La Ardant chiede scusa e spiega

«Io credo, che chi non negozia  per la propria libertà, merita rispetto». Fanny Ardant a proposito di Curcio

Qualsiasi cosa voi pensiate, io sono d’accordo con Massimo Cacciari.

71 commenti su “La Ardant chiede scusa e spiega

  1. Alessandro74

    Qualunque scusa non cancella il fatto che la Ardant ritenga Curcio un eroe. Definire eroe uno così è un errore di valutazione e soprattutto è indice del fatto che non si conosce la storia. Perchè mi ripugna pensare che qualcuno che conosce il fenomeno BR, possa definirne i membri in termini così positivi. Che venga in Italia, comunque, ha ragione Cacciari. Così, dopo la mostra di Venezia, può fare un salto qui a Roma, e dare un'occhiata alla lapide di Via Fani ed alle fotografie degli agenti che lì sono morti. Poi, può andare al deposito logistico della polizia di stato, a Pratica di Mare, e dare un'occhiata anche alle macchine del convoglio che quella mattina accompagnava Aldo Moro a Montecitorio. Ci sono ancora, dopo 30 anni, le macchie del sangue di alcuni morti sul lavoro che molti (tra i quali ad esempio Francesco Caruso) dimenticano sempre.

  2. utente anonimo

    Per come è stata riportata, l'uscita non mi è sembrata delle più felici. Per dare un giudizio fondato bisognerebbe però conoscere le parole esatte e il contesto in cui sono state dette

  3. HAVEADREAM

    Ciao Tisbe.

    Francamente la polemica mi sembra montata su misura, soprattutto quando si parla di anni '70 e di stragismo e di certi protagonisti.
    In circolazione c'è tutto il gruppo di fuoco degli anni 70, di destra e di sinistra, dal "re dei prosciolti per non aver commesso il fatto" Stefano Delle Chiaie fino alla "sfinge" Mario Moretti.

    Diamo a Cesare quel che è di Cesare, invece di ricordare solo quello che ci pare, e leggiamoci per bene la storia che va da Piazza Fontana fino all'omicidio Tarantelli prima di fare i registi o gli attori e di criticare o parlare a vanvera.

  4. MattBeck

    Cacciari ha sostanzialmente ragione quando dice che non si può fare questo can can per un paio di stupidaggini dette da una radical-chic che sa parlare solo di se stessa (ricordo un'intervista recente sul Venerdì di repubblica…).
    Ma non può dire che la colpa non è sua

    http://www.padovanews.it/content/view/17235/88889020/

    Al di là del comportamento dei giornali, l'Ardant ha pronunciato queste stupidaggini (che sono anche insulti gratuiti alle vittime di quegli "eroici rivoluzionari") per apparire, per far ricordare a chi non è appassionato al magnifico cinema di Truffaut che lei esiste.

    Quanto alla responsabilità di rispondere a domande su argomenti di cui non si è esperti, ricordo quando Floris chiese ad un'attrice francese protagonista della serie "La Piovra" (non ricordo il nome) un parere sull'attuale forza della mafia.

    E lei rispose: "non lo so,io sono un'attrice".

    Evidentemente non era informata, ma l'ha ammesso: nessuno obbliga a rispondere ad alcunché.

  5. Tisbe

    @IHAVEADREAM, in circolazione c'è tutto il gruppo di fuoco degli anni 70, di destra e di sinistra

    VERISSIMO!
    Peccato che ci si indigna solo per quelli di sx che, tra le altre cose, sono "dentro".
    @Franca, i giornalisti poi, sono abili a dare risalto a ciò che fa audience e sanno anche decontestualizzare. Ho sentito troppa gente intervistata lamentarsi di essere stata travisata e fraintesa 😉
    @Alessandro74, dal mio punto di vista credo che possa partecipare senza che nessuno si senta offeso dalla sua presenza. In questo modo si violerebbe palesemente la libertà d'espressione di una persona.
    Cosa avrebbero dovuto farne di Berlusconi quando ha dato del CAPò al suo collega tedesco?

  6. Tisbe

    @MattBeck, di recente ha letto un libro sulle Br, si è lasciata travolgere dall'entusiasmo della lettura che chi legge con l'animo conosce! Io sono arrivata ad innamorarmi di Federico Barbarossa leggendo la sua biografia!
    Le Br hanno un loro fascino, ed è facile recepire solo la parte romantica della faccenda dimenticando la drammatica scia di sangue che ha lasciato.
    Ha esagerato, è vero… ma proibirle di andare a Venezia mi sembra una caxxata

  7. MattBeck

    Sul divieto di andare a Venezia sono d'accordo con te, Tisbe; un'assurdità illiberale.

    Ma del resto da uno come Galan non c'era da aspettarsi una reazione degna di Cacciari, purtroppo…. 🙁

  8. Skeight

    Tutta la vicenda è sovradimensionata, a parer mio… certo però che invece di preoccuparci tanto di ciò che ha detto l'Ardant, che può essere dettato da ignoranza o da informazione distorta, ma nessuno considera il fatto che oggi moltissimi giovani italiani delle Br e degli anni di piombo sanno meno di zero… ho sentito una volta una ragazza di Bologna che pensava che la strage della stazione fosse opera brigatista, e altri che non sapevano chi fosse Moro… almeno la Ardant sa chi è Curcio

  9. Tisbe

    @Skeight, tocchi un tasto dolente. Mi sono sempre chiesta perché "la casalinga di Volterra" crede che le stragi siano state opera delle Br. Chi è che ha messo in giro un'informazione così distorta?
    Una volta mi capitò di conoscerne una su un forum, e sai cosa mi disse? Questa idea le era venuta per deduzione. Nei Tg quando si parlava delle stragi, secondo lei mandavano in onda la stella a cinque punte simbolo delle Br.
    La maggioranza del popolo italiano non sa che c'è una differenza sostanziale tra l'eversione di dx e quella di sx. Lo stragismo, la strategia della tensione, e i depistaggi sono tipici dell'eversione di destra, mentre la sinsitra ha cambiato spesso obiettivi, passando dalle fabbriche all'illusione di colpire il cuore dello stato. E quella è stata la fine.

  10. macca

    Tutta pubblicità.
    Punto.
    Se non si ha niente da dire, meglio tacere.
    Grazie per la vicinanza.
    Sono tornato, spero più sereno.
    Daniele

  11. utente anonimo

    Questo paese ha il suo eroe perfetto nello smemorato di Collegno. La memoria come strumento di crescita sociale e politica è rimossa, se non deturpata e svilita dalla cronaca rosa-nera. Sapete che c'è? Di fronte alla rimozione sistematica, alla violenza cieca di chi ancora, dopo 30 anni, vuole vendetta (gli stessi che 30 anni fa gettarono nelle braccia della lottarmata un'intera generazione e che ora rincorrono per tutto il globo terracqueo i rimasugli di quella stagione per "stanarli"), evviva la Ardant che, sebbene con piglio radical tutto francese, infila una bella lama in questa ferita putrida e, anche se per poco, ne fa colare tutti gli umori velenosi, tutti i miasmi infetti. Evviva la Ardant che inconsapevolmente ha svelato l'ipocrisia di un paese e la vera qualità della democrazia italica che espunge la memoria ed istituzionalizza il malaffare, che sotterra il passato e la rappresentanza popolare.

  12. MattBeck

    Le frasi dell'Ardant non sono servite a incidere il bubbone, Arem; non è che in questo paese non si discuta degli anni di piombo.

    E' che se ne discute in ambienti non giovanili e spesso in termini faziosi e polemici: ricordo anni fa, quando in parlamento veniva espressa solidarietà ai comunisti italiani per l'attentato di un idiota di Forza Nuova con una bombetta e i parlamentari di destra giù a parlare di Brigate Rosse!!!!

    Possibile che qui, in effetti, pochi sappiano ed ancora men che pochi ricordino che il terrorismo di sinistra uccideva la persona mentre quello di destra spesso faceva la strage?

    Spesso si parla di memoria condivisa: il che non mi piace.
    Ma almeno i fatti di base andrebbero riconosciuti.
    Altrimenti si fa propaganda, non serio lavoro storiografico o giornalistico.

  13. WebLogin

    Io penso che molte cose non si sanno nonostante i processi e i libri scritti. Mi schifa vedere la strumentalizzazione fatta da una certa politica. Si mettono le etichette ma è possibile incolpare dei politici e poi non risponderne? Ricordo ad esempio le parole di Berlusconi sull'uccisione di D'Antona, disse che era un regolamento di conti della sinistra. Ricordo anche che per Aldo Moro lo Stato non volle trattare. Poi penso alla legge Biagi diventata intoccabile perchè porta il nome di una persona che aveva chiesto la scorta perchè si sentiva in pericolo e poi fu ucciso, ma la legge non è neanche quella che voleva Biagi.
    A me quello che si è detto e scritto non mi basta, non mi basta come le tante altre "verità" italiane.

    Giuseppe

  14. utente anonimo

    Sì Tisbe…dei gerarchi fascisti.
    Cosa cambia ai fini di una "controrisposta"?
    Ogni volta che c'è qualcosa che va contro gli "innominabili" e gli "intoccabili" Rai3 corre ai ripari.
    Ma approposito…RAI2 e RETE4 passano sul digitale terrestre. Il canone sarà sempre quello? Avete notizie in merito? Almeno 1/3 dovremmo non pagarlo più…

    AREM
    <a rel="nofollow" href="http://aremblog.wordpress.com&quot; rel="nofollow"&gt <a href="http://;http://aremblog.wordpress.com” target=”_blank”>;http://aremblog.wordpress.com

  15. utente anonimo

    Giuseppe ehehehhe se è per questo sono anni e anni che a me le verità che vogliono farci digerire non mi basta…non sei mica solo tu eh?
    E sui più disparati argomenti…mica solo di politica.
    Il revisionismo storico di certi avvenimenti ne è la prova provata di quanto affermiamo.
    Per quanto riguarda l'uccisione di Biagi…bhè..non so che dire…quando uno ti nega l'evidenza e ti mette le spalle al muro, si rimane solo ammutoliti e sgomenti…non si sa che dire, non ci può essere alcun dialogo e alcuna risposta (e ce ne sarebbero a centinaia!).

    Arem
    <a rel="nofollow" href="http://aremblog.wordpress.com&quot; rel="nofollow"&gt <a href="http://;http://aremblog.wordpress.com” target=”_blank”>;http://aremblog.wordpress.com

  16. utente anonimo

    No Mattbeck….scusami ma se vogliamo parlare con un minimo di cognizione di causa non puoi dire ste cose…abbi pazienza.
    Le prime molotov rudimentali per uccidere NON la persona ma gruppi di persone non sono state usate dai militanti di destra ma da quelli comunisti (anni di piombo studenteschi e guerre romane tra le due fazioni). Ma prima ancora la prima pistola che uscì fuori da questi scontri fu ad opera di squadre comuniste (sempre a Roma nel 1972 se non sbaglio). Fino ad allora ci si scontrava a corpo nudo. Che poi con le varie stragi nazionali fu usata la tecnica della bomba a tritolo da ENTRAMBI è cosa nota.
    Non è possibile che non esista più un pò di onestà intellettuale!!!

    AREM

  17. WebLogin

    @Arem, non stavo cercando il primato! ;-D Sul "revisionismo storico", in genere è il cdx che cerca di riscrivere la Storia…

    Scusa ma quando dici: "Per quanto riguarda l'uccisione di Biagi…bhè..non so che dire…quando uno ti nega l'evidenza e ti mette le spalle al muro, si rimane solo ammutoliti e sgomenti…non si sa che dire, non ci può essere alcun dialogo e alcuna risposta (e ce ne sarebbero a centinaia!)" …non ho capito se per te sono io che nego l'evidenza, e poi quale sarebbe l'evidenza?

    Ciao

    Giuseppe

  18. ventodipolente

    brigate rosse…è fichissimo riempirsi la bocca con questo termine…chiunque loro siano sono assassini, quando sono assassini ovvero ammazzano, stranamente e storicamente, e con questo spero non mi fraintendiate, ma chi teorizza o ammazza con un colore nero tendenzialmente rimane in galera o per niente o tendenzialmente di meno rispetto a coloro che sono definiti rossi, come le brigate rosse, non che mi stiano più o meno simpatici, ma per via di certe indagini che si dissolvono nel nulla da pasolini fausto e iaio magliana ad oggi diciamo che gli inquirenti nelle menti di qualcuno hanno di certo instaurato dei processi al termine dei quali uno magari dice certe stronzate magari arrivando poi ad essere sommerso dal qualunquismo con un sommesso fine di un revisionismo apparentemente bipartisan (autoinorridisco al solo pronunciare questo termine) che funge da marea pulisci cadavere o strage…poi e questo lo dico per chi tifa in una direzione di giustizia assoluta ovvero chi cazzo uccide dovrebbe stare in galera compresi i mandanti di stragi impunite o via anche aviatori che abbattono teleferiche oppure aerei di linea e cosine del genere, sono andato fuori tema?…forse sì, di sicuro andare o non andare a venezia…fa un pò ridere ci sono fiumane di minchioni a montecitorio che hanno detto cose ben più gravi…e non sono attori anche se si comportano come tali…e stranamente e storicamente e tendenzialmente ci si indigna solo e soltanto quando a fine sigla ci sono parole come rosse o comunista…e chi si azzarda a farlo notare diventa un attentatore dello stato…ricordo per i carenti di fosforo uno stato di diritto…quindi uno stato che dovrebbe guardare oltre la destra o la sinistra…del centro poi non ne parla mai nessuno…che proprio in occasione del rapimento moro ci sarebbe da discutere un bel po…ora tarda il delirio mi sia concesso…

  19. Tisbe

    Quando si parla di terrorismo si finisce sempre così!
    Il rosso è buono, no è meglio il nero!
    A me sembrano caxxate e mi risulta anche che la Mambro e Fioravanti siano belli fuori… e non mi pare che siano rossi!
    Detesto le mistificazioni della verità e le menzogne politiche.
    Sono documetatissima sul terrorismo: ho letto fior di manuali e di certo lo STRAGISMO è una tecnica utilizzata dalla destra che DEVE per ideologia colpire la MASSA (che schifa per definizione). La sinistra combatte per la massa e colpisce i CAPI…
    E' una differenza sostanziale e chi è abituato a studiare la STORIA CRITICAMENTE non fa fatica a comprendere
    Tutto il resto sono menzogne e illazioni fuorvianti

  20. arciere

    non sono quasi mai d'accordo con cacciari..soprattutto quando parla di filosofia…(sarà presunzione non lo so)…ma questa volta non è stato ipocrita come molti a sinistra. La Ardant ..donna di cui sono stato innamorato guardando i suoi film…oggi anche per quel che dice 🙂
    ciao
    arciere

  21. utente anonimo

    Ciao Arem.

    Io ho parlato di terroristi, a proposito di congegni esplosivi.
    Cosa ben diversa dai gruppuscoli di giovani esaltati della domenica o del lunedì che certo agivano nelle manifestazioni e per i quali furono creati servizi d'ordine sia dal PCI che dai sindacati di sinistra.

    Il terrorismo organizzato è ben diverso.
    E' un po' come mettere sullo stesso piano gli attentatori dilettanti di Londra (del secondo attentato, ovviamente) con al Qa'ida o le brigate al Aqsa.

    Lotta Continua o le BR ed altri non mettevano bombe atte a fare strage; hanno commesso rapimenti, tentati omicidi e omicidi (LC no ma ci è andata vicina, al di là della vicenda Calabresi), reati contro la proprietà.

    Ci sono le cariche esplosive piazzate dalle BR su alcuni macchinari ferroviari nel 71, ma erano appunto contro gli oggetti e non mi risulta che abbiano fatto vittime.

    Non sono a conoscenza di episodi di tritolo usato contro le persone in manifestazioni o in altre circostanze.
    Ho fatto anche una breve ricerca; ma se darai link o dritte bibliografiche te ne sarò grato 🙂

    Tirapugni, P38, spranghe, sbarre di ferro ecc. senz'altro sì, e gli agghiaccianti anni d'agguati per le strade di Roma dove cadevano attivisti di destra e di sinistra sono stati dominati da quelli.

    Ma Peteano o la bomba di Brescia e le altre non sono state messe dalle BR: anche se è vero che su alcuni episodi non è ben chiaro il ruolo e talvolta neppure la responsabilità dei NAR e di altri gruppi estremisti di destra: la storia giudiziaria è tutt'altro che fuori discussione.

    Ciao

    MattBeck

  22. Tisbe

    Sia ben chiaro, sono contraria agli omicidi in entrambi i casi.
    E' una leggenda metropolitana oppure è vero che Curcio non ha mai commesso un omicidio? Eppure è in carcere 😉

  23. Tisbe

    @Arem, la puntata di Rai3 sui cortigiani del fascismo è stata fatta perché una settimana prima avevano mandato in onda quella sul nazismo… Mi sembra molto logico.
    Anche se devo essere sincera? La caratterizzazione del gerarca fascista rispetto a quello nazista è apparsa ridicola… ma questo è un problema degli italiani, non tanto del fascismo.

  24. utente anonimo

    Bhè è normale che gli dai una spiegazione tutta tua…c'è da chiedersi invece perchè la serie di documentari sul Fascismo, Nazismo, Cortigiani,Mussolini, esce fuori ogni qualvolta il Governo è in difficoltà?
    Perchè al posto di questi non si è mandato in onda invece una serie di documentari riguardanti il Comunismo sovietico, Gli anni di piombo in italia, Stragi rosse, la Politica del terrore….che sono invece puntualmente andati in onda durante il governo di destra?
    La risposta è solo una: RAI3 è organo ufficiale ed istituzionalizzato di partito gratis con i soldi di tutti.
    Non simpatizzo per nessuno delle due idee politiche, sia ben chiaro, mi piace solo la serietà, la verità e la giustezza e quando si è trattato di criticare anche gli altri sono stato il primo.

    AREM

  25. Tisbe

    @Arem, a me risulta che l'anno scorso hanno mandato in onda su Rai3 un bel documantario sulle Br e gli anni di piombo. Devi stare più attento 😉
    La mia lettura sul fenomeno eversivo è fatta su manuali superpartes scritti da storici perlopiù non italiani, inoltre, il mio studio storico non si limita all'elenco tipico della bassa cronaca sui fatterelli, ma su un'analisi dettagliata dell'humus su cui un fenomeno fiorisce, sulle idee che provocano un determinato fenomeno. Insomma tendo a cogliere l'aspetto ULTERIORE di un fatto e non mi limito al fatto stesso.
    Ed è per questo che sono certa, partendo dalle ideologie (con le dovute eccezioni) che la destra si arma per colpire la MASSA che disprezza; la sinistra si arma per colpire il potere che disprezza.
    E' MATEMATICO 😉 ma capisco che a te non possa piacere…

  26. utente anonimo

    Per Matbeck:

    http://www.senzacensura.org/public/arkivio/IT_26_IM05_220320.htm ;

    (se hai la bontà di leggere dentro l'articolo ci sono le mie risposte su D'Antona e Biagi x Giuseppe);

    http://www.annidipiombo.it/forum/viewforum.php?f=1&sid=e0e0b5158157b3ee2f9d9b3ca7a6956c ;

    Molte stragi con bombe e uccisioni sono ancora avvolte nel mistero e ancora adesso costituiscono una pagina nera della politica e della magistratura italiana.

    http://www.informagiovani.it/Terrorismo/terhome.htm ;

    Nelle ricostruzioni abbastanza attendibili di questo sito puoi trovare facilmente la mia risposta alla tua considerazioni circa l'uso delle bombe per stragi mai fatte dai brigatisti e terroristi rossi. In spiccioli, Loro hanno fatto di peggio che mettere una bomba: hanno tentato per anni di inculcare nella mente delle generazioni una ideologia che vale molto di più di milioni di bombe al tritolo.
    Dietro i primi motivi di lotta di classe e proletaria si è finiti nella costituzione aberrante di un vero partito anti-stato: staccatisi dallo stesso PCI di cui non ebbero più mano forte, considerati inaffidabili, cresciuti in una certa parte di sindacato deviato, hanno cercato di imporre le loro idee illudendosi che la rivoluzione si potesse fare solo con l'uso della violenza, del terrore, con la disciplina dell'ANTI a tutti i costi. L'eversione nera, i NAR, nascono come controrisposta ai GAP, NAP. BR, PL, e il più delle volte non hanno mai avuto un disegno eversivo preciso così come la loro organizzazione territoriale è sempre stata affidata al caso, anzi inesistente rispetto all'organizzazione di LC e delle BR.
    (http://www.rifondazione-cinecitta.org/annidipiombo.html) ;

    http://www.annidipiombo.it/forum/ ;

    http://aremblog.wordpress.com
    (spesso la storia negata fomenta ideologie e contrapposizioni strumentalizzate).

    Mi scuserà Tibe se ho fatto spamm ed ho approfittato dello spazio concessomi sul suo blog, ma era doveroso dare delle indicazioni.
    Non accadrà più.

    Arem

  27. utente anonimo

    No Tisbe, scusami ma devo davvero dissentire da quanto stai dicendo.
    Per 5 anni, un giorno sì e un giorno pure RAI3 sistematicamente, scientificamente e spudoratamente ha messo in onda documentari atti a "rispondere" a tutto quello che era in agenda del Governo.
    Non è andato in onda l'anno scorso ma bensì 2 anni fa l'ultimo documentario riguardo sulle Br e gli anni di piombo. Ogni tanto si vede qualche stralcio di qualcosa inerente (e confezionato sempre ad hoc) ed è dovuto, se ci fai caso, alla contingenza di alcune leggi dell'attuale Governo (legge sull'Indulto…uccisione Biagi…).
    Ma perchè lo sanno anche le pietre e voi no?
    Mah…

  28. utente anonimo

    Tisbe??????????????
    citami per favore giorno e ora di questa trasmissione se dici di essere preparata per favore.
    In genere le brutte figure le fanno le persone di parte che per principio e definizione voglio a tutti i costi
    difendere quello che dicono.

    AREM

  29. MattBeck

    Grazie della documentazione, Arem.

    Non ho ancora letto tutto quello che mi hai linkato, ma continuo a non trovare la prova della falsità della mia affermazione nel mio primo commento, ossia che il terrorismo rosso NON era stragista.

    Tu dici sostanzialmente: "Loro hanno fatto di peggio che mettere una bomba: hanno tentato per anni di inculcare nella mente delle generazioni una ideologia che vale molto di più di milioni di bombe al tritolo"

    Ora, bisogna riflettere sul fatto che il terrorismo di sinistra esista ancora, mentre quello di destra non esiste più…

    Ma cosa credi che ci sia dietro le stragi,al di là di compromissioni in alto loco?
    Credi che bombe e centinaia di assassini non siano legati a delle ideologie, o meglio a diverse varianti di una stessa ideologia?

    L'estrema sinistra voleva rivoluzionare il mondo; la base dell'estrema destra voleva anch'esso cambiare il mondo, secondo aspirazioni sociali e politiche (conversazioni dal carcere di Fioravanti docent) che richiamano paradossalmente più certo antico fascismo agrario degli anni 20 che il regime statalista concretatosi storicamente.

    Ma la sinistra ebbe ed ha un maggiore potere attrattivo sui giovani, non ultimo perché erano figli di persone che per convinzione o convenzione sputavano sul ventennio.

    In Germania i figli dei soldati delle Panzerdivisionen e delle Waffen SS volevano il più possibile distaccarsi dalla memoria paterna e distruggere il paternalismo autoritario della Germania federale del pur grande Adenauer: quindi ecco perché la sinistra (sia politica che estremista che terrorista) era così forte e spesso violenta.

  30. utente anonimo

    Giuseppe è una questione di rispetto verso me stesso e verso i miei interlocutori.
    È sempre meglio rispolverare la memoria con un bel link non credi?
    A volte le idee che ingurgitiamo al momento possono anche essere riviste nel tempo, io lo faccio spesso. Raramente però trovo qualcosa di convincente a farmi cambiare idea o a ricredermi su qualcosa 🙂

    AREM

  31. WebLogin

    Per me il link è un approfondimento, non una risposta. Non lo so, se tutti mi dovessero rispondere con dei link non mi basterebbe una giornata. Anche io ho le mie idee e la tua risposta non mi ha fatto capire se le criticavi o se mi hai accusato di qualcosa che non ho detto…
    In genere leggo i link, ma che posso dirti? Se trovo tempo lo leggo. Scusa, ma non mi piace il modo come ti sei proposto.

    Giuseppe

  32. ermahico

    mi sembra tutto un pò offtopic… in fondo si sta parlando dell'opinione di una persona verso altre persone già passate in giudicato che hanno pagato il loro debito alla società.

    tuttavia, vorrei far notare che i posti dove Br e ideologia estrema di comunismo sono pressochè assenti, vedi Sicilia e Campania, c'è una strana coincidenza di mafia organizzata a livello internazionale, invivibilità e un generale malessere della popolazione, costretta più volte a emigrare.

    Arem non so il tuo obbiettivo quale sia, ma non puoi negare che dove è mancata la stella a 5 punte c'è ben di peggio.

  33. utente anonimo

    ancora una riflessione.
    E' certamente vero che parte del mondo comunista italiano ha vissuto la resistenza come una rivoluzione incompiuta…insomma, la resistenza "tradita", ed ha covato per lustri la speranza di una rivoluzione che, dal suo punto di vista, "completasse" la resistenza in chiave rivoluzionaria.

    Questo, da un lato, ha avuto certo un ruolo.
    Però credo che se gli anni '70 non fossero stati preceduti da importanti disegni golpisti, dall'avvio dello stragismo, etc..l'humus che ha poi reso pensabile, da parte di qualcuno,di dar luogo l'illusione di "prendere il potere" con le armi, non ci sarebbe stato, e il fenomeno armato organizzato (parlo del partito armato nelle varie sue forme, non dei momenti di violenza diffusa e di natura più ribellista) non avrebbe avuto la consistenza (ed i favori) che ha avuto.

    Sulle vittime…quanta gente hanno ucciso le BR? Chi già lo sa…ok..chi non lo sa, provi a tirare ad indovinare ragionevolmente.

    Tra le vittime, andrebbero anche ricordati tutti quelli che, detenuti per anni e poi del tutto scagionati (inquisiti per terrorismo magari dai giudici del PCI, e poi assolti con tante scuse dopo 15 anni) son usciti di galera a piedi in avanti o morti dopo qualche mese di libertà, deprivati da un sistema carcerario voluto anche dal partito comunista.

  34. utente anonimo

    Giuseppe che dirti.
    Rispondere ad un argomento così complesso ci vuole spazio ed io non posso qui, il blog è fatto di piccoli e medi interventi. Ecco perchè ti ho invitato a leggere quei link.
    Per tutto il resto mi dispiace di essermi posto male con te, non era mia intenzione.
    Del resto nemmeno posso invitarti a rispondermi sul mio blog, visto che farei una scortesia a Tibe.
    (anche se l'ho fatto ora) eheheh
    Ciao
    Arem

  35. utente anonimo

    Ehi moltitudini! Bentornato!
    Non ho potuto salutarti sul tuo blog…
    Ho letto la fiamma e la celtica di Rao, certo ci vuole pelo sullo stomaco perchè Rao è un discepolo Tippino e non si tira indietro se deve elogiare un Fiore o un Dimitri.
    Ma è lettura che va fatta assolutamente, tenendo conto di alcune cose, tra le tante quella che Rao espunge dal testo volontariamente qualsiasi riferimento allo stragismo.
    @Tisbe: se ti va dai un'occhiata al mio blog, ho affrontato anche lì l'argomento Ardant.

  36. utente anonimo

    Moltitudini concordo molto con quanto da te espresso.
    Una cosa però credo che non si possa negare, ed io a quello mi riferivo. Al fatto che una certa parte politica rossa prima e poi di sinistra moderata ora, ha sempre cercato di sminuire e ammorbidire con discorsi intellettuali, quasi per coprire poi le azioni, le ideologie BR e cmq tutto ciò che sta alla base di un'azione terroristica. Il compagno D'Alema ne è stato un fautore cristallino in tal senso prima, e per certi versi anche alcune affermazioni che reputo gravi di Bertinotti, hanno evidenziato come nel bene o nel male essi siano sempre stati vicini intellettualmente alle care idee di lotta anche "estrema", non fosse altro per quello spirito "cameratista" (paradosso letterario) che tanto li accomuna.
    Mi viene in mente subito così, nei tempi più recenti (ma sono il prolungamento di una ideologia che deriva dal passato) quando D'Alema portò a casa nostra Ochalan riconosciuto a torto o a ragione da tutta la Comunità Europa come un terrorista, oppure quando Bertinotti non si rese conto di "aizzare" alla lotta armata (seppur moderna) all'indomani del G8 quando dichiarò in Tv che sbranghe, sanpietrini,vetrine rotte,passamontagnia e quant'altro, facevano parte del "corredo" di una manifestazione. È pure vero che allora strizzava l'occhio al movimento dei no global per uso elettorale, ma una vera e propria smenitita e presa di posizione contro le frange estreme violente, io non l'ho mai vista da parte delle attuali forze comuniste e di sinistra (nessuna esclusa). Del resto è cronaca recente che la nuova formazione delle BR trova origine in gran parte ancora da quegli ambienti sindacali chiamati "di prossimità", che dovrebbero essere invece "controllati e ripuliti" se davvero si afferma di essere dissociati!
    (http://www.rai.it/news/articolonews/0,9217,10939,00.html)
    AREM

  37. WebLogin

    @Arem, sono d'accordo che "il blog è fatto di piccoli e medi interventi" ma la mia domanda in seguito a questo tuo scritto

    "Per quanto riguarda l'uccisione di Biagi…bhè..non so che dire…quando uno ti nega l'evidenza e ti mette le spalle al muro, si rimane solo ammutoliti e sgomenti…non si sa che dire, non ci può essere alcun dialogo e alcuna risposta (e ce ne sarebbero a centinaia!)"

    nel quale mi citavi, era sono io che nego l'evidenza, e poi quale sarebbe l'evidenza?

    Io ho scritto che Biagi non ha avuto la scorta, che la legge non è quella da lui presentata e che ogni volta che si parla della legge Biagi c'è uno di cdx che "ricorda come è morto Biagi" e chiude ogni possibilità di dialogo.

    Puoi negare questo? E' giusto strumentalizzare la morte di Biagi? E' questo che fa il cdx. Vedi non mi piace come si strumentalizzano le BR, non sono a favore ma mi incaxxo quando mi trovo a dialogare con qualcuno del cdx di politica e fanno equazioni del tipo BR = " l'essere di sx " e "Stalin e altre dittature" = Comunismo, questo lo fanno anche molti politici del cdx.

    So che l'argomento è complesso, ma non puoi prendere un commento a caso e pretendere di diffondere il tuo pensiero con dei link: con il tuo commento #18 in risposta al mio #16 mi fai una critica ma non si capisce su cosa e dovrei andare a leggermi un link?

    Ciao

    Giuseppe

  38. utente anonimo

    Giuseppe allora, vengo a dirti…
    Intanto il caso Biagi è ancora aperto per cui nessuno può dire nulla, nè io nè tantomeno tu. Per cui strumentalizzare, come dici tu, come ha fatto l'allora Governo, potrebbe anche avere un fondamento di verità, ma non lo sappiamo. Le parole dette, circa il regolamento tutto interno alla sinistra, sta a dire che le Br hanno voluto colpire proprio i sindacati e le sinistre di partito i quali avevano concordato con D'antona, prima, e con Biagi, poi, le linee direttrtici per introdurre nuove forme flessibili di prestazione nel mondo del lavoro ( la cui geniale idea fu di D'Alema nel 1999), a giusta o a torto questo è un altro discorso.
    Non voglio certo difendere politici che vanno in tv e sparano c…..e ( è per esempio di oggi la notizia di una grande caz….ta detta da Bossi inneggiando addirittura alla rivoluzione "fai da te" del popolo, esortandoli ad imbracciare i fucili!!!), tuttavia ti faccio notare che tutte le ultime vicende di terrorismo delle BR si circoscrivono ( e non lo dico io) nel triangolo , BR->Sindacato->Sinistra moderata. Per cui quelle che tu vedi come strumentalizzazioni non sono altro che la sintesi di un pensiero che vuole dire: "le Br se la sono prensa con loro che dovrebbero invece impedire questi accordi con Maroni, (libro bianco di Biagi).
    Per i motivi ideologici e tecnici per cui si è ucciso Biagi esistono dei bei saggi in merito ma, ti ripeto, la magistratura ne sa ancora molto poco, quindi noi possiamo solo ipotizzare.
    L'evidenza era in questo senso…tu hai detto che si è strumentalizzato…io dico invece che è evidente che le Br hanno voluto colpire la sinistra moderata.
    Scusa se l'ho detta in soldoni ma sono stanco (350 km di auto e sono appena arrivato).

    Arem

  39. ermahico

    @Arem

    Molto Buona. Rispetto alla fogna che è diventata la mia isola è il paradiso terrestre.

    @Moltitudini
    Purtroppo gli stronzi sono come il colera, si diffondono appena sentono l'aria giusta, cioè ferma e stagnante, come l'italia conservatrice con tanti fascisti amnistiati da merdine clericali.
    Con un centinaio di BR più spietati di quelli che erano "l'area romantico-rivoluzionaria" i giudici si sarebbero cagati le braghe o quantomeno avrebbero spedito la famiglia oltreoceano.
    La guerra non è mai un balletto, o si vince o si perde, e le BR l'hanno persa per numerosi fattori, in primis la scarsità di uomini e un progetto che necessitava di tempi troppo lunghi, e quindi vulnerabile in più punti.

    Per me sono stati troppo buoni.
    Dico davvero.
    Un paio di morti ammazzati in più nelle prime linee dello stato fascista e adesso saremmo una repubblica fondata sul lavoro e non su valori come calcio,satellitare e culi di silicone.
    Quando si raggiungerà il numero minimo di operativi forse le Br faranno qualcosa di serio e incisivo, per ora sono relegati a piccoli gangster a cui si lascia fare una rapina ogni tanto per poi giustificare 780milioni di euro per stipendi del ministero degli interni.

    Lo so, sono dietro a un PC.
    Parliamo d'altro per favore.

  40. Tisbe

    @ermahico, continuo a credere che l'errore più grosso lo commettiamo quando andiamo a votare anche se a dirla tutta oramai decidono gli organi di partito e noi non siamo altro che burattini nelle loro mani. Loro attaccati alle poltrone e noi immersi nell'illusione della scelta democratica: che presa per il culo!

  41. WebLogin

    @Arem, perchè ipotizzi che io non sappia quale sia lo stato attuale delle indagini su Biagi? E' questo che ti contesto! Hai aggiunto parole che non ho scritto. Su Biagi ho solo detto che ad una persona che andava in bici dalla stazione a casa e che ogni giorno viaggiava in treno, quindi facile obiettivo (scusate il termine), è stata negata la scorta che aveva chiesto poichè temeva per la sua vita. Il cdx ogni volta che si parla della legge Biagi la rende sacra perchè porta il nome Biagi però nei fatti non è nemmeno la legge che lui voleva. Questo non è strumentalizzare la morte di una persona? Non so come puoi negare questo.

    Un regolamento di conti della sinistra fu detto da Berlusconi su D'Antona appena ucciso, per me un politico che dice una cosa del genere è irresponsabile (lo so, ne ha dette tante), poichè generalizza facendo intendere tante altre cose e poi era stato appena ucciso D'Antona!

    Vedi anche il discorso che fai su D'Alema-Ocalan-Bertinotti-G8 non lo condivido. Cerchi di dimostrare un legame/apprezzamento dei vertici della sx con la lotta armata e mi sembra che forzi almeno un po' la mano e poi non vedi la strumentalizzazione del cdx. Se anche io dovessi citare tutti i comportamenti sospetti del cdx qui non si finisce più e come entrambi abbiamo affermato ci sono troppe cose che non si sanno…

    @Moltitudini, sono d'accordo, "non credo si tratti di giustificare le BR o chicchessia", ma è brutto vedere certi politici e persone comuni fare equazioni del tipo BR = " l'essere di sx " e "Stalin e altre dittature" = Comunismo. E poi, l'irresponsabile è solo Caruso? O_O

    "E' certamente vero che parte del mondo comunista italiano ha vissuto la resistenza come una rivoluzione incompiuta"

    Dico solo che paghiamo ancora per non avere processato il fascismo e per avergli permesso di partecipare alla vita politica della Repubblica italiana e oggi c'è gente che vuole riscrivere la Storia.

    Ciao e buona giornata

    Giuseppe

  42. ermahico

    @lateladipenelope

    Purtroppo con i se e con i ma e soprattutto con il condizionale in generale si scrivono sempre panzane, poichè sono situazioni che non sono dimostrabili, e quindi ipotetiche.

    Un dato pero è certo: siamo nella merda al sud, e non per colpa delle orde di khmer rossi o di brigatisti rossi, neri o a pois.

  43. utente anonimo

    @arem
    che bertinotti possa esser in qualche modo interpretato come fai tu, lo comprendo. (anche se la lotta armata con le modalità di piazza anche più violente c'entrano nulla. Guarda, chi per primo è di formazione "BR" ha in disgusto, come aveva nel '77, le forme di ribellione di quel tipo, che son ben diverse – proprio come dna ideologico – dall'organico progetto del'insurrezione amata etc.).

    Su D'Alema..invece non sono d'accordo.

    A parte che Ochalan quel governo lo ha senza patemi consegnato ai turchi, la questione PKK è ben diversa da quella BR, aldilà del giudizio che uno può avere sullo strumento armato.
    Ma diventa un argomento davvero troppo complesso e non liquidabile in un commento. Però, sinceramente, una eventuale indulgenza verso Ocalan non può esser per parallelo utilizzata come esempio di una più ampia strizzatina d'occhio ai fan della lotta ramata, su.

    Tanto il "movimento", quanto le Br, sono state sconfitte anche grazie al PCI.

  44. utente anonimo

    poi..dai…anche Bossi lo ha detto che può venire il momento di usare il fucile, eh… 😉 moltitudini

  45. WebLogin

    @Arem, devi vedere tu! ;-D Il casino lo hai fatto tu e ti invito a leggere meglio i commenti prima di scrivere e suggerire link 😉

    Ciao

    Giuseppe

  46. Tisbe

    @moltitudini, ma ti pare? se il fucile lo prendono i comunisti sono dei terroristi assassini, se lo prendono gli altri sono dei devoti PATRIOTI 😉
    anzi, che dico! EROI

  47. utente anonimo

    #60 ok..alziamo leggermente il tiro allora.
    Se Ocalan non ti piace riformulo: D'Alema & Co. si affrettò a riportare a casa una certa Baraldini dall'America.
    Stop.

    Arem

  48. Tisbe

    Ocalan è un curdo turco… non entriamo in questo campo perché è minato
    la Baraldini era gravemante ammalata, nonché accusata di attività sovversive esclusivamente IDEOLOGICHE

  49. utente anonimo

    Sicuramente era malata, un tumore allo stomaco mi sembra…che non le ha impedito però di lavorare presso il Comune di Roma come consulente. Da 1 anno circa ha praticamente espiato le sue colpe (ideologiche) per effetto dell'indulto. Del resto quando si estradò l'America volle delle garanzie precise sulla certezza della pena in Italia, cosa che puntualmente è stata disattesa.
    Si disse che il compagno DiLiberto usò la contropartita della strage del Cermis per farla rientrare.
    Mi chiedo quante altre stragi americane e internazionali dovranno accadere in Italia per far rientrare decine e decine di nostri connazionali rimasti a morire in carceri altrui, colpevoli solo di non avere avuto una ideologia da diffondere!

    AREM

  50. WebLogin

    @Arem #64, sei pesante! Io insisto ancora? Hai risposto due volte a me? Hai risposto solo a te stesso! Lasciamo stare, sei tu che hai usato un mio commento per fare il professore, ma devi imparare prima a leggere i commenti.

    Ciao

    Giuseppe

  51. utente anonimo

    Scusa AREM, avrai notato che non mi pare di pormi in una modalità di contrapposizione ideologica ma cerco di esser laico anche perchè il filone di interpretazione "romantica" dele Br mi ha sempre annoiato abbastanza, preferisco storicizzare)

    Però credo che si debbano utilizzare pesi minimamente congrui.

    Sono d'accordo su un punto: quel governo utilizzò ignobilmente il caso baraldini come contropartita nel caso Cermis (se questa è una responsabilità del governo italiano, che io assoluamente imputo ad esso, lo è parimenti del governo USA, però).

    tuttavia, Silvia Baraldini era condannata a 43 anni di carcere (per omicidio volontario si può prender molto meno) e per altro sottoposta ad un regime durissimo (la malattia c'è è ed è grave) per reati legittimamente ritenibili gravi ma che consistono in accuse "tentativi di rapina" mai portate a termine, il sostegno ad una evasione e fondamentalmente….per reati d'opinione.
    Ora…portare nel suo paese una detenuta malata condannata a quelle pene per quei reati mi pare un po' leggerino come esempio per dimostrare una certa benevolenza intellettuale verso il "terrorismo".

    Io al limite capirei se tu condannassi quelle realtà politiche o sociali che negli anni '70 eran per la trattativa o che hanno criticato il regime carcerario di quegli anni (amnesty, i radicali, per esempio).

    moltitudini

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *