Aspettando i raid di forza nuova

Sull’omicidio di Perugia è fatta luce. Un interessante e conciso articolo QUI. Io sto aspettando i raid di Forza Nuova e le invettive della Padania. Sì, sto aspettando proprio i raid di Roma. Sì, proprio quelli delle spedizioni punitive contro i Rom.

A volte le parole sono inutili, come in questo caso. E’ sufficiente avere un briciolo di intelligenza per comprendere che gli italiani, alcuni italiani (quelli delle ronde, quelli di forza nuova, quelli della lega, e tanti che siedono in Parlamento) sono razzisti, senza se e senza ma.

In calce il mio pensiero per Enzo Biagi.

28 commenti su “Aspettando i raid di forza nuova

  1. WebLogin

    Tis, La Padania, Il Giornale? …mmm, sono proprio brutti questi link che hai messo?!
    Sono perfettamente d'accordo con te e la strage di Erba già ne è stata la prova 🙁

    “[…] con tutte le riserve su tempi e contenuti delle misure adottate, sarà interessante, visto che la legge è uguale per tutti, vedere espellere i militari americani presenti in Italia, visto che in diverse città italiane, sono stati registrati più volte casi di strupro perpetrati da militari americani” (Rossi, Movimento politico dei cittadini)

    «Ho sempre sognato di fare il giornalista, lo scrissi anche in un tema alle medie: lo immaginavo come un "vendicatore" capace di riparare torti e ingiustizie […] ero convinto che quel mestiere mi avrebbe portato a scoprire il mondo» (Enzo Biagi)

    Un caro saluto ad un grande Giornalista. Ciao Enzo :-((

    Giuseppe

  2. utente anonimo

    è interessante vedere dove forza nuova possa fiorire…
    in uolterland , dove ci sono i soldi per fare le notti bianghe e i festival der cinnema, ma non ci sono soldi per l'illuminazione stradale e per riparare le buche nelle strade…
    una riflessione:
    chi ha creato l'acqua devo i pesci di forza nuova sguazzano?
    eurotecnica

  3. Tisbe

    @eurotecnica forse faresti meglio a stare zitto, non c'è molta differenza poi tra lega fi e fn
    Abbi almeno il pudore di tacere visto che anche tu sei di quelli che con le torce ideologiche in mano ti scagli contro i reati solo se a commetterli è qualcuno che non ha il tuo stesso pedigree

  4. Skeight

    Mi piace la logica di Eurotecnica: se a Roma c'è disagio è a causa del cattivo operato del comune e del sindaco. Quindi è giusto prendersela con gli immigrati.
    Non fa una grinza…

  5. utente anonimo

    l'odio ti fa sragionare, vedo…
    quelli di forza nuova sono dei poveri imbecilli , tagliati a misura per essere agitati a spauracchio.
    circa un anno fa a roma, un albanese cercò di violentare una ragazza che andava al lavoro.
    la folla salvò la ragazza e menò il tale.
    i poliziotti arrivarono disgraziatamente presto, perchè la gente gli aveva calato i pantaloni e lo stava per castrare. i poliziotti , stupidamente secondo me, lo salvarono.
    erano tutti di forza nuova quelli lì?
    avevano torto o ragione?
    eurotecnica

  6. Tisbe

    @eurotecnica, constato con piecere che tu hai saltato l'illuminismo 😉
    Se proprio vuoi imparare qualcosa ti consiglio la visione del cartone animato Disney: "La Bella e la Bestia"

  7. utente anonimo

    noto con piacere che non fai altro che scansare.
    è una dote tipica della sinistra vedo…
    il povero uolter questa storia della donna uccisa non è riuscita a scansarla…
    tanto per rispolverarti le nozioni sull'illuminismo, alcuni di loro proponevano che i criminali abituali fossero forniti ai medici come cavie , in pratica vivisezione .
    e uno come l'eroe rom, il beccaria l'avrebbe fatto marcire il prigione fino a che defungeva non come quelli come te che lo faranno uscire tra 3 anni (correggimi se sbaglio).
    eurotecnica

  8. Tisbe

    @eurotecnica, siano alle solite!
    Te lo dissi già tempo addietro e ricaschi sempre nello stesso errore. Parliamo su due piani differenti.
    Le piccole menti parlano di persone, le menti medie parlano di fatti, le grandi menti parlano di IDEE.
    Tu non hai colto le idee rivoluzionarie dell'Illuminismo. Tu non hai colto i principi. Non hai colto l'esaltazione sei diritti di OGNI essere umano…
    Parliamo su piani differenti, ed io Scusa la presunzione, non ho vglia di scendere

  9. utente anonimo

    rimane il fatto che i criminali è meglio che stiano un po' isolati
    sia italiani che stranieri
    e cmq credo che la gente sia solo stanca di convivere con tanta criminalità spesso molto ostentata,
    chi vive nelle baracche non va a lavorare
    e quei poveri che vanno a lavorare seppure in nero riescono a pagarsi un minimo di affitto in genere,
    cmq non è il caso di demonizare niente o nessuno
    ma solo di prendere provvedimenti verso i criminali
    di qualunque paese siano
    e ricordiamoci che quelli che anche i rumeni stessi non possono sopportare
    i cosìdetti rom che sono violenti specie contro donne e bambini.
    Gli italiani sono sfruttatori e sfruttati a loro volta
    guarda quante compagnie straniere sono venute in italia
    e hanno comprato compagnie italiane e nate in italia per due lire… o due euro oggigiorno
    bhe cmq è la logica del capitalismo
    che fa solo danni e crea miraggi
    purtroppo
    e molte di queste morti ne sono le vittime dirette

    tutti a cercare un posto dove poter guadagnare meglio per poter spendere meglio

  10. Tisbe

    @Giuseppe, non te la prendere. Anch'io faccio della mega caxxate, per esempio scrivere di Valerio Pieroni o di Francesco Costa 😉

  11. hneeta

    E' sacrosanto quello che dici, ed è scandaloso come ci siano state due reazioni completamente diverse, anche se due donne hanno perso la vita in maniera orribile.
    La tua denuncia è un atto di civiltà.

    Il mio ricordo di Enzo Biagi lo voglio condividere anche qui , con te.

    Cris

  12. PLAYAGIRON

    A Perugia, quelli di Forza Nuova per ora si limitano ad impestare i muri della città con le loro "rivendicazioni". Ed in questa occasione gli è andata male, perchè di tre indagati, c'è solo un misero "negro" (residente da 20 anni, peraltro)… Se penso poi che la stragrande maggioranza delle violenze sulle donne avviene in famiglia, o nella schiera degli amici e conoscenti… Insomma, possibile che non si trovi neanche un romeno da additare come mostro? Mannaggia!!! E ora come si fa? Due giorni e questa notizia non sarà più spendibile, per cavalcare l'onda del momento….

  13. utente anonimo

    Guarda caso! l'unico italiano che è riuscito a realizzare una GRANDE idea in questi anni è berlusconi …
    eurotecnica

  14. Tisbe

    @eurotecnica, ti rispondo questa volta e non ti rispondo più. Ti ignorerò perché credo che chi dia credito a Berlusconi non meriti il mio tempo.
    Berlusconi non può realizzare alcuna idea per il semplice fatto che non ne ha. Lui si sta solo arricchendo alle spalle dei soliti imbecilli.
    Ne è dimostrazione che dopo aver licenziato Enzo Biagi si sia permesso di ricordarlo dall'alto della sua immonda ipocrisia.
    Un essere così, non oso nemmeno definirlo.

  15. utente anonimo

    GRANDI idee e misera mischineria da invidiosa?
    se guardi da un punto di vista obbiettivo, il silvio ha effettivamente costruito qualcosa…
    eurotecnica

  16. Tisbe

    @eurotecnica, invidiosa di che?
    della malvagità umana?
    A me la ricchezza non m'interessa, non mi ha mai interessato perché cerco altro
    Qualcosa che tu e il tuo idoletto non riuscite nemmeno a pensare…

  17. FrancaFranca

    Da un articolo di Stefano Rodotà su La Repubblica.it

    "Serve, davvero con "necessità e urgenza", un'altra forma di tolleranza zero. Quella contro chi parla di "bestie", o invoca i metodi nazisti. Non è questione di norme. Bisogna chiudere "la fabbrica della paura". E' il compito di una politica degna di questo nome, di una cultura civile di cui è sempre più arduo ritrovare le tracce. Un'agenda politica ossessivamente dominata dal tema della sicurezza porta inevitabilmente con sé pulsioni autoritarie. Ricordiamo una volta di più che la democrazia è faticosa, ma è la strada che siamo obbligati a percorrere."

    La scomparsa di Biagi è una grande perdita sia per la cultura sia per l'anifascismo

  18. Tisbe

    @Cris, grazie 🙂
    @PLAYAGIRON, lo troveranno sempre un nemico semplicemente perché VOGLIONO trovarlo…
    @ chemako, anche tu mi confondi… già l'hanno fatto su OkNotiziee vi ringrazio tanto perché è per voi che continuo a scrivere
    @FrancaFranca, parole da sottoscrivere

  19. moltitudini

    Rodotà è tra i pochissimi che ha detto cose sensate, in questi giorni.
    Peccato che da Amato a Fini..non lo ascolti nessuno…anzi, per Fassino conta di più esser d'accordo con Fini, che non con Rodotà.

  20. utente anonimo

    il silvio ha effettivamente costruito qualcosa
    sì certo, rubando, mentendo, imbrogliando ed aiutando altri sgherri pezzi de merd come lui.

  21. utente anonimo

    Enzo Biagi: il grande ipocrita, più di Berlusconi!
    E’ un’Italietta strana la nostra, un’Italietta che dimentica, omette, trasforma, annulla, riforma: l’Italietta degli italianetti. Questa volta è il turno di Enzo Biagi, scrittore e giornalista celebrato, riverito, incensato e declamato con cui tutti fanno a gara per ricordare esordi, dettagli, aneddoti e sentenze: addirittura – lo ha fatto il Corriere della Sera – a raccontare dei suoi esordi nel giornalino scolastico all’età di 17 anni, quando già si faceva notare. E poi la carriera, lunga ed ineccepibile, nonché la fila di quelli che “era uno di noi, uno come noi” e avanti così. Dovunque, ovunque chiunque. Ma nessuno, proprio nessuno, nemmeno un cronista di giornale sportivo a ricordare – in questa surreale gara al dettaglio più esclusivo – che Biagi fu durante la Repubblica Sociale Italiana giornalista nel settimanale fascista, anzi fascistissimo, “L’Assalto”. E nessuno a ricordare, per esempio, che il 20 gennaio 1944 il giovane giornalista professionista Biagi Rag. Enzo percepiva la somma di tremila lire elargita dal Ministero della Cultura Popolare della R.S.I. per “giornalisti professionisti dissestati in occasione di incursione aeree nemiche”. E cosa scriveva il ragionier Biagi di così particolare su “L’Assalto”? Lo spiega lo storico Roberto Gremmo che, tra gli altri, tempo fa riportò la documentazione che confermava l’adesione di Biagi al periodico fascista: “Scritti senza storia, ma ben integrati e funzionali al clima di conformismo in camicia nera dell’epoca. Ovviamente, ben accetti da tutti, anche dai giovani in carriera che magari adesso vorrebbero dare lezione a tutti”. Ciò che però in tutta questa mutila vicenda fa specie è ad ogni modo il fatto che nessuno ricordi questo dettaglio, mentre di infiniti altri son piene le pagine della carta da pesce. Perché? Già perché? A ben vedere ci potrebbero stare mille e una giustificazione – Dario Fo e soci potrebbero scriverci un volume su questo argomento -, ciononostante nessuno ma proprio nessuno ha avuto il gusto di ricordarlo. Dai, alla fine in quegli anni o eri conforme al sistema o te la passavi male, o cantavi nel coro o per la carriera nessuno sbocco: sia pur con le dovute differenze in effetti un po’ come oggi, a ben vedere.
    (fonte: Lodovico Ellena)

    ADDIO GRANDE IPOCRITA!
    Forza Nuova

  22. Tisbe

    Se in quegli anni bisognava adeguarsi per forza o te la passavi a manganello e olio di ricino non è che Fn possa andarne fiera

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *