Puttana comunista, i rullini te li infilo per il culo

"Puttana comunista, i rullini te li infilo per il culo", parole di un poliziotto nei confronti di una giovane studentessa che ha avuto il solo demerito di credere in un mondo migliore e in un futuro più equo.

Ho visto tutti ‘sti balordi queste zecche del cazzo… comunque…”. Co: “… speriamo che muoiano tutti…” “Tanto uno già va beh e gli altri… 1-0 per noi…" segue risata. Dialogo fra due servitori dello stato (stressatissimi a quanto pare).

Coperti dalla garanzia dell’immunità, garantita dal casco e dal passamontagna, gli agenti delle forze dell’ordine hanno ripetutamente violato  i più elementari diritti umani. Definire scandalose le dichiarazioni rilasciate da Fini e da Berlusconi è poca cosa.

Ieri sera ho visto il servizio di Lucarelli mandato in onda su Rai3 per Blu notte e la rabbia, per me, è stata incontenibile.

I poliziotti hanno obbligato i ragazzi a fare il saluto romano, li hanno ripetutamente minacciati di morte, di stupro, e hanno inneggiato a Pinochet. L’Italia si è trasformata in Cile, la Diaz in macelleria messicana.

Fra i tanti arrestati nessun Black bloc. Dove sono finiti? C’erano davvero costoro a Genova? A me chi lo dice che non si sia trattato solo di leggenda metropolitana? Chi me lo dice che non siano state le stesse forze dell’ordine a camuffarsi e a devastare la città per giustificare la mattanza che avrebbero dovuto compiere per chissà quali ancestrali ordini? Tanto più che video e foto dimostrano inequivocabilmente vandali in azione mentre carabinieri e polizia, a due passi, osservano senza intervenire. Invece di attaccare i Black Bloc le forze dell’ordine si sono limitate ad attaccare un corteo pacifico di 15mila manifestanti legittimamente autorizzato a transitare. Il giorno successivo, non paghi del sangue versato, hanno attaccato un altro corteo pacifico composto da 600mila manifestanti. Una vergogna che si unisce alla vergogna!

Da cittadina italiana pretendo una Commissione Parlamentare d’inchiesta.

Ora mi chiedo, perché si voleva terrorizzare la piazza? Perché questa necessità.

Ricordo che nel 2001 era tempo di elezioni ed io davanti ad un locale di Avellino chiacchieravo con alcuni borghesucci della città che auspicavano la vittoria del Berlusca. Allora io dissi: se vince Berlusconi io lascio l’Italia! Mai parole furono così preveggenti. Il governo Berlusconi temeva le manifestazioni di piazza e ha pensato bene di demotivare gli italiani terrorizzandoli a Genova, con sistemi degni della peggior dittatura. Salvo poi utilizzare la piazza per la pagliacciata del Family Day (che cavolo avranno avuto da protestare le famiglie italiane, che sono tutelate e garantite dalle leggi dello stato, boh!).

Ora, io continuo a chiedermi, perchè i soldi dei contribuenti devono servire per pagare gli emolumenti di quei poliziotti e carabinieri che, perdendo ripetutamente la propria umanità, si sono resi protagonisti di fatti così efferati, protetti dall’anonimato (pure vigliacchi)? Perché i soldi dei contribuenti dovranno essere usati per pagere i GIUSTI risarcimenti agli innocenti massacrati?

Gli italiani lo sanno che, se bisogna pagare i risarcimenti alla gente proveniente da ogni luogo del mondo, sicuramente dovranno aumentare le tasse?

Per chi avesse dimenticato da quale inferno siamo usciti, e che cos’era il governo Berlusconi gli rinfresco la memoria con questo video.

Sei anni fa per noi soltanto ieri

Se hai perso la puntata di Lucarelli puoi scaricarla QUI

 

audio hosting by Twango

84 commenti su “Puttana comunista, i rullini te li infilo per il culo

  1. d4rkcloud

    L'esposto di Salerno è niente più che una misura formale.
    Va fatta, ma non porterà a niente.
    Giusto per fare vedere ai propri elettori quanto si è bravi e operativi…

  2. utente anonimo

    Gravi le responsabilità delle Forze dell'Ordine, alla caserma Diaz e Bolzaneto.
    Da persona che crede nella legalità e che vuole credere nella capacità di difenderla da parte delle Forze dell'Ordine, ma anche e soprattutto di dare il buon esempio, con serietà,
    spero in una condanna esemplare dei poliziotti indagati e dei loro superiori.

    Gian Piero

  3. utente anonimo

    Ho visto anch'io ieri sera "Blu notte"… Era tanto che non provavo un disgusto ed un orrore simili… Perché di errori se ne sono commessi tanti, ma vedere decine e decine di poliziotti aggredire un corteo pacifico e ammazzare di botte ragazzi e ragazze con la sola colpa di trovarsi lì in quel momento, mi ricorda qualcosa di cui avevo creduto ci fossimo definitivamente liberati. Possibile che nessuno di loro si rendesse conto di ciò che stavano combinando?
    Sono senza parole…

  4. alexperry

    lo so, ieri sera blu notte trasmetteva un documentario sul G8 di genova. ho preferito schivarlo, per evitare l'insonnia da rabbia per ogni immagine che dal 2001 mi fa un po' vergognare di essere italiano

    Alex

  5. arciere

    ieri sera sono ritornato a roma dopo una settimana di ferie senza tv. Vedere blu notte è stato un impatto fortissimo…ma del resto chi non sapeva già tutto questo? solo chi fa finta di non saperlo!
    buona giornata
    arciere

  6. stix77

    la polizia chiamata a garantire l'ordine pubblico, ha causato il disordine pubblico.
    sono convinto che chi ha sbagliato pagherà.
    ciao tisbe, com'è andato il v-day?

  7. utente anonimo

    Ma te credi che ai soloni che abbiamo eletto freghi qualcosa?
    Perchè a Napoli come si so comportati?
    E pensare che nel programma per cui sono stati votati , la commissione parlamentare è uno dei punti d'inchiesta è uno dei punti centrali.
    A lor signori , frega solo la formazione del partito democratico, il resto sono solo richieste di " zecche senza senso"
    E pensare che la paura che molti hanno provato a Genova, una paura insana , non va via ..come se fosse marchiata a fuoco, più delle ferite, su pelle.
    Heartprocession

  8. utente anonimo

    bisogna essere obbiettivi…
    se si comincia a pensare che i black block erano poliziotti (come qualche tempo fa c'era qualcuno tipo bocca che diceva che le brigate rosse non esistevano e che la violenza era solo di destra) dall'altra parte si può anche pensare che tutto il cosiddetto ducumentario è fasullo.
    ah già , però quelli come te credono che bin laden non esiste…
    eurotecnica

  9. filomenoviscido

    ho visto anche io Lucarelli ed era molto ben fatto

    peccato che blu notte vada in onda su RAI 3, cioè su una rete con un pubblico già orientato politicamente.

    Magari fosse andato in onda sui RAI1 o CANALE 5 o meglio ancora ITALIA 1 (per i giovani) , qualcuno che "non ha opinioni in merito" o "è berlusconiano" avrebbe cambiato idea.

    in merito alla faccenda, io NON sono per dar ragione completa ai manifestanti.

    certo è che la gestione è stata pessima.

    Fini , Scajola e i dirigenti di polizia avrebbero dovuto dimettersi per aver lasciato fuori controllo il "lato bestiale" delle forze dell'ordine e lo stesso Amato avrebbe dovuto pagare per aver mandato poliziotti senza esperienza in quella situazione.

    un' altra cosa che si dovrebbe fare è eliminare la parte fascistoide dalla polizia , dai carabinieri e dall'esercito perchè purtroppo esiste un parte nostalgica verso il fascismo ed oltre che vigliaccia ed ipocrita(perchè giurano sulla Costituzione ANTIFASCISTA) è anche quella più a rischio di commettere violenze (il "puttana comunista" che citi sopra).

    sui black bloc , non saprei dirti… finchè non vi sarano prove preferisco pensare a coincidenze ed incompetenze perchè infiltrazioni da parte di agenti o dei Servizi sarebbe gravissimo

    ciao

  10. Tisbe

    @eurotecnica, non devi insegnare a me cosa possono o cosa non possono, o cosa non sanno fare i poliziotti. Sono stata sposata con uno di loro e so, dall'interno, cosa riescono a fare. L'ho saputo da sempre…
    Ovviamente, non sono tutti delle bestie, ma ne bastano pochi per compiere delle porcherie e dei massacri ingiustificati.

  11. filomenoviscido

    fai un post con la richiesta

    io ho inviato la proposta ad una ML dove scrivo.

    si fa un po' di opinione sul web, sperando che qualche sezione locale di partito e/o associazione di diritti inizi la raccolta firme.

  12. utente anonimo

    Penso che a Genova si sia tentato di attuare una svolta autoritaria.
    Qualcosa non ha funzionato o qualcuno si è fermato in tempo.
    Non lo sapremo mai.
    Quello che sappiamo è che la sinistra non ha fatto niente per portare la verità a conoscenza di tutti.
    Queste trasmissioni purtroppo parlano solo a chi ha già capito e dimostrano la tragedia del sistema informativo italiano.
    gianfalco

  13. stix77

    mi raccomando a non mettere il filmato in onda in prima serata al posto dell'isola dei famosi o di qualche reality…
    la maggior parte degli italiani non vogliono vedere cose impegnate, vogliono roba soft.
    agli italiani non dovete rompere le balle con ste cose, loro vogliono il calcio e basta.

  14. Tisbe

    Poi dalla caserma e dalle camionette vediamo scendere poliziotti in borghese che si mischiano alla folla e spaccano qualsiasi cosa sia alla loro portata. Ora sappiamo chi erano in realtà i black block del giorno precedente. I celerini in divisa salgono in piedi sui tetti delle camionette urlandoci "figli di puttana, morirete tutti".

    <a rel="nofollow" href="http://gucciaguccia.blogspot.com/2007/07/sei-anni-fa-per-noi-soltanto-ieri.html&quot; rel="nofollow">Guccia

  15. utente anonimo

    Sono d'accordo sulla necessità di una commissione d'inchiesta. Così come ritengo scandalosa la direzione dell'ordine pubblico in quei giorni. E' stato dato spazio a quella frangia di poliziotti istigati dai soliti fascitelli che si portano l'immagine del Duce ben nascosta nel portafogli… Io ci sono stato in Polizia, e posso dire che la mggior parte (anzi, la quasi totalità) dei poliziotti non è così. Il mio istruttore di lotta era comunista sfegatato, e i più che ho conosciuto votavano a sinistra o partiti di centro. MA è anche giusto dire che provocazioni come quelle di Casarini hanno contribuito a creare un clima teso e a rendere giustificabili e comprensibili decisioni al limite della legge e spesso al di là della legge. Genova ci ha insegnato che ci sono poliziotti criminali, che Agnoletto è un politico sanguisuga e che Casarini e Caruso sono due coglioni.
    crefab

  16. utente anonimo

    L'ho visto anch'io e la rabbia è tanta; ma tu lo sai che i responsabili della polizia di allora sono stati in gran parte promossi?E' incredibile, come le foto della polizia che sta accanto ai Black Bloc senza fare nulla, non è mica normale, visto quello che hanno fatto dopo? E' evidente che c'era qualcosa sotto.
    Laura

  17. stix77

    @tisbe: purtroppo mi spiace dirlo ma è la verità. in francia cose simili avrebbero fatto bloccare il paese. in italia non gliene frega niente a nessuno. Anzi. Oggi chiedevo da me in ditta cosa ne pensavano del v-day di beppe grillo, TUTTI ne hanno condiviso i principi (max 2 legislature, parlamentari puliti, no imposizione candidati) però su 100 persone, solo io sono andato in piazza. perchè? perchè sostanzialmente l'italiano si culla sul minimo di benessere che ha ed è nauseato dalla politica. sarò pessimista, ma ho veramente paura del popolo italiano. lo vedo troppo nichilizzato e pronto a scusare i potenti. prendiamo ad esempio silvio. quando è stato eletto speravo veramente che le cose potevano cambiare, in realtà le cose sono cambiate solo a suo favore. però la gente se ne frega e non protesta.
    Sai quando le cose cambieranno in Italia? Quando si copierà il modello svedese, dove politica e mass-media sono indipendenti uno dall'altro. in italia la gente è plagiata sia dai media di sinistra che da quelli di destra e non capisce più cosa sia giusto e sbagliato.
    poi capita il fatto del g8 e la gente non capisce più se han ragione i manifestanti o le forze dell'ordine.

  18. WebLogin

    Bel post. Purtroppo ieri non ho visto la puntata di Blu notte, ma sono indignato già che per un fatto così grave non si sente il dovere di conoscere la verità e di avere giustizia. L'Italia non è un paese normale! Un paese normale non può ignorare i "propri errori" ma deve capirli in modo che possa crescere evitando di compierli di nuovo. In Italia ad un mistero se ne aggiunge un altro e tutto perchè si pensa solo a se stessi. Una frase che molti ripetono su Carlo Giuliani è “Se fosse rimasto a casa non gli sarebbe successo niente”. Quel giorno tanti genitori avevano un figlio dell'età di Carlo Giuliani a quella manifestazione e altri avevano un figlio/a che corrispondeva alla descrizione di qualcuno pestato dalla polizia. Ogni italiano dovrebbe cercare di immaginare cosa hanno provato quei genitori, mentre molti finiscono per vedere al posto del dolore di una madre per un figlio che gli è stato ucciso una donna che sfrutta la morte del figlio 🙁

    Giuseppe

  19. WebLogin

    @Crefab #20, mmm, e come consideri un cdx che dice di essere con la polizia e che il csx è con la magistratura? Quindi cosa ci ha insegnato Genova?
    Sono molte le cose strane di questa vicenda, a partire dal fatto che non è stato preso nessuno dei black bloc! E poi come ignorare le immagini in cui la polizia colpiva alla testa persone immobili e con la faccia a terra?
    Se non si chiarisce come sono andate le cose è difficile avere fiducia nella polizia.

    Giuseppe

  20. utente anonimo

    "Ora mi chiedo, perché si voleva terrorizzare la piazza? Perché questa necessità"
    Questa, secondo me, è la domanda chiave, pensando anche a Napoli.
    Ma qual'era l'atra città non italiana dove pure ci furono gravi azioni di polizia poco prima (se non mi sbaglio)?
    laura

  21. Comicomix

    Sai già il mio pensiero.
    Aggiungo solo che oggi ho incontrato un sacco di gente indignata perchè non aveva la reale percezione di quello che era davvero accaduto.
    Ho trovato ancora più utile la trasmisisone, ma sono anche più consapevole che mai della disinformazione che c'è stata e c'è su questa triste e terrbile vicenda.

  22. utente anonimo

    Giuseppe, io preferisco pensare che quel compotamento criminale appartenga a qualche poliziotto e non alla Polizia in generale (vorrei ricordare che poliziotti erano anche i componenti delle scorte di Falcone e Borsellino saltati in aria per mano della mafia). Detto questo, è pacifico che va ricercata ogni responsabilità
    crefab

  23. utente anonimo

    Di Gennaro non è stato rimosso, Di Gennaro è stato PROMOSSO e avesso è il braccio destro (se non sbaglio capogabinetto o qualcosa del genere) di Amato e al suo posto è stato messo il suo vice.
    Dov'è la commissione d'inchiesta?

  24. hneeta

    Haidi Gaggio, madre di Carlo Giuliani, ha dichiarato: "Non ho parole per commentare il contenuto delle telefonate tra poliziotti e centrale operativa durante il G8, ho in mente soltanto domande: come è possibile continuare a permettere che dei delinquenti indossino ancora l'uniforme delle Forze dell'ordine? Come è possibile permettere che i responsabili di quanto è accaduto in quelle giornate vengano promossi e facciano carriera all'interno delle Forze dell'ordine?".
    Potremmo rilanciare la petizione online per richiedere che venga istituita una Commissione Parlamentare d'Inchiesta.

    Solidarietà e condivisione con quello che hai scritto.

    Cristina

  25. WebLogin

    @Crefab, sicuramente esistono persone brave anche nella polizia, non dico il contrario, ma purtroppo non si può pensare che a Genova abbiano sbagliato solo pochi poliziotti. Non si può non essere coordinati in un evento così importante. Oltre ai maltrattamenti per strada (e non solo) pensa a quello che hanno fatto nella scuola Diaz. E' importante fare chiarezza e dovrebbe volerlo anche la parte pulita della polizia.

    Ciao

    Giuseppe

  26. Luposordo2

    Le violenze in piazza non sono giustificabili ma un po' ho cercato di capirle… Lì c'è stata una guerra, e quando c'è una guerra l'uomo si comporta nei modi peggiori…
    Io più che la colpa ai singoli poliziotti darei la colpa a chi doveva organizzarli…
    La scuola Diaz è stata una vergogna un'offesa alla nostra democrazia…

  27. dodoc

    anche io ho visto il programma di Lucarelli e certe immagini, che non conoscevo, mi hanno sconcertato…..occore fare massima chiarezza su quello che è accaduto in quei giorni……ma una commissione di inchiesta non credo risolverebbe molto, viste le precedenti esperienze….

  28. utente anonimo

    Luposordo ha centrato il problema. Se tu a un ragazzo di 20 anni gli martelli la testa con notizie del tipo "hanno portato armi per massacrarvi", oppure "ricordate, qualunque di loro, anche chi sembra inoffensivo, può tirare fuori la lama e colpirvi", è chiaro che poi si va in piazza con la mente tesa solo a picchiare. Io non credo a una polizia buona o cattiva; è come per gli episodi di violenza allo stadio: se dei teppisti lanciano pietre o (come nel caso di Catania) ammazzano un agente, si intona la litania del sacrificio e dell'esposizione del poliziotto a rischi enormi per una partita di calcio, se invece qualche agente abusa del proprio potere e mena senza motivo qualche tifoso reo solo di essersi un po' accalorato, si grida allo stato di polizia e si pone la questione di forze dell'ordine antidemocratiche. Come sempre, ci vorrebbe un po' di misura. Il caso della scuola Diaz, infine, è esemplare proprio per ricondurre le responsabilità ad un livello alto, perchè si è trattato di un evidente quanto grossolano tentativo di depistare l'attenzione dell'opinione pubblica dai terribili errori del giorno prima. Ma credo esista un livello di responsabilità (attraverso un tentativo di sterzata autoritaria) che va ricercato nei piani alti della politica. A Genova si cercava, in buona sostanza, il consenso sociale (casomai silente) verso un'autoritarismo capace di stroncare ogni accenno di dissenso organizzato, di contestazione radicale del sistema. Le cose sono andate male non tanto perchè c'è scappato il morto (forse ne e era stato preventivato più d'uno) piuttosto perchè la gente di Genova (e attraverso i media tutta l'Italia) ha vissuto con angoscia quelle violenze, comprendendo che non sono i manganelli che possono placare il disagio sociale. La svolta reazionaria, riconducibile più a Fini che non a Berlusconi in verità, è fallita proprio perchè lo Stato non è stato capace di arginare quella violenza che si voleva evidenziare nei manifestanti. che fossero questi o la polizia a metterla in campo, poco ha importanto ai fini di una valutazione complessiva della gestione dell'ordine pubblico.
    crefab

  29. Tisbe

    @rescenzo, rimane il fatto che hanno amssacrato anche giornalisti che si erano qualificati come tali distruggendo tutto il materiale fotografico e i filmati che avevano girato come a voler far scomparire le prove. Altro che in preda alla paura, questi mi sembravano addestrati molto bene e pure drogati.
    E come ti spieghi le risate sulla morte di Giuliani? Come ti spieghi i dialoghi sulle zecche del caxxo? Anche questi erano stressati, poverini?
    Oltre alla Diaz, non dimentichiamo Bolzaneto…
    E non dimentichiamo che in quei giorni l'Italia ha perso il suo status di stato democratico.
    I prigionieri non hanno nemmeno potuto chiamare un avvocato, ciò è previsto dalla legge!
    Ad un manifestante che si è qualificato come avvocato un poliziotto ha risposto "avvocato du caxxo!". e giù botte da orbi.

    Giustificare, giustificare sempre!
    Giustifichiamo i poliziotti ma non abbiamo la stessa umana pietà per i menifestanti e per i genitori di Carlo. Non giustifichiamo dei ragazzini appena appena adolescenti che si sono trovati in un incubo senza fine: certo, è stato facile infierire su di loro, molto facile.

  30. utente anonimo

    Anche a me pare che solo chi non vuol sapere non sa cos'è avvenuto, inclusi i particolari.
    Le responsabilità sono comunque al livello massimo, sia politico che gerarchico.
    E questo vale per Napoli e per Genova.
    A Genova c'era anche la questione del "revanscismo" cioè era la prima volta, dopo il 25 aprile, che gli sconfitti di allora avevano in mano la totalità dei poteri.
    O la seconda, dopo Genova 1960 ?
    Un' occasione comunque imperdibile per loro.
    Ciò che è disgustoso è che la maggioranza dell'attuale maggioranza, su questa vicenda, faccia la politica dello struzzo.
    A sostenere la Costituzione nata con la lotta di liberazione è rimasto un 15% scarso delle forze presenti in Parlamento.

  31. utente anonimo

    Cara Tisbe,

    Ho letto il tuo interessante post e letto i commenti sottostanti.Ho visto anche la trasmissione blu notte e sono rimasto molto colpito.

    Inanzitutto penso che ci sia stata una disparità tra le tante dichiarazione dei manifestanti e le poche dichiarazioni della polizia. Io non credo assolutamente al fatto che i poliziotti in borghese abbiano sfasciato tutto insieme ai black block ed invito a chi è convinto di cio di mostrarci la prova con un video.L’argomento è molto complesso e va visto per la sua interezza; è giusto rimarcare gli eccessi della polizia,ma non dobbiamo dimenticare le dichiarazioni dei disobbedienti e l’assedio di alcuni manifestanti alla città di Genova e alle forze dell’ordine.Penso che Fini e Scajola non dovessero dimettersi perchè dire che il carabiniere ha agito per legittima difesa mi pare un fatto provato dalle immagini,anche se la morte di un ragazzo cosi giovane rimane un fatto dolorosissimo per chiunque abbia un po’ di sensibilità.

    Inoltre riguardo al video di Corrado Guzzanti vorrei dire che intanto Previti adesso non è piu depuatto anche col voto di molto deputati dell’opposizione e se parliamo negativamente della rai hai tempi di Berlusconi cosa dovremmo dire adesso?

    Invito tutti a non fare un dibattito destra contro sinistra manifestanti contro carabinieri,ma a guardare alla realtà abbandonando per un attimo la propria fede politica.

    Grazie a tutti quelli che mi leggeranno e che esporranno la loro opinione in risposta alla mia.

  32. utente anonimo

    è il manifesto di una "casta" poliziesca che invece di proteggere i cittadini vive nella miseria dell'abuso di potere…della serie forti coi deboli e deboli coi forti. al G8 di genova i poliziotti hanno caricato (come non si vedeva dagli anni sessanta) i manifestanti pacifici e hanno lasciato "sfogare" black bloc e anarchici che stavano devastando la città. risultato: un doppio casino!! per non parlare della diaz…

  33. Tisbe

    Attenzione! Considerati gli attacchi di chi è contro l'informazione, stiamo inviando mail di solidarietà e di apprezzamento per il lavoro svolto a Carlo Lucarelli. Se volete dire la vostra, l'indirizzo è blunotte@rai.it

    Lewall da OkNotizie

  34. NightFlight

    La Polizia ha esagerato? Certamente. E i Carabinieri? Pure. E i manifestanti? Forse non tutti, ma molti hanno esagerato più di qualsiasi poliziotto o carabiniere e le dichiarazioni che molte organizzazioni avevano fatto nei giorni antecedenti non ha fatto altro che aumentare la tensione. Se errori ci sono stati, sono avvenuti da entrambe le parti e non solo da parte della P.A. Pertanto, addossare tutta la colpa agli agenti che quel giorno erano a Genova è da ipocriti.

    In compenso negli anni seguenti ci sono state altre manifestazioni, la maggioranza delle quali molto pacifiche… e ben venga l'utilizzo del nostro diritto di manifestare. Ma che dire allora di quanto è successo, ad esempio, in corso Buenos Aires a Milano? Perchè non citare, Tisbe, anche questi episodi?

    Tutto si poteva evitare e tutti potevano farlo, ivi compresi gli organizzatori della manifestazione di Genova che non avevano organizzato nessun servizio d'ordine ben sapendo che Black Bloc e simili ci sarebbero sicuramente stati. Che anche loro si prendano le proprie responsabilità per tale omissione, cosa che non hanno mai fatto. Bastava solo che un servizio d'ordine non permettesse ai B.B. di mischiarsi ai manifestanti ma invece tutti sappiamo com'è andata.

    Inoltre, smettiamola di santificare Carlo Giuliani. La sua morte, come la morte ingiustificata di un qualsiasi altro essere umano, è stata una tragedia, ma… possibile che mai nessuno pensi che bastava se ne andasse con gl'altri al posto che raccogliere un estintore da terra e portarlo sopra la testa, pronto a lanciarlo, perchè fosse ancora vivo?!? E' così impossibile da credere?
    A parte questo, se davvero Mario Placanica gl'avesse sparato con la sua pistola (una Beretta 92FS 9x21mm Parabellum con pallottole in piombo incamiciato, proiettili che alla bocca hanno una velocità di 390m/s) la faccia avrebbe avuto un buco bello grosso e buona parte della nuca non ci sarebbe proprio più stata… e invece? Un buco di 8x10mm sotto l'occhio ed un buco di 7mm nella nuca… il secondo è addirittura più piccolo del proiettile… Non è poi un mistero che il foro d'entrata sia più piccolo di quello d'uscita, solo che lì è successo il contrario. Forse forse che qualcuno, da dietro, abbia sparato verso il Defender con una pistola Cal. 6,75 colpendo Carlo Giuliani? Decisamente più plausibile, solo che le nostre forze dell'ordine non hanno armi di quel calibro…

    Quanto a te, Tisbe, non sei molto democratica quando affermi "che cavolo avranno avuto da protestare le famiglie italiane, che sono tutelate e garantite dalle leggi dello stato, boh". Ti ricordo che il diritto di manifestare lo abbiamo tutti, anche noi che non la pensiamo come te e poiché non è un diritto a manifestare "contro" ma a manifestare e basta, non vedo il motivo della tua domanda.

    Carine le tue domande retoriche… peccato tu non abbia chiesto perchè dagl'anni '60 ad oggi molti più soldi dei contribuenti siano stati utilizzati per risarcire le vittime del terrorismo nostrano, le famiglia delle centinaia di poliziotti e carabinieri morti in servizio, il tutto mentre alcuni dei politici, che oggi scaldano gli scranni del nostro parlamento, scendevano in piazza incitando alla rivoluzione armata, al potere operaio, alla lotta continua, etc., magari con un bastone nascosto da qualche parte pronto a dare una bella ripassata al primo "padrone" che gli passasse davanti. Se facciamo il conto delle vittime e dei danni, lo Stato è ancora a credito.

  35. Tisbe

    Se è per questo ci sono anche parlamentari che andavano a merenda con la mambro e fioravanti
    😉
    Fare le liste è una cosa piuttosto stupida, anzi molto direi

  36. robertomazzuia

    sono tutt'altro che buonista e a chi semina violenza non la risparmierei per salvarne le vittime.
    ma se viene (e gratuita) da chi dovrebbe proteggerci, la razione dovrebbe essere doppia. non in violenza, ma in umiliazioni. a partire da un posto di lavoro pagato anche da chi ha assaggiato i loro manganelli…

  37. utente anonimo

    Beh, anch'io ho visto i servizio, e nonostante sia convinto che il comportamento delle forze dell'ordine sia stato incivile e vigliacco, posso anche dire che il documentario di Lucarelli era schifosamente di parte, una cosa da fare invidia a Emilio Fede. Faccio un solo esempio, quando parlava della morte di Giuliani non si è mai vista (e ce ne erano a decine) un'inquadratura dall'alto dove si vede la camionetta circondata da 400 scalmanati (e non erano solo black block, c'erano anche i cosiddetti "pacifisti") con spranghe, bastoni, estintori e chissà cosa d'altro. Io avrei voluto vedere voi in quella situazione…. le alternative erano difendersi o farsi uccidere…. fate voi!!!!!

  38. Tisbe

    Io avrei voluto vedere voi in quella situazione…. le alternative erano difendersi o farsi uccidere…. fate voi
    Buuuuuuuuuu, infatti si sono morti un sacco di esponenti delle forze dell'ordine 😉 vero?

  39. utente anonimo

    Sono morti in altre occasioni, non ti preoccupare.
    Però non hai risposto …. cosa avresti fatto? Difendersi o farsi uccidere?

  40. Tisbe

    @anonimo, è una cosa grave fare il processo alle intenzioni. Tu non puoi sapere se il carabiniere che ha sparato era realmente a rischio di vita. Inoltre nella legittima difesa la risposta deve essere sempre proporzionata all'offesa, e francamente in questo caso la risposta è stata decisamente fuori luogo.
    Come voler colpire un passerotto con un cannone

  41. utente anonimo

    Hai ragione, forse lo riempivano di carezze…. ma daiiii, siamo seri, questo vuol dire guardare le cose con il paraocchi solo perchè si pensa in un certo modo!!!! Il carabiniere non era in pericolo di vita… era praticamente morto. Diciamo che tutti, quel giorno sono andati fuori dal seminato… da una parte e dall’altra. Diciamo anche che a fare casino non erano soltanto black block o anarchici ma, come si vede dalle immagini erano anche i cosiddetti “pacifisti”, quelli che alzavano le mani ma solo dopo aver gettato in terra i sassi che avevano. Lo stesso Giuliani, a detta dei genitori, era un bravo ragazzo che era andato li solo per manifestare… peccato che in quel momento, con i Carabinieri circondati, in 400 contro 3, avesse in mano un estintore che come tutti sappiamo è un oggetto che ci accompagna spesso nelle nostre passeggiate. Chi non ha un estintore in tasca quando esce con gli amici??

    Dai, siamo seri, quel servizio era “schifosamente”, ma “schifosamente” di parte!!!

  42. Tisbe

    Il defender non era affatto isolato come hanno voluto farci credere i media controllati dalla Cdl. Era circondato, è vero, ma dalle forze dell'ordine. E non ho mai sentito che sia morto qualcuno a causa del alncio di un estintore, ammesso che fosse destinato alle persone. Nessuno può stare nella mente di Carlo, probabilmente il suo obiettivo era il defender e non la persona.
    Ma tu anonimo senza coraggio, hai la verità in tasca.
    Ed io non stimo coloro che hanno la verità in tasca.
    E non stimo nemmeno gli anonimi.
    Troppo facile non metterci la faccia a difesa delle proprie idee.
    Le idea valgono quanto il coraggio che si ha di manifestarle.
    Le idee degli anonimi non hanno valore

  43. utente anonimo

    Non ce lo hanno fatto credere i media controllati dalla cdl, che lo hanno fatto vedere le immagini…. almeno quelle non tagliate!!!

  44. utente anonimo

    E ricordati che oltre all'estintore c'erano anche centinaia di spranghe, bastoni e chissà cosa d'altro. Ora, dimmi te se quello non era in pericolo di vita!!!!

  45. Tisbe

    Anonimo super intelligente (da come parli sei sicuramente del nord) quando si "tagliano le immagini" si esclude qualcosa, ad esempio la presenza di altre forze dell'ordine intorno al defender e non l'inverso
    ma per fare queste considerazioni bisogna sforzarsi un po'
    E' faticoso e molte persone sono pigre, preferiscono la verità preconfezionata dei Tg di mediaset (e della Rai durante il governo cdl)

  46. Tisbe

    Io ricordo pure 2 molotov che, guarda caso, non appartenevano ai dimostranti… ma qualcuno se le era scolate e forse forse indossava una divisa 😉

  47. utente anonimo

    Allora forse non ci siamo, mi sa che anche a sforzarti non riesci a capire. Io ho detto che erano proprio le immagini non tagliate che ci facevano vedere che intorno non c'erano forze dell'ordine, non il contrario. Ti saluto, vado a ragionare con mia figlia di 5 anni, almeno non ha idee preconfezionate e non è inquadrata come certi comunisti che non vedono al di la del suo naso.

  48. Tisbe

    Non ci sono alternative sei un troller, per essere buona
    Io vado a ragionare con la mia gatta almeno lei non si guarda i Tg preconfezionati della mediaset e sa formulare pensieri propri.
    Le foto tagliate di mediaset fanno vedere il defender isolato.
    Le foto e le immagini che riprendono tutto l'ambiente intorno al defender dimostrano la presenza INEQUIVOCABILE delle forze dell'ordine intorno al defender
    Tant'è che quando è morto Giuliani, i poliziotti hanno creato un cordone intorno al suo corpo.
    Se il defender era davvero isolato, com'è stato possibile che i poliziotti abbiano potuto circondare immediatamente il corpo di Giuliani? E come mai al fianco del copro del giovane è stata trovata una pietra insanguinata?
    Sforzati un po', su!

  49. utente anonimo

    Concordo ancora con l'ultimo intervento di Crefab.

    Credo però occorra distinguere i due episodi:
    – l'assalto alla Diaz e i 'trattamenti' alla Bolzaneto, su cui deve essere fatta piena luce e punire esecutori e mandanti
    – la sfortunata fine di Carlo Giuliani, dove francamente non vedo responsabilità da parte delle Forze dell'Ordine, se non quella di aver ingaggiato una battaglia con chi, probabilmente, era andato per combattere.

    Aggiungo, naturalmente, come ha già detto Crefab,
    la pessima gestione dell'ordine pubblico da parte di tutti, forze dell'Ordine, governo, e infine i manfestanti stessi che hanno contribuito ad aumentare la tensione.

    E poi Genova non era il posto adatto per un G8.

    Insomma, a mio parere non ne hanno azzeccata una. Sia da una parte che dall'altra.

    Gian Piero

  50. Tisbe

    Ma smettetela con questo estintore. Non l'ha scagliato perchè gli è arrivata una pallottola in faccia ma ripetete sempre questa litania che "ha tirato l'estintore, ha scagliato l'estintore, ha lanciato l'estintore". E' lui che è morto, non gli altri. Cambiate disco, questo ormai è rotto.

    Lameduck da OkNotizie

  51. utente anonimo

    saphira ma hai ascoltato le registrazioni del centralino della polizia? L'hai ascoltata quella mign…. della centralinista come parla di un morto (dico un essere vivente ammazzato) e di tutta la gente che dimostrava pacificamente? Come si fa a rispettare le forze dell'ordine dopo un precedente come questo? E soprattutto continueremo a pagare le tasse per sostentare le famiglie di questi pezzenti che disprezzano il prossimo partendo dal presupposto che l'odio è il primo sentimento da provare quando si è in servizio? Hai seguito il processo di Genova? Hai ascoltato cosa dicevano fini e berlusca? Sei riuscita ad interpretare l'ipocrisia che c'era dietro i finti sorrisi dei leader di sta minc….? Che bel mondo, forse è meglio che te ne stai rintanata nella bottega di mastro geppetto, che del mondo reale ti piace pensare che le cazzate che spara il tg4 sono la verità assoluta.

    Giammi da OkNotizie

  52. utente anonimo

    I video andati in onda ieri sera e le immagini trasmesse in diretta quel giorno, si commentano da sole. Sarebbe bene pensare ad un giorno da dedicare alla memoria dei fatti di Genova e riflettere davanti a quelle imagini sulla violenza in tutte le sue forme. A Genova non ci sono stati vincitori. A genova abbiamo perso tutti. Destra, Sinistra, uomini e donne ed ai ragazzi è stata negata la possibilità di manifestare per un ideale. I black block, vera causa scatenante della guerriglia di genova sono liberi e non hanno visto nemmeno l'ombra di un manganello. Io mi preoccuperei più del fatto di sapere liberamente in giro quella banda criminale e inizierei a scindere il bene dal male.
    Terry OkNotizie

    non so tu come fai da sei anni a ripetere le stesse cose a sti somari…

    io non ce la faccio più.
    Swa da OkNotizie

  53. utente anonimo

    La trasmissione è stata molto equilibrata. Si raccontavano i fatti, tutti, senza giudicare. Su Carlo Giuliani, permettimi di dire che il carabiniere ha reagito sparando in faccia. Secondo il principio di azione reazione, c'è una bella sproporzione. E, comunque, non si può mettere sullo stesso piano un manifestante (indipendentemente dal giudizio che se ne dà) con un tutore dell'ordine. Quel carabiniere o era inadeguato al compito affidatogli, o peggio.
    E, sia chiaro, con tutta la pietà umana che si deve ad entrambi, al povero Carlo (che è morto a vent'anni!!!) e al carabiniere che l'ha ucciso, facendo forse una cosa più grande di lui.
    Un sorriso triste (ma tanto)
    Mister X di Comicomix

  54. utente anonimo

    ieri ho visto il programma dell'ottimo Lucarelli ed uno dei punti chiave era proprio il fatto che le cariche della polizia sono state fatte contro i manifestanti pacifici dei cortei autorizzati!!

    Jazia da OkNotizie

    Concordo anche da non sinistrorso. La trasmissione di Lucarelli non era particolarmente faziosa, e più che fare illazioni mostrava documenti: foto, riprese, registrazioni radio, testimonianze.
    Si è lasciato andare alle sue teorie solo per cinque minuti su due ore di trasmissione, e senza eccessivi voli pindarici. Se chiedere "perchè?" vuol dire essere ingiusti e strumentalizzare, allora mi sa che anche io sono ingiusto e strumentalizzatore. Rammit da OkNotizie

    la difesa è una cosa, pestare un ragazzo qualsiasi disteso per terra con le mani in alto è un'altra. il compito delle forze dell'ordine era sedare i violenti non massacrare le persone. ci dev'essere un confine netto tra ripristinare l'ordine pubblico e manganellare chi ti capita sotto tiro sennò s'invertono le parti. Jazia

    bravo LUCARELLI ho visto la puntata ieri sera .assulutamente non di parte io sono di GENOVA.E ABITAVO NEL CENTRO STORICO CHIUSI COME GALLINE TUTTO VERO PER ME ERANO DROGATI FORSE GLI AGENTI P.S genova e tutti i paesi europei il mondo vuole giustizzia un WAFA A ONN. SALERNO
    Germano OkNotizie

  55. utente anonimo

    Per Tisbe, post 53: ho capito l'ideologia, ma c'è un limite !! Voglio vedere se uno lo tira in testa a te l'estintore, se non ti distrugge… Ma come fai a dire certe cose ?!
    Quanto ai black block e a tutti gli altri manifestanti violenti, in un paese democratico sarebbero ai lavori forzati per rimborsare i poveri cittadini a cui hanno distrutto auto, negozi e altro.Se quello è il mondo nuovo comunista e arcobaleno…

  56. utente anonimo

    All'epoca ero in Svizzera, e dai media televisivi giungevano notizie ben diverse da quelle che leggiamo adesso; non riuscivo a credere a quello che si scriveva e vedeva sui fantomatici black block, che, come ben dici, nessuno ha mai trovato.Una pagine nera, in tutti i sensi, ed il 2001 è stato uno strano anno, dove la realtà si è mischiata agli incubi peggiori; certo quando gli incubi son troppi si comincia a dubitare sulla "spontaneità" della loro origine. L'anno che ha inaugurato una lunga stagione di "muri di gomma" per la politica, la finanza, le mafie e le varie "scandalopoli."
    Nessuno ha ancora pagato.
    draculia

  57. NightFlight

    Tisbe, hai detto:
    "Non l'ha scagliato perchè gli è arrivata una pallottola in faccia "
    Che gli sia arrivata in faccia non ne sarei molto sicuro, ma E' CERTO che non fosse quella sparata dal Carabiniere, a meno che una 9x21mm Parabellum da 3 metri faccia giusto due buchini… sulla discussione rimando al mio altro post. Morale: piantatela, non è stato Placanica ad uccidere Carlo Giuliani.

    Quoto Tisbe:
    "E non ho mai sentito che sia morto qualcuno a causa del alncio di un estintore"

    Anche io ma molti sono morti per molto meno… basta una pietra da 2 Kg, figurati un estintore che ne pesava almeno 10.

    Riquoto:
    "infatti si sono morti un sacco di esponenti delle forze dell'ordine 😉 vero?"

    E dove'eri tu o dove'eravamo tutti quando morivano come mosche per difendere la democrazia dall'assalto del terrorismo nostrano? Quando hanno massacrato le scorte di giudici e magistrati chi c'era accanto a loro? Troppo comodo ricordarsi delle forze dell'ordine solo quando ci fa comodo.

    Altro Quote:
    "Nessuno può stare nella mente di Carlo, probabilmente il suo obiettivo era il defender e non la persona."

    Appunto e siccome nemmeno tu ci stavi, è altrettanto probabile che il bersaglio fosse la persona. Anzi, la legge italiana dice che, se avesse ucciso il Carabiniere con l'estintore, non si sarbbe trattato di omicidio colposo ma di omicidio doloso in quanto, lanciando l'estintore, avrebbe accettato il rischio che ammazzasse qualcuno.

  58. Tisbe

    anonimo #68, ma cosa hai interpretato? ma quale ideologia d'egitto, io parlavo delle idee degli anonimo che non hanno le PALLE per mostrare la faccia e dare un volto a quello che pensano. CHe c'entranole ideologie? Ma sapete leggere l'italiano, per la miseria!
    @NightFlight, pure tu, ma l'hai capito che quella frase l'ha scritta lameduck?
    Avete dei seri problemi di interpretazione del testo
    E' allucinante!

  59. Tisbe

    @draculia, il G8 e l'11 settembre? che coincidenza, vero?
    Solo che il mondo è popolato da pecoroni incapaci di indagare i fatti e la storia con un sano giudizio critico

  60. Tisbe

    Ma tu anonimo senza coraggio, hai la verità in tasca.
    Ed io non stimo coloro che hanno la verità in tasca.
    E non stimo nemmeno gli anonimi.
    Troppo facile non metterci la faccia a difesa delle proprie idee.
    Le idea valgono quanto il coraggio che si ha di manifestarle.
    Le idee degli anonimi non hanno valore

    è un giudizio sugli anonimi, per chi non ha neuroni sufficienti per capirlo!

  61. utente anonimo

    Ciao, faccio parte della comitato Verità su Genova e in maniera estremamente pacata vorrei fare un paio di commenti a quello contestato prima.
    Innanzitutto la totalità dei video e delle registrazioni audio viste e sentite ieri sera non sono "fantasie" o montature ma prove iscritte come atti giudiziari e giudicate attendibili dalle perizie.
    Vorrei fare notare come i manifestanti imputati, su oltre 270 arrestati, sono 25.
    Questo dimostra l' arbitrarietà dei fermi eseguiti e non convalidati dai Gip nelle ore successive ai disordini, arresti avvenuti senza la possibilità di un supporto legale ( garantito a tutti dal Cod.Pen), senza la possibilità di contattare nessuno e in una condizione di violenza fisica e psicologica gravissima senza inoltre la possibilità di ricevere cure mediche.
    Queste condizioni sono state testimoniate da decine di persone, italiane e non, rese sotto giuramento davanti ai magistrati incaricati.
    E qui parlerei della controparte:
    sono oltre 90 i poliziotti e carabinieri ( tra dirigenti, funzionari e agenti) imputati per una serie di reati che va dal falso ideologico ( cioè aver giurato fedeltà alla costituzione e averla violata), al falso d' ufficio ( dicesi abuso di potere e inquinamento delle prove, falso negli atti d'arresto), alla lesione aggravata, alla falsa testimonianza e molti altri.
    Vorrei ricordare per chi ha la memoria un pò corta che 4 alti dirigenti di polizia sono imputati per aver creato la finta prova delle bottiglie incendiarie, inizialmente prova schiacciante per motivare l'irruzione alla Diaz poi scoperte essere state introdotte dagli stessi dirigenti.
    Un altro agente, quello che aveva ricevuto la famosa coltellata all' ingresso della Diaz, è imputato per falso e calunnia dopo essere stato smascherato da una perizia sugli indumenti da parte dei Ris.
    Il vicequestore aggiunto Fournier, comandante del 7 nucleo del 1 reparto mobile di Roma che è quello che ha effettuato il servizio alla Diaz, in prima istanza disse di aver visto i suoi uomini difendersi dagli attacchi violenti dei manifestanti, poi ha ritrattato parlando addirittura di macelleria messicana.
    Anche lui imputato di falso e calunnia, falso d' uffiicio e lesioni gravissime.
    Ultima cosa anche se ce ne sarebbero molte altre è questa:
    a chi parla di manifestanti armati attaccare la polizia vorrei far presente che i video agli atti nel processo sui disordini di piazza dimostrano che non c'è stato nessun' attacco da parte dei manifestanti in quel frangente ( cosa che in aula ha provocato un certo imbarazzo da parte degli imputati e un certo nervosismo da parte dei giudici…) e che gli unici ad utilizzare armi atte ad offendere sono proprio alcuni carabinieri della squadra Alfa, che si vedono in più riprese utilizzare strumenti non d' ordinanza ( bastoni, sfollagente di ferro, mazze dipinte di nero…), riconosciute dal loro comandante capitano Cappello.
    Chiudo dicendo a chi sostiene che se stavamo a casa era meglio che l' italia è un paese democratico basato sullo stato di diritto e che il diritto a manifestare è garantito dalla costituzione e dalla legge.
    Mauro

  62. utente anonimo

    Ha proprio ragione Mauro quando dice che l' italia è un paese democratico basato sullo stato di diritto e che il diritto a manifestare è garantito dalla costituzione e dalla legge.
    Ed infatti, come egli giustamente sottolinea, sono più gli agenti delle forze dell'ordine sotto inchiesta che i manifestanti. Tutto questo ci dice che l'Italia è, grazie a Dio, uno stato di diritto, al di là delle illegalità che la stessa polizia può commettere.
    E' però anche opportuno sottolineare (come evidenziato dallo stesso Lucarelli nel servizio, anche se con poca enfasi) che è proprio un poliziotto a far emergere l'inganno delle molotov. E poliziotti sono molti dei testimoni che hanno permesso di far luce – e portare ai processi testimonianze diverse dai fermati – su tanti episodi di violenza ai danni dei manifestanti. Non mi sembra un particolare secondario. Anzi, direi che è molto più difficile rinvenire casi di manifestanti che denunicano propri accoliti che si rendono protagonisti di atti vandalici durante i cortei.
    crefab

  63. utente anonimo

    Un plauso all'intervento di Mauro.

    Ho visto anch'io Lucarelli in tv. Conoscevo queste cose anche perchè essendo di Genova esiste un interesse ancora più forte trattandosi di eventi avvenuti nella mia città.

    Aggiungo solo una cosa: farei una distinzione tra i "punitori" intervenuti a fare razzia alla Diaz che sono solo feccia, e chi invece combatte la mafia, la camorra e la criminalità organizzata ogni giorno.

    Ancora una cosa su Giuliani: capisco che la reazione è stata sproporzionata all'offesa ma dire che Giuliani è un eroe, come molti hanno affermato e voluto farlo passare, io lo ritengo sbagliato.

    Giuliani un eroe…. come Falcone e Borsellino…. mi sembra che in questa affermazione qualcosa strida.

    Daniele il Rockpoeta.

  64. utente anonimo

    In questi sei anni,troppe volte ho sentito vacillare la fiducia nei confronti della Giustizia,intesa come ricerca della Verità,intesa come un Diritto,intesa come Rispetto.
    Perchè tutti noi,quel giorno abbiamo perso qualcosa,ogniuno sà dentro di sè,cosa.E quante volte mi sono rimproverata e vergognata per questo mio fallimento.
    So che ogni tanto lo sconforto prenderà il sopravvento,troppe continuano ad essere le divergenze d'opinione sui Fatti di quei giorni,le polemiche generate dalle ideologie,come se pretendere di conoscere il perchè quei giorni si siano trasformati in una vera e propria mattanza di carne umana non interessasse tutti noi.Ma è anche vero che senza speranza,senza lotta,senza fiducia,l'essenza stessa della vita verrebbe meno.E io non voglio morire.
    Finchè ci saranno persone come Lucarelli,come tutti coloro che in questi anni si sono battuti e si batteranno ancora affinchè la verità diventi la regola e non l'eccezione,so che lo sconforto che mi prende a volta deve farmi vergognare.Per rispetto soprattutto delle Vittime,oltre che per me stessa.
    Dami

    credo che la sensazione peggiore vissuta in quei giorni era il senso dell' amico nemico: le forze dell' ordine che dovrebbero tutelarci e proteggerci erano quelle che ci aggredivano con totale senso d' impunità.
    non voglio esagerare ma in quei giorni si è compiuto un piccolo golpe, in cui la sospensione dei diritti fondamentali dell' individuo era sinonimo di non-democrazia.
    Easykilla

    Easy,non hai idea di quanta amarezza abbia provato anch'io,quando ho realizzato che erano proprio le forze dell'ordine il Nemico.Hai detto bene e non esageri per niente!
    Cosa rimane quando a deluderti sono quelli che dovrebbero proteggerci?
    Anche realizzare ciò,contribuisce a fermentare in me un urlo che richiama una ferma volontà di pretendere che sia fatta Giustizia,anche se "quelli" mascherati ignobilmente,purtroppo non potremo mai vederli patire le pene dell'inferno come si meriterebbero.Credo che anche quando gli ordini partono dall'alto,l'uomo che riceve l'ordine,possa,anzi deve rifiutarsi di eseguirlo.Se è un uomo
    Dami

  65. fraba

    Perdonatemi, ma dissento.

    Sia chiaro, lo faccio non in riferimento ai fatti, e per fatti intendo SOLO ed UNICAMENTE quelli ascritti al procedimento giudiziario attualmente in essere. (me li sono letti tutti, io. Lucarelli, non lo so)

    Il mio dissenso è altresì rivolta ad una sorta di sistematica generalizzazione nei giudizi.

    Ci sono dei componenti delle forze dell'ordine sottoposti ad un giudizio, perchè continuare a sparare su tutti gli altri?

    Quanto è accaduto a Genova è di una gravità inaudita, e su questo nessuno credo possa obiettare alcunchè.
    Di certo e di sicuro però, ci sono delle responsabilità, quanto meno politiche, ascrivibili in tutto e per tutto al Genoa Social Forum. La favola di Agnoletto (testuale: "non c'era un servizio d'ordine gestito dagli organizzatori della manifestazione") puzza di pilatesco istinto. Chi ha esperienza di "piazza" sa bene che non esiste manifestazione senza un proprio servizio d'ordine che ne garantisca lo svolgimento (Acli ed Azione Cattolica compresa).

    Continuare quindi a generalizzare, a puntare il dito solo ed unicamente contro polizia e carabinieri,è a mio parere cosa ormai stantia.

    Nessuno però ha focalizzato un piccolo particolare. Gli imputati al processo per i fatti della DIAZ beneficeranno dell'indulto. Perchè Lucarelli ha tralasciato questo piccolissimo ma a mio parere fondamentare aspetto?!?!?!?!?

  66. sospiri

    innanzitutto grazie a Tisbe e a chi come lei ancora parla a distanza di sei anni dei fatti di genova…non è mai abbastanza! ricordare, continuare a chiedere l'istituzione di una commissione parlamentare su quei fatti è un DOVERE prima che un diritto di ogni cittadino italiano.
    dovremmo tutti rispolverare i testi di storia contemporanea che in molti casi muffiscono in soffitta per capire realmente quello che è accaduto e quello che abbiamo rischiato. dietro le manganellate, gli arresti, gli abusi delle forze dell'ordine c'era un disegno ben preciso. la morte di carlo era purtroppo scritta da tempo. come si faceva una volta con i lupi: ne scanni uno per dare l'esempio al branco intero.
    CHI HA ORDINATO IL MASSACRO DEVE PAGARE. CHI LO HA MATERIALMENTE ESEGUITO DEVE PAGARE. CHI HA POLITICAMENTE VANEGGIATO L'"EROISMO" DELLE FORZE DELL'ORDINE DEVE VERGOGNARSI E RITIRARSI A VITA PRIVATA!!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *