Non so cosa scrivere

Cari blogger, cari internauti e gente di passaggio, non so proprio cosa scrivere. Ho il blocco del blogger. Secondo voi per quanto durerà?

20 commenti su “Non so cosa scrivere

  1. WebLogin

    Vediamo un po', dalle 22:21 alle 22:31 sono passati solo 10 minuti ;-))

    E' sempre un piacere leggere i tuoi post, quindi come lettore non mi perdi anche se hai detto che mi bocci e che non ti sono simpatico 😉

    PS: "Archiviato da Tisbe in: cazzeggi" ;-))

    Un caro abbraccio rosso

    Giuseppe

  2. moltitudini

    mah…un paio di volte lo ho avuto anche io..come ho scritto che avevo il blocco, si è sbloccato. 😉
    stavolta però, nel mio caso, non si tratta di blocco..è un po' diverso.
    ciao!

  3. filomenoviscido

    a me si apre 🙁

    vi sono le poesie(anche in italiano) di Forugh Farrokhzad, una poetessa iraniana che cantò l'amore nella prima metà del 900 e fece scandalo.

    La poesia che avevo linkato è intitolata "peccato".

    te ne riporto un'altra qui sotto, che trovai sul blog di Paola Maccioni (tuttominuscolo.splinder.com) e che non vi è sul sito:
    …………………………

    La mia amata
    con quel corpo nudo sfrontato
    stava come la morte
    sulle sue gambe possenti.

    Impazienti linee curve
    seguivano
    i suoi lombi ribelli
    nei loro disegni fermi.

    La mia amata
    sembra persa da generazioni
    come un tartaro
    nel costante agguato di un cavaliere
    nell'abisso dei suoi occhi.

    O un berbero
    trafitto dal sangue caldo di una preghiera
    nel fresco bagliore dei suoi denti.

    La mia amata
    come la natura
    ha un franco ineluttabile concetto
    approva
    l'onesta legge del potere
    con il mio fallimento.

    E' selvaggiamente libera
    come un sano istinto
    nelle profondità di un'isola deserta.

    Toglie
    dalle scarpe la polvere delle strade
    con i brandelli della tenda di Majnun.

    La mia amata
    sembra sia stata straniera
    dall'inizio della sua esistenza
    come un dio in un tempio nepalese.

    E' una donna dei secoli passati
    una reminiscenza della bellezza originaria.

    Nel suo spazio
    come nel profumo dell'infanzia
    costantemente risveglia
    memorie innocenti.

    E' come un'allegra canzone popolare
    piena di barbarie e nudità.

  4. Tisbe

    sembra sia stata straniera
    dall'inizio della sua esistenza
    […]

    E' una donna dei secoli passati
    una reminiscenza della bellezza originaria.

    Nel suo spazio
    come nel profumo dell'infanzia
    costantemente risveglia
    memorie innocenti.

    E' come un'allegra canzone popolare
    piena di barbarie e nudità.

    Sì, sono proprio IO

  5. utente anonimo

    Bello questo spazio.
    In cui si comincia non sapendo cosa scrivere.
    E poi si finisce per scrivere qualcosa anche dicendo che non si sa cosa scrivere.
    E non sapendo cosa scrivere, si tolgono steccati e recinti e si può scrivere di tutto, se si vuole.

    < Pensa a un fiume, denso e maestoso,
    che corre per miglia e miglia entro argini robusti,
    e tu sai dove sia il fiume,
    dove l'argine, dove la terra ferma.
    A un certo punto il fiume, per stanchezza, perchè ha corso per troppo tempo e troppo spazio, perchè si avvicina il mare,
    che annulla in sè tutti i fiumi,
    non sa più cosa sia.
    Diventa il proprio delta.
    Rimane forse un ramo maggiore,
    ma molti se ne diramano,
    in ogni direzione,
    e alcuni riconfluiscono gli uni negli altri, e non sai più cosa sia
    origine di cosa,
    e talora non sai cosa
    sia fiume ancora,
    e cosa già mare.. >

    (Umberto Eco –
    "Il Nome Della Rosa")

    Alieno

  6. Tisbe

    @Alieno, rapidamente perché vado di fretta: ho sentito ermahico, mi ha detto che sta bene. Si è adattato e l'ho sentito fiducioso verso il futuro.
    Gli internet point sono lontani, ma se può cercherà di farsi vivo.

  7. newkid

    🙂 Una riga e mezzo e ben 14 commenti (visitatori di tutto il Mondo inchianiamoci ad una mente sociologa..). Scherzi a parte…dopo le lezioni sul relativismo è patologicamente normale avere un blocco! 🙂 Alcune volte mi accade anche a me e malgrado questo scrivo lo stesso finendo poi per "dire" str…..te! Meglio aspettare tempi migliori. O scroivere la propria sensazione e darla in pasto agli aficionados… un abbraccio. franco

  8. ermahico

    ma a Belluno non smette di piovere mai??? ma che mi hanno mandato a fare il capostazione a Piovarolo??? (ex Rocca Imperiale)

    Salutos a tutti 🙂 Forst doppia a Luca.

  9. WebLogin

    @Ermahico, cin cin! …e un grosso in bocca al lupo. Spero che le cose possano andarti sempre meglio. Fra qualche mese anche io andrò (giù) al nord 🙁 …quindi il blog di Tisbe prende anche al nord? ;-))

    Ciao e buona serata

    Giuseppe

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *