Cronache quotidiane e spirito natalizio

Mi stavo accingendo ad attraversare rigorosamente sulle strisce pedonali quando, all’improvviso un’automobile mi taglia la strada e parcheggia esattamente sulle strisce, nonostante ci sia spazio anche fuori di esse. Il mio pacifismo mi spinge a continuare senza inveire contro l’autista, ma ritengo che le lamentele intorno alle multe e ai ritiri di patente siano ridicole.
Appartiene alla serie delle bravate degli automobilisti anche un altro episodio occorso qualche giorno fa, quando c’è stato il "cattivo" tempo. Ero alla femata dell’autobus e in prossimità del marciapiedi c’era una vistosa pozzanghera. Non fidandomi degli esseri umani, conoscendone il latente sadismo irriverente, mi sono spostata in una posizione che mi metteva la riparo da qualsiasi cattiveria. E come volevasi dimostrare, una ragazza, appena ha visto la pozzanghera e una potenziale vittima ha sterzato vistosamente per far schizzare l’acqua della pozzanghera il più lontano possibile. Guardandomi ha pure sghignazzato… Sfortunatamente per lei gli schizzi non mi hanno nemmeno sfiorata, perché, col tempo, ho imparato a diffidare degli esseri umani: è più saggio mettere la testa in bocca ad un leone! La prossima volta mi procurerò una striscia chiodata e la nasconderò accuratamente sotto l’acqua della pozzanghera per vedere l’effetto che fa su un volto sghignazzante.

Tutto questo perché è Natale e perché tutti, soprattutto i cattolici, sono più buoni.

12 commenti su “Cronache quotidiane e spirito natalizio

  1. WebLogin

    Purtroppo bisogna stare sempre attenti, anche a Natale. Anche a Natale certe persone si dimostrano cattive, nella vita reale e anche in quella virtuale… Per fortuna ci sono anche tante brave persone 🙂

    Mi dispiace per la tua disavventura 🙁 A me, invece, una volta mi è capitato che i carabinieri mi stavano investendo sulle strisce pedonali. "Purtroppo" per i carabinieri ero un ragazzino, un po' teppista e poco pacifista… ;-D

    Ciao mitica, un caro abbraccio rosso

    Giuseppe

  2. Luposordo2

    L'essere umano dentro un automobile perde tutto quel briciolo di buonsenso che ha accumulato negli anni e si trasforma in un coglione (chiedo scusa per la parolaccia)…

  3. utente anonimo

    i cattolici?
    magari era una donna comunista…
    non esibire sempre i tuoi pregiudizi razzisti…
    eurotecnica

  4. utente anonimo

    Al di là delle possibili differenze ideologiche, rimane alto e inattaccabile il rispetto e la stima per la persona. Anzi quanto più è il senso di un possibile antagonismo tanto più sento il dovere di onorare.
    Pertanto rispettabilissima T.G. ti auguro un Natale sereno a te e ai tuoi cari, con la speranza che almeno in queste feste darai un attimo di tregua al tuo spirito di lotta contro le ingiustizie del mondo.
    Auguri sinceri da AREM.

  5. macca

    Piccoli segni della caduta inarrestabile dell'educazione e della civiltà urbana.
    Sono perfettamente d'accordo con te: questi sono atti di prevaricazione piccolissimi, ma estremamente fastidiosi.

    Passo a farti i miei migliori Auguri per un Natale sereno ed in salute. Ho già fatto l'ultimo Post dell'anno, ma vorrei continuare a fare delle "incursioni" nei Blog amici, anche se non so con quale frequenza.
    A presto.
    Un abbraccio.
    Daniele

  6. ruemiette

    Ciao Tisbe è la prima volta che vengo a trovarti, il Natale è per me qualunque giorno in cui comprendo delle cose su di me, qualunque giorno in cui mi accorgo che posso essere diversa, migliore, allora posso guardarmi allo specchio e dire " Buon Natale!"
    Non credo ci sia differenza tra cattolici, buddisti, induisti, atei, ognuno in come guida, in come parla, in come mangia, esprime la propria interiorità, bella o brutta che sia.
    Rue

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *