E… la chiamavano Democrazia

Se si andrà alle urne io non voterò. Mi dispiace ma non voterò. Se non sarò messa in condizioni di votare per il rappresentante scelto da me e non dagli apparati di partito, io non voterò. Le Primarie sono una presa per i fondelli e francamente non riesco più a crederci.
Ci troviamo di fronte ad un sistema alterato che non rappresenta più la volontà popolare ed è difficile sostenere che questo popolo si merita questi governi (e non faccio sconti a nessuno).
Definiamo il nostro sistema democratico, invece è solo una brutta copia delle più becera oligarchia. Un gruppo ristretto si alterna al potere senza per altro avere nessuna pretesa di saggezza, ma distinguendosi per capacità predatoria e menzognera.
La sinistra, invece di aspettare fatalisticamente lo sgambetto ceppalonide, avrebbe dovuto impuntarsi sulla priorità di una legge elettorale con sbarramento, liberandosi di soggetti inutili per la salvaguardia del governo.
E la nostra sarebbe una democrazia? Ma per piacere! Il fatto ridicolo è che stiamo finanziando un guerra per esportare questo schifo… Fate un po’ voi.

58 commenti su “E… la chiamavano Democrazia

  1. FrankL

    È esattamente quel che penso io. Se si cambia la legge elettorale si può discutere, ma col porcellum io entrerò in cabina e quando ne uscirò sulla scheda ci sarà tutto tranne che una croce su un simbolo di partito.

    justfrank

  2. Akhet

    Tentazione fortissima che ho anche io. Più ci penso e più scema la voglia di recarmi alle urne. Sono delusa e mi sento impotente. Questa politica e questa gente non mi rappresenta più, la sento come un corpo estraneo da espellere prima che si infetti il resto dell'organismo.

  3. utente anonimo

    Concordo, inutile andare a votare sia con questa legge elettorale sia con qualsiasi altra in procinto di essere partorita…sempre dagli stessi personaggi…(sia dx che sx) prima di cambiare leggi sarebbe opportuno non vedere piu' certe facce…

  4. utente anonimo

    Il non votare fa solo il gioco di chi non vuole cambiare, padroni, chiesa fascisti, sfascisti etc.. Il momento storico è pesante ci vorrebbe Zapatero, in attesa andiamo a votare per chi dice almeno di voler cambiare il sistema

  5. utente anonimo

    Secondo me bisogna andare a votare, non facciamoci espropriare anche di questo! Votare si ma per persone nuove o partiti nuovi, almeno all'inizio del percorso un nuovo partito farà cose nuove. Se non vogliono fare una legge elettorale nuova, tanto meno il referendum, diamogli una sonora batosta e votiamo per chi ha il coraggio di partire da solo e senza alleanze equivoche.

  6. utente anonimo

    C'è un particolare che non bisogna ignorare visto che si parla di democrazia. Il particolare è che quando cade un governo e in parlamento viene meno la maggioranza, bisogna per forza di cose ritornare alle urne, non si tratta più di un Premier dimissionario, per cui si può ridare incarico a nuovo soggetto per riformare una nuova maggioranza, per poco o per lungo periodo, anche se trattasi di riforme annunciate importanti. Inoltre quando si è nelle attuali condizioni, le riforme non possono in nessun caso essere fatte da eletti già decaduti. Gli eletti già decaduti potranno essere non più eletti e quindi oggi non hanno più potere legislativo.
    Il compito eventualmente di fare le nuove riforme appellate spetta ai nuovi eletti e al nuovo Parlamento ricostituito.

  7. utente anonimo

    Considerato che si parla di Democrazia, mi permetto di dire che
    essendo caduto il governo e non dimissionario, bisogna ritornale alle urne e dare la parola ai cittadini. Ionoltre proprio perchè la maggioranza in Parlamento è divenuta minoranza, le elezioni anticipate sono l'esito della Democrazia. Infine gli attuali eletti non hanno più il potere di fare le riforme perchè sono decaduti. E proprio perchè decaduti non hanno più nessun mandato per fare le riforme, anche se ritenute importanti. Nel caso, Le riforme dovranno essere effettuate dai nuovi eletti e dal nuovo Parlamento che potrà essere occupato non più da questi ma da altri.

  8. utente anonimo

    per utente anonimo, approvo la tua proposta di non votare aalla camera e di votare sinistra al senato, sarebbe veramente bello mettere in crisi lo psiconano
    saluti

  9. utente anonimo

    Berlusconi è stato assolto dal falso in bilancio perchè da bravo re, quando era al governo, ha fatto una legge per eliminare il reato. In america Al Capone e non solo per questo reato non ti permettono neanche di votare e vai in galera. Dimmi perchè non dovrei andare a votare e permettere a questo signore di tornare a dirigere il paese e portarlo alla gogna mediatica dell'europa con le sue corna, le sue cantate, la sua bandana a nascondere i vari trapianti. In Francia il Presidente Sarko è stato beffeggiato dai giornali per eccessivo "berlusconismo" un esempio per far capire cosa pensano del Berlusconi all'estero. Montanelli lo definiva "il gran bugiardo". Nel paese e nella politica ci sono persone serie ed i cittadini devono avere la possibilità, dopo aver cambiato questa legge definita da tutti "un porcellum" di poter votare e scegliere il candidato da mandare in parlamento e che non sia colpevole di reati, raccattatore di voti della mafia, o il proprio medico personale, il proprio cantante preferito, il proprio barbiere ecc.ecc.ecc. Io vado a votare

  10. utente anonimo

    Bhè..mica lo potevano fare.
    Sono stati costretti a non farlo.
    Altrimenti manco i 20 mesi avrebbero fatto.
    Se non sbaglio un tentativo di discussione per la legge elettorale è stato timidamente fatto, ma come ben saprai subito i partiti più piccoli si sono ribellati e quindi si è preferito rinunciare…
    Tutta questa presa di coscienza ora non può che fare piacere (nel senso di riconoscimento) a chi fin dall'inizio è andato predicando come un pazzo prevedendo esattamente come si andava a finire.
    Però dico io, non lo sapevano anche chi li ha votati prima ancora del voto? Certo, capisco che il voto è stato un atto di incoraggaimento con la speranza di un cambiamento, ma era evidentissima la ingovernabilità in quelle condizioni…
    Io credo che ora come ora e mai come ora, con o senza legge elettorale, l'unico diritto che ci è rimasto per "dare un segnale" a questi politici (positivi o negativi) è il nostro voto.
    Il mio consiglio a tutti è di andare a votare.
    Una buona legge elettorale dopo sicuramente verrà…contaci.
    Ma ora il paese non può aspettare e sarebbe un errore gravissimo tergiversare ancora per 8-10 mesi, un errorre che pagheremo caramente, di questo sono sicuro.

    Arem

  11. utente anonimo

    la caduta del governo non esautora il parlamento e se c'è bisogno di rieleggere un nuovo governo il parlamento è sovrano, questa è la democrazia parlamentare, ora i partiti possono anche decidere di rifare l'elezioni per cambiare il parlamento ma questa è un'altra questione

  12. anggeldust

    Proprio oggi ero a tavola e guardavo il tg, e all'ennesima stronzata di Fini e co. ho deciso che col Porcellum voterò scheda nulla.

    Devo solo decidere quale insulto scrivere sulla scehda…

  13. vipera1976

    Questo sistema elettorale, con le famigerate "liste bloccate", ha precipitato il paese in una dittatura subdola e sotterranea, mascherata da democrazia. La dittatura delle segreterie di partito…E qui, ahimè, la nostra "fede" non conta più nulla…

  14. sputnikmac

    spero proprio che chi ora dichiara di non andare a votare lo facciano per puro sfogo. ci siamo dimenticati delle leggi ad personam fatte negli anni di governo berlusconiano. la voglia che ha di andare alle elezioni mi fa temere che ne abbia altre. (intercettazioni, ad esempio).
    non è il momento di fare gli snob. è il momento di raddoppiare gli sforzi.

  15. Luposordo2

    Perfettamente d’accordo! Se non cambiano legge elettorale non mi muovo da casa! Se poi, fai conto che io per votare devo fare 700 km, non ci penso proprio ad andare!

  16. WebLogin

    Sono d'accordo con te, hai perfettamente ragione ma forse andrò cmq a votare. Ci troviamo in un meccanismo perverso in cui il mio non voto diventerebbe un voto doppio per il cdx che rivuole Berlusconi. E la cosa assurda è che se andrò a votare il mio voto andrà anche al PD! Non vedo alternative, al max le liste civiche di Beppe Grillo… mmm, però la proposta di Guerrillaradio (commento #3) di "non votare per protesta la Camera, e votare a "sinistra" il Senato" mi piace…

    Ciao mitica, buona settimana

    Giuseppe

  17. filomenoviscido

    Tisbe,
    io ho deciso che alla Camera vado a votare RnP (o socialisti se non si presenta la RnP) perchè penso che una forza anti-clericale ci vuole e la RnP ha rispettato il suo mandato elettorale.

    Al Senato sono indeciso se votare PD in funzione anti-leghista o un partito della costituente anti-capitalista(l'area a Sinistra di Rifondazione)… credo deciderò qualche giorno prima o in cabina.

    cmq a votare vado anche se capisco la tua posizione

    ciao 🙂

  18. Tisbe

    Io trovo interessante la proposta di Guerrilla di votere solo per il Senato tanto per mettere in difficoltà quello che tutti chiamano lo psiconano (a me non piace offendere sui difetti fisici 😉

  19. FrancaFranca

    Io ho deciso che stavolta "il meno peggio" non lo voto per cui se non c'è un candidato credibile…
    Per quanto riguarda il sistema elettorale io sono per il proporzionale puro: ognuno deve essere rappresentato in Parlamento per quello che vale.
    Se non si vuole essere ricattati dai partitini basta non fare con loro accordi elettorali e correre il rischio di perdere.
    Trovo non corretto raccattare tutti per vincere e poi pretendere dagli alleati solo cieca obbedienza perchè contano poco.
    Ci vuole coraggio per una politica migliore.
    Col maggioritario a tutti i costi e coi premi di maggioranza dati al primo partito si rischia che col 30% dei voti uno prenda il 50% dei seggi: questa non è democrazia….

  20. Santaruina

    benvenuta nel club del no-voto, allora 🙂

    Le urne sono funzionali al potere;con il voto si concede la "legittimazione" a questi miseri personaggi.
    E la destra e la sinistra ormai sono termini senza alcun senso.
    Anzi, le sinistre vengono attualmente utilizzate per portare a termine quelle politiche "di destra" che altrimenti causerebbero rivolte popolari.

    Prese in giro.

    Non votare è il primo passo, indispensabile, per chi volesse cambiare le cose.

    Blessed be

  21. utente anonimo

    io sono combattuta tra il non andare a votare per lo schifo o andarci per non darla vinta proprio allo psiconano ( e non solo) che a questo punta: un bipartitismo, bipolarismo che esclude un'altissima percentuale di votanti, come accade in altri paesi, vedi stati uniti.
    Però la proposta di guerrilla mi incurisosce e alletta molto.
    Laura

  22. utente anonimo

    Io davvero non riesco a capire!
    Ora vi lamentate tutti che con il porcellone non volete andare a votare.
    Eppure il porcellone vi stava bene nel 2006 quando vi ha permesso di fare i 20 mesi?
    Perchè non vi siete lamentati nell'aprile del 2006 dei tantissimi partitini e sigle elettorali votando scheda nulla?
    Non lo sapevate nell'aprile del 2006 che i partitini non avrebbero fatto governare?
    Tutta questa delusione ora mi sembra davvero pretestuosa…forse perchè è caduto questo governo e siete consapevoli che difficilmente risalirete sullo scranno?
    Sentite a me, meglio con questa legge elettorale per voi…perchè con qualsiasi legge si vota le previsioni non sono per niente rosee,
    perchè una certa parte della sinistra, quella cosidetta più radicale e comunista, sta pian pian scomparendo in Italia, fino a quando non sarà interamente assorbita e sostituita da posizioni più moderate e centriste.
    Arem

  23. Tisbe

    @arem, per cortesia modera i termini.
    Il porcellone non ci è mai piaciuto.Insisti c dire cose che sono solo nella tua mente e a fare il processo alle intenzioni.
    Ma per la miseria sei proprio INDOTTRINATO, non ti riesce nemmeno di vedere che la base della sinistra ha una capacità di autonomia e di critica verso i suoi rappresnetanti che voialtri di destra nemmeno osate immaginare. E basta… smettila di fare propaganda da quattro soldi.
    Dimmi qualcosa di intelligente per favore!

  24. WebLogin

    @Arem, sono io che non ti capisco! O_O Mah! Scusa, ma se buona parte del cdx (prima del "salto" di Mastella) aveva chiesto un referendum per una legge elettorale fatta da voi e definita da voi stessi una porcata, che senso ha questo tuo commento? La coerenza, oltre che l'autocritica, manca completamente a voi del cdx!

    Giuseppe

  25. Tisbe

    @arem, sai qual'è la differenza tra l'elettore di sinistra e qullo di destra?
    Quello di destra è un suddito, incapace di criticare e di essere obiettivo riguardo chi lo rappresenta; quello di sinistra è un cittadino con spiccate capacità critiche, che ragiona con la propria mente e non si ginuflette davanti allo psiconano di turno…

  26. Tisbe

    @giuseppe, evidentemente entrambi abbiamo percepito il commento di arem allo stesso modo. Io l'ho trovato irritante ed offensivo nei confronti di chi ha il coraggio di fare autocritica

  27. utente anonimo

    Votare un partito di sinistra dopo questi due anni di governo inconcludente? E per di più sapendo ormai per certo che la sinistra ed il centrosinistra perderanno? Sto seriamente considerando l'astensione, non l'avrei mai detto, ma davvero la tentazione ora c'è… 🙁

  28. pazyryk

    Sono contentissimo di questa tua decisione, rimane il fatto che c'è molto da fare. E ho sempre creduto che dobbiamo farlo noi, senza se e senza ma. Forse se ci pensavamo un pò prima, però…..

  29. utente anonimo

    Mi spiegate perchè (e in caso di voto dato a chi) il voto al senato metterebbe in difficoltà il centrodestra? Il voto al PD o alla sinistra (prc) o, indifferentemente, a entrambi?
    Mi sa che non conoscete bene la legge elettorale…

  30. giuba47

    Cara Tisbe, io andrò a votare, con tutto lo schifo del mondo, ma andrò. Non andare vuol dire fare stravincere chi ci ha messo nella "merda" con una legge elettorale che ha fatto lui e il suo governo… Con Berlusconi e con la sua banda corriamo pericoli serissimi. Quello che mi sembra da dire è che non bisogna limitrasi a votar, ma bisogna partecipare di più nel territorio, in rete, ovunque siamo… Il rischio è di scomparire. Un caro saluto, Giulia

  31. Tisbe

    @Giulia, non ha senso andare a votare, al punto in cui siamo arrivati l'unica cosa da fare è distruggere tutto con una rivoluzione bianca e ricominciare con i giovani, chiudendo il reparto geriatrico della politica
    Però mi studierò un sistema per rendere la vita difficile a chi calpesta i nostri diritti

  32. utente anonimo

    "@arem, sai qual'è la differenza tra l'elettore di sinistra e qullo di destra?
    Quello di destra è un suddito, incapace di criticare e di essere obiettivo riguardo chi lo rappresenta; quello di sinistra è un cittadino con spiccate capacità critiche, che ragiona con la propria mente e non si ginuflette davanti allo psiconano di turno…"

    Tisbe, hai oltrepassato il segno…sei in un punto di non ritorno…che dirti, visto che sei tanto intelligente , libera e con spiccato senso critico, rimanici…
    Chi offende sei tu, anche e soprattutto con queste tue ultime parole. A me tutto mi sembri tranne che critica (ne avessi fatta una verso la tua parte politica nonostante lo schifo che hanno fatto e che volevano ancora fare ,altro che destra!) ma solo una semplicissima tifosa del nulla, nostalgica di una ideologia a cazzi tuoi che sbatte i piedini a terra quando vuole avere ragione a tutti i costi! Per me e per molti in questo blog, puoi anche prendertela.

    Con simpatia
    Arem

  33. Tisbe

    @arem, impara a rispettare le idee degli altri!
    Ma che vuoi, che voti destra?
    Te lo dico bello chiaro e tondo: preferisco tagliarmi la mano!
    Io non riesco proprio a concepire che si possa essere di destra, ma come si fa ad essere favorevoli all'autoritarismo? alla gerarchia? alla prevaricazone? ma c'è qualcosa di peggio al mondo?
    Ma come si può pensare di imporre il proprio punto di vista agli altri.
    Il tuo comportamento è allucinanate. Non è di uan perosna che discute alla pari, ma di un preusntuoso che crede di avere ragione e di fare la predica agli altri che sbagliano.
    Mi dispiace per te: hai totalmente sbagliato indirizzo, ti conviene di andare a discutere con un amssa di indottrinati e di lasciar perdere le persone con autonomia di pensiero

  34. utente anonimo

    Tu autonomia di pensiero?
    La tua reazione vale più di ogni altra risposta.
    I tuoi lettori "autonomi" a questo punto ti diranno: "Tisbe sono d'accordo con te…
    EHehheh
    Impara tu ad accettare le idee degli altri…
    Buona fortuna.
    Arem

  35. WebLogin

    @Arem,

    "I tuoi lettori "autonomi" a questo punto ti diranno: "Tisbe sono d'accordo con te… "

    Arem, come lettore di questo blog ti dico che non si può essere d'accordo con chi è di cdx e dice "Io davvero non riesco a capire!
    Ora vi lamentate tutti che con il porcellone non volete andare a votare…" (commento #28)

    Ripeto (il mio commento #30), la coerenza, oltre che l'autocritica, manca completamente a voi del cdx! Hai lasciato commenti solo con la presunzione di giudicare noi del csx. Noi ci poniamo il dubbio, critichiamo anche chi abbiamo votato, mentre tu hai la certezza che il voto dato e che darai a Berlusconi-Fini-Casini-Bossi(-Mastella) sia cosa buona e giusta.

    Vabbè, cmq sono i tuoi commenti che valgono più di ogni altra risposta.

    Giuseppe

  36. WebLogin

    Ora il cdx potrà votare anche Mastella: "Mastella sarà il benvenuto nella nostra coalizione." (Bondi e Cicchitto)
    Prima l'aveva detto anche Berlusconi ma Bossi gli aveva fatto notare che così Mastella avrebbe fatto la figura del corrotto… Ora alle famose cene di Berlusconi ci andrà anche Mastella!

    Giuseppe

  37. Tisbe

    @arem, il tuo problema è che non rileggi quello che scrivi. SEi arrogante e pensi di avere la verità assoluta in tasca. Il mio post è di forte autocritica, ma nemmeno quello ti sta bene.
    Che te devo dì: sei bravo tu!

  38. utente anonimo

    Mastella quando è entrato nell'esecutivo Prodi non era nè corrotto nè opportunista nè nulla.
    Ora lo è.
    Bene.

    Tisbe mi dai del superbo, dell'arrogante e altro che ora non ricordo più, solo perchè dico qualcosa di diverso da quello che pensi e scrivi tu?
    Inoltre ho notato moltissime incongruenze in quello che scrivi nei vari post, non si devono dire?
    Capisco che il blog sta qui per attirare più lettori possibili perchè è un fatto di visibilità ed è piacevole condividere quello che si pensa con molti amici (diciamo così) ma se noto qualche forzatura per ottenere questo scopo, non vuoi che si dica?
    La tua idea di sinistra e di destra più volte espressa in questo blog è sconcertante, e non si deve dire?
    Per quanto mi riguarda ho solo cercato di contrastare quello che scrivi ma chi ha sempre voluto avere ragione (sapendo anche di aver scritto una panzanata) non credo sia stato io…
    Per questo e molti altri motivi posso tranquillamente affermare qui che non sei credibile poichè le cose che scrivi sono facilmente confutabili con motivazioni oggettive e reali, fatti e non parole di parte.
    Mi spiace doverti dire queste cose, ma era mio dovere difendermi dai tuoi attacchi.
    Arem

  39. utente anonimo

    Ma comunque giusto per rimanere in tema del post ti faccio sommessamente notare quanto segue (così forse capirai quando ho detto che scrivi incongurenze):
    mi chiedo infatti dove siano stati in tutto questo tempo tutti quelli che oggi si stracciano le vesti perché, a loro dire, si sarebbe tolto loro il sacrosanto diritto di scegliersi il candidato (magari è colpa di Berlusconi vero?).
    Il voto di preferenza non è stato affatto abolito dall'ultima legge elettorale, ma non si usa più da quasi 20 anni.
    Già il Mattarellum del 1993 non prevedeva affatto il voto di preferenza, ma Tisbe vuoi ridere?
    Non è neanche stata questa legge ad abolirlo, ma gli stessi elettori.
    Ebbene sì. Tutti oggi fingono di non ricordarlo, ma il voto di preferenza è stato espressamente abrogato dal primo referendum elettorale di Segni & Co.
    Per la precisione, il 9 giugno 1991 dal 98 per cento dei votanti, con una partecipazione del 62,5 per cento degli aventi diritto.
    E sai perché lo hanno abolito?
    Perché non esiste modo migliore per attuare il voto di scambio, per far prosperare la corruzione e le clientele, oltre ad essere un metodo facile facile per violare la segretezza del voto.
    Non sei tu Tisbe che predichi un mondo migliore ed una politica più sana? E che facciamo ritorniamo al "sistema" della Prima Repubblica?
    Mi sorprende assai che ti fai paladina del voto di preferenza perchè come detto è assai raro che con quel voto salgano i migliori, ma praticamente certo che vengano eletti collusi con la mafia e scambisti di voto…se vuoi questo, complimenti per la bella idea.
    Se sulla carta potrebbe descriversi un modo ideale di votare, nella pratica, soprattutto in Italia, è SEVERAMENTE PROIBITO reinserirlo né che sia la soluzione ai nostri problemi.
    Molto più utili le primarie (vere e non farlocche e di plastica come quelle del PD) per premiare davvero i candidati più rappresentativi.
    Tuttavia vi èanche un altro aspetto da non sottovalutare. Ultimamente la gente si è avvicinata alla politica, ma non nel senso di partecipazione attiva (quello

  40. utente anonimo

    ma non nel senso di partecipazione collettiva (quello è stato negato a priori in barba a tutti i proclami di "concertazione") ma nel senso di rivolta e di contestazione a questa classe politica. Ora come ora i partiti sanno che non possono più sbagliare mettendo uomini sbagliati e di indubbio valore, perchè la gente questa volta non perdonerebbe…
    Per tutti gli altri problemi, questa legge dovrebbe essere solo rivista nella parte del voto nazionale alla Camera e quello su base regionale in Senato. Corretto questo, potrebbe ancora andare bene…

    Saluti Arem

  41. utente anonimo

    Gentilissimo Giuseppe,
    ribadisco il concetto più voltre espresso: se c'è un minimo di coerenza in quello che dite Voi di sx allora davvero non riesco a capire!!!!!
    La sinistra con la parte comunista al Governo ha dato prova di non aver saputo governare. Questo concetto oltre a pensarlo e a dirlo in base a fatti accaduti sotto i NOSTRI occhi, non può essere messo in disparte come se niente fosse accaduto, altrimenti di cosa stiamo parlando?
    Tale circostanza fa sì che io uomo di destra, per quanto mi possa anche sforzare ovviamente di essere fuori da giudizio di parte, come qualsiasi uomo di strada che ragiona, conduce dritto dritto ad un concetto semplice: la sinistra-comunista ha fallito, perchè dovrei rivotarlo?
    A me sembra che in barba all'evidenza, pur di essere di parte, state affermando e sponsorizzando il contrario: la sinistra-comunista ha fallito, alle prossime elezioni rivotiamoli e siamo tutti felici e contenti.
    Per cui dico che il vostro senso critico e di ragionamento dovrebbe essere rivisto, ma non lo dice uno di dx ma lo direbbe un semplice visitatore del blog a cui non gli frega nulla della politica.
    E per aver cercato di far notare tutto ciò mi devo sentir dire anche da Voi che siete i miglori, che Voi ragionate, siete critici ed il Vostro modo di vivere magari è anche migliore di chi non la pensa come Voi?
    Inoltre ti inviterei a rileggere le risposte rilasciate da Tisbe alle mie osservazioni, io cerco di circostanziarle per controbattere, eppure ho ricevuto quasi odio…

    P.S.
    Gent. Giuseppe, Tisbe non ha bisogno di essere nè difesa nè coadiuvata, perchè da sola sa difendersi. Capisco il tuo senso di appartenenza, ma fossi in te, per galanteria ed amicizia nei suoi confronti, tralascerei…
    È ovvio è solo un mio consiglio, poi ci mancherebbe…

  42. ermahico

    faccio due conti
    Prodi e novello PD= mi ha dato nuovo lavoro, soldini in più con cui mi sono rifatto un a vita al nord, soddisfazione di Provenzano e altri Boss in gattabuia, Mastellone&family indagatissimo, Papa mandato a fare i predicozzi fuori dall'università…. qualche euro in più in busta paga, generale ripresa dell'industria con possibilità di trasferirmi in una grande città.
    dò un giudizio positivo.
    Non votare = significherebbe negare che Prodi è stato un professore buono che ha riportato l'ordine in una classe scalmanata senza regole (se non quelle del bullo di turno).

    scrivere parolacce nella scheda NO NO! mica sono uno che stappa champagne e magna salumi in parlamento come un troglodita !!! io sarò incazzato, ma mai incivile!!!

    spaccare tutto al seggio poichè non c'è la falce e il martello da nessuna parte nei simboli di partito idea allettante, ma sarebbe da fare dopo aver consegnato la scheda.

    risultato Voto Dipietro che appoggia il PD.
    Così Prodi impara a trattarlo male. TIè!!!!

  43. WebLogin

    @Arem, scusa, ma prima di scrivere papiri senza senso ti invito a leggere e capire quello che scrivono gli altri ma anche quello che scrivi tu. Io ho potuto saggiare la tua "coerenza" quando hai criticato (commento #28) noi di sx per una porcata di legge elettorale fatta dalla tua destra. Poi il Governo Prodi non è durato cinque anni, non ha avuto la possibilità di governare "grazie" ad una legge elettorale fatta da voi del cdx che ha concesso al Governo Prodi una maggioranza risicata al Senato. Inoltre, il tuo cdx si è opposto su tutto anche alle proprie proposte se presentate dal Governo Prodi, ha insultato senatori a vita, ha festeggiato con spumante e sputi la caduta del Governo Prodi facendo ridere il mondo!
    Critichi questo Governo ma non hai dubbi nel ridare il voto a Berlusconi-Fini-Bossi-Casini-Storace(-Matella-Dini) dopo che hai già visto per cinque anni quello che ha prodotto! Vuoi dire che per te andava tutto bene? Mah!

    Ripeto, la coerenza, oltre che l'autocritica, manca completamente a voi del cdx! Hai lasciato commenti solo con la presunzione di giudicare noi del csx. Noi ci poniamo il dubbio, critichiamo anche chi abbiamo votato, mentre tu hai la certezza che il voto dato e che darai a Berlusconi-Fini-Bossi-Casini-Storace(-Matella-Dini) sia cosa buona e giusta.

    Infine, se partecipi ad un blog non puoi uscirtene con frasi del tipo "Gent. Giuseppe, Tisbe non ha bisogno di essere nè difesa nè coadiuvata, perchè da sola sa difendersi. Capisco il tuo senso di appartenenza, ma fossi in te, per galanteria ed amicizia nei suoi confronti, tralascerei…"! E questo lo dico come amico di Tisbe, lettore del blog, ma anche come persona che un po' si sente tirato in causa da te quando dici: "Ora vi lamentate tutti…"

    Giuseppe

  44. WebLogin

    @Arem, il Governo Prodi aveva chiesto al tuo cdx di andare a votare con una nuova legge elettorale ma il tuo cdx ha detto di NO. Ha detto NO forse perchè sa che persone come te di cdx vanno a votare senza dubbi, mentre i delusi di questa legge elettorale sono gli elettori di csx poichè l'hanno subita e perchè l'Ue inizia a bocciare alcune leggi fatte dal precedente Governo Berlusconi che tu hai votato. Cmq sia queste elezioni straordinarie ci costano più di 430.000.000 di euro e non si può escludere che la legge elettorale fatta dal tuo cdx produca ancora un Governo con una maggioranza risicata. Questa è anche la critica che faccio alla legge elettorale fatta dal tuo cdx (scusa se ripeto la paternità della legge elettorale ma è a causa del tuo commento #28), ma voi del cdx non vi ponete il dubbio e vi meravigliate se noi lo facciamo.

    Giuseppe

  45. Tisbe

    @arem, non ho avuto ancora modo di leggere i tuoi papiri e francamente so già cosa vi troverò scritto… cerca di calmarti e prenditela con i veri colpevoli, non chi scrive le proprie opinioni su un blog per pura passione. Vai a fare il moralizzatore altrove
    @Giuseppe, purtroppo arem non è un blogger e conosce poco la blogosfera, crede di trovarsi in un bar della sua città dove c'è gente che ragiona come lui. Qui invece siamo critici e le parole vanno pesate, e lui nn sa farlo e non rispetta la netiquette… ma io sono indulgente perché nessuno gli avrebbe pubblicato 3 commenti di seguito

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *