.

    il punto è che non si combatte il traffico di rifiuti impedendo di creare mezzi per lo "smaltimento legale", come inceneritori e discariche legali. le popolazioni locali la vedono come una ciliegina sulla torta: già abbiamo le discariche abusive, la falda inquinata, i rifiuti per strada… ci manca anche l'inceneritore!

    è una logica sbagliata perchè l'unica alternativa all'esistente (che è quello che provoca tumori e mortalità e che è controllato dalla camorra) è avere un ciclo di rifiuti completo di raccolta differenziata, inceneritori e discariche legali. tutte e tre le cose. lungi da me il dire che sono contro la raccolta differenziata, tutto il contrario. ma non è la panacea di tutti i mali. a milano, dove abito io, riusciamo a reciclare ancora solo il 30% dei rifiuti, e gli altri inevitabilmente vanno in inceneritori e discariche.

    la raccolta differenziata non si improvvisa dall'oggi al domani: è una questione di cultura, di piccole giunte comunali che subiscono pressioni mafiose per NON fare la raccolta differenziata… è un processo lungo. intanto serve un'alternativa concreta allo smaltimento illegale dei rifiuti, che è, e i fatti lo dimostrano, ben più pericoloso di quello illegale.

    le popolazioni locali purtroppo se la prendono con inceneritori e discariche legali, ma, nella massima parte, ignorano o fingono di ignorare gl sversamenti illegali. facendo così si preserva lo status quo.

    supramonte

  28. utente anonimo

    le discariche legali ci sono, sono piene e ci buttano di tutto facendole diventare di fatto e non ufficialmente illegali. Non c'è un controllo su nulla, perchè anche su quelle legali c'è lo zampino di altri.
    Ripeto il commissario, che è l'unico incaricato di risolvere il problema, è eletto a Roma, da 12 anni, quindi massimamente c'è una responsabilità del governo centrale.
    Basta dirti che a Napoli ("naturalmente" centro) la raccolta differenziata si fa, la Iervolino aveva predisposto un piano in questo senso, ha mandato anche degli opuscoli (anni fa) per tutto, io la faccio, quelli che conosco la fanno (non dico che tutti la fanno, non ho un controllo sull'intera popolazione), ma poi mi dicono che BUTTANO TUTTO ASSIEME. Cioè noi la facciamo e chi deve raccoglierla la prende e la butta nelle discariche!
    Cioè buttano tutto nelle discariche: raccolta differenziata, spazzatura normale, rifiuti tossici, etc. Ne costruiscono sempre di nuove, perchè non riescono ad affrontare il problema da altri punti di vista.
    Se si fa l'inceneritore non vuoi che la camorra ci mette le mani sopra con l'aiuto di altri "legali" che ci mangerebbero assieme e non solo a Napoli, anzi! Magari è una struttura che non si sa se innanzitutto si termina, se entra in funzione e nel caso se funzionerà bene: comunque non si risolve il problema, che deve essere affrontato ora e per bene, e forse se nessun politico può scendere in camapania, perchè rischia di essere linciato, forse provvederà ad iniziare ad affrontare il problema e non a costruire discariche e altre strutture controllate da chi sa chi e non so per quali interessi.
    laura

  29. utente anonimo

    "le popolazioni locali purtroppo se la prendono con inceneritori e discariche legali, ma, nella massima parte, ignorano o fingono di ignorare gl sversamenti illegali. facendo così si preserva lo status quo. "

    Ti ho detto precedentemente che arrivano rifiuti da tutta italia ed da parte dell'europa, rifiuti tossici (pensa magari anche da dove abiti tu e invece sei convinto che li la situazione è tutta perfetta ed anzi siamo noi ad inviarti rifiuti). Ti ho detto che le discariche legali ci sono e sono ricettacolo di tutto. Ti ho detto che la camorra ha sotterrato con la connivenza di chi li manda (NON DEI LOCALI, che sono anche i proprietari dei terreni) rifiuti un pò ovunque. Ti ho detto che la racolta differenziata (a Napoli) c'è, ma non giunge a buon fine. Ora vuoi anche che le popolazioni locali siano contente, facciano aprire altre discariche e dicano: "si, si inviateci altro, metteteci di tutto, così oltre alla salute perdiamo anche le nostre risorse!" Bene, ci consideri, li consideri idioti, oltre che poveretti!
    laura

  30. utente anonimo

    guarda, ti linko il post di una blogger che è stata ad un incontro con alex, giornalista e blogger campano che sul traffico dei rifiuti ci ha scritto un libro.

    http://lavalanga.splinder.com/post/12724750

    ribadisco il mio punto: lottare contro ogni soluzione, per quanto non ottimale,vuol dire di preservare lo status quo.

    la raccolta differenziata è cosa buona e giusta… perchè non fare i blocchi stradali e ferroviari PER avere la raccolta differenziata nei propri comuni invece che contro un termovalorizzatore che ci vorrebbe lo stesso anche con la raccolta differenziata? tenendo però conto che ci vorranno anni e anni perchè si salga, a livello regionale, ad una percentuale degna di nota, ma nei piccoli comuni si può fare molto in poco tempo.

    il termovalorizzatore e le discariche fanno male alla salute? mai come quelle abusive (e i dati epidemiologici che citi sono incontrovertibili: discariche e inceneritori sono ovunque in italia). una volta riconosciuto che l'inceneritore è il minore dei mali, la lotta dovrebbe spostarsi a minimizzare ancor di più questo male necessario, lottando perchè ci vada a finir dentro solo in necessario, e non ciò che si potrebbe reciclare.

    permettimi un'osservazione: le istituzioni si son mosse senza una visione d'insieme, di emergenza in emergenza, ma anche le popolazioni locali. non puoi negare che in alcune parti della campania c'è un clima che definirei omertoso sui traffici illegali. la polizia e le istituzioni non fanno abbastana, sono d'accordo, ma neanche la popolazione, che sembra più preoccupata di una discarica fatta a norma di legge di decine e decine di piccole discariche fuori controllo e che ingrassano la camorra.

    supramonte

  31. utente anonimo

    "Brescia ha ottenuto incontestabilmente i record per la produzione e lo smaltimento dei rifiuti, così come un tempo Prato era la capitale degli stracci. Brescia ha anche una mortalità generale e una mortalità per cancro tra le più elevate in Italia, [..] ma insegna agli altri come ridurre i cancerogeni ambientali." […] "L’azienda e il Comune rifiutano la Valutazione di impatto ambientale, tanto da configurare una situazione nella quale l’assessore comunale dei Verdi viene scavalcato a sinistra dagli organi di controllo pubblici della UE, notoriamente più che rispettosa degli interessi capitalistici" […]

    da http://www.beppegrillo.it/2006/11/premio_fai_da_t

  32. utente anonimo

    la popolazione è stanca: ti rendi conto che l'inceneritore è solo un altro business, che sarebbe "gestito" dalla camorra e permetterebbe di prolungare lo status quo, senza risolvere il problema, anzi aggravandolo (senza contare l'inquinamento).
    laura

  33. utente anonimo

    dal mio punto di vista l'inceneritore è nel caso una struttura da fare dopo aver risolto o iniziato a risolvere il problema, altrimenti permette di non affrontare le cose d seriamente. Personalmente sono contraria a priori, ma capisco che ci siano altri punti di vista. L'importante è che adesso rischia di far risolvere tutto nella sua costruzione, aggravando la già precaria situazione.
    La raccolta differenziata se si vuole fare in maniera seria non è poi così difficile.
    laura

  34. utente anonimo

    x anonimo:

    perchè non ti vai a fare un giro sul sito dell'istat? scopriresti delle cose interessanti su brescia:
    1. la raccolta differenziata sta al 40%
    2. la vita media è di poco inferiore alla media nazionale. il fanalino di coda però è napoli.
    3. il tasso di mortalità per tumore è decosamente alto, come in tutto il nord italia e la lombardia (anche se è tra i più bassi della regione). questo perchè l'aria in tutta la pianura padana è molto inquinata, per ragioni produttive e soprattutto climatiche (non c'è un filo di vento manco a pagarlo).

    beppegrillo scrive cazzate. ma basta verificare i dati per smontarle.

    supramonte

  35. Tisbe

    Sono d'accordo con Laura sul fatto che l'inceneritore non risolve il problema ma lo rimanda, però, al momento non vedo altre soluzioni perché non si debella la cultura mafiosa dall'oggi al domani.
    Io dico sempre: Vesuvio pensaci tu…
    e che dio mi perdoni 😉

  36. utente anonimo

    x laura: difatti saviano è una mosca bianca, come il nostro amico alex.

    sono d'accordo quando dici che l'inceneritore non è la panacea di tutti i mali, ma anche la raccolta differenziata. nel migliore dei mondi possibili comunque quel che non viene reciclato viene incenerito e i resti portati in discarica. quindi quantomeno un inceneritore e qualche discarica nuova ci vogliono, non possiamo fingere che non sia così. e anche in fretta, perchè, ad eccezione di napoli, in tutta la campania ci sono i rifiuti per strada: non sanno dove stoccarli. purtroppo non si può prescindere dall'emergenza, e l'emergenza impone di trovare al più presto delle discariche e un inceneritore. poi io sono d'accordo che bisogna ingaggiare una durissima battaglia sulla raccolta differenziata. ma vedi? è su questo che bisognerebbe sì fare i blocchi per strada, perchè è su questo che si può e si deve concretamente fare di più. ma sull'inceneritore e sulle discariche sono proteste locali, ma comunque non ne ne potrebbe fare a meno. certo, magari alcuni luoghi non sono ideali per farli, ma da qualche parte vanno fatti e purtroppo ci sono proteste eccessive in OGNI luogo proposto. non ti credere che al nord non si facciano proteste per evitare discariche ed inceneritori sotto casa: tutt'altro, ma non si arrivano a certi eccessi illegali, nè si è in una situazione di emergenza assoluta. siamo o non siamo d'accordo che il bene comune impone che non ci siano rifiuti per strada, roghi pericolosissimi e piccoli sversamenti in questa o in quella cava? e allora da qualche parte dovremo pure iniziare, e ti assicuro che il reciclaggio è un processo che richiede un mucchio di tempo a livello regionale, anche al nord. e intanto?

    supramonte

  37. utente anonimo

    x tina: "forza vesuvio!" è una battuta che va in voga nelle curve dell'atalanta e del verona, e ho detto tutto… :-/

    comunque il punto che tocchi reale: serve un cambiamento di mentalità e uomini coraggiosi, nelle istituzioni e nei media. purtroppo non ci dobbiamo dimenticare che le piccole amministrazioni comunali non sollevano certi problemi e certe tematiche perchè la camorra li minaccia di morte, e sono lasciati soli. alex in un suo bellissimo post descrisse anche un dialogo con un assessore all'ecologia che si trovava in questa situazione.

    supra

  38. Tisbe

    @Supra, appunto, gli uomini non possono nulla, ma il Vesuvio … un cinquantennio di bonifica di un territorio dalla camorra e una diaspora per i camorristi: o esportano il cancro per tutto il mondo o spariranno per sempre
    Proprio tu, non credi nella provvidenza! Pensa ai Promessi Sposi, alla peste, a Don Rodrigo!

  39. utente anonimo

    …quelli che manifestano contro discariche, etc, manifestano allo stesso tempo pro raccolta diff., etc……….
    Per quanto riguarda l'omertà il problema è che tutti sono lasciati da soli, non solo chi vuole fare qualcosa o ha qualche carica. C'è sicuramente un'azione da fare contro la cultura "mafiosa", ma riguarda la popolazione o parte di essa. Per contrastare la camorra ci vorrebbero soprattutto interventi dal governo, l'economia è gestita con la camorra e la mafia.
    laura

  40. utente anonimo

    x tina: in effetti…

    x laura: ci vorrebbe una riforma delle istituziooni perchè diventino più trasparenti, perchè il clientelismo è ovunque, ma in alcune regioni diventa un dramma perchè permette infiltrazioni mafiose. ma in un paese dove le regole informali contano più di quelle formali ho poca speranza.

    supra

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *