Vi presento… L’Alba di Domani

C’è un nuovo ingresso nella blogosfera e ci tengo a rendervene partecipi. Si tratta di Pasquale Gallicchio, il mio ex direttore responsabile, anzi… il "capitano oh capitano". Come direttore è stato il massimo, con lui si lavorava serenamente, in autonomia e libertà. Disponibile al dialogo, Pasquale ha sempre cercato di conciliare le esigenze di tutti i redattori al risultato finale. Con lui il prodotto è migliorato, ed anche le condizioni di tutti noi. Trasmetteva tanta voglia di fare, e di fare bene… poi… le cose non sono andate come dovevano… ma questa è un’altra storia, ed ognuno di noi ha cercato di cadere in piedi, tanto non valeva la pena affondare insieme alla nave.

Pasquale ha aperto un blog che si chiama L’Alba di domani perché è il candidato numero 5 al nazionale nel collegio di Mirabella Eclano per la costituente del Pd. Scelta che io non condivido, ma tant’è, apprezzo la persona in quanto la conosco nel concreto. E il suo aspetto umano mi ha sempre convinto. Da lui mi aspetto che non si lasci mai corrompere e che tenga sempre in mente gli anni di gavetta e il luogo da cui proviene. Perciò auguro un in bocca al lupo a Pasquale, e vi invito a visitare il suo blog. E’ ancora agli inizi, ma apprezzo i politici che intendono fare i conti con l’agguerrita rete dei blogger.

26 commenti su “Vi presento… L’Alba di Domani

  1. orioney

    Sei una persona speciale per quello che sei, e perchè sei nata dove nacque la mia adorata mamma che ci ha lasciati.
    Ti auguro il meglio di ogni cosa.
    Marco

  2. WebLogin

    Tisbe, hai anticipato il mio commento 😉
    Sono passato sul suo blog, deve essere una brava persona da come ne parli.

    Ciao mitica, buona serata

    Giuseppe

  3. arciere

    anche lui fa parte della famosa "Armata Brancaleone alle Primarie"???
    Bhè almeno confidiamo che sia lui, di cui hai parlato così bene, ad essere scelto da democristiani moderni….:)
    a presto
    arciere

  4. moltitudini

    Dato un'occhiata.

    Francamente, più che uno spazio di "confronto" e "discussione", mi pare una (legittimissima) iniziativa di propaganda in virtù delle elezioni primarie.

  5. borisambrosone

    Mi dispiace per Pasquale, ma purtroppo la sua candidatura è la cambiale da pagare alla D'Amelio. Era meglio che rimaneva a fare il giornalista, piuttosto che finire sul libro paga di Bassolino & Co., oppure che si fosse candidato senza necessariamente dover passare per qualche prebenda. Diffido di gente così, o almeno di quella che fa così, perchè conoscendo Pasquale, so che è stato costretto, cooptato, però, almeno, ha avuto il merito, molto raro in politica, di farsi prima dare qualcosa e poi ricambiare.

  6. Tisbe

    Grazie a tutti per essere passati da Pasquale
    è stato un punto di riferimento per noi giornalisti in erba
    e ci ha insegnato ad essere ONESTI

  7. utente anonimo

    Cara, purtroppo Pasquale ha poco tempo da dedicare al blog! Ma nel pomeriggio (prima del tour in Alta Irpinia) ha trovato qualche minuto per ringraziare tutti, specialmente te (nostra webmaster personale). Appena potrà, farà una visita a casa… cioè sul blog… di tutti.
    Baci!
    Carmen

  8. moltitudini

    mah..non lo so.
    E' così di gomma e così ben avvezzo al politichese che non credo ci sia nemmeno gusto a litigare, perchè è di quelli che riescon a scriver 30 righe piene di retorica senza, in fine, dire nulla.
    Farà senz'altro carriera.
    W Ciriaco.

  9. Tisbe

    @moltitudini, mamma quanto sei cattivo, ragazzo mio!
    Non puoi arrenderti così. Uno come te che ha tenuto testa Franca Rame 😉

  10. WebLogin

    @Moltitudini, cattivone ti ho risposto, anche se non credo di averti convinto. Inoltre dopo che ho letto che anche Franca Rame si è rassegnata con te, beh, stavo addirittura per cancellare il mio commento ;-P

    Giuseppe

  11. WebLogin

    Franca Rame colpita ovunque? Non credevo che Moltitudini fosse un tipo violento ;-D

    A parte gli scherzi, ma quando si è trovato a parlare con Franca Rame? E di cosa?

    Giuseppe

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *