A loro il vitalizio, a noi le morti bianche

Fra 400 giorni i nostri parlamentari avranno diritto al vitalizio, e probabilmente fra 400 giorni anche il centrosinistra sarà pronto per far cadere il governo ed andare a nuove elezioni, perché la sinistra estrema dà fastidio, e conviene strizzare l’occhio ai centristi dell’Udc e poco importa se gli stessi vanno a festini hot con chili di cocaina.

Fra 400 giorni i nostri parlamentari prenderanno la pensione a vita mentre qualche giorno fa una giovane ragazza è rimasta schiacciata da una pressa. Desiderava cambiare lavoro, ma non ha avuto scelta. Jasmine (così si chiamava) era stata assunta da una delle tante agenzie interinali, avrebbe prorogato il contratto a breve, ma cercava un lavoro meno duro. E a noi non è dato nemmeno di parlare male della sacra legge che porta il nome di una vittima delle Br "Biagi". Altrimenti chi se lo sente Casini!

A loro il vitalizio, a noi le morti bianche, oppure, se ci va bene, le notti bianche per prenderci per i fondelli.

Siamo sempre i soliti italiani pecoroni incapaci di ribellarci? Siamo sempre quelli che massacrarono Carlo Pisacane? Teniamoci pure le nostre belle catene che sembrano dorate e continuiamo a nascondere la testa sotto la sabbia, come gli struzzi. Facciamoci raggirare dalla classe politica che oramai non ha più pudore.

Continuo a sperare che un giorno, invece della morte, ci sia la rivoluzione bianca!

22 commenti su “A loro il vitalizio, a noi le morti bianche

  1. utente anonimo

    E noi siamo considerati sinistra "estremista e radicale" perchè osiamo non applaudire ad un provvedimento sul welfare che prevede la detassazione degli straordinari, lo staff leasing la possibilità delle proroghe per i contratti a termine!

  2. utente anonimo

    La mia esperienza quasi trentennale di ex-operaio metalmeccanico (fiat) non mi impedisce di piangere di fronte alle morti sul lavoro. Ma, mi dispiace, l'idea pacifista di una rivoluzione bianca la lascio a chi non ha mai lavorato da operaio supersfruttato!

  3. ermahico

    Sopratutto al Sud, la legge 30 è stata la definitiva distruzione dei diritti che pochi fortunati (tipo me) erano riusciti a guadagnare con anni di gavetta durissima.
    Al Nord un interinale bravo è paradossalmente meno a rischio licenziamento di un tempo indeterminato al Sud.
    Questo iper-sfruttamento della legge Biagi nelle regioni povere ha portato in primis il ricatto del padrone sulla retribuzione(ergo se vuoi lavorare ok, ma ti pago meno, sennò faccio il trasferimento di ramo di azienda e ti mando in una ditta che fallisce dopodomani)
    e dopo questo ricatto anche il costante richiamo alla crisi-crisi-crisi che rende l'operaio uno schiavo al 100% di sua spontanea volontà, per "amore dell'azienda".

    Io me ne sono andato dalla Sicilia, fanculo sta merda di regione dove il comunistra è visto come squatter-terrorista-drogato mentre il mafioso è un figo anche quando paga 500 euro al mese un padre di famiglia o vende la droga ai ragazzini.

  4. Tisbe

    @ermahico, interessante sta cosa… se sei mafioso e vendi la droga sei figo, se sei comunista sei di sicuro un terrorista… andiamo bene!

  5. WebLogin

    Come dice Beppe Grillo "A noi lo scalone e a loro lo scivolo."

    Bel post, purtroppo descrive una triste verità.

    Era nota già prima del V-Day la condizione di privilegio dei nostri parlamentari, ma ora i nostri parlamentari hanno bloccato (= rinviato) il loro aumento di stipendio, propongono di togliersi la pensione (però non rinunciano a fare anche il secondo lavoro) e altri di abbassarsi lo stipendio, e tutto questo mi fa pensare… Mi fa pensare che c'è voluto un comico e un blog per fargli sentire (non sono così ottimista da credere che l'abbiano capito) che è da ipocriti parlare di scaloni a noi mentre loro dopo soli due anni e mezzo percepiscono un'ottima pensione, oppure parlare di precariato sempre a noi mentre loro sono parlamentari a vita (non erano solo i senatori che potevano essere a vita?), ecc. ecc.

    Per me la Politica deve essere al servizio dei cittadini, il politico deve fornire un servizio alla società. Invece loro occupano delle poltrone a vita e sono troppo distanti dai problemi delle gente. In Italia abbiamo i politici più anziani e pochissime donne che fanno politica e quelle poche non hanno cariche importanti, mentre la disoccupazione è elevata e tanti sono i laureati che se non sono disoccupati sono costretti a fare un lavoro diverso da quello per il quale avevano studiato. A me tutto questo non sta bene.

    La politica è fatta di rappresentanza, ma questi politici ci rappresentano davvero?

    Ciao mitica, buona domenica

    Giuseppe

  6. hneeta

    Un pensiero a Jasmine.

    E dovrà pur esserci un giorno in cui tutto questo dovrà finire. E' troppo, siamo stanchi, sembra di essere tornati al Medio Evo, certo, ora abbiamo la libertà di votare, ma di votare sempre loro…per farli vivere bene..
    La pensione, poi, è un cotillon , visto quanto hanno "guadagnato" nei pochi mesi di duro lavoro tra quelle quattro mura parlamentari ( alias prof. Aristogitone) e se avessero un rimasuglio di decenza potrebbero anche rinunciarvi (bellina questa eh!)..

    Buon lunedì, ormai..

    Cris

  7. utente anonimo

    Mi rifiuto di pensaare che sia un paese così…siamo diversi , ma non c'è la forza di comunicare le nostre idee (forse perchè chi dovrebbe non lo sa nemmeno fare). Ma siamo diversi e lo si vede, piccolo ruscello, anche sui blogs. Non demordere, convincere, rieducare, battere l'analfabetismo di ritorno -amche politico- è la missione da lasciare ai nostri figli. Ma noi non dobbiamo cedere le armi, apriamo loro invece la strada per riconquistare le casemmatte.

  8. utente anonimo

    per chi non lo sapesse…
    i 300 di pisacane erano ergastolani (maggior parti reati comuni, pochissimi politici) liberati e precettati dal carcere di Ponza…
    quindi i civili che affiancarono i soldati del re avevano qualche ragione di temerli….
    eurotecnica

  9. Tisbe

    @Cris, il problema è proprio quello. Ci danno l'illusione di scegliere, invace al potere ci va solo chi ha l'amicizia giusta, il pedigree giusto ecc.
    Io sono stanca, e sono stanca di un popolo che ignora e non vuol sapere…

  10. Tisbe

    @libertadinformazione, noi blog siamo l'avanguardia, ma non dobbiamo fare lo stesso errore delle altre avanguardie che ci hanno preceduto e dobbiamo tenere gli occhi attaccato alla realtà

  11. utente anonimo

    non nego il tuo diritto di pensarla in questo modo, ma saresti disponibile a accogliere senza pensiero nella tua casa qualcuno scappato da 10 anni di galera per omicidio o violenza carnale?
    tutte le chiacchere sono solo chiacchere, se non ci si mette nei panni degli altri… e quella gente aveva tutto il diritto di non fidarsi…
    eurotecnica

  12. ManualediMari

    Cara Tisbe, certi politici, ahimè, ci rappresentano molto bene. Certo il voto senza preferenza li ha aiutati molto ad essere più "rappresentativi". Purtroppo, noi italiani, facciamo "casta" in tutte le situazioni e i livelli della società.
    Quando non si tratta addirittura di "mafia" e altre associazioni a delinquere. E' triste doverlo ammettere ma è così.

    Credo che dovremmo cambiare tutto a cominciare dall'educazione dei nostri figli… Questa è la vera rivoluzione bianca.

  13. MisterCima

    Di persone che vorrebbero seriamente cambiare le cose ce n'è a milioni.
    Possibile che il minimo comune denominatore sia solo il Vaffanculo di Grillo?
    Servisse almeno a partorire qualcosa, ma ho perso (quasi) tutte le speranze…

  14. Tisbe

    @eurotecnica, ognuno ha il diritto di cercare il proprio riscatto. A volte si delinque per necessità, per caso, altre volte per scelta… ma chi siamo noi per giudicare.

  15. utente anonimo

    Chi semina vento raccoglie tempesta…diceva un vecchio adagio. Durante il governo Berlusconi, i nostri del centro sinistra non hanno fatto altro che demonizzare il cavaliere, promettendo che appena ritornati al governo si sarebbe messo mano alle famose 480 pagine del programma, si sarebbe dovuto cambiare tutte le leggi fatte ad personam, si sarebbe modificata la legge biagi, il ritiro delle truppe dai paesi del medio oriente, si sarebbe fatto il cuneo fiscale, ecc.ecc. tutto ciò non èstato fatto. Ecco perchè la sinistra delusa da questo governo ha riempito la paiazza di quel saltimbanco di grillo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *