La donna di destra è autolesionista

Una donna che vota a destra è innanzitutto una donna che "appartiene" ad un uomo di destra. Difficilmente è una donna libera, e difficilmente è capace di produrre pensiero con la propria testa. Una donna di destra accetta la sua presunta inferiorità di genere, sancita dal pensiero gerarchico e maschilista della destra. A tal proposito ricordo l’invito a stare a casa ad accudire il marito ed i figli, di Berlusconi, e il grido: ce l’ho duro – di bossiana memoria.

Una donna di destra è autolesionista. Essere donna e votare a destra significa votare contro se stessa e contro i propri diritti. Una donna che crede nella parità di genere non può che essere schierata anima, corpo e mente a sinistra.

52 commenti su “La donna di destra è autolesionista

  1. VIQUE

    anche gli uomini sanno farsi molto male;molto tempo fa-era un ragazzino ma anche cretino;il mio fratellone stava con una fascista.non leggera' mai il tuo blog quindi posso scriverne male-la detesto e ancora se la rivedo mi innervosisco. una perfetta stro*** che si e' mostrata stro***anche per come ha trattato mio fratello;adesso mi sento leggermente meglio
    🙂
    ciao Tisbe
    Veronica

  2. utente anonimo

    Le donne di forza italia e an (non parliamo le bossiane) per le loro posizioni politiche, sono involontarie istigatrici di violenze e stupri, spalleggiando e sostenendo quel sessismo prettamente di destra (se non fascista)che dà per scontato la donna come dominata da l' uomo forte (berlusconi o duce che sia).

    salutationsss T.

  3. Ana87

    Ma non c'è proprio pericolo. Mai vista un'accozzaglia di luoghi comuni come queste 7 righe (compresa quella in bianco).
    Sono di destra, fiera di esserlo, liberissima, non sottomessa ad alcuna persona, e assolutamente molto più 'femminista' (tra virgolette perchè il reggiseno lo porto e non lo brucio) di tante altre donne dilibertiane (o dichiaratesi tali) che una volta bruciavano il reggiseno in piazza, ma ora senza il marito che le mantiene in modo che si possano comprare l'ultimo (e di grido) bauletto di LV non sanno nemmeno come piangere.
    (E le farei conoscere molto volentieri la madre di una mia amica, di ultradestra, ma tra le donne più libere e indipendenti che io abbia mai avuto il piacere di conoscere)

  4. Tisbe

    @Ana87, vuoi dire che il ventennio fascista è stato solo un luogo comune? la donna fattrice o amante è solo un'invenzione della storia?

  5. hneeta

    Non ho mai sentito una donna di destra che abbia smentito con i comportamento, il pensiero e i fatti quello che tu hai detto.
    Sarebbe carino scovarne qualcuna diversa.
    Per quella che è la mia esperienza è come hai detto tu e anche peggio.Ho sempre trovato muri quando ho cercato il dialogo con le donne di destra.

    Ciao, Tisbe!

    Buona serata.

    Cri 🙂

  6. rossoTuya

    Alla fine non si sono cacciate 2 destriste, ma due sciacalle che quando si arrogano dell'argomento "violenza alle donne" non affrontano MAI il problema, ma lo spostano sugli immigrati stupratori ….. Questo equivale ad affossare il problema… Hanno fatto bene a cacciarle.

  7. WebLogin

    🙂 …sei mitica anche quando provochi 😉
    …cmq a me piacerebbe vedere molte più donne in politica, ma a fare veramente Politica…

    Ciao mitica, buona domenica

    Giuseppe

  8. Ana87

    Nessuno dice che non sia mai esistito, ma è anche vero che sono passati, quanti anni? 60 e passa? Le cose sono cambiate. Anche perchè altrimenti possiamo parlare del comunismo cinese che vedeva il ruolo della donna quasi al pari a quello di un'incubatrice, portando via i figli alle suddette subito dopo lo svezzamento e a tal proposito consiglio il libro Cigni Selvatici di Jung Chang.
    La figura della donna non è mai stata rispettata in toto da nessuno. Nemmeno dopo il 68 dove, in Italia, se una donna decide di sua spontanea volontà di restare a casa a badare alla famiglia viene vista come retrograda, e non come una donna che ha semplicemente messo in atto quel sacrosanto diritto che è la libertà di decidere del proprio futuro. Per non parlare della totale assenza di aiuti per le donne che decidono di avere figli, ma non sto dando la colpa a questo governo, ma a tutti i governi in generale.
    In ogni caso c'è molta confusione sulla figura della donna di destra, e a tal riguardo consiglio un altro libro, Camicette nere di Annalisa Terranova (non è una lettura impegnativa, forse 200 pagine ma spiega molto bene ciò che qui non è chiaro).
    Ho 20, spesso i genitori dei miei amici sono tutti sesantottini (non i miei che son molto giovani), le vedo le mamme, tutte di sinistra, tutte ex femministe con la LV comprata dal marito perchè loro non lavorano.
    Purtroppo in Italia non esiste una femminista che sia rimasta tale nel comportamento,

  9. utente anonimo

    Rigurgiti nostalgici o meno di storia… ventennio…

    Beh, aldilà di tutto, il metodo empirico secondo me ha il suo fascino.
    A parte le mie personali conoscenze e, vedo, anche quella di alcuni lettori che dissentono sull'assurdità inesisente dell'affermazione del post,
    quindi senza dover innescar un processo competitivo in cui ciascuno enumera più donne possibili libere o non libere con collocazione geometrico-politica, penso basti pensare alla
    Brambilla.
    Che oltretutto, non mi è nemmen particolarmente simpatica.
    E però, come dire… non è proprio l'immaginetta tipica della donna tutta casa famiglia, serva amante e tutto il resto..

    Anzi, dirò di più.
    Paradossalmente, mentre valori dichiarati ecc, vorrebbero uomini e famiglie in tutt'altro affaccendati, nel centrodestra (famiglia, fedeltà ecc), noto divertito che poi,
    il concetto di famiglia, di valori tradizionali lo esprime molto meglio la classe politica di sinistra.
    A destra è tutto un lasciarsi, accompagnarsi, amoreggiare, con tanto di mogli incazzate che replicano mediaticamente.
    A sinistra ci sono illuminanti esempi di mogli fedeli, al loro posto, ben attente a non offuscar notorietà e visibilità del maschio leader …

    Paradossale ma divertente, quindi, alla luce anche di questo post.
    Che ammetto, alla prima lettura, pensavo fosse ironico, che ci fosse la battuta…
    invece era serio, serissimo, fedele alla linea nella sua serietà e compostezza di immaginario, retorica e ruoli.
    Proprio come si conviene ad una donna di sinistra, ehehe.

    Ciao e buonaserata.
    TempestaEquivalente

  10. Tisbe

    Termpesta, ma per caso sei Alieno sotto mentite spoglie?

    Ma veniamo al dunque: persino gli uomini di destra trovano più interessanti le donne di sinistra, tranne poi averne paura.
    Qualche anno fa sul blogfriend, un accanito sostenitore della destra e nemico acerrimo della sinistra fu beccato in castagna. Ammise che luiera fidanzato con una donna di sinistra perché con lei si "poteva parlare". Ammise anche che la maggior parte delle donne di destra lui le considerava OCHE
    Senza generalizzare eh!

  11. utente anonimo

    Sono orientato in Politica all’estrema sinistra, ma da molti anni vivo con una donna di destra. Tutto fila liscio io le mie idee lei le sue.

    Non fasciarti mai la testa prima di cadere e connetti bene i tuoi pensieri.

    Cordialità

    Gigi

  12. utente anonimo

    No,non credo in ciò che dici.Una donna se pensa,se si interessa a qualsivoglia argomento,è ugualmente in grado di avere una propria opinione.Evviva le donne,soprattutto quelle che agiscono di proprio.
    Ciao,Giorgio.

  13. utente anonimo

    Stai scherzando? Su Alieno o sulla serietà del post?

    Dunque, provo ad esser serio, anche se mi è difficile in questo caso.
    Se nel nostro Paese (e non solo) c'è chi afferma di brutto e crea un problema sociale di non poco conto per questo, che la donna è inferiore di genere, che è maschilista, gerarchico e ben di peggio, questo è il fondamentalismo integralista islamico che, ahimè, in Italia è presente più di quanto si pensi (reportage hanno dimostrato che donne non possono nemmeno farsi vedere, rispondono in casa, senza nemmen affacciarsi alla finestra, nè aprir porta, non guidano ecc, per non parlar delle centinaia di Hina Salem a dimostrazione di ciò).
    Ecco, l'Islam fanatico integralista fondamentalista è, nel nostro Paese, la massima espressione del maschilismo, oltretutto violentissimo, perfino mortale presso "l'inferiore" genere femminile, completamente asservito.

    Bene. In Italia chi più si oppone più a questo maschilismo efferato?
    Chi sono gli alfieri di questa battaglia? I più presenti, attivi?

    La Santachè, per dirne una. E poi altre. Soprattutto di destra. DONNE DI DESTRA! Che non han palle di velluto, nè fanno le casalinghe serve, ma si battono per le donne, per la liberazione delle schiave, in prima fila, mettendoci la faccia, ogni giorno.
    Donne di destra contro il massimo maschilismo, mentre per la gran parte delle donne di sinistra, le questioni portanti son altre e le donne possono benissimo starsene a casa ad accudire il focolare e far le schiave come Corano comanda.

    Mi domando, tenendo presente che queste donne di sinistra, pur di opporsi alla destra, son capaci anche di simpatizzare per questa mentalità così fortemente maschilista, chi sia l'autolesionista.
    Tenendo conto proprio che son donne e che perfino la loro ideologia o cultura di provenienza, storicamente, avrebbe poche possibilità di sopravvivenza e lo scontro sarebbe mortale nella competizione.
    Storicamente, le truppe islamiche arabe si allearono volentieri con il nazifascismo.
    Il mein khampt è uno dei libri più stampati e venduti in parte del mondo arabo (anche per la sua capacità di gratificare l'antisemitismo, naturalmente).
    Ecco, le donne di destra, coraggiosamente, attivamente, dicono questo, mi risulta.

    E però poi mi imbatto in un post come il tuo e mi vien da ridere.
    O da piangere. Perchè non son battute, è un post serio…
    così parrebbe.
    Mah.
    Evidentemente l'autolesionismo è una disciplina che attraversa ogni geometria, mettiamola così…

    Tempesta

  14. utente anonimo

    i tuoi pregiudizi razzisti li consideri puro verità progressista e la realtà delle cose non ti piace.
    non ti smentisci mai
    eurotecnica

  15. utente anonimo

    Mai lette tante stronzate tutte insieme… "Essere donna e votare a destra significa votare contro se stessa e contro i propri diritti." ? Un consiglio… CAMBIA PUSHER!

  16. utente anonimo

    quanta ignoranza indotta
    …. leggetevi la carta del Carnaro , sempre che sappiate cos'è

    Inoltre fatevi una ricerchetta con calendario in mano
    e controllate chi comandava in italia…

  17. straygor

    WoW, interessante ipotesi.
    Se fosse vera, tu sei intelligente! Brava sei intelligente! Se la tua tesi è verissima, sei intelligentissima!!!

    Che bello sentirsi intelligente nella vita vero? Pensare che alcuni riescono ad esserlo senza bisogno di trovare conferme e/o insultare uomini e donne che la pensano diversamente da loro.

    Ma tu, che non sei di destra, quindi libera ed intelligentissima, lo sai già, no?

  18. Tisbe

    @straygor, c'è anche qualcosa di destra in me, e chi mi segue da tempo lo sa bene… inoltre l'unica cosa che sento di essere è: non masochista mi pare 😉

  19. straygor

    E allora perché etichetti "una donna di destra" come non "capace di produrre pensiero con la propria testa"?
    C'è qualcuno che ti manovra.. un pochino?

  20. Tisbe

    Manovra?
    Forse tu sei libero?
    Credo che nessuno sia profondamente e radicalmente libero. Ognuno di noi ha i suoi condizionamenti irrinunciabili
    Però rimango ferma dell'idea che un gay, una donna, un diverso o un extracomunitario che votano a destra siano degli autolesionisti inconsapevoli… La destra è contro la diversità, contro le donne (perché le considera solo fattrici al servizio della famiglia), contro gli stranieri… e questo non lo dico io, ma gli esponenti di DESTRA
    Please

  21. carloge

    Tis, c'è "sinistra" e Sinistra. E ci sono individui "di sinistra" e di Sinistra. Poi ci sono quelli che se ne fottono della dx e della sx, e sono i migliori 😉

  22. straygor

    Mi spiace ma la tua è un opinione sbagliata. Non si è CONTRO. Semplicemtne si è a favore di chi si suda il pane. Si è a favore della nostra cultura, che evidentemente ci fa (ha fatto) star meglio di altri, se no non verrebbero qui.
    Qualcuno pensa che la donna starebbe meglio a casa? E' una teoria da non sottovalutare.. pensa a quanto si guadagna di meno (tutti) da quando le donne lavorano, a quante famiglie si distruggono.. quanti tradimenti con le colleghe/colleghi. Non è detto che si sbagliata una cosa, ma nemmeno l'altra.

    Mi ricordi tanto Silvio quando diceva che chi vota contro i propri interessi (= PDS) è coglio..e 😉

    P.s. Se sei un pochino di destra.. sei un pochino manovrata secondo la tua teoria.

    Ah.. tutti sono liberi.
    Ma è più facile essere schiavi.

  23. utente anonimo

    E che cos'è questo post la fiera dei luoghi comuni?
    Tipico esempio di come a parole si parla di libertà e democrazia; nei fatti si è intolleranti nei confronti di chi la pensa diversamente.

  24. Tisbe

    @straygor, a favore di una cultura maschilista retrograda e sciovinista? No grazie!
    A questo punto vi contraddicete, anche i talebani avrebbero diritto di essere a favore della "propria cultura" ma voi volete far cambiare loro idea a suon di bombe…
    Mettetevi d'accordo!
    Ops, ma forse VOI AVETE LA VERITà in TASCA, VOI AVETE LA CULTURA SUPERIORE
    Ecco perché mi fa schifo la destra
    ma ho rispetto per le persone, anche di destra, se, singolarmente se lo meritano

  25. Tisbe

    @arabaFenice, sono intollerante perché ho avuto il coraggio di dire quello che pansano in tanti? Sono intollerante perché dico che una donna che vota a destra voto contro se stessa e contro i suoi diritti?
    E dov'è l'intolleranza? Dove?
    Non è forse vero che l'ideologia di destra relega le donne a ruoli marginali in quanto le considera solo delle fattrici buone a fornare figli e a mantenere in piedi la cultura della famiglia tradizionale? Non è forse vero che la cultura di destra si dimentica di considerare le donne, i gay, gli extracomunitari per quello che sono? Persone portatrici di diritti!

  26. utente anonimo

    psichiatria, secondo piano in fondo a destra… ops… scusi… in fondo, "non a sinistra".
    Fatti visitare, ma da uno bravo

  27. utente anonimo

    SEi intollerante perché ritieni che chi non la pensa come te non sia capace di usare la propria testa. Dimentichi di dire, proprio te che usi tanto bene la testa, che la sinistra e le sue ambizioni comuniste non sono contro la donna, ma contro l'uomo inteso come essere umano.
    E visto che ti piace tanto ripescare nel passato parliamo dei milioni e milioni di vittime del comunismo senza dimenticare quelle che ancora oggi il comunismo fa in Cina e Russia. CHi vota i comunisti allora non è autolesionista?Che cos'è?

  28. utente anonimo

    Ho dimenticato di farti i complimenti. Nella mia lunga storia di internauta non ho mai letto niente di più idiota. E te lo dice una che non è di destra. ArabaFenice

  29. Tisbe

    @arabafenice, oramai le offese gratuite mi scivolano addosso
    Se combattere contro l'intolleranza è considerato intollerante non è certo un problema mio…
    La conta dei morti la lascio agli idioti, io parlo di IDEE, e discuto di IDEE
    Se una donna difende idee misogine è un'autolesionista. E' chiaro che anche un uomo di sinistra può essere violento, ma accettare ideologicamente un sistema politico che si fonda sulla gerarchia, sul potere e sulla FORZA, è autolesionista.

  30. Tisbe

    @arabafenice
    piccolo promemoria
    piccole menti (s)parlano di persone, menti mediocri parlano di fatti, le grandi menti parlano di idee

  31. Tisbe

    Per chi sostiene che questo post dica sciocchezze faccio notare che è stato nelle home sia di OkNotizie, sia di Kipapa
    Molte persone pensano esattamente quello che io ho scritto. Ho solo il merito o demerito di averlo scritto 😉
    Quanti lo pensano… sotto… sotto…

  32. utente anonimo

    «piccole menti (s)parlano di persone, menti mediocri parlano di fatti, le grandi menti parlano di idee»

    Questa volta sono d'accordo con te. Non a caso, ho definito idiote le idee alla base del tuo post, non certo chi le ha partorite dato che non conosco le circostanze (provocazione? non sapere esattamente di cosa si stia parlando? colazione con la vodka? l'effetto di droghe più o meno leggere?) in cui sono state concepite. Al contrario tuo, che sparli delle donne di destra che secondo una tua opinabile asserzione, e non certo per un dogma, sarebbero incapaci di usare la testa. Il perché anche chi vota a sinistra sarebbe autolesionista, ammesso che abbia un senso ancora parlare di destra e sinistra e non di una marea indiscrimata di politici maiali grassi, credo di averlo già spiegato attenendomi al tuo modo di ragionare e non mi ripeto.
    Non dubito che molte persone la pensino come te; come non dubito che moltissime altre la pensino in maniera diametralmente opposta.

  33. Tisbe

    @arabafenice, ti risulta che io abbia sparlato di una donna singola?
    A me pare di no!
    Io sostengo che una donna che vota per una ideologia che si fonda su un maschilismo piuttosto evidente è una MASOCHISTA
    Non capisco che cosa io stia dicendo di così offensivo.
    Se qualcuno si offende è un problema suo, non mio, perché, da parte mia non c'è alcuna volontà di offendere, semmai sto esprimendo una mia opinione in merito ad un comportamento femminile.
    E sto giudicando il pensiero e le IDEE della destra …
    A quanto pare farsi comprendere è molto difficile

  34. straygor

    DAlle tue parole, anche di altri post (essere di sinistra avere di destra) ho capito una cosa: non sai quali sono le idee di destra. Per questo dici cose senza senso e offensive verso le donne, secondo te incapaci di pensare perchè la pensano diversamente da te, tranne che per un pochino.. Pensavo sapessi di cosa parlavi quando ho scrito.. ora sono certo che non lo sai..

    "VOI AVETE LA VERITà in TASCA, VOI AVETE LA CULTURA SUPERIORE"
    Adesso non usare le parole di Destra per indicare quelli di destra, la definizione che hai scritto esiste da decenni ed è sempre stata usata verso le persono filo-comuniste che dicone abitualmente che la cultura è di sinistra.
    Di solito perchè così gli hanno insegnato altri.

    Ultima cosa, qundo dici che le piccole menti parlano di persone ci metti anche chi dice che: "Una donna (che è una persona, non un'idea o un fatto, ndr) di destra […] difficilmente è capace di produrre pensiero con la propria testa."?

  35. Tisbe

    @straygor, per te vale la risposta che ho dato al commento #48
    Ho chiesto a tanta gente di destra in cosa consiste l'ideologia di destra: nessuno ha saputo rispondermi. Visto che tu lo sai facci contenti tutti 😉
    Spiegaci cosa significa essere di destra…

  36. utente anonimo

    Sono un uomo profondamente di destra e non ho mai trattato una donna (di sinistra o di destra) a mio consumo e piacimento, anzi, possono dire tranquillamente di averne spesso subito le conseguenze in termini morali e comportamentali, soprattutto da donne che si dichiaravano comuniste. Dalla lunga esperienza (e scusate l'immodestia) posso dire tranquillamente che la donna comunista vive la sua vita pensando di essere libera a parole ma nei fatti è la più legata a streotipi esistenziali terrificanti, senza valori e principi che dovrebbero andare oltre l'ideologia e le convinzioni politiche. Quanto ai luoghi comuni, si dovrebbero studiare almeno un pò di più i vari tipi di società matriarcale e patriarcale della storia e le sue evoluzioni. Non mi risulta che in Russia dall'inizio del secolo le donne siano state così libere in azioni e in pensieri in quella società. Anzi la netta divisione dei ruoli, e non importa se a favore o a svantaggio della donna, è la garanzia che quanto si dice non conferma una libertà da parte della donna comunista, ma una subordinazione. Tutto il resto del post sono banali illazioni che fanno capire come la mente di certe donne-femministe si sia fermata almeno agli anni della contestazione, senza tenere conto che da parecchi decenni è la donna (di destra e di sinistra) che porta i pantaloni. Ci sono sostanziali differenze tra donne di sinistra e donne di destra, ma entrambe per le ragioni che entrambe ritengono sacre, gesticono i rapporti umani in ambedue i casi, da perfette stronze o da donne missionarie ed è incredibile come si possa affermare che una donna di destra, se non ragiona da comunista (come se fosse la verità assoluta), va contro se stessa. Queste affermazioni, mi spiace dirlo, denotano la più alta follia esistenziale.

  37. straygor

    Beh essere di destra ha tante sfumature, come essere di sinistra, ognuno ne segue/approva alcune, magari tutte, magari no.
    Certamente servirebbero mille libri per definirle.

    Ma prima bisognerebbe sapere a che ideologia *di destra* (e vale anche per la sinistra) ti riferisci.

    Poi, io non so cosa significa essere di destra, io lo sono.. e mi ritrovo nella sua filosofia tanto quanto non mi ritrovo nelle idee di sinistra (o meglio, nella maggioranza).

    Torniamo a noi.. che *destra*? L'ideologia della *destra* nella
    Repubblica sociale o in Democrazia economica?
    E tu sei di *sinistra* sociale o *economica*?

  38. Tisbe

    @arem, io non sono FEMMINISTA, io mi difendo da una cultura che mi ha massacrata. Ci sono tanti modi di uccidere una persona e la cultura occidentale in generale conosce i modi più subdoli
    Esistono donne filosofo? E da quanto tempo?
    Quante donne dirigono quotidiani italiani di tiratura nazionale?
    La mia è follia? No, non credo… è la risposta ad una follia maggiore: oscurantista e misogina (nei secoli dei secoli… amen)

  39. straygor

    Non ho eluso la domanda.. non sono un politico stile D'Alema 😉
    Ho semplicemente bisogno di sapre qualcoa di più. Non per altro, se no ci faccio un libro e perdo il lavoro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *